Categorie

Attualità » Primo piano Città di Castello, buoni spesa: 858 domande, 165mila euro già erogati a 470 famiglie

Sono oltre 850 - 858 per la precisione - le domande per i Buoni Spesa giunte al Comune di Città di Castello che in questi giorni ha fornito un servizio di aiuto e informazioni ai cittadini con ben 16 persone per turno, dalle 8.00 alle 20.00 di tutti i giorni compresa la domenica. “Uno sforzo che ha permesso di venire incontro anche a chi non aveva gli strumenti per usufruire di questo contributo straordinario, mirato a dare una mano, piccola ma concreta, a chi è stato travolto dagli effetti della serrata di tutte le attività” dichiara Luciana Bassini, assessore alle Politiche sociali e alla Protezione civile, aggiungendo che “723 domande sono già state valutate, ne rimangono 135 in esame e c’è tempo fino a dopodomani, giovedì 16 aprile 2020 per presentarne altre attraverso la piattaforma che si trova sull’home del sito del comune di Città di Castello, www.cittadicastello.gov.it, o telefonando al numero unico 075 9002686, attivo per ogni esigenza collegata al COVID 19, che vi chiedo di ricordare perché è l’unico riferimento ufficiale. Abbiamo accettato 470 delle istanze, per un contributo medio di circa 350 euro a richiedente e 163mila euro complessivi. In consegna ci sono 196 buoni. Chi non è stato ancora contattato per il ritiro lo sarà nelle prossime ore ed il ritiro sarà probabilmente giovedì”. I Buoni Spesa derivano da un finanziamento del Governo e sono dirette a persone e famiglie in condizione di disagio economico e sociale. L’intervento non rappresenta in alcuna forma un ammortizzatore sociale ma cerca di sopperire alla mancanza di beni di prima necessità; l’ammontare dei buoni spesa a seconda della composizione del nucleo familiare può variare da 150,00 euro a 500,00 con un incremento massimo di 50 euro qualora ci siano minori o situazioni di disabilità. Possono essere utilizzati unicamente per l’acquisto di generi di prima necessità, alimentari, per l’igiene personale o della casa, ed è possibile scegliere gli esercizi commerciali in cui spenderli da quelli aderenti.   Le condizioni essenziali sono, oltre allo stato di necessità, non percepire attualmente redditi da lavoro oppure di percepirli in misura notevolmente ridotta a causa dell’emergenza sanitaria in corso. La priorità è andata ai cittadini che si trovano in uno stato di bisogno accertato dai servizi sociali comunali, privi di reddito a causa dell’emergenza, in attesa di cassaintegrazione, monoreddito. “L’ordine di grandezza dell’operazione Buoni Spesa ha Città di Castello è delineato anche se potrebbe mutare qualche numero con il dato finale di giovedì – conclude la Bassini – Voglio ringraziare chi, a titolo quasi di volontariato, ha aiutato i cittadini nella compilazione, il Coc, le associazioni, i Servizi Informatici e Telematici e i Servizi sociali del Comune  e tutti quelli che stanno lavorando alla fase della distribuzione, la più importante. E quanto a buone azioni e spirito civico nell’emergenza mi corre l’obbligo di segnalare il gesto, che spero sia solo il primo, di Matteo Bartolini che ha messo a disposizione gratuitamente un appartamento che verrà occupato da personale sanitario che lavora in ospedale. Potremmo avere bisogno di una simile disponibilità e quindi spero che altri seguano questo esempio”.    

14/04/2020 15:51:15 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Città di Castello, Bacchetta: “0 positivi, 32 guariti e 84 quarantena. Al via mascherine gratis per anziani. 800 domande per i buoni spesa”

Emergenza Coronavirus. Martedì 14 Aprile 2020. Dichiarazione del sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta: “Aggiorniamo anche oggi la situazione ai dati circoscritti alla giornata di ieri. Non c’è nessun positivo. Oggi cominceranno di nuovo ad effettuare i tamponi. Dentro la struttura ospedaliera aumentano le negatività e questo è il risultato di un ottima politica di prevenzione compiuta. Dal punto di vista generale: negli ultimi giorni abbiamo avuto una crescita consistente di guariti e un incremento molto bassi di positivi, 1 o 2 positivi contro 6 o 4 guariti. Le persone positive ad oggi sono 84 in isolamento familiare a casa. L’età media non è altissima e le condizioni di questi concittadini per ora non destano preoccupazione. 32 sono i guariti totali, le persone negativizzate. Pur essendo produnte, c’è qualche segnale positivo. Il COVID è in nemico insidioso che non è stato ancora battuto. Vogliamo organizzare gli ideatori e gli oltre 200 musicisti che hanno partecipato al concerto di Pasqua che è stato molto apprezzato. C’è una mobilitazione in ogni campo per rendere meno dura e sola questi giorni di isolamento. C’è chi è più esposto ai rischi, forze dell’ordine, commessi, personale sanitario, che anche oggi ringraziamo. Sta iniziando la distribuzione gratuita delle mascherine e riguarderà le persone più anziane attraverso le farmacie. Sono state valutate le oltre 800 domande per i buoni spesa e si stanno erogando 160mila euro. Speriamo che i tempi di questa emergenza non si dilatino eccessivamente perché l’emergenza economica è davvero preoccupante. Mi auguro che se i dati verranno confermati si possa andare quanto prima ad uin allentamento dei divieti, iniziando a tornare, con tutte le precauzioni, ad una vita normale. Fino al 3 maggio prossimo continueremo a vivere in questa condizione sospesa e dobbiamo resistere, pensando ai benefici futuri”.

14/04/2020 15:34:42 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Montone: celebrata la Santa Spina in diretta facebook

Rinaldi: “Iniziativa di speranza che rafforza l’unione della nostra comunità in questo difficile momento” Nell’antico borgo di Montone non si fermano le tradizioni. Dalla chiesa della Collegiata, nel giorno di Pasquetta, è stata trasmessa in diretta facebook, sulla pagina del Comune, la prima ostensione della Santa Spina. Una celebrazione diversa dalle solite, a porte chiuse e senza pubblico, per la difficile emergenza sanitaria, ma in grado di rafforzare il senso di comunità e portare speranza.  Come ricorda la storia, proprio il lunedì dell’Angelo avvenne la donazione a Montone della Spina della Corona del Cristo, che Carlo Fortebraccio ricevette dalla Serenissima Repubblica di Venezia, al sevizio della quale il figlio di Braccio aveva combattuto fra il 1470 e il 1477. C’è anche una leggenda secondo la quale questa Spina sarebbe fiorita il venerdì Santo, emanando un dolcissimo profumo. Dal 1798, anno dell’incendio della chiesa di San Francesco, la Spina viene custodita dalle suore del convento di Sant’Agnese. Grazie al social network, quest’anno la preziosa reliquia è arrivata nelle case di cittadini e amici montonesi, che in diretta hanno potuto assistere anche alla Santa Messa celebrata dal vescovo di Città di Castello, Domenico Cancian, insieme al parroco don Pietro Bartolini. L’amministrazione comunale ha poi donato l’olio per la lampada votiva della Santa Spina, che arderà tutto l’anno dinanzi ad essa. Infine, Carlo Fortebraccio, rappresentato da un figurante della Pro loco montonese, ha letto il “proclama” della donazione alla comunità. “L'emergenza sanitaria nella quale ci troviamo – ha detto il sindaco Mirco Rinaldi – ha portato a un necessario distanziamento e isolamento sociale. In questo difficile momento i mezzi di comunicazione e la rapida informazione ci stanno permettendo la salvaguardia dei valori essenziali, tra cui il senso di comunità e di appartenenza. Se sapremo custodire le nostre radici storiche nulla andrà perduto. Ricorderemo sicuramente questa pausa, ma ora abbiamo il compito di dare continuità e speranza. Montone, piccola, ma coesa comunità, ha uno stretto legame con la Santa Spina e mai, dicono i documenti, fu interrotta questa tradizione. Peste, guerre, mai impedirono la sua Ostensione. Nella Santa Spina si ritrovano perfettamente la parte civile storica e quella religiosa, con la passione e la resurrezione di Cristo. E proprio con questa iniziativa, abbiamo voluto dare un messaggio di speranza e fiducia, per superare questo frangente e ripartire ancora più forti e uniti”.

14/04/2020 14:11:14 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy