Categorie

Attualità » Primo piano Il Presidente della Repubblica Mattarella incontra la famiglia di Donato Fezzuoglio

Uno storico incontro è avvenuto giovedì 31 marzo a Perugia, in occasione della visita istituzionale del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel capoluogo umbro, in vista dell'inaugurazione del Nucleo Tutela del Patrimonio, reparto specializzato dell’Arma dei Carabinieri. Michele Fezzuoglio, figlio dell’appuntato Medaglia d’Oro al Valor Militare “alla Memoria” Donato Fezzuoglio, ucciso il 30 gennaio 2006 nel tentativo di sventare una rapina ai danni della filiale di Umbertide del Monte dei Paschi di Siena, accompagnato dalla madre Emanuela Becchetti, ha consegnato una lettera scritta dai suoi compagni di classe. La lettera recitava: “Non è trascorso un solo giorno in cui non abbiamo pensato al sua straordinario papà. Questa esperienza ci ha arricchiti: abbiamo compreso l'importanza del diritto di ognuno ad avere una mamma ed un papà”. Ed ancora nella lettera i piccoli studenti ricordano l'importante riconoscimento di “Scuola amica dell'Unicef” ottenuto dalla “Di Vittorio” e i progetti che hanno permesso loro di conoscere ed approfondire i diritti dei bambini, per poi concludere la missiva ringraziando il Presidente per “la sensibilità e la determinazione con cui difende i valori riportati nella nostra Costituzione e quindi gli interessi ed il futuro di noi giovani generazioni”. Cinque giorni dopo l’importante incontro, il Presidente Mattarella ha risposto: “Le considerazioni che fate sull’importanza della famiglia, sulla fiducia nella giustizia, sui diritti di ogni persona, sono belle e significative: vi auguro di nutrire e applicare sempre questi valori”. Angela Monaldi dirigente scolastico della scuola elementare “Di Vittorio” di Umbertide ha affermato: “La bellissima lettera scritta dai bambini è il frutto del lavoro che da anni, con convinzione e determinazione, la nostra scuola porta avanti sul tema dei diritti dei bambini e la risposta del presidente Mattarella è la degna conclusione di questo importante percorso. I bambini hanno ricevuto con gioia ed orgoglio la lettera del Presidente Mattarella ma soprattutto hanno avuto prova che le Istituzioni sono a loro vicine, rinnovando quella fiducia nello Stato e nella giustizia che qui a scuola cerchiamo ogni giorno di alimentare in loro”.

08/04/2016 14:10:54

Attualità » Primo piano In vigore da aprile le disposizioni contro la diffusione della zanzara tigre

Entreranno in vigore venerdì 1° aprile le disposizioni riguardanti gli interventi di prevenzione contro la diffusione della zanzara tigre e le malattie da essa trasmesse, così come previsto dall’apposita ordinanza firmata in data odierna dal sindaco. In particolare, nel periodo compreso tra il 1° aprile e il 31 ottobre 2016, è fatto obbligo di non abbandonare, sia in luogo pubblico che in proprietà private, contenitori e oggetti nei quali potrebbero raccogliersi acque piovane e di conseguenza svilupparsi larve di zanzara tigre; di effettuare, con cadenza mensile, trattamenti contro le larve di zanzara nei tombini e nelle caditoie di raccolta dell’acqua piovana presenti nelle proprietà private; di coprire eventuali contenitori di acqua, anche finalizzati alla raccolta di acqua piovana; di svuotare settimanalmente l’acqua accumulata sui teli delle piscine; di introdurre pesci rossi, che si nutrono delle larve di zanzara, nelle vasche e nelle fontane ornamentali dei giardini; di non accatastare all’esterno, presso le attività artigianali, industriali e commerciali, pneumatici scoperti di veicoli stradali o, nell’impossibilità di procedure al loro stoccaggio al coperto, proteggerli in modo idoneo per impedire la raccolta di acqua al loro interno; nel caso di impiego all’esterno di pneumatici per altri scopi, gli stessi debbono essere trattati in modo idoneo a rendere impossibile l’accumulo di acqua stagnante al loro interno; di provvedere, nel caso di impossibilità di procedere alla idonea copertura dei pneumatici, alla disinfestazione dei pneumatici stessi; a coloro che gestiscono attività di rottamazione delle auto di provvedere alla disinfestazione mensile delle aree in cui si esercitano dette attività. Il mancato rispetto dell'ordinanza comporta sanzioni pecuniarie da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500 euro. 

30/03/2016 15:23:30 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy