Categorie

Attualità » Primo piano Maxi operazione della Polizia: sequestrati 50 kg di droga, quattro arresti

La Squadra Mobile di Perugia in collaborazione con quella di Bologna, ha portato a termine un’operazione di Polizia, conclusasi con l’arresto in flagranza di reato di quattro persone.   Gli agenti della Polizia di Bologna, avevano informato i colleghi perugini della probabile organizzazione del trasporto di un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti diretta a Perugia, in particolare nella zona di Ponte Felcino, dalla Puglia per il rifornimento della piazza di spaccio del capoluogo umbro.   Immediatamente è stato predisposto un servizio di perlustrazione ed osservazione nella frazione di Perugia, nei pressi della superstrada E45.   Gli agenti hanno monitorato e documentato in un parcheggio di un noto supermercato, un incontro. Nel luogo sorvegliato infatti, i poliziotti hanno notato un’autovettura ed il conducente della stessa si incontrava con tre persone a bordo di un’altra autovettura.   Le persone giunte nel parcheggio erano l’acquirente perugino, il corriere della droga e i due “committenti” del trasporto, che avevano viaggiato a qualche km di distanza dal corriere, facendogli da “staffetta” e contattando l’acquirente per le trattative.   E’ scattato il blitz con tutti e quattro i soggetti che sono stati bloccati, identificati e perquisiti; l’esito delle perquisizioni, estese ovviamente alle tre auto, confermavano esattamente i sospetti degli investigatori. All’interno dell’auto del corriere, infatti, sono stati rinvenuti tre grossi involucri in cellophane contenenti una sostanza vegetale che, all’esito del narcotest eseguito dalla locale Polizia Scientifica, risultava essere “marijuana” per un peso complessivo di 53 kg. Sequestrati anche i cellulari dei sospettati. Arrestati in flagranza di reato per spaccio di sostanze stupefacenti e, d’intesa con il PM di turno, accompagnati nel carcere perugino di Capanne a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.   I soggetti arrestati sono un pluripregiudicato albanese, già condannato a 5 anni di reclusione per reati connessi alla tratta degli esseri umani e sfruttamento della prostituzione; un pregiudicato di Fasano (Br) e due brindisini, padre e figlio, entrambi pregiudicati.

03/01/2017 14:57:58

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy