Categorie

Attualità » Primo piano Sei mesi fa il terremoto che ha colpito il centro Italia

Erano le 3:36 del 24 agosto scorso, quando un terremoto di magnitudo 6 sulla scala Richter ha colpito il centro Italia. Epicentro tra i comuni di Amatrice ed Accumoli, nel Lazio. Il sisma che ha avuto una replica alle 4:33 di magnitudo 5,4 con epicentro vicino Norcia, ha provocato quasi 300 vittime. I paesi più colpiti sono stati Amatrice, Accumoli ed Arquata del Tronto. Ingenti i danni, calcolati in svariati miliardi di euro. Alla sequenza sismica del 24 agosto, hanno fatto seguito altre scosse importanti. Il 26 ottobre due scosse di magnitudo 5,4 e 5,9 avvenute alle 19:11 ed alle 21:18, con epicentro tra Ussita, Visso e Castelsantangelo sul Nera, in provincia di Macerata, hanno causato danni in diversi centri abitati di Umbria e Marche. In particolare Preci in Umbria, mentre sul versante marchigiano danni e sfollati a Visso, Ussita, Castelsantangelo sul Nera, Pieve Torina, Tolentino, Camerino e Fabriano. Nessuna vittima per fortuna dopo questi due eventi sismici. La scossa più forte, la più intensa in Italia dal 1980, è avvenuta alle 7:41 di domenica 30 ottobre. La magnitudo è stata calcolata in 6,5 di momento sismico con epicentro tra Norcia e Preci. Nessuna vittima, ma migliaia gli sfollati. L'immagine simbolo rimane quella del crollo della Basilica di San Benedetto a Norcia. La scossa è stata avvertita in gran parte della penisola ed ha causato lievi danni anche a Roma. Il 18 gennaio scorso, altre quattro scosse, comprese tra 5,1 e 5,5 Richter con epicentro tra Montereale e Capitignano, in provincia di L'Aquila, hanno interessato nuovamente l'area già colpita dalle scosse dei mesi precedenti. La sequenza sismica è avvenuta in concomitanza con un'eccezionale nevicata. La macchina dei soccorsi si è messa subito in moto con migliaia tra volontari della Protezione Civile, uomini dei vigili del Fuoco e dell'esercito, ancora al lavoro nelle aree colpite.  La Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, per quanto riguarda la gestione dell'emergenza sul versante umbro del sisma, ha dichiarato: "La parte Protezione civile sta proseguendo. Stiamo realizzando le casette, abbiamo finito le aree container, abbiamo affidato tutte le procedure che riguardano la rimozione delle macerie e i comuni faranno i piani per zone. Abbiamo riaperto gran parte della zona rossa di Norcia, messo in sicurezza molti beni culturali, stiamo assistendo 5.000 persone. Stanno lavorando quasi 1.200 fra dipendenti della Protezione civile e volontari. Va quindi rispettato il lavoro serissimo che sindaci, in squadra con la Regione e la Protezione civile, stanno facendo".         

24/02/2017 08:31:10

Attualità » Primo piano Controlli dei carabinieri su 90 veicoli e 141 persone, i risultati

In questi ultimi giorni i Carabinieri della Compagnia di Todi hanno continuato la loro opera straordinaria per prevenire e reprimere i delitti contro il patrimonio e la persona. L’attività dei militari dell’Arma, svolta nel territorio della Media valle del Tevere, ha permesso di trarre i seguenti risultati. I Carabinieri della Stazione di Marsciano hanno denunciato in stato di libertà un 19enne del luogo, disoccupato e gravato da pregiudizi penali, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, essendo stato trovato in possesso di circa 25 grammi di marijuana. I militari della Stazione CC di Todi hanno segnalato alla Prefettura di Perugia un giovane di Massa Martana, trovato in possesso di uno “spinello” contenente  marijuana. Nel corso dei controlli sono stati rinvenuti due veicoli rubati, lasciati abbandonati da ignoti malfattori a Fratta Todina e a Todi che, dopo gli accertamenti del caso, sono stati restituiti ai legittimi proprietari. All’interno dell’autovettura BMW asportata a L’Aquila nei giorni scorsi, ritrovata a Fratta Todina dai Carabinieri del NORM, erano stati nascosti dai malviventi vari arnesi, tra cui frese, trapani ed altri utensili per l’edilizia, asportati a Fratta Todina e che, al termine delle indagini, sono stati  riconsegnati ai derubati. L’impegno profuso dai militari tuderti ha permesso di controllare complessivamente 90 veicoli, 141 persone, tra cui 44 stranieri e di accertare 14 contravvenzioni al Codice della strada.  

23/02/2017 14:24:26 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy