Categorie

Attualità » Primo piano Umbertide premiata con la ‘’Bandiera Verde Agricoltura 2016’’ della CIA

Riceviamo e pubblichiamo   La premiazione a Roma, venerdì 11 novembre   La CIA (Confederazione Italiana Agricoltori) ha conferito al nostro comune il premio “Bandiera Verde Agricoltura” che è riservato agli enti pubblici che si distinguono per le loro capacità produttive e per la difesa del territorio e dell’ambiente. La premiazione si svolgerà a Roma, presso il Campidoglio, Sala Protomoteca, il giorno 11 novembre 2016, a partire dalle ore 10,30. Il sindaco Marco Locchi e l’assessore Paolo Lorenzi non nascondono la loro soddisfazione per questo riconoscimento. Si tratta, infatti, dell’ulteriore conferma dell’impegno costante che il Comune di Umbertide sta portando avanti da tempo nel settore della tutela ambientale del territorio e delle politiche di risparmio energetico e di utilizzo delle energie alternative. Questo premio stimola l’amministrazione a proseguire con forza sulla strada intrapresa, nella convinzione che il futuro, non solo di Umbertide ma dell’intera umanità, si gioca su questi temi.   "Bandiera Verde Agricoltura" è un riconoscimento attraverso il quale si premiano aziende agricole,  regioni, province, comuni, comunità montane e parchi che si sono particolarmente distinti nelle politiche di tutela dell’ambiente e del paesaggio anche a fini turistici, nell’uso razionale del suolo, nella valorizzazione dei prodotti tipici legati al territorio, nell’azione finalizzata a migliorare le condizioni di vita ed economiche degli operatori agricoli e più in generale dei cittadini. Il concorso-premio Bandiera Verde Agricoltura nasce nel 2003 su iniziativa di Marco Giardini, allora presidente della Cia della provincia di Ancona, assieme al prof. Franco Sotte dell'Associazione A. Bartola e al preside della Facoltà di agraria di Ancona, prof. Natale Frega e da premio regionale (Marche) nell'anno 2004-2005, diventa premio interregionale nell'anno 2006 e premio nazionale dal 2007.  Si tratta di un marchio di riconoscimento con il quale si premia la qualità e il rispetto dell’ambiente naturale. Il premio, che consiste nell’assegnazione di una bandiera verde con il marchio agricoltura, è suddiviso in varie sezioni: province, comuni, aziende agricole singole o associate, altri fuori concorso. I requisiti essenziali sono: la storia, le azioni svolte, i capitoli di spesa per gli enti locali e i piani di investimento per le imprese tesi a salvaguardia, a valorizzazione e promozione dell’agricoltura, dell’ambiente e della qualità e tipicità agricole ed enogastronomiche locali. Il marchio “Bandiera Verde Agricoltura” è costituito da uno stemma rettangolare di colore verde con al centro un logo di forma circolare raffigurante tre colline stilizzate sovrapposte, di cui la collina in alto di colore verde chiaro, la collina centrale di colore verde scuro, la collina in basso di colore marrone. Sovrastante il logo circolare è presente la dicitura “Bandiera Verde”, sottostante il logo la dicitura “Agricoltura”.

07/11/2016 14:59:57

Attualità » Primo piano Umbertide: chiusura scuola di via Morandi, partecipato incontro al Centro San Francesco

Riceviamo e pubblichiamo   Si è tenuto questa mattina presso il Centro socio-culturale San Francesco un incontro promosso dall'Amministrazione comunale in seguito all'ordinanza di chiusura della scuola dell'infanzia e dell'asilo nido di via Morandi. All'assemblea, molto partecipata, sono intervenuti il sindaco Marco Locchi, il segretario comunale Marco Angeloni, la responsabile del servizio Istruzione Alessandra Conti, il responsabile del servizio Lavori pubblici Fabrizio Bonucci e la dirigente scolastica del Secondo circolo didattico Angela Monaldi. L'Amministrazione comunale ha spiegato che la chiusura del plesso scolastico è stata presa in via precauzionale dopo l'intensa e perdurante attività sismica degli ultimi giorni, dal momento che la struttura, che ogni giorno ospita circa 300 persone tra bambini e personale scolastico ed educativo, pur essendo agibile, è stata costruita prima dell'entrata in vigore delle normative antisismiche e negli anni non è stata oggetto di interventi di adeguamento e/o miglioramento sismico. Pertanto, in seguito ad ulteriori sopralluoghi, l'Amministrazione comunale ha disposto la chiusura della struttura, decisione ampiamente condivisa sia dal personale scolastico che dai genitori presenti all'incontro poiché finalizzata alla tutela e alla sicurezza dei bambini che la frequentano. Sono state quindi individuate due sedi alternative in cui trasferire il servizio e l'Amministrazione si è già attivata per effettuare le necessarie operazioni di allestimento degli spazi nel più breve tempo possibile. “Siamo consapevoli dei disagi arrecati alle famiglie ma la decisione di chiudere il plesso di via Morandi è stata assunta nell'esclusivo interesse dei bambini, al fine di tutelarne l'incolumità – ha affermato il sindaco Locchi – Provvederemo sin da subito ad allestire le nuove sedi per renderle operative entro 7/10 giorni grazie anche alla collaborazione di tutto il personale scolastico ed educativo che si è reso subito disponibile. Ringraziamo infine i genitori che questa mattina hanno partecipato all'assemblea in maniera ampia e costruttiva, condividendo appieno la decisione assunta dall'Amministrazione”. 

06/11/2016 14:32:32

Attualità » Primo piano Umbertide: Sindaco ed Amministrazione esprimono soddisfazione per i controlli nella ''ex fornace''

Riceviamo e pubblichiamo L’Amministrazione comunale esprime profonda soddisfazione per i maggiori controlli compiuti dall’Arma dei Carabinieri e dalla Polizia di Stato presso il complesso residenziale disabitato della Fornace. In particolare l’ultimo accesso del 3 novembre 2016 è stato effettuato congiuntamente dall’Arma dei Carabinieri e dal personale del Commissariato di Città di Castello che hanno unito le loro forze e le loro competenze per realizzare un intervento accurato su tutta la vasta struttura. I maggiori controlli hanno da subito prodotto i loro effetti in quanto sono notevolmente diminuite le segnalazioni di presenze abusive all’interno della struttura da troppo tempo non abitato e oggetto di una complessa procedura esecutiva che rende difficile una riqualificazione del vasto complesso residenziale. I nuovi intereventi delle Forze di Polizia del territorio fanno seguito alla riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica indetta dal Prefetto in data 25/10/2016 nel corso della quale il Sindaco del Comune di Umbertide Marco Locchi ha nuovamente sottolineato la necessità di tenere costantemente sotto controllo il complesso La Fornace per evitare che diventi un fattore di insicurezza della città. L’Assessore alla Polizia Municipale Paolo Leonardi evidenzia come la risposta delle Forze di Polizia sia stata immediata e come abbia già portato a controlli della struttura più incisivi e frequenti. Il Sindaco Marco Locchi sottolinea come la questione Fornace sia un problema complesso che interessa la sfera della sicurezza pubblica in generale e soprattutto la sicurezza del territorio umbertidese. Per tale motivo l’Amministrazione comunale ha dato anch’essa il proprio apporto attraverso la  recente estensione anche all’area della Fornace del servizio di vigilanza notturna realizzato da un istituto di vigilanza privata che ha il compito di controllare l’area e segnalare eventuali fattori di insicurezza alle Forze di Polizia impegnate sul territorio.  

05/11/2016 22:46:00

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy