Notizie » SLIDER La banda del buco in Altotevere

Ora si tratta di vera emergenza sociale. L’Altotevere è ormai letteralmente vessato da una striscia interminabile di furti quotidiani. Cresce di conseguenza la paura e aumenta anche la rabbia, per una situazione che non accenna a rallentare ma peggiorare di giorno in giorno. Anche nel weekend appena trascorso sono stati tre i colpi messi a segno, due di questi nel quartiere periferico della Madonna del Latte, dove i ladri sono entrati in azione quando nessuno era in casa, rubando preziosi e altri oggetti, oltre ovviamente a racimolare tutti i soldi trovati. Al rientro i proprietari hanno ritrovato i rispettivi appartamenti sottosopra. A quanto pare, per entrare nelle abitazioni, verrebbe spesso messa in pratica la tecnica del “foro”, che consiste nel fare un semplice buco su porte o finestre dal quale far passare un filo di ferro per forzare le medesime. Lo stesso metodo è stato usato anche per la recente razzia di bici avvenuta a Umbertide, dove numerosi garage sono stati ritrovati “bucati”. Il terzo colpo, infine, è stato effettuato a Promano, sempre con gli inquilini assenti. Qui alcuni testimoni dicono di aver visto alcuni fuggitivi scappare a piedi e poi a bordo di una vettura. Appena qualche giorno fa anche la frazione di Lerchi è stta vittima di 5 colpi. Nel bersagliatissimo quartiere di La Tina, infine, tra giovedì e venerdì, sono stati svaligiati altri due appartamenti, di cui uno, in via Bracco, depredato per la seconda volta in 4 mesi. Un ultimo caso è stato registrato anche nel comune di Monte Santa Maria Tiberina.

13/10/2014 19:29:10

Notizie » SLIDER Judo: l'umbertidese Becchetti al ritiro pre- mondiali

Becchetti sogna l'America. C'è anche il colosso umbertidese nella lista degli atleti convocati per l'Olimpic training center di Roma, il raduno della Nazionale di judo che precede i Campionati del Mondo under 21 di Fort Lauderdale (USA). La convocazione attesta il ritrovato interesse della federazione per Nicola Becchetti, atleta forse discontinuo ma che meno di 18 mesi fa ha inchiodato a terra la medaglia di bronzo agli ultimi mondiali, il brasiliano Silva. "Dopo la mancata convocazione per i Campionati Europei - afferma il tecnico del Kdk Fratta, Mirco Diarena - Nicola ha passato dei brutti momenti. Ha pensato addirittura di appendere il judogi al chiodo. Il ragazzo non sentiva la fiducia della Nazionale e non trovava più la forza per continuare a sottoporsi ad allenamenti infiniti ed estenuanti. Per fortuna siamo riusciti a fargli cambiare idea e adesso che le porte della Nazionale si sono riaperte potrà continuare a sognare". Quest'anno Becchetti è stato quasi sempre nelle prime 25 posizioni della ranking list mondiale, la sua mancata convocazione per il ritiro pre-europei aveva lasciato tutti di sasso anche perché il judoka umbertidese nelle varie tappe dell'European Cup si è quasi sempre piazzato fra i primi sette, con un bronzo nella tappa spagnola di La Coruna. Adesso però i tecnici federali sono pronti nuovamente a investire sul gigante umbertidese. "Indipendentemente da chi alla fine verrà selezionato per la trasferta americana - ha proseguito il tecnico del Kodokan Fratta - Nicola avrà la possibilità di migliorarsi sotto la guida dello staff della nazionale in una struttura all'avanguardia e con i migliori atleti d'Italia. Becchetti ha ancora molte potenzialità inespresse da valorizzare, se lo staff della Nazionale riuscirà a dare continuità ai colpi di questo ragazzo allora si ritroveranno con una carta a sorpresa da giocare nella prossima sfida mondiale”. Becchetti  sarà in ritiro al centro federale di Lido di Ostia dal 12 al 18 ottobre. In questi sei giorni lo staff della nazionale deciderà quali sono i 18 atleti che voleranno negli Stati Uniti per difendere i colori dell’Italia. Rallegramenti per la convocazione di Becchetti sono stati espressi dal presidente regionale del settore judo Leonardo Perini che ha elogiato il ragazzo e la società che da 18 anni investe tantissime energie sui giovani e dall'on. Giampiero Giulietti che continua a seguire le imprese dei giovani judoka umbertidesi. Soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco Marco Locchi che ha rivolto a Nicola un grande in bocca al lupo per il raduno della Nazionale.

10/10/2014 15:42:11

Notizie » SLIDER Incontro per il futuro della ex FCU

Si è tenuta ieri presso la residenza Balducci l’iniziativa “Ex FCU: quale futuro? Incontro pubblico sulle prospettive future del trasporto ferroviario e dell’officina di Umbertide” che ha visto la partecipazione del sindaco Marco Locchi, dell'assessore regionale ai Trasporti Silvano Rometti, l'arch. Diego Zurli, coordinatore dell'Ambito Territorio, Infrastrutture e Mobilità della Regione Umbria e dell'ing. Mauro Fagioli direttore del servizio ferroviario di Umbria Mobilità Esercizio srl. L'incontro è stato promosso dall'Amministrazione Comunale di Umbertide al fine di avviare una fase di confronto e partecipazione con la cittadinanza e i soggetti interessati allo sviluppo del trasporto ferroviario, in vista delle consultazioni sul nuovo Piano regionale dei trasporti che si terranno nel mese di novembre prima che la II Commissione permanente lo sottoporrà all'attenzione del Consiglio Regionale dell'Umbria per l’approvazione definitiva. “Sulla base delle linee guida del nuovo Piano regionale del Trasporti riguardante il territorio dell’Altotevere il Comune di Umbertide - ha spiegato il sindaco Marco Locchi che ha aperto l'incontro – intende raccogliere ulteriori indicazioni e proposte relativamente al potenziamento del trasporto ferroviario nella tratta Città di Castello-Perugia, già previsto nel Piano, coinvolgendo anche i territori limitrofi tramite apposito servizio di trasporto su gomma che convogli utenti sui treni, nonché al potenziamento dell'officina di Umbertide dove operano professionalità altamente specializzate. In base alle indicazioni raccolte verrà redatto un documento che sarà poi sottoposto all’attenzione della Commissione regionale competente. Offrendo quindi un contributo concreto all’elaborazione del nuovo Piano regionale del trasporti”.  Numerose le persone che sono intervenuti all’incontro e che hanno ascoltato gli interventi dei rappresentanti della Regione Umbria e di Umbria Mobilità che hanno illustrato le prospettive future del trasporto ferroviario locale e regionale nell'ottica del nuovo Piano Regionale dei Trasporti. "Il Piano regionale dei Trasporti è, dopo il riassetto del sistema sanitario, lo strumento più importante messo in campo dalla Regione in questo mandato amministrativo - ha affermato Rometti – L’azienda unica è stata una scelta fondamentale e crediamo di avere fatto l’unica cosa possibile nonché la migliore, mettendo Umbria Mobilità nelle mani delle Ferrovie dello Stato ed ora dobbiamo puntare all'efficientamento dei servizi, peraltro imposto dalla legge. Quando abbiamo costituito Umbria Mobilità, Umbertide era stata individuata come polo manutentivo del trasporto su ferro e tale scelta è rimasta anche con la successiva acquisizione dell’azienda. L’officina di Umbertide, con i suoi 24 dipendenti, non è un peso bensì un punto fermo nella strategia complessiva di Umbria Mobilità ma tutto questo ha valore solo se il ferro continuerà a svolgere una funzione nell’ambito dei servizi di trasporto regionali, ovvero se nei treni ci saranno passeggeri. Per aumentare gli utenti è necessario rendere più veloci le corse nelle tratte lunghe e più frequenti le corse nelle percorrenze brevi, dove la richiesta di servizio è maggiore, ovvero Umbertide – Marsciano e Assisi-Magione”. “La rimodulazione delle percorrenze va di pari passo con la necessità di intervenire sulle infrastrutture con interventi di manutenzione al fine di garantire servizi veloci e di qualità – ha affermato l’ing. Fagioli – L’officina di Umbertide è un polo importante dove opera personale con professionalità elevata che va non solo mantenuto ma, dando uno sguardo al futuro, anche potenziato. Oggi le lavorazioni devono essere effettuate rispettando certi standard qualitativi quindi è fondamentale avere figure professionali adeguate. Per questo l’azienda sta cercando, tramite mobilità volontaria, altri elementi da inserire nell’officina. D’altronde mettere in discussione l’officina di Umbertide significherebbe mettere in discussione l’intero servizio ferroviario”.

08/10/2014 16:16:20

Notizie » SLIDER Omicidio Fezzuoglio: confermato ergastolo per Pala e Arzu

La Corte di Assise di Appello di Perugia ha confermato la condanna all’ergastolo per Raffaele Arzu e Pietro Pala, accusati di aver ucciso il 30 gennaio del 2006 il carabiniere Donato Fezzuoglio e ferito gravemente l’appuntato Enrico Monti durante una rapina ai danni del Monte dei Paschi di Siena. La sentenza è arrivata ieri pomeriggio, dopo oltre 5 ore di camera di consiglio con la conferma, come richiesto dal sostituto procuratore generale Giuliano Mignini, dal pm Paolo Abbritti  e dalle parti civili, di quanto già deciso nel processo di primo grado quasi un anno e mezzo fa. Nel processo si è costituito parte civile anche il Comune di Umbertide, difeso dall’Avvocato Vittorio Betti, insieme alla famiglia di Fezzuoglio, difesa dall’Avvocato Nicola Di Mario, alla vedova Emanuela Becchetti anche in rappresentanza  del figlio difesa dall’avvocato Giancarlo Viti, ai cittadini umbertidesi dott. Adriano Giubilei difeso dall'Avvocato Stefania Bagnini, Sante Fiorucci difeso dall'Avvocato Giuseppe Magliocca, Francesca Cipriani difesa dall'Avvocato Francesco Marcucci ed ai Ministeri della Giustizia e degli Interni. “La conferma della sentenza di primo grado mette la parola fine ad una  vicenda drammatica che ha sconvolto l’intera comunità umbertidese – ha dichiarato il sindaco Marco Locchi - La conferma dell’ergastolo per Arzu e Pala rende giustizia a Donato Fezzuoglio e all’Arma dei Carabinieri, ma anche ad una comunità intera, offesa e ferita da un fatto di sangue senza precedenti, una comunità che ha dato prova di grande senso civico e spessore collaborando pienamente con le forze dell'ordine  perché  i responsabili venissero assicurati alla giustizia".

05/10/2014 09:59:13

Notizie » SLIDER Alluvione: al via i risarcimenti danni

Una buona nuova: è stato pubblicato l’avviso relativo all’acquisizione di dati finalizzati alla ricognizione dei fabbisogni, in attuazione alla Delibera del Consiglio dei Ministri del 30 giugno 2014, Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione civile n. 180 del 11 luglio 2014 recante “Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi alluvionali e dissesti idrogeologici verificatesi nel periodo da novembre 2013 a febbraio 2014 nel territorio della Regione Umbria”. Il Comune di Umbertide dovrà infatti provvedere a comunicare alla Protezione Civile la ricognizione dei fabbisogni necessari per il ripristino dei danni dovuti agli eventi alluvionali che hanno interessato il territorio regionale da novembre 2013 a febbraio 2014, per i quali potrebbero essere riconosciuti eventuali contributi. In particolare, la ricognizione riguarda tre diversi ambiti: interventi sul patrimonio pubblico, interventi sul patrimonio privato, attività economiche e produttive. Al fine di raccogliere tutte le informazioni necessarie per la determinazione del fabbisogno per gli interventi sul patrimonio edilizio privato e relativi alle attività economiche e produttive, il Comune invita pertanto i proprietari degli immobili interessati e i titolari delle attività economiche e produttive danneggiati a formulare richiesta di eventuale contributo, mediante autocertificazione della stima del danno e dell’eventuale copertura assicurativa, indicando la misura del risarcimento del danno, ove riconosciuto dall’assicurazione, in conseguenza del sinistro ed i premi sostenuti nel quinquennio precedente. La documentazione dovrà essere inviata all’Ufficio Comunale -VII Settore Assetto del Territorio - Edilizia entro e non oltre il 10 ottobre 2014. Per qualsiasi chiarimento ed informazione è possibile contattare l’arch. Donatella Vitali al numero 075 9419235, fax. 075 9419240, email "mailto:d.vitali@comune.umbertide.pg.it" d.vitali@comune.umbertide.pg.it.

28/09/2014 14:26:56

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy