Categorie

Attualità » Primo piano Aveva un chilo di droga nell'auto, arrestato 52enne marocchino

Un 52enne marocchino con precedenti per reati legati agli stupefacenti, è stato arrestato perché trovato in possesso di 1 kg di hashish che stava trasportando in auto. La polizia stava da tempo controllando la zona di Pretola, frazione di Perugia. Le attività di osservazione e monitoraggio della zona hanno confermato la tesi degli investigatori al punto da spingere i poliziotti a pianificare un intervento mirato nell’area. Nei gironi scorsi, il via all’operazione che ha visto gli agenti passare al setaccio via per via l’area ed i luoghi ritenuti più idonei a tali traffici, fino ad individuare un soggetto che transitava a bordo di un’utilitaria. L’uomo, un 52enne marocchino pregiudicato per stupefacenti, è stato fermato, identificato e sottoposto a perquisizione personale sul posto, estesa ovviamente anche alla sua autovettura. L’uomo ha mostrato nervosismo durante il controllo e questo non ha fatto altro che aggravare i sospetti dei poliziotti. Nello spazio posto tra il sedile del conducente e la pedaliera, gli agenti hanno trovato una busta di carta di una nota catena di profumerie all’interno della quale era contenuto un involucro in plastica contenente numerosi piccoli cilindri dall’odore inconfondibile, 99 dosi di hashish, per un peso di oltre un chilo, pronte per lo spaccio al minuto. Un altro involucro era stato sistemato, invece, in un portaocchiali erano nascosti altri 27 grammi di hashish. Il corriere della droga aveva con sé due telefoni cellulari, probabilmente utilizzati per gestire i contatti con i clienti. Arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio, lo straniero è stato rinchiuso nel carcere di Capanne in attesa della convalida. Ancora in corso gli accertamenti identificativi finalizzati ad accertare quale sia la provenienza dello stupefacente e la reale entità del volume di affari gestito dal marocchino.  

10/02/2017 15:52:14

Attualità » Primo piano Controlli straordinari del territorio da parte dei carabinieri

Continua incessante la lotta dei Carabinieri della Compagnia di Assisi allo spaccio delle sostanze stupefacenti ed ai reati predatori. Negli ultimi giorni numerose le pattuglie impiegate in servizi straordinari nei territori dei Comuni di Assisi, Bastia Umbra e Torgiano. Tali attività hanno portato all’arresto di due cittadini nigeriani che, alla vista dei carabinieri, hanno evidenziato nervosismo e agitazione, tanto da insospettire i militari. Nel corso delle perquisizioni personali sono stati rinvenuti e posti sotto sequestro più di 2 Kg di marijuana, custoditi in due involucri ben occultati sotto i vestiti, anche polvere di caffè e alcool per camuffare l’odore dello stupefacente. Si tratta di un uomo ed una donna, regolari sul territorio nazionale, in quanto provvisti di permesso di soggiorno provvisorio per richiesta di “asilo politico”. Nel complesso sono state controllate 50 persone, 46 automezzi, 1 locale pubblico e 4 persone sottoposte alla misura degli arresti domiciliari. Uno studente di una scuola di Assisi è stato deferito in stato di libertà perché sorpreso a cedere marijuana ad un coetaneo. I militari inoltre hanno segnalato alla Prefettura di Perugia 4 giovani in quanto trovati in possesso di circa 5 gr di hashish, mentre  per uno di essi è scattata anche la denuncia penale in quanto aveva con se un coltello proibito. Infine un italiano, pregiudicato, è stato invece deferito in stato di libertà in quanto sorpreso ad asportare all’interno di un supermercato di Bastia Umbra delle bottiglie di superalcoolici, mentre un 35enne è stato deferito per essersi avvicinato alla casa familiare nonostante il divieto impostogli dal giudice.  

10/02/2017 15:31:38

Attualità » Primo piano Umbertide ha commemorato il ‘’Giorno del Ricordo’’

Riceviamo e pubblichiamo Questa mattina, venerdì 10 febbraio, Umbertide ha commemorato il “Giorno del Ricordo” rendendo omaggio alle vittime delle Foibe e dell'esodo giuliano-dalmata. L'iniziativa, promossa dal Comune di Umbertide, si è svolta al Cinema comunale Metropolis ed è stata rivolta in particolare agli studenti delle scuole del territorio. A presentarla, l’assessore alla cultura Raffaela Violini, organizzatrice dell’evento, e l’assessore all’istruzione Maria Cinzia Montanucci che nel suo intervento di saluto ha ricordato l’importanza di queste iniziative per coltivare una memoria collettiva condivisa, di fronte alle tragedie del nostro tempo, come quella delle foibe, troppo spesso dimenticate. E’ importante che i giovani facciano propria la conoscenza di questi eventi perché possano crearsi gli anticorpi indispensabili per far in modo che non si ripetano. Dalla storia, intesa come maestra di vita, si deve imparare a distinguere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato. Dopo la lettura di brani significativi riferiti alle Foibe da parte di una rappresentante dell’Associazione Genitori di Umbertide, è stato proiettato un filmato che ha ripercorso le tappe drammatiche degli eventi di quel periodo storico. Per l’occasione, è stata allestita anche una mostra fotografica per documentare la storia delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata che ha coinvolto centinaia di migliaia di persone di origine italiana.

10/02/2017 15:22:57

Attualità » Primo piano Resoconto della seduta del Consiglio comunale di Umbertide dedicata al question time

​Riceviamo e pubblichiamo   Si è parlato di lavori pubblici, infrastrutture, edilizia scolastica, ambiente e sociale nel corso dell'ultima seduta di Consiglio comunale dedicata al question time. Il primo argomento trattato è stato quello dell'edificio ex tabacchi a cui Umbertide Cambia ha dedicato due interrogazioni, da una parte chiedendo chiarimenti in merito ai costi di ristrutturazione dell'ex magazzino e proponendo di modificare l'organizzazione interna della struttura e di trasformare l'intera area in un centro sportivo funzionale, dall'altra chiedendo informazioni in merito agli interventi di natura pubblica e privata realizzati e da realizzare nell'ambito del Puc 2 e alle relative somme a disposizione. Nel primo caso, il sindaco Locchi ha risposto che la ristrutturazione dell'edificio ex tabacchi è costata 1.597.567,19 euro, di cui 1.449.000 euro a valere sui fondi Por-Fesr, 128.198 euro di fondi comunali e 20.361 euro di fondi pubblici provenienti da altri Enti e che sono previsti interventi di miglioramento acustico della struttura e di miglioramento funzionale della stessa attraverso la realizzazione di una cucina (il tutto come dalle indicazioni emerse in fase di P.O.E.)  mentre per l'area esterna il progetto, salvo variazioni,  prevede la continuazione del parco e la realizzazione di uno spazio pubblico attiguo all'edificio. In merito al secondo quesito, il sindaco ha spiegato che tutte le opere pubbliche sono state realizzate ad eccezione della sistemazione dell'area adiacente all'edificio ex tabacchi, il cui importo già stabilito dall'accordo di programma è pari a 420.000 euro, e che le somme stanziate dal Comune ammontano a 1.435.000 euro. In merito alla parte privata, è stata parzialmente attivata l'area di via della Tabacchine mediante l'edificazione di uno solo dei tre lotti previsti mentre è stato esteso anche al centro storico il perimetro per l'accesso ai contributi riservati alle attività produttive (artigianali, commerciali e di servizio compatibili con l'ambito urbano di riferimento), per un totale di circa  256.000,00 euro di contributi POR FESR erogati; ad oggi il Puc 2 è considerato concluso pertanto è decaduta ogni forma di beneficio economico di adesione al programma da parte di soggetti privati. In tema di sociale, il Pd ha chiesto di conoscere i servizi offerti ai cittadini dalla rete comprensoriale per la gestione associata dei servizi sociali tra gli otto comuni dell'Altotevere istituita nel 2016; l'assessore Montanucci ha spiegato che la rete riguarderà gli oltre trenta servizi sociali e socio-sanitari ad oggi offerti e consentirà l'accesso ai fondi comunitari (per i quali è obbligatoria la forma associata) favorendo l'implementazione e l'omologazione dei servizi su tutto il territorio. Sempre l'assessore Montanucci ha risposto ad un'altra interrogazione del Pd sulla situazione dell'edilizia scolastica, anche alla luce delle continue scosse sismiche, specificando che nel piano triennale delle opere pubbliche sono stati inseriti interventi di messa in sicurezza e miglioramento sismico delle scuole, in particolare per il 2017 la ristrutturazione della scuola dell'infanzia Marcella Monini (2.840.000 euro), la manutenzione straordinaria degli edifici scolastici di proprietà comunale (150.000 euro) e la messa in sicurezza e l'efficientamento energetico della scuola primaria di Niccone (600.000 euro) e per il 2018 la realizzazione dell'asilo nido (795.000 euro) e ulteriori interventi di manutenzione straordinaria (130.000 euro). Inoltre, nell'ambito del programma per gli interventi di prevenzione del rischio sismico su edifici pubblici strategici o rilevanti approvato dalla Regione, sono state presentate le richieste di finanziamento per il miglioramento sismico delle scuole dell'infanzia di Pierantonio, Calzolaro e Montecastelli e delle scuola primaria di Niccone; sono stati poi consegnati i lavori di rifacimento dell'area esterna della scuola media Mavarelli-Pascoli ed è stato chiesto un contributo di 20.000 euro per l'aggiornamento delle schede di vulnerabilità sismica di tutti gli edifici scolastici.  Umbertide Cambia ha poi chiesto tempi e modalità di realizzazione della ex serra comunale, struttura finalizzata all'inserimento ed aggregazione di soggetti svantaggiati, la cui realizzazione, come spiegato dall'Amministrazione, è prevista presso la Pineta Ranieri impegnando le somme derivanti dalla vendita dei lotti in via Madonna del Moro; tale progetto, ha spiegato il sindaco, andrà comunque integrato e rivisto alla luce del progetto per la costruzione dei cosiddetti “orti felici” finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e della recente realizzazione da parte del Centro Torre Certalda di un'area adibita alla coltivazione della terra, dando così vita ad un percorso univoco che vada nella direzione del cosiddetto “Dopo di noi”. In tema di viabilità, il Pd ha chiesto interventi di rifacimento e sistemazione di strade e parchi cittadini al quale il sindaco ha risposto elencando i progetti già avviati: la realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione a led in via Battisti; l'efficientamento energetico della rete di pubblica illuminazione con la sostituzione di circa 500 armature stradali ai vapori di mercurio con armature di ultima generazione per un importo di 200.000 euro; la realizzazione di marciapiedi in varie strade del territorio comunale per un importo di 200.000 euro i cui lavori prenderanno il via a marzo; la riqualificazione del parco e dei giardini di via Garibaldi per la quale è stata presentata richiesta di finanziamento alla Regione. Sempre a proposito di lavori pubblici, l'assessore Leonardi, in risposta ad un'interrogazione del Pd, ha inoltre affermato che sono previsti l'ampliamento del cimitero di Pierantonio per 180.000 euro e la realizzazione di 96 loculi presso il cimitero di Umbertide per un importo di 90.000 euro. Alla luce del recente sisma del Centro Italia e in risposta ad un'interrogazione presentata dal Pd, l'assessore Ferrazzano ha affermato che è in fase di redazione il Piano di Protezione civile al quale sarà collegata un'applicazione digitale per informare in tempo reale la popolazione: tale piano doveva essere concluso entro il 2016 ma ha subito un rallentamento proprio a causa degli eventi sismici che stanno tuttora impegnando il personale tecnico. Nel corso del suo intervento, l'assessore Ferrazzano ha inoltre ringraziato tutti i volontari di Protezione civile di Umbertide che sin dal 24 agosto scorso stanno operando nella zona di Cascia e Norcia e tutti i cittadini umbertidesi che hanno partecipato con generosità alle iniziative benefiche di raccolta fondi. Nel corso della seduta si è tornati inoltre a parlare della bretella ferroviaria di Pierantonio con Umbertide Cambia che ha chiesto chiarimenti sui costi dei lavori di completamento dell'opera, sottolineando come ad oggi la linea ferroviaria non sembri avere i requisiti per il trasporto su ferro delle merci; il sindaco ha risposto che i lavori di completamento, gestiti dal Comune e appaltati nel gennaio 2015 per un importo pari a 340.434 euro hanno raggiunto ad oggi una percentuale di completamento pari al 68% e riprenderanno, salvo ulteriori variazioni, nel mese di febbraio, dopo la sospensione causata prima da un infortunio sul lavoro poi da una perizia di variata distribuzione di spesa per aggiustare aspetti tecnici verificatisi in corso d'opera; in ogni caso il primo cittadino ha specificato che l'intervento è interamente finanziato con contributi vincolati al completamento dell'opera ed in caso di recesso il Comune sarebbe costretto a pagare una penale e a restituire il contributo. Nel corso della seduta si è poi parlato anche di ambiente, con un'interrogazione di Umbertide Cambia sulle emissioni odorigene causate dalla lavorazione di rifiuti speciali non pericolosi da parte di una azienda in località Calzolaro, in merito alle quali l'Amministrazione comunale ha sollecitato Arpa ad effettuare monitoraggi e campionamenti che hanno rilevato la presenza evidente di odori sgradevoli la cui intensità è attualmente in fase di valutazione e si è in attesa anche della pronuncia del Tar che, su ricorso della ditta, ha sospeso i provvedimenti prescrittivi emessi da Arpa e Regione; inoltre è stato inserito nel Piano triennale un progetto, con possibile finanziamento del  P.S.R,  del valore complessivo di 700.000, per la realizzazione di una nuova viabilità nell'area di Calzolaro.  Dal centrodestra è invece arrivata la proposta di omaggiare lo storico umbertidese Renato Codovini, in merito alla quale l'Amministrazione si è detta disponibile a promuovere iniziative come l'organizzazione di un ciclo di seminari riguardanti i suoi studi e quelli di altri studiosi umbertidesi. In  merito alla richiesta di ripristino della diretta streaming delle sedute del Consiglio comunale avanzata dal Movimento 5 Stelle, il sindaco ha risposto che nel prossimo bilancio di previsione saranno stanziate le risorse per realizzare un centro di riprese audio-video presso il Centro socio culturale San Francesco.    

10/02/2017 08:50:07

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy