Categorie

Attualità » Primo piano Umbertide. Approvato il piano di riqualificazione dell'area verde della Piattaforma

Nell’ambito di un progetto intercomunale dei Comuni dell’Alta Valle del Tevere che riguarda la Resistenza e i luoghi della Resistenza, recentemente approvato, l’Amministrazione Comunale di Umbertide ha deciso di valorizzare l’area verde in via Cavour (nota come la Piattaforma) dedicata alla memoria della Brigata Cremona. Tale intervento fa seguito ai lavori di riqualificazione, in corso d’opera, di piazza XXV Aprile, finalizzati a valorizzare il luogo della  memoria più importante di Umbertide, quel borgo San Giovanni distrutto dalle bombe degli Alleati il 25 aprile del 1944. Il progetto di riqualificazione della Piattaforma, finanziato con circa 18.000 euro nell’ambito del PSR della Regione Umbria 2007-2013, prevede la riqualificazione del parco voluto dai reduci della Brigata Cremona, attraverso il miglioramento dei viali pedonali, dell’illuminazione e degli arredi e la posa di pannelli esplicativi riportanti notizie sulla storia degli umbertidesi volontari della Brigata. Per quanto riguarda il viale principale è previsto il rifacimento parziale del camminamento, con risagomatura del fondo e stesa di ghiaia; inoltre verrà sistemato l’accesso da via Cavour, per rendere più agevole, mediante pavimentazione, l’ingresso alle persone disabili, e verrà revisionato l’impianto di illuminazione, compatibilmente con le nuove norme in materia di inquinamento luminoso. Considerata la funzione tematica del parco, si è inoltre previsto di collocare lungo i percorsi pedonali due plance esplicative con la storia della Brigata Cremona e degli umbertidesi che parteciparono alla Resistenza. Inoltre saranno sostituite e integrate le panchine del parco, compresa la posa di cestini gettacarta.

24/03/2014 12:57:58

Attualità » Primo piano Il Centro Socio Culturale San Francesco di Umbertide rappresenta l'Italia al progetto europeo LPD

Il Centro Socio Culturale San Francesco è stato scelto per rappresentare l’Italia nel progetto culturale europeo “LPD - Learning Positive Discipline”, finanziato con i fondi del “Lifelong Learning Programme”, rivolto al mondo degli adulti, ed in particolare ai genitori. Lo scopo è quello di individuare le criticità nella relazione genitori- figli, che portano quest’ultimi ad essere aggressivi nei confronti dei loro  coetanei, al fine di sviluppare una “learning positive discipline”, ovvero buone pratiche per aiutare i genitori nell’educazione dei propri figli, da disseminare tra i dieci Paesi europei che partecipano al progetto. Il partenariato coinvolge infatti dieci istituzioni formative provenienti da altrettante Nazioni: Spagna, Germania, Lettonia, Bulgaria, Romania, Turchia, Polonia, Ungheria, Estonia e Italia, rappresentata dal Centro socio culturale di Umbertide, il cui progetto è stato selezionato dall’Agenzia Nazionale. Il progetto, che avrà una durata di due anni, prevede meeting di confronto e di studio, con la presenza di genitori quali “learners”, che si terranno nei  vari Paesi coinvolti;  alla fine di marzo una delegazione umbertidese si recherà a Monaco per presentare i risultati dell’indagine svolta lo scorso mese tra i 2.500 genitori di giovani in età scolastica mentre ad ottobre è previsto un incontro di lavoro ad Umbertide.

19/03/2014 21:37:45

Attualità » Primo piano Umbertide: successo per lo spettacolo dei Dino-Bikers

Oltre 120 spettatori hanno partecipato allo spettacolo “Il Brigante e la Rosa”, commedia messa in scena dal gruppo teatrale di San Leo Bastia lo scorso venerdì 14 marzo presso il Teatro dei Riuniti. L’evento, patrocinato dal Comune di Umbertide, realizzato con la collaborazione dell'Accademia dei Riuniti e che ha visto la gradita partecipazione del gruppo dei Briganti della Fratta dell’Ottocento, è stato organizzato dai Dino-Bikers, un gruppo di ragazzi (Andrea, Diego, Francesco, Leonardo e Sergio) animati dalla passione per il ciclismo e dalla volontà di fare beneficenza. L'incasso della serata è stato infatti interamente devoluto all'associazione “Duchenne Parent Project Onlus”, il cui scopo è quello di raccogliere fondi da destinare alla ricerca per la cura di una particolare forma di distrofia muscolare (la sindrome di Duchenne, appunto). Questa malattia colpisce un bambino maschio su 3500 nati: l’assenza della distrofina nelle cellule muscolari dei bambini affetti da Duchenne provoca la degenerazione delle fibre muscolari, costringendo i bambini alla carrozzina già in tenera età. Progressivamente la degenerazione si estende a cuore e polmoni. Attualmente non esiste una cura, ma grazie alla ricerca scientifica le aspettative di vita di questi ragazzi sono passate dai 15 ai 30 anni.  Il gruppo dei Dino-Bikers continuerà il suo impegno contro la Duchenne partecipando nel prossimo giugno (come l’anno scorso) alla seconda edizione della Duchenne Heroes 2014, manifestazione sportiva di una settimana organizzata sulle Dolomiti e finalizzata alla raccolta fondi per la ricerca contro questa grave forma di distrofia muscolare. 

19/03/2014 17:40:47

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy