Categorie

Sport Circolo Tennis Umbertide: premiati i vincitori del torneo sociale e del campionato umbro

Si è svolta sabato 7 maggio presso il ristorante Osteria del Musicista a San Giustino la cena sociale del Circolo Tennis di Umbertide. L'iniziativa, che ha visto la partecipazione del sindaco Marco Locchi, è stata l'occasione per premiare i vincitori del torneo sociale che si è svolto nei mesi scorsi presso l'impianto sportivo di via Morandi e per annunciare i neoeletti membri del direttivo. A guidare il circolo per i prossimi due anni saranno quindi la presidente uscente Claudia Giallongo, Raffaello Paoletti, Paolo Gargagli, Paolo Scalseggi, Maurizio Medici, Cristiano Nicolis, Lorenzo Alunni e Alberto Forti. Questi invece i vincitori del torneo sociale: singolare maschile 1° Chiabolotti Gian Luca, 2° Pietrangeli Francesco, 3° Scalseggi Marco, 3° Nocetti Enrico; singolare femminile 1° Cinquilli Angelica, 2° Forti Sabrina, 3° Pernici Roberta, 3° Vagnoni Valeria; vincitori dei cinque gironi verdi all'italiana Mancini Giancarlo, Agea Raffaello, Palombi Enrico, Ramaccioni Giulio e Mariotti Mario; vincitori dei cinque gironi rossi all'italiana Mariotti Simone, Ortaggi Fabio, Giombini Simone, Scalseggi Filippo e Urbanelli Stefano. Sono stati inoltre premiati Filippo Scalseggi, vincitore campionati umbri under 13, Daniela Gioni vincitrice campionati umbri under 16, Maurizio Medici vincitore over 65 maschile, Roberto Mazzi vincitore over 40 maschile e Paolo Zausa vincitore over 55 maschile. Durante le premiazioni il sindaco Locchi si è complimentato con gli atleti e la dirigenza per gli ottimi risultati raggiunti e soprattutto per la crescita continua del circolo che continua a registrare un numero sempre maggiore di iscritti.  

09/05/2016 14:46:23

Sport PF Umbertide: Una salvezza che vale uno scudetto

Domenica 17 Aprile, la Pallacanestro Femminile Umbertide esce dai playoff battuta da Battipaglia. L’obiettivo stagionale era stato già raggiunto diverse settimane prima, vale a dire la salvezza, una salvezza che vale uno scudetto. Un traguardo che, per una squadra giovanissima, sembrava inimmaginabile ad inizio stagione, ma sotto la guida di coach Lorenzo Serventi, colui che in molti ritengono il miglior allenatore italiano di basket femminile, l’ennesima impresa umbertidese è stata compiuta. Il cammino è stato complesso ed accidentato, nella prima giornata, disputata nella sede unica a Napoli, la compagine umbertidese ha subìto una pesantissima sconfitta contro Lucca perdendo il primo opening day nella storia di Umbertide in A1. Il destino sembrava già segnato per questo roster ma, appena una settimana dopo sono arrivati i primi due punti, conquistati sul parquet di Moncalieri contro la Fixi Piramis Torino. Una vittoria fondamentale dal punto di vista psicologico che ha permesso alla squadra umbra di ritrovare fiducia nelle proprie capacità, dopo aver battuto una squadra sì neopromossa, ma che ha dimostrato di saper competere nella massima serie. La prima impresa del campionato è arrivata contro la corazzata Ragusa, il 1° novembre; in un PalaMorandi gremito le “giovani terribili” hanno dato prova di come un gruppo che, solo un mese prima, sembrava destinato ad una retrocessione certa, fosse in grado di superare un’avversaria di alto livello. Una grande prova di squadra quindi, ma i 26 punti personali hanno lanciato Meighan Simmons nella elite delle giocatrici più forti ad aver militato nella PFU. 17 punti invece per Ilaria Milazzo che aveva saltato quasi totalmente la stagione precedente, a causa di un grave infortunio subìto nella terza giornata di campionato. Gioia incontenibile a fine partita ed entusiasmo alle stelle, nonostante la storia fosse ancora tutta da scrivere ed ancora in salita. Dopo quel primo novembre, hanno fatto seguito altre quattro vittorie, le più entusiasmanti contro Parma, vinta con un vantaggio di 26 punti e con tre giocatrici in doppia cifra nelle fila umbertidesi (Cabrini, Milazzo e Agunbiade) , mentre contro Napoli, con l’assenza di Ivana Tikvic per infortunio e le precarie condizioni di altre due giocatrici, la PF Umbertide è riuscita a mettere in cascina altri due punti, trascinata da una Simmons stellare con 36 punti personali. Una settimana dopo, con quindici encomiabili tifosi al seguito, l’Acqua&Sapone batte il CUS Cagliari e raggiunge la quinta piazza solitaria della classifica, un risultato che non era mai stato raggiunto nelle prime due stagioni, quando la meta da raggiungere era la salvezza. A questo mese d’oro ne è seguito uno altrettanto negativo, complici probabilmente delle leggerezze da parte della squadra visti i risultati ottenuti in precedenza  e cali di concentrazione, i quali avrebbero potuto compromettere il buon esito della stagione. Cinque sconfitte consecutive, contro Sesto San Giovanni con il tiro da tre di Simmons sbagliato sulla sirena a regalare la vittoria alle lombarde per 67-65, a Battipaglia all’overtime, contro Orvieto ed  a San Martino di Lupari. L’ultima sconfitta della serie, contro la capolista Lucca la potremmo definire “a testa alta”, con le umbertidesi in vantaggio dal terzo quarto fino ad un minuto dalla fine, segno della capacità di questa squadra di entusiasmare e rinascere proprio nei momenti più difficili. Una settimana ed arriva la vittoria contro Torino, altro record,   infatti pochi giorni prima, Silvia Sarni, classe 1987, approda alla Virtus Cagliari in Serie A2 e la PFU diventa la compagine più giovane della massima serie dal 1990 ad oggi. Il 31 Gennaio però arriva la tegola, ovvero l’infortunio di Giovanna Pertile, infortunio che è avvenuto contro la squadra della sua città, la Reyer Venezia, società che proprio Giovanna, nel 2013, aveva contribuito a riportare in A1. Con 14 punti in classifica e rotazioni ridottissime, la trama avrebbe potuto complicarsi. Non è stato così, l’intero roster ha reagito bene all’ennesima difficoltà stagionale, vincendo altre cinque partite, l’ultima contro San Martino di Lupari, quinta della classe. La regular season si è conclusa al settimo posto, risultato che sembrava impossibile da raggiungere. Quindi, Umbertide e gli umbertidesi, non possono che andare fieri di questa società che ormai da 8 anni porta in alto il nome di un paese di appena 15mila abitanti. Ricordiamo che in queste otto stagioni solo tre location sono rimaste sempre nella massime serie: Schio, Parma e appunto, Umbertide. Per il settimo anno consecutivo la formazione di Serventi ha raggiunto i playoff, un record migliore spetta solo a Schio. Umbertide ha scritto la storia nel panorama cestistico italiano, raggiungendo per 5 anni consecutivi le Final Four di Coppa Italia, sempre battuta dal Famila Schio; ha battuto in diverse occasioni squadre più titolate di realtà più grandi. Questi sono i successi della nostra piccola ma grande Umbertide, valgono più di uno scudetto, come dimostrato dai 600 tifosi che continuano a gremire il PalaMorandi, segno che questa storia non può finire, ma deve continuare a far conoscere la nostra realtà in tutta Italia.      Francesco Cucchiarini    

30/04/2016 13:58:38

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy