Categorie

Sport Basket A2/F: Federica Pompei alla PF Umbertide per la terza stagione consecutiva

La Pallacanestro Femminile Umbertide comunica che Federica Pompei farà parte del roster di serie A2 anche nella prossima stagione. Si tratterà della terza stagione consecutiva, per la play romana classe 1998, in maglia bianco-azzurra. “Chicca” è diventata una delle giocatrici più rappresentative della compagine umbertidese, grazie alle sue giocate che hanno estasiato il Pala Morandi in queste due ultime ed indimenticabili annate. Il play doppio zero della PFU ha giocato 47 partite e realizzato 412 punti nelle ultime due stagioni. Nella prossima stagione, Federica toccherà le 50 presenze con la maglia bianco-azzurra, un traguardo che poche cestiste hanno avuto l'onore di raggiungere. Nell'ultima annata la regista capitolina ha realizzato più di 8 punti di media a partita, in doppia cifra in sette occasioni, in particolare alla prima di campionato quando, con i suoi 22 punti, ha trascinato alla vittoria le umbertidesi su Faenza. Queste le parole di Federica nel giorno della riconferma:”Sono molto entusiasta di questo rinnovo perché sono sicura che con questa squadra possiamo terminare ciò che abbiamo lasciato in sospeso l’anno scorso. L’obiettivo sarà quello di raggiungere altre grandi soddisfazioni e coinvolgere sempre di più i nostri tifosi”. “Sono molto emozionata – prosegue Chicca - per questo ringrazio la società di avermi confermato per il terzo anno consecutivo perché ormai quando penso a Umbertide penso a famiglia”. La società, lo staff ed i tifosi sono felici di poter contare sul talento di Federica anche per la prossima stagione!  

10/06/2020 15:18:41 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Judo: Michele Milli è il primo istruttore non vedente d'Italia

Non c'è ancora l'ufficialità perché è difficile verificare tutti i dati di tutte le federazione sportive ma Michele Milli ha ancora una volta dimostrato che i sogni possono diventare realtà ottenendo il diploma federale Csen di Iistruttore di Ginnastica Posturale proprio durante il lockdown.   “Invece di farsi prendere dallo sconforto e dalla disperazione Michele – ha spiegato il presidente del kdk Fratta Mirco Diarena – in questi giorni d'inferno si è rimboccato le maniche e ha sostenuto l'esame nazionale di Istruttore di Ginnastica Posturale. Un nuovo diploma che attesta le capacità di questo ragazzo. Michele è un esempio per tutti i ragazzi del nostro club e per la nostra città. Ha perso la vista in un incidente di caccia, ha cambiato professore ed è passato da operaio edile a fisioterapista.   Arrivato ai 30 anni, si è avvicinato al judo e in poco tempo è diventato uno dei pilastri della Nazionale Fispic (ha disputato anche i Campionati Europei 2019). Adesso che i muscoli sono stati messi forzatamente a riposo ha ripreso ad allenare il cervello ottenendo questa nuova qualifica”.   In un periodo segnato da tante ordinarie scene di dolore e rassegnazione Michele Milli rappresenta l'esempio che nella vita c'è sempre la possibilità di riemergere, basta trovare la forza dentro di sé.   Michele già dal prossimo mese metterà a disposizione degli umbertidesi le proprie competenze.   “Offriremo – continua Diarena - un corso gratuito di posturale per il mese di Giugno. Tutti noi abbiamo sofferto questo lungo periodo in cui siamo barricati in casa. E vogliamo permettere a tante persone che magari si sono trovate anche in difficoltà economiche di svagarsi e ritrovare un po' di benessere fisico”.   Dopo tante sofferenze in casa Kodokan Fratta si torna a brindare, anche se a distanza.

27/05/2020 11:55:36 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Basket A2/F: confermati nello staff Simone Tosti e Leonardo Grilli

La Pallacanestro Femminile Umbertide comunica che Leonardo Grilli sarà ancora il preparatore atletico della squadra bianco-azzurra anche nella prossima stagione. Classe 1993, nato e cresciuto ad Umbertide, Leonardo ha seguito con attenzione la squadra bianco-azzurra fin dalla preparazione pre-stagione iniziata lo scorso agosto. “Sono felice di continuare questa esperienza per il secondo anno consecutivo – afferma Leonardo- e molto contento di poter collaborare con Michele Staccini e tutto lo staff completamente umbertidese, cosa credo unica in tutta Italia”. “Tutti abbiamo una gran voglia di ripartire al meglio – prosegue - magari partecipando alla Coppa Italia che ci siamo guadagnati l'annata scorsa, non disputata purtroppo per questa pandemia. Approfitteremo di questo tempo a disposizione per partire nelle migliori condizioni la prossima stagione”:   Altra conferma nello staff della Pallacanestro Femminile Umbertide per la prossima stagione di serie A2. Dopo Michele Crispoltoni in qualità di vice allenatore, anche Simone Tosti farà ancora parte dello staff della squadra umbertidese, sempre con il ruolo di assistente allenatore. La PFU avrà quindi uno staff totalmente formato da ragazzi nati e cresciuti ad Umbertide. Queste le parole di Simone al momento della conferma: “Sono felice del rinnovo perché è un privilegio far parte dello staff della squadra umbertidese che milita nel campionato di maggior livello”. “Inoltre – prosegue Tosti - la nostra squadra, grazie ai risultati degli ultimi due anni è riuscita a diventare una delle realtà più rispettate del campionato. Sono felice anche dell'arrivo di Michele Staccini, perché mi ha insegnato tanto quando giocavo a basket e penso possa farlo anche da allenatore”. “Sono entusiasta – conclude l'assistant coach della PFU- del nuovo assetto dello staff”.     -------- Messaggio Inoltrato --------   Oggetto: Comunicato stampa PF Umbertide Data: Sun, 24 May 2020 21:38:48 +0200 Mittente: Ufficio Stampa PF Umbertide 

25/05/2020 18:36:37 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Basket A2/F: Michele Crispoltoni confermato vice allenatore de La Bottega del Tartufo Umbertide

La Pallacanestro Femminile Umbertide comunica che coach Michele Crispoltoni è stato confermato vice allenatore per la prossima stagione di serie A2. Michele affiancherà il nuovo head coach Michele Staccini nella prima squadra ed avrà anche il ruolo di capo allenatore dell'under-14 e responsabile del settore giovanile per la crescita del movimento, sia dentro che fuori dal campo, a partire dal minibasket. La società è fiera di avere nel proprio staff un giovane allenatore come Michele, appassionato e sempre disponibile e che in questi due anni ha seguito con dedizione il lavoro con la prima squadra al fianco di coach Alessandro Contu e che sta portando avanti un grande lavoro con le giovanissime dell'under-14. Il coach umbertidese, classe 1993, ha affermato:”Sono molto contento che la società continui a darmi fiducia. Il progetto PFU YOUNG iniziato lo scorso anno richiede pazienza e tanto entusiasmo. Il mio compito è quello di continuare a valorizzare e seguire le nostre ragazze in un percorso di crescita che permetta a tutte di esprimersi e migliorare”: “Sono molto entusiasta – conclude coach Crispoltoni- dell'arrivo di Michele Staccini, ho grande stima di lui sia a livello umano che tecnico, è una grande occasione per tutto l'ambiente avere alla guida un allenatore come lui che seguirà tutto il progetto a 360 gradi”.  

20/05/2020 17:36:48 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Basket A2/F: Michele Staccini è il nuovo allenatore de La Bottega del Tartufo Umbertide

Con grande entusiasmo la Pallacanestro Femminile Umbertide comunica che, coach Michele Staccini, è il nuovo capo allenatore della prima squadra. Michele guiderà il roster umbertidese per il prossimo campionato di A2 femminile. Nato e cresciuto ad Umbertide, Michele ha iniziato a muovere i primi passi proprio nella società cittadina Basket Club Fratta, divenendo vice allenatore nella stagione 2005-2006 fino all’annata 2008-2009. Nella stagione 2009-2010, con la squadra umbertidese ha ottenuto la promozione in serie B maschile. Nel 2010-2011, ha disputato il campionato di serie B con il BC Fratta. Successivamente si è spostato fuori Umbertide, allenando le giovanili della Mens Sana Siena. Con l’under-17 senese, in qualità di vice allenatore, ha raggiunto la finale, perdendo contro la Virtus Bologna. Ha fatto ritorno ad Umbertide nella stagione 2012-2013, in qualità di allenatore dell’Under-19 maschile ed assistente di coach Serventi in A1 femminile, raggiungendo la semifinale di Coppa Italia e le semifinali scudetto. Dal 2013 al 2015 è stato head coach del BC Fratta in C maschile ed ha fatto ritorno nella PFU dal 2015 al 2017 in serie A1. Nell’annata 2017-2018 ha lasciato di nuovo la sua città natale per rivestire il ruolo di responsabile del settore giovanile e capo allenatore delle squadre under-18 e under-20 dell’Orvieto Basket. Nelle ultime due stagioni è approdato a Lucca, come vice allenatore in A1 femminile e capo allenatore dell’under-16 e under-18. Ora il ritorno alla PF Umbertide, società che ha l’obiettivo di lanciare giovani giocatrici in serie A2 e di continuare a portare in alto la nostra realtà nel panorama cestistico nazionale. Tutto l’ambiente bianco-azzurro è lieto di riabbracciare Michele e gli invia un grande in bocca al lupo per questa nuova avventura!      

18/05/2020 15:03:17 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Judo Umbertide 2 atleti in corsa per le paralimpiadi2021, pronti per ripartire

I dati confortanti degli ultimi giorni lasciano sperare che per l'Umbria e il Kodokan Fratta sia la fine di un incubo e l'inizio di un nuovo sogno.  Si ricomincia, o meglio si ricomincerà, da dove ci si era interrotti. La corsa verso Tokio o meglio le Paralimpiadi di Tokio 2021. Il Kodokan Fratta ha due atleti in lizza per la competizione più importante del pianeta, Michele Milli, categoria 81kg, protagonista dei Campionati Europei Ibsa 2019 e Gabriele Scorsolini, categoria 60kg, vincitore del titolo italiano Fispic. I due Atleti sono lontani dalla soglia della qualificazione ma la posticipazione delle Olimpiadi ha cambiato le carte in tavola ed entrambi potranno partecipare alle tappe internazionali che assegneranno il punteggio. "Il rinvio - ha spiegato il tecnico Mirco Diarena - per noi è stata una buona notizia, anche se il termine va preso con le pinze visto il motivo dell'annullamento della competizione. Con un anno di tempo in più Michele Milli potrà tornare a combattere ad alto livello dopo la rottura del crociato degli scorsi Campionati Europei mentre il giovane Gabriele Scorsolini arriverà alle gare che contano con una maggiore maturità. I due ragazzi in questo periodo, come tanti altri nostri atleti, si sono allenati da soli, in una camera, in uno scantinato o in un terrazzo. Ogni luogo era adatto per scacciare i brutti pensieri e mantenere accesa la speranza". Dopo il lockdown adesso il momento della ripartenza è veramente vicino. "Sappiamo benissimo -ha proseguito Diarena -  che praticare uno sport da combattimento come il judo in questo periodo di incertezza non sarebbe una buona cosa, siamo stati i primi a chiudere a marzo, prima del Decreto del Governo, ma adesso è arrivato il tempo di ricominciare. Stiamo aspettando di avere norme certe per ripartire dalla preparazione atletica. Due mesi di "domiciliari" hanno sicuramente compromesso le capacità atletiche e mentali dei nostri ragazzi. Abbiamo strutturato un piano per la ripartenza capace di garantire una ripresa modulare che però dia un immediato sollievo dal punto di vista psicologico e che sia rispettosa di tutte le direttive. Più che agli atleti di alto livello (in questo momento abbiamo tre atleti di interesse nazionale, Milli, Scorsolini e Nicola Becchetti che proprio in questi giorni avrebbe dovuto prendere parte ai Campionati Europei Universitari)il mio pensiero va ai miei piccoli campioni. I bambini nonostante gli sforzi sovrumani dei loro genitori hanno sicuramente subìto molto questo periodo, è ora che tornino a saltare, a correre e a sorridere, non dimenticando che ci sono delle nuove norme da seguire". Da ventiquattro anni il Kodokan Fratta è una delle associazioni sportive più rappresentative della nostra regione. Oltre ad aver ottenuto i massimi successi sportivi in ambito nazionale e internazionale (tutti riconosciuti dal Coni) si è distinta per i progetti verso i bambini (3 progetti contro il bullismo negli ultimi 22 mesi), verso i portatori di disabilità (organizzazione di un Campionato Italiano Fispic e del primo Corso Nazionale di Difesa personale per non vedenti) e corsi di difesa personale per le categorie più a rischio. 

11/05/2020 15:29:41 Scritto da: Eva Giacchè

Sport La pallacanestro femminile vista da Valter Giacchè, Presidente dell'ASD Basket Umbertide

Presidente, da quando è dentro al mondo della pallacanestro? Confesso che la pallacanestro è sempre stata una mia passione fin da quando frequentavo le medie nei primi anni ’80 e andavo a seguire il Fratta alla palestra delle scuole. Non ho mai praticato Basket anche perché diciamoci la verità dal punto di vista atletico non sono un gran che, forse ci proverò in un'altra vita. Sono ricordi bellissimi, la piccola palestra stracolma di gente ed il rumore assordante, tanto rumore che non si riusciva a parlare neanche con la persona che ti stava vicino, c’era tanta passione come del resto c’è sempre stata per il questo sport ad Umbertide. Per diversi anni non sono riuscito a seguire le vicende del basket umbertidese anche se il lunedì confesso il primo sguardo sul giornale era sempre per i risultati del Fratta. La passione si è riaccesa quando mio figlio prima e mia figlia dopo si sono avvicinati al mondo del basket e da lì convinto da alcuni amici di vecchia data sono entrato nel consiglio direttivo di Basket Umbertide per poi successivamente diventarne il presidente. Qual è lo stato attuale di salute della pallacanestro femminile ad Umbertide? Per quanto riguarda la mia esperienza in Basket Umbertide fino ad oggi è stata positiva anche se in alcuni momenti confesso bisogna navigare a vista. Abbiamo cercato in questi anni di fare una programmazione a lungo termine incentrata sul settore giovanile anche con qualche buon risultato e abbiamo un bel gruppo di ragazze che ci mettono passione ed impegno, ma nel mondo del basket femminile locale c’è un consistente calo di tesserati dovuto forse anche alla concorrenza di sport come la pallavolo che al momento viaggia sulle ali dell’ entusiasmo specialmente nella nostra regione ma anche purtroppo per i rapporti tra le associazioni del nostro territorio e su questo argomento ci sarebbe da intavolare un discorso molto più ampio ma mi limito per ora a dire che in effetti in un comune come quello di Umbertide che conta circa 16000 abitanti due società di basket femminile sono “troppe”. Noi fino ad oggi abbiamo cercato di portare avanti un progetto incentrato principalmente sul settore giovanile andando a coprire una lacuna che per varie vicissitudini si era formata negli anni passati e che rischiava di far morire un movimento che grazie proprio alle ragazze “Made in Umbertide” aveva permesso di arrivare al meraviglioso traguardo della Serie A. Nel nostro piccolo con un grande sforzo siamo riusciti a creare una squadra senior che partecipa al campionato di serie C ed composta per il 90% da ragazze provenienti dal nostro settore giovanile. In questa stagione le ragazze hanno dimostrato una grande crescita caratteriale ed atletica ma purtroppo l’ avventura si è conclusa anticipatamente per le note problematiche legate al Corona-virus e di sicuro avevano ancora qualcosa da dimostrare. Presidente quale ricetta per far crescere il movimento del basket femminile? Non esiste una ricetta particolare, ma piuttosto dei tentativi per arrivare ad un confronto onesto e leale con tutti gli interlocutori di questo movimento. Per quanto mi riguarda non chiudo la porta in faccia a nessuno e di questo forse tutti me ne devono dare atto. Comunque, le idee e la voglia non mancano di sicuro. Da parte mia c’è un impegno costante, pazienza, ma soprattutto grande voglia di far crescere le nostre ragazze in ambiente sano e corretto, poi arriveranno anche i risultati sul piano tecnico e per questo ci penseranno i nostri istruttori. Voglio tirare ancora in ballo la situazione particolare di Umbertide e sulla convivenza di due società di basket femminile Le società del nostro territorio devono unire le forze e faccio i nomi PFU e BASKET UMBERTIDE. Tutte è due hanno il potenziale e le competenze per fare grandi cose e solamente con l’unione potremo riuscire a competere a livello giovanile con le altre realtà regionali e perchè no anche nazionali. Da soli, ci si dovrà accontentare di campionati di medio livello. Concludiamo con un suo desiderio Tutto quello che ho detto in precedenza nasce dal desiderio di collaborazione e crescita. Al momento non è così e perché questo avvenga bisogna andare oltre a personalismi e politiche aggressive soprattutto in ambito cittadino. Che tutti capiscano che l’unione fa realmente la forza, che per collaborare non è necessario essere per forza essere amici, ma sarebbe sufficiente valorizzare le competenze altrui. Il mio desiderio è anche di rivedere le palestre aperte, e questo significherebbe aver sconfitto questo maledetto corona-virus magari palestre non vuote ma piene di ragazze e ragazzi che corrono per il campo cercando di mettere il pallone dentro il canestro.   A cura dell'Asd Basket Umbertide

02/05/2020 15:52:05 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy