Categorie

Attualità » Primo piano 1304 i tamponi effettuati nelle 4 carceri umbre

"Nell'ambito del Piano predisposto dalla Regione per la gestione delle fragilità indotte da Covid-19 – ha spiegato l'assessore regionale alla Salute, Luca Coletto – la  priorità è riuscire ad individuare le persone in condizione di fragilità che, in questo periodo di emergenza, rischia di diventare ancora più grave, ma l'ulteriore sfida è quella di proteggere le comunità dal rischio di infezione evitando che possano trasformarsi in veri e propri focolai come, purtroppo, è già accaduto in altre regioni. A tal fine, sono stati definiti dei percorsi per garantire la salute degli ospiti di queste strutture e di tutti coloro che vi lavorano. In questo contesto, è stata dedicata grande attenzione alle 4 carceri del territorio regionale. Proprio ieri – ha reso noto Coletto – sono arrivati gli ultimi risultati di un primo monitoraggio che prevedeva di rilevare per ora la positività al coronavirus solo sui detenuti in mobilità al loro primo ingresso in carcere, mentre si sono privilegiati i controlli sulla polizia penitenziaria e sugli operatori che potrebbero involontariamente portare il virus dentro le strutture. Complessivamente – continua l'assessore - su 2482 soggetti, di cui 1451 detenuti e 1031 tra polizia penitenziaria, operatori e sanitari, sono stati effettuati 1304 tamponi pari al 52,54 per cento dei soggetti totali: 276 tamponi sono stati fatti ai detenuti (19,02 per cento), altri 1028 (99,71 per cento) sono stati effettuati sul personale in servizio, gli unici a non essere stati monitorati sono stati i soggetti in ferie o assenti per un lungo periodo". Dal monitoraggio nella prima fase era risultato positivo un detenuto, trasferito in Umbria e in isolamento già dal momento dell'ingresso nella struttura penitenziaria e che attualmente, dopo la relazione al magistrato, è agli arresti domiciliari nella sua residenza fuori regione. Inoltre, un operatore risultato positivo per contatti esterni e da subito in isolamento, è stato dichiarato guarito dopo l'esito di due tamponi negativi.

26/04/2020 11:48:08 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Maxi donazione per la Residenza Balducci

Una maxi donazione di presidi sanitari è stata consegnata questa mattina dai volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile presso gli Istituti Riuniti di Beneficenza-Residenza Protetta “G. Balducci” di Umbertide.   Alla consegna del materiale, provento delle donazioni di aziende del territorio, associazioni locali e cittadini umbertidesi, erano presenti il sindaco Luca Carizia con la vicesindaco Annalisa Mierla e l'assessore Sara Pierucci, la presidente del Consiglio di amministrazione della Balducci, Chiara Ciarapica con il direttore sanitario Carlo Porrozzi, una rappresentanza di operatori e di membri del Cda, la responsabile territoriale della Cooperativa Asad, Monica Nanni e il presidente del Gruppo Comunale di Protezione Civile, Gabriele Lisetti insieme ai volontari dell'associazione. Nello specifico sono stati donati cinque cuscini grandi, cinque cuscini medi, due scarichi gomito e tallone, due posizionatori triangolari, due posizionatori cilindrici, due posizionatori da decubito semilaterale, 150 tute in tyvek, 250 copriscarpe in polietilene, 50 cappucci in tyvek e 10 semicalotte con visiera. “In primo luogo un ringraziamento va a tutti i nostri concittadini che hanno effettuato questa importanti donazioni – ha detto il sindaco Luca Carizia – All'interno della Residenza Balducci è stato fatto un lavoro straordinario e per questo voglio esprimere la più sentita riconoscenza al consiglio di amministrazione e agli operatori sanitari per l'impegno messo in atto per tenere fuori il contagio. Un grazie particolare va fatto alla Protezione Civile di Umbertide per il grande sforzo che fin dal primo momento ha messo in campo. Nella logica della fase 2 tutti abbiamo necessità di ripartire ma occorre farlo tenendo alta l'attenzione perché purtroppo il virus è ancora presente”. “Cogliamo questa occasione – ha detto la presidente Chiara Ciarapica – per ringraziare personalmente tutti gli operatori della Protezione civile, che in questo periodo difficile e complesso ci sono stati molto vicini con la loro grande sensibilità e che, raccogliendo le donazioni dei cittadini ci hanno dotati di presidi sanitari per noi indispensabili. Il futuro immediato che ci attende richiederà ancora tanta attenzione e professionalità. Noi ci stiamo preparando, mettendo in atto tutte le indicazioni e le precauzioni che vengono richieste, ma abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti. I nostri ospiti sono i più fragili e i più colpiti, ma devono continuare a vivere protetti e sereni. Un grazie ancora alle famiglie dei nostri anziani, che sentiamo al nostro fianco, che ci danno fiducia e che rispettano, loro malgrado, la lontananza dai loro cari tristemente imposta”. “Oggi grazie alla generosità di tutti gli umbertidesi la Residenza Balducci riceve delle attrezzature utili per ospiti e dei dispositivi per la loro sicurezza – ha dichiarato Monica Nanni di Asad – Come cooperativa ringraziamo tutti i cittadini e la Protezione Civile di Umbertide per la donazione ricevuta. E' stato un mese intenso, ringraziamo tutti gli operatori che hanno lavorato sempre con professionalità e dedizione, senza mai tirarsi indietro. Un ringraziamento va al Consiglio di amministrazione del Centro Balducci, al direttore sanitario dottor Carlo Porrozzi e all'Amministrazione Comunale”. “Quella di stamattina è stata una nuova donazione effettuata con il denaro raccolto grazie al contributo di aziende, associazioni e cittadini umbertidesi - ha affermato il presidente del Gruppo Comunale di Protezione Civile, Gabriele Lisetti – Abbiamo deciso di acquistare tutto il materiale presso aziende locali con il fine di aiutarle in questo momento di difficoltà. Desidero ringraziare tutti i volontari e tutti i cittadini per la stima che hanno riposto in noi. Da questa settimana inizieremo ad acquistare con ulteriori donazioni dei pacchi alimentari da distribuire alle persone che ne hanno bisogno. Come Protezione Civile siamo ogni giorno impegnati al Coc per rispondere alle varie richieste della popolazione e siamo ancora impegnati nelle consegne a domicilio di beni di prima necessità e di farmaci. Stiamo anche collaborando con l'ufficio postale di Umbertide nei giorni che vengono erogate le pensioni p

25/04/2020 12:59:41 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy