Categorie

Sport Acqua&Sapone Umbertide: vittoria nel derby umbro

Ricomincia con la vittoria del derby umbro sul parquet della Ceprini Orvieto il campionato delle ragazze dell’Acqua&Sapone Umbertide. Grande prova di squadra in un match molto combattuto, con delle fasi al cardiopalma. Le ragazze di coach Serventi, orfane dell’infortunata Black, si sono imposte per la maggior parte della partita. Il  primo quarto si è concluso in parità con la squadra un po' sottotono, mentre nel secondo viene suonata la carica e si  comincia a  dilagare. Dopo pochissimo tempo dall’inizio della seconda fase di gioco, grazie alle real: vittoria nel derby umbroizzazioni consecutive di Consolini, Fontenette, Santucci e Dotto, il vantaggio bianco-celeste va a +9. Proprio nei secondi dieci minuti di gioco, Fontenette e Gorini la fanno da padrone, e li terminano in doppia cifra. Nel terzo quarto solo Umbertide domina e arriva l’allungo decisivo per il match con un importante +16 dalle avversarie. Nell’ultima parte della gara, le orvietane,  con Baldelli e Morris, provano a  risollevare la china, ma non  riescono nell’intento, e  il derby, per la quarta volta consecutiva da quando le due squadre umbre militano nella massima serie, è andato nelle mani delle leonesse umbertidesi. Sul piano delle atlete spiccano le grandi prestazioni di una strepitosa Fontenette, miglior realizzatrice dell’Acqua&Sapone con 17 punti e MVP dell’incontro con 29 di valutazione da parte della Lega,  di una scatenatissima Gorini, che si è imposta con 14 punti, di Capitan Consolini (12 punti), che nel terzo quarto porta l’Acqua&Sapone al massimo vantaggio, e di Lavania Santucci (11 punti), che proprio con le sue ultime realizzazioni dalla lunetta del tiro libero ha messo la parola fine sull’incontro. Prossimo appuntamento domenica 12 gennaio alle ore 18, quando le ragazze dell’Acqua&Sapone saranno impegnate sul parquet amico del PalaMorandi nella sfida contro Lucca. Finale: 58-65 (16-16; 29-36; 40-53) Ceprini Costruzioni Orvieto: Buccianti 5, Maznichenko 2, Gaglio, Sutherland 9, Panella 7, Baldelli 11, Bove 3, Pieropan 3, Morris 18. All. Valentinetti Acqua&Sapone Umbertide: Consolini 12, Gorini 14, Linguaglossa, Dotto 5, Putnina 6, Fontenette 17, Santucci 11. All. Serventi     Pallacanestro Femminile Umbertide- Ufficio Stampa

07/01/2014 15:12:54

Sport Final Four per Acqua&Sapone

Un meraviglioso regalo sotto l’albero per le ragazze dell’Acqua&Sapone, che centrano la loro quarta qualificazione per l’Olimpo delle Final Four di Coppa Italia. Le ragazze di Coach Serventi e di Capitan Consolini hanno trionfato sul parquet amico del PalaMorandi, contro le venete del Fila San Martino di Lupari 70-52, come sempre accompagnate dal sesto giocatore in campo, il meraviglioso pubblico che ogni volta si accinge a supportare le proprie beniamine. Si comincia in un clima surreale il pubblico, numeroso, assiste con spirito natalizio, che abbandonerà solo nel festoso finale. Le squadre prima si studiano e poi vanno per la loro strada. San Martino sembra una di quei pugili che lavorano ai fianchi l’avversario, il ritmo è vertiginoso, ma le Lupe spesso sprecano, con conclusioni affrettate, quello che di buono riescono a fare in difesa, il loro momento migliore è stato l’inizio del terzo quarto, quando si sono riportate in partita dopo un inizio tutto Acqua&Sapone. Infatti la squadra di Lollo Serventi, se invitata al gioco veloce si esalta. Prima Black e poi Consolini coadiuvate dalla solita Fontanette scavano il solco che a metà gara sembra decisivo. Intanto da Lucca arrivano notizie positive e questo fiacca l’aggressività delle umbre che, come detto , fanno tornare in partita le avversarie durante il terzo quarto, ma ci pensa una stratosferica Gorini, a rimettere tutto a posto. Gaia ha veramente incantato il Palamorandi trascinando la squadra sopra i 20 punti di divario e consentendo di disputare un ultimo quarto da accademia. Hanno fatto il loro ingresso in campo anche Cristofani e Villarini per la gioia degli umbertidesi, da segnalare il ritorno di Caterina Dotto, dopo la sfortuna che l’ ha perseguitata fino ad ora,  tutto in un escalation generale dove la gente ( compreso il Dr. Costa) ha potuto ringraziare la squadra e il suo timoniere per questo ulteriore e graditissimo regalo. Il prossimo appuntamento è fissato per domenica 5 gennaio 2014, con l’inizio del girone di ritorno, quando l’ Acqua&Sapone sarà impegnata nel derby umbro contro l’Azzurra Orvieto.   Finale: 70-52  (24-15; 37-19; 56-33) Acqua&Sapone Umbertide: Consolini 11, Gorini 17, Ortolani ne, Cristofani, Linguaglossa 1, Dotto, Putnina 11, Black 14, Fontenette 16, Villarini, Santucci. All. Serventi Fila San Martino di Lupari: Correal 11, Pegoraro 2, Granzotto 2, Stoppa 8, Zanetti 3, Sandri 6, Pettenon 2, Rasheed 14, Sbrissa 4, Amabiglia. All. Abignente   Pallacanestro Femminile Umbertide- Ufficio Stampa

24/12/2013 15:05:18

Sport A1 femminile e Coppa Italia: tanti obiettivi

In queste due ultime giornate del girone di andata si gioca l’ultimo posto disponibile per le final four di Coppa Italia, un traguardo ambito soprattutto dalle squadre di seconda fascia, per avere un palcoscenico che giustifichi anche l’esito della stagione. Parma e l’Acqua&Sapone sono avvantaggiate rispetto, a Orvieto, Cagliari, La Spezia e Venezia. Consolini e compagne dovranno vedersela prima con Chieti e poi in casa con San Martino, vincendole tutte e due non sono però sicuri della qualificazione in quanto Parma ne deve perdere almeno una ( in casa con Spezia e fuori con Lucca), avendo lo scontro diretto favorevole. Per ora la truppa di Serventi si deve concentrare sulla trasferta di Chieti, squadra ultima in classifica, ma dopo l’exploit di Priolo e i due primi quarti delle abruzzesi con Lucca, non c’è da fidarsi di nessuna, anche perché la squadra di Gonzales non ha niente da perdere, gioca tranquilla e non ammazzando subito la partita, c’è davvero da rischiare. Da segnalare anche la nuova straniera, quella Rosset che sta viaggiando con una media punti straordinaria e la già citata Gonzales, coaudivate da Silva, David, Combac e Pasqualin. Le ragazze di Lollo sono avvertite: niente cali di tensione e continuare con la mentalità messa in campo contro Ragusa. Da segnalare che sarà assente ancora Caterina Dotto, che guarita dall’infortunio alla caviglia in allenamento si è scavigliata l’altra. Intanto l’ambiente è scosso dalla dimissioni di coach Iurlaro da Parma e dall’addio, non privo di polemiche, di Puliti da Orvieto, sostituita da Pieropan.

17/12/2013 14:57:19

Sport Testa a testa nella pallacanestro femminile

La tradizione la novità; la matematica e la filosofia, certezza quasi indiscutibile e interrogativo che sorprende. Se gli opposti si attraggono, Acqua&Sapone Umbertide e Famila Schio sono ormai faccia a faccia. Quella che dovrebbe essere una sfida dalle quote basse, parlando da scommettitori, diviene una partita a dadi sul parquet femminile. Le due concorrenti in gara si presentano esibendo le rispettive ultime medaglie. Lotta vissuta minuto per minuto quella tra le nere-arancio e la Lavezzini Parma.  L’ultima podista di Mendez porta il testimone al traguardo con un vantaggio di sette lunghezze. Percorso costellato da meno ostacoli invece per la “famiglia Consolini”, che si è presentata in gran forma al colloquio con La Spezia. Nell’episodio precedente, la neo-promossa ligure era riuscita a scrivere una pagina di storia, costringendo all’inchino la regina Schio. Nella classe di prof Serventi non c’è mai spazio per le illusioni; le note di merito vengono trascritte e il registro dei complimenti è chiuso subito dopo il match. Riconoscimenti indubbiamente positivi vanno comunque indirizzati alle bianco-blu per gli ultimi successi. Lo zoom ingrandisce soprattutto su Chiara Consolini, bandiera umbertidese, sventolata anche sulla Gazzetta dello Sport. Top player della settimana è il titolo che le viene assegnato ( 20 punti con 5/8 da 2, 2/4 da 3, 4/6 dalla lunetta, 8 falli subiti, 3 rimbalzi, 2 assist; questi i dati che parlano per lei). La compagine avversaria è minata da qualche problemino fisico per Kathrin Ress ed Elodie Godin, che si accodano alle già note difficoltà di Anderson. “Dalla nostra abbiamo una grande esperienza e una varietà di gioco che ci permette di poter impostare diversi tipi di pallacanestro”. Ma Umbertide lo sa e non si illude. Coach Mendez, condensa nel commento infrasettimanale, passato, presente e futuro. Considerazioni e previsioni possono essere cancellate sulla lista delle cose da fare; rimane solo da vedere chi, secondo l’esame del rettangolo di gioco, avrà l’X-factor necessario. Intanto i tifosi si preparano all’evento con le coreografie delle grandi occasioni. Pallacanestro Femminile Umbertide- Ufficio Stampa  

26/11/2013 15:00:47

Sport Oba oba non è più con noi

Un pezzo della storia del costume di Umbertide non c’è più. Quel “cuore matto” che l'aveva sempre guidato, che negli ultimi mesi l'aveva fatto soffrire, l'ha tradito. Se n'è andato così Ivano Massetti, per gli umbertidesi “Oba oba”, eclettico personaggio del mondo del calcio umbro. Da alcuni mesi soffriva di cuore, dopo che un attacco di ischemia l'aveva costretto l'anno scorso a un lungo periodo di ricovero ospedaliero. Domenica sera aveva confidato ad alcuni amici di non sentirsi bene e se n'era andato a riposare prima del solito. Il figlio Marco era andato a trovarlo, ma l'ha trovato esanime. Vani i soccorsi. Scompare così uno dei personaggi simbolo del calcio umbro.  Al calcio era legato fin da ragazzo. Andava orgoglioso della sua esperienza da calciatore professionista nella fila di alcune squadra del Sud Italia in serie C. Quel nomignolo “Oba Oba” passava da lì, dal suo modo di driblare. Nella vita ne ha fatte tante: è stato editore nei primi anni '80 (aveva pubblicato alcuni libri a carattere sportivo), si era poi lanciato con successo nella carriera di commentatore televisivo. Tutta particolare la sua capacità polemica, con cui aveva trasformato ogni puntata dei suoi show televisivi in un evento. Ma non aveva abbandonato la sua passione per il calcio giocato ed eccolo quindi di nuovo in pista come dirigente in veste di proprietario del Città di Castello. Ivano Massetti non era stato certo tenero nelle sue performance televisive, i suoi “strali” colpivano ovunque. Aveva un suo stile, del tutto originale, che aveva anche attirato l'interesse dei media nazionali. Del fenomeno Massetti si era occupato anche il “Venerdì di Repubblica” due anni fa. Un pezzo della storia del costume di Umbertide non c’è più. Quel “cuore matto” che l'aveva sempre guidato, che negli ultimi mesi l'aveva fatto soffrire, l'ha tradito. Se n'è andato così Ivano Massetti, per gli umbertidesi “Oba oba”, eclettico personaggio del mondo del calcio umbro. Da alcuni mesi soffriva di cuore, dopo che un attacco di ischemia l'aveva costretto l'anno scorso a un lungo periodo di ricovero ospedaliero. Domenica sera aveva confidato ad alcuni amici di non sentirsi bene e se n'era andato a riposare prima del solito. Il figlio Marco era andato a trovarlo, ma l'ha trovato esanime. Vani i soccorsi. Scompare così uno dei personaggi simbolo del calcio umbro.  Al calcio era legato fin da ragazzo. Andava orgoglioso della sua esperienza da calciatore professionista nella fila di alcune squadra del Sud Italia in serie C. Quel nomignolo “Oba Oba” passava da lì, dal suo modo di driblare. Nella vita ne ha fatte tante: è stato editore nei primi anni '80 (aveva pubblicato alcuni libri a carattere sportivo), si era poi lanciato con successo nella carriera di commentatore televisivo. Tutta particolare la sua capacità polemica, con cui aveva trasformato ogni puntata dei suoi show televisivi in un evento. Ma non aveva abbandonato la sua passione per il calcio giocato ed eccolo quindi di nuovo in pista come dirigente in veste di proprietario del Città di Castello. Ivano Massetti non era stato certo tenero nelle sue performance televisive, i suoi “strali” colpivano ovunque. Aveva un suo stile, del tutto originale, che aveva anche attirato l'interesse dei media nazionali. Del fenomeno Massetti si era occupato anche il “Venerdì di Repubblica” due anni fa. Ivano Massetti, foto recente

25/11/2013 17:35:04

Sport Acqua&Sapone Umbertide: ancora una vittoria

Recupero 3° giornata di andata Acqua&Sapone Umbertide-Trogylos Priolo 81-37 (24-10; 49-16; 62-29) Acqua&Sapone Umbertide: Consolini 12, Gorini 8, Margaritelli 4, Ortolani, Dell’Olio 4, Dotto 14, Putnina 14, Black 8, Fontenette 10, Villarini 7, Santucci.  All. Serventi Trogylos Priolo: Vaccaro, Milazzo 12, Donvito 21, Zanetti, Morabito, Terranella 2, Gambuzza, Delcheva 2, Vinci, Quadarella.   All. Coppa ''Non c’è storia in questa città'', recita brano degli 883. Priolo non riesce  ad arrangiare praticamente nessuna nota del pentagramma umbertidese. Un eloquente 81-37 ha costretto la formazione siciliana a battere due volte la mano a terra in segno di resa.  Coach Coppa attende di poter completare il roster per cercare di confermare l'ennesimo campionato di A1 delle siciliane. Gara con partenza lanciata del quintetto di Serventi che non lascia illusioni per nessuno: 17-4 al sesto giro d'orologio L'andamento dell'incontro facilita così nuovi esperimenti, con esiti più che soddisfacenti. Dell’Olio s’inserisce bene nel quadro di gioco; le giovanissime Villarini e Margaritelli rispondono con disincantata sfrontatezza alla chiamata del coach. Tra l'altro quelli di ''Villa'' sono i primi punti di un umbertidese in A1. Balza all’occhio anche il 4/4 dalla lunga distanza firmato Caterina Dotto, che ha orchestrato l’incontro da protagonista.Giornata dalle tinte positive per tutte le bianco-blu. Con utilizzo parziale del trio straniere per conservarle in vista del prossimo impegno. Dopo un’ottima prova generale, il concerto è fissato per domenica 17 novembre. La Spezia, reduce da una stoica vittoria con Schio, attende impaziente la ciurma di Consolini. Entrambe le squadre ora occupano, in coabitazione con Lucca e Schio, la seconda piazza del podio. Sarà una sfida quasi fondamentale per le posizioni d'accesso alle Final Four di Coppa Italia, che Acqua&Sapone vorrebbe confermare dopo averle raggiunte nelle ultime tre stagioni. Le giovani umbertidesi sanno che l'approdo al porto di La Spezia non sarà facile, ma da oggi saranno già al lavoro all'Accademia del ''prof'' Serventi per preparare le tattiche del nuovo ''assalto''. Pallacanestro Femminile Umbertide - Ufficio stampa

13/11/2013 15:21:08

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy