Categorie

Attualità » Primo piano Lotta all'abbandono dei rifiuti, installate nel territorio di Umbertide cinque fototrappole

  Proseguono i provvedimenti contro l'abbandono dei rifiuti nell'intero territorio comunale di Umbertide. Sono state infatti installate cinque fototrappole movibili che consentiranno di individuare e sanzionare, svolgendo un controllo capillare in tutto il Comune di Umbertide, gli individui sorpresi a gettare rifiuti in maniera incivile in luoghi pubblici. Le fototrappole, concesse in comodato d'uso da Gesenu al Comune di Umbertide, hanno la particolarità di essere dotate di sensori di movimento, che consentono di scattare foto e di registrare video di breve durata in un raggio d'azione ampio. Queste strumentazioni possono essere spostate in punti di maggiore interesse, permettendo così una vigilanza approfondita Le fototrappole si autoalimentano tramite batterie ricaricabili ed essendo dotate di luce infrarossa funzionano perfettamente anche di notte. L'alta tecnologia installata all'interno di questi strumenti e l’alta definizione delle immagini scattate consentiranno di rilevare i soggetti autori dell'abbandono dei rifiuti e le targhe dei mezzi da loro utilizzati. “Alle tre fototrappole iniziali se ne sono aggiunte altre due. In tutto saranno cinque gli attenti occhi elettronici che individueranno i trasgressori e che permetteranno di sanzionarli con pene esemplari – dicono il sindaco Luca Carizia e l'assessore all'Ambiente, Francesco Cenciarini - Il rispetto dell'ambiente è uno dei punti saldi di questa amministrazione e per questo vogliamo cogliere l'occasione per ringraziare la maggioranza degli abitanti del capoluogo e delle frazioni, che adottano da sempre buon pratiche per quanto riguarda la raccolta differenziata e il rispetto del territorio. Con l'utilizzo di questi strumenti, grazie alla collaborazione con il gestore del servizio di igiene urbana, si permetterà di tutelare maggiormente il nostro territorio e di reprimere dei veri e propri atti contro la natura e contro tutta la nostra comunità”.

08/10/2020 11:58:05 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Città di Castello: controlli sul territorio per prevenire i furti

Nel tardo pomeriggio di ieri, 6 ottobre, i Carabinieri della Compagnia di Città di Castello hanno effettuato un servizio coordinato, finalizzato al contrasto dei delitti contro il patrimonio in generale ed in particolare dei furti in appartamento.  Il dispositivo, che ha visto l’impiego di pattuglie delle Stazioni di Città di Castello, Citerna, San Giustino e dell’Aliquota Radiomobile del NORM della Compagnia di Città di Castello, si è concentrato su aree che nei mesi autunnali degli scorsi anni, quando l’azione di malintenzionati viene agevolata dal precoce imbrunire, sono state oggetto di visite.  Le attività di carattere preventivo, che hanno interessato in prevalenza le frazioni collocate a sud di Città di Castello (San Maiano, Cinquemiglia, Promano), l’area attorno a Pistrino, frazione di Citerna, nonché il vasto territorio attorno alle frazioni Selci e Lama di San Giustino, hanno consentito il controllo di 49 veicoli e l’identificazione di 70 persone, nonché l’effettuazione di accertamenti sui veicoli.  Nelle stesse ore, peraltro, i Carabinieri della Stazione di Trestina collaborati dai colleghi dell’Aliquota Operativa del NORM della Compagnia di Città di Castello, hanno portato a termine un’attività di indagine conseguente ad un furto consumato lo scorso mese di agosto in danno di una signora 82enne del posto.  Gli accertamenti e le attività delegati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Perugia, hanno consentito ai Carabinieri di raccogliere gravi indizi a carico di un operaio di origini nordafricane che, all’esito di una perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di un telefono cellullare sottratto all’anziana donna, per il quale l’uomo dovrà adesso rispondere dell’ipotesi di reato di ricettazione.  

07/10/2020 16:15:10 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano In fase di completamento gli interventi di ristrutturazione della scala e dell'accesso al Parco fluviale del Tevere

Sono in fase di completamento gli interventi di ristrutturazione della scala e dell'accesso al Parco fluviale del Tevere posti nei pressi del passaggio a livello di piazza San Francesco.   Nello specifico gli interventi si sono concentrati sull'adeguamento della scala, con la messa a punto della struttura e la sistemazione di nuovi gradini. E' stato quindi demolito il vecchio parapetto del manufatto che è stato sostituito con un ringhiera in ferro. Infine è stato realizzato un nuovo camminamento che dalla scala porta al percorso del parco fluviale del Tevere. Gli interventi di riqualificazione, integrati alla costruzione della nuova serra comunale che sorge nell'area della ex draga, hanno un valore di 28.947,18 euro, finanziati dal Gal Alta Umbria.   “Con questi interventi – afferma il sindaco Luca Carizia - si vuole rendere ancora più bella la porta di accesso da piazza San Francesco al parco del fluviale del Tevere. E' stato creato così un accesso migliore a uno dei posti più amati e frequentati dai nostri concittadini. Inoltre si realizza un percorso ideale che dal centro storico, o viceversa, conduce fino alla nuova serra comunale che inaugureremo a breve e che sarà uno dei luoghi simbolo per l'inclusione”. Continua il sindaco: “Sempre nell'ambito dei lavori nel capoluogo, alla fine della scorsa settimana sono state ultimate le operazioni che hanno portato alla sistemazione della condotta fognaria nei pressi del Palazzetto dello Sport di via Morandi. Gli interventi sono stati subito testati nei giorni scorsi, quando sono cadute sulla nostra città abbondanti piogge e finalmente quel tratto di strada non sarà più interessato da allagamenti”.        

06/10/2020 12:43:36 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy