Notizie » Politica FDI Umbertide analizza il voto delle regionali

Ad una settimana dalle elezioni regionali umbre Fratelli d'Italia Umbertide analizza i risultati del voto: "A una settimana dal voto è tempo di bilanci anche per Fratelli d’Italia e non mancano le soddisfazioni.  Il partito di Giorgia Meloni guadagna, per la prima volta nel cuore verde d’Italia, un consenso a doppia cifra con 43.433 voti al suo simbolo e una percentuale del 10,40; un risultato che neppure AN riuscì a conquistare, fermandosi nel 2005 a 21.931 voti (6,24 %). Oltre il doppio del consenso a cui si è arrivati attraverso anni difficili, segnati dalla confluenza nel Popolo delle Libertà all’ombra di una prosperosa FI, attraverso l’uscita di scena di Fini e, finalmente, la decisione della Meloni di ripartire con tenacia e riprendere la guida di una comunità letteralmente smarrita. Evidentemente, la leader di FDI in questi anni ha fatto un ottimo di lavoro e lo conferma un ulteriore dato: questo 10,40 % di consenso è stato costruito a ridosso della potente macchina da guerra della Lega che in Umbria ha inghiottito PD e M5S ma non FDI, terzo partito in Umbria e costantemente in crescita, alleato ma non subalterno. Guardando a Umbertide la soddisfazione è maggiore. FDI è in costante crescita, passa da 294 voti (4,19%) delle elezioni del 2015 a 508 voti (6,44 %),  di cui la metà circa assegnati con preferenza, a dimostrazione del forte legame del territorio con i candidati in lista. Tre i candidati maggiormente votati: Manuel Maraghelli (Città di Castello), Eleonora Pace (Narni) e Marco Squarta (Perugia). Singolare l’incursione della narnese Pace, seconda degli eletti dopo il record man delle preferenze Squarta, siederà per la prima volta in consiglio regionale e conta di far presto visita al sindaco Carizia. Anche a Umbertide il 2% di consenso guadagnato si presta a molteplici operazioni di confronto: una crescita locale era impensabile alla presenza di una amministrazione leghista in assenza di consiglieri di FDI, in consiglio comunale e in giunta, eppure FDI Umbertide cresce e lo fa nonostante lo sbalorditivo risultato della Lega umbertidese che si porta sopra la media regionale ma non lo fagocita. FDI -  lungi da arretrare -  torna a confermarsi seconda forza di coalizione, per il terzo spoglio consecutivo si porta davanti a FI, nonostante questa esprima anche il vicesindaco di Umbertide, peraltro in corsa per le recenti regionali. Il modello di coalizione a cinque punte del centro destra torna a ricevere la soddisfazione dell’elettorato umbertidese, ulteriore motivo per proseguire uniti e lavorare al risanamento della città".    

04/11/2019 17:49:08 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Pd Umbertide: “ancora parcheggi in piazza e meno servizi”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma del PD Umbertide riguardante la reintroduzione del parcheggio in Piazza Matteotti "Apprendiamo come la Giunta comunale abbia recentemente confermato la reintroduzione dell’area di sosta in Piazza Matteotti, un provvedimento che noi stessi avevamo definito come inutile, dannoso e antistorico visto il contesto in cui tutti i Comuni si stanno responsabilmente muovendo. E che tale si è rilevato lo scorso anno, creando soltanto i disagi previsti e immaginabili alla quotidiana frequentazione della piazza. Il tanto sbandierato buon senso avrebbe dovuto portare l’Amministrazione a ragionare con lungimiranza su un progetto concreto per la valorizzazione del nostro centro storico, portando la discussione in Consiglio e nelle Commissioni preposte affinché si potesse condividere anche con tutti i diretti interessati. Il Gruppo PD si era infatti subito mosso chiedendo al Comune di regolamentare lo strumento referendario per procedere alla consultazione dei cittadini, la maggior parte dei quali si è dimostrata contraria alla scelta insieme a tanti esercizi commerciali della zona centrale. Possiamo oggi constatare soltanto mesi di risposte disattese, contrariamente a quanto lo Statuto comunale prevede, e di superficialità in merito ad un provvedimento che disallinea Umbertide dal trend nazionale ed europeo in merito alla chiusura dei centri storici al traffico veicolare. I risultati del passato esperimento? Soltanto qualche auto e l’evidente compromissione della pavimentazione in più punti rovinata. Il monito che lanciamo è quello di pensare più a lungo a tutte le scelte amministrative, soprattutto quelle di interesse rilevante per la Città dove invece si denota la chiusura di importanti servizi, come lo sportello di Umbra Acque, e l’impoverimento di altri". 

04/11/2019 17:32:44 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Lega Umbertide: “voto storico per la nostra regione”

“Il nostro più sentito ringraziamento va a tutti i 2.990 umbertidesi che hanno votato la Lega alle elezioni regionali del 27 ottobre e a tutti i 4.289 nostri concittadini che hanno rinnovato la loro fiducia nei confronti della coalizione di centrodestra che ha portato all'elezione di Donatella Tesei a presidente della Regione”: a dirlo sono i vertici della segreteria umbertidese della Lega Vittorio Galmacci e Daniele Tempobuono; e il capogruppo in Consiglio comunale Lorenzo Cavedon. “Il nostro partito – continuano - si riconferma con quasi il 38% dei voti, il più votato nell'intero territorio comunale e per questo non possiamo che essere riconoscenti verso tutte le donne e tutti gli uomini che hanno rinnovato la loro fiducia nei nostri confronti. Si tratta di un segnale forte e non di poco conto: nelle urne gli umbertidesi hanno voluto premiare lo straordinario lavoro dell'amministrazione comunale guidata dal nostro sindaco Luca Carizia, che vede ogni giorno la Lega e tutta la coalizione al lavoro per il bene della nostra comunità”. “Il voto di domenica – aggiungono - è stato un momento storico per Umbertide e per l'Umbria intera: chi fino a oggi ha governato la nostra regione con fare dispotico e senza il minimo interesse per il bene comune è stato sonoramente bocciato dai cittadini umbri, che hanno scelto di rendere libera la nostra regione e deciso di premiare il buon senso, il buon governo e il merito”. “A Umbertide – dicono - lo schieramento di centrosinistra ha visto ricompattarsi tutti i personaggi che negli anni scorsi hanno trattato il nostro Comune come se fosse una cosa personale. Gli è andata male anche questa volta, perché la nostra gente sa distinguere tra chi lavora per il bene di tutti e chi, come il Pd e i suoi alleati, ha sempre usato la cosa pubblica per i propri affari”. “In questi cinque anni – concludono - ci attendono grandi sfide e noi faremo di tutto per non deludere chi, con il proprio voto ci ha dato il dovere di portare il cambiamento in tutto il Cuore verde d'Italia”.

31/10/2019 18:45:50 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Dopo le elezioni regionali: Corbucci (PD)

Dopo la recente tornata elettorale Umbra che ha visto Donatella Tesei conquistare la maggioranza degli elettori umbri, per il centro sinistra è tempo di tirare le somme. “Al di là di quello che si vuol fare credere in Umbria il Partito Democratico è da tempo in piena crisi identitaria”. Inizia così il commento del consigliere comunale umbertidese Filippo Corbucci, che attacca: “Ora non ci sono più scuse per mettere i territori all’angolo e non sono più ammissibili gli interessi di pochi o gli interessi di un gruppetto di persone”. “Il nostro partito non è stato all’altezza della sfida che si è trovato davanti, diciamocelo .. una sconfitta che non può essere ricondotta solo allo scandalo Sanitopoli o all’onda leghista. Abbiamo bisogno di idee, progetti ed iniziative e di tutta quella instancabile e generosa “manovalanza” che non guarda l’orologio e non cede alla stanchezza, perché la politica è fatta anche di questo e non solo di passerelle e dimostrazioni di potere”. E poi si conclude nella nota: “Occorre ora un congresso regionale serio, fatto nei giusti tempi, che porti un dibattito vero fra i territori e che coinvolga tutti i livelli del nostro partito.” “Su Umbertide – rilancia Corbucci – si assiste all’incapacità amministrativa del Sindaco Carizia e dei suoi assessori, che ormai sembra vivano il loro ruolo come un passatempo. La nostra città non si merita l’inerzia che sta esprimendo questa Amministrazione comunale. Continueremo la nostra battaglia d’opposizione quotidiana, ma cercheremo anche di costruire un’alternativa e una visione di città e comprensorio diversa rispetto a quella proposta da certi improvvisati.” Lo stesso PD Umbertide dopo i risultati delle elezioni regionali si è così espresso: "Le elezioni regionali ci hanno consegnato un risultato negativo che ha visto prevalere la destra per il governo della Regione. Ad Umbertide il PD guadagna oltre un punto rispetto alle elezioni europee mentre la Lega ne perde due (ed il PD riconquista il primato in 4 seggi). Quello che è ovvio è che abbiamo una lunga strada da percorrere con umiltà e dedizione. Dobbiamo ripartire per ricostruire un'alleanza riformista che nasce per dare risposte ai cittadini e non contro qualcuno. Alla politica dell’odio messa in atto dalla Lega dobbiamo rispondere con proposte che consentano a questa città di svegliarsi dal torpore che l'ha avvolta. Vogliamo il cambiamento e vogliamo che prima che alla Lega il sindaco pensi ai suoi cittadini, a migliorare i servizi e a consegnarci una città più pulita e sicura"

31/10/2019 18:33:32 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile La lettura prende forma con LibreriArt, il contest della scuola 'Di Vittorio'

È stato un bellissimo viaggio attraverso luoghi magici, buffi personaggi e storie fantastiche quello che venerdì scorso ha coinvolto gli alunni delle classi seconde della scuola Primaria “G. Di Vittorio”, spettatori e attori del contest “LibreriArt”, reading letterario con estemporanea di pittura. L’iniziativa, alla quale i piccoli hanno aderito, organizzata dal II Circolo in collaborazione con la libreria Alibù di Umbertide, rientra nell’evento “Io leggo perché” che coinvolge tutte le scuole italiane e che ha l’obiettivo di promuovere la lettura e incrementare le donazioni alle biblioteche scolastiche. LibreriArt, è stato pensato proprio a questo scopo ed è stato realizzato in sintonia con il progetto contenuto nel PTOF della Di Vittorio dal titolo “Casa Editrice 2° Circolo”, in cui sono pensati proprio percorsi di lettura (di racconti o di giornali) e di scrittura (di storie inventate o di articoli) finalizzati al potenziamento delle competenze linguistiche, conoscitive, comunicative ed espressive. Il reading letterario è stato guidato da Aldo Manuali, pedagogista, vice presidente dell’ "Associazione genitori insieme per..."; e formatore accreditato “Nati per leggere”. In un secondo momento i bambini, hanno potuto slegare le emozioni suscitate dalla lettura: immagini mentali scaturite dall’ascolto hanno preso forma e colore dando vita a meravigliose opere d’arte in esposizione per tutto il weekend.  

30/10/2019 18:52:34 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Usl Umbria 1, open day dedicato alla menopausa

Il 18 ottobre, in occasione della giornata mondiale della menopausa, negli ospedali con bollino rosa consulti gratuiti sui disturbi di questa fase fisiologica della vita femminile e screening gratuiti della funzionalità del pavimento pelvico Perugia, 16 ottobre 2019 - Il 18 ottobre, in occasione della  giornata mondiale della menopausa, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere Onda ha promosso nelle strutture italiane con bollino rosa  un open day dedicato al benessere della donna in menopausa, cui  hanno aderito anche gli ospedali della Usl Umbria 1 di Città di Castello, Gubbio-Gualdo Tadino e Media Valle del Tevere, che hanno organizzato screening gratuiti per la funzionalità del pavimento pelvico e incontri con gli specialisti in merito ai problemi legati a questa delicata fase fisiologica della vita di una donna.  L’obiettivo delle iniziative, che non richiedono prenotazione, è quello di sensibilizzare la popolazione femminile sui cambiamenti che accompagnano la menopausa nonché informare sui comportamenti e le terapie per migliorare i disturbi sia a breve che a medio lungo termine. Una corretta informazione, un’attenta prevenzione e, laddove necessaria, un’adeguata terapia ormonale sostitutiva sono fondamentali per migliorare la qualità di vita delle donne in menopausa, periodo delicato e sempre più duraturo dato l’allungamento dell’aspettativa media di vita.   In particolare nella giornata del 18 ottobre nell’ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino e Città di Castello, dalle ore 9 alle 12,30, medici ed ostetriche saranno a disposizione delle pazienti per una valutazione clinico-funzionale del pavimento pelvico e per un inserimento nel percorso di rieducazione funzionale della muscolatura pelvi-perineale per la prevenzione dell’incontinenza urinaria. Dalle 12,30 alle 13,30 sarà inoltre possibile un consulto sulla mammella per le donne già in menopausa.    Nell’ospedale della Media Valle del Tevere dalle ore 10 alle 13, grazie alla collaborazione con lo Spazio Menopausa aziendale, sarà possibile avere informazioni sui percorsi di prevenzione, approfondimento diagnostico e trattamento dei problemi della menopausa e un consulto con un’ostetrica sulla funzionalità del pavimento pelvico.

16/10/2019 15:16:41 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Dal 18 al 20 ottobre a Preggio la 52esima edizione della Festa della Castagna

Da venerdì 18 a domenica 20 ottobre a Preggio torna la Festa della Castagna, manifestazione organizzata dalla locale Pro loco arrivata quest'anno alla sua 52esima edizione. Come ogni anno protagoniste le tradizionali “Brige” che invaderanno il borgo medioevale tra stand, botteghe e taverne dove sarà possibile gustare i prodotti prelibati della tradizione culinaria locale, accompagnati dalla consueta ospitalità della popolazione preggese.   Gli stand apriranno i battenti venerdì alle 18, sabato alle 16 e domenica alle ore 11. Previsto anche un servizio navetta gratuito dal parcheggio al borgo.   Di seguito l'elenco delle taverne e i menu che saranno proposti durante i tre giorni di festa: - Ricci e Pinicci: caldarroste “brige”, castagne crude in sacchi, vernaccia, vino e birra, arrosticini di pecora; - Taverna del Crapulone: bruschette miste, pappardelle al sugo di cinghiale, cinghiale in umido, cinghiale in bianco con tartufo; - Taverna del Borgo: gnocco del bosco, salsicce e pancetta alla brace, torta al testo; - Le Dolci Leccornie: dolci di pasta di castagne, tiramisù di castagne, tronco di castagne, dolci vari; - Dal Contadino: hamburger di manzo, patata fritta, tagliere del contadino, piadina del contadino, seadas con miele di castagne; - Taverna di Arrigo: quadrucci ceciati, la corata dei Goti, la trippa dei Goti; - Taverna di San Feliciano: lasagnette al profumo di tinca, tegamaccio del lago Trasimeno.   Nel corso della sagra sarà inoltre possibile visitare il Museo Mimuso dove sono raccolti oggetti artigianali che non si usano più, un vero e proprio tuffo nel passato tra attrezzi per il lavoro nelle campagne, giocattoli della tradizione popolare, utensili da cucina e degli antichi mestieri.  

16/10/2019 13:03:14 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Svolta verde progettata da 'Umbertide cambia'. Un progetto per la raccolta, riciclo e smaltimento degli oli esausti vegetali

Umbertide cambia ha presentato un nuovo ordine del giorno in Consiglio comunale riguardante il ritiro, lo smaltimento e il riuso dell’olio vegetale esausto, ossia l’olio da frittura e conserva. «Si tratta di un’altra tappa verso la svolta ambientale e la tutela della qualità della vita dei cittadini - afferma la vicepresidente di Umbertide cambia, Martina Ciocchetti, laureata in Biotecnologie ed esperta ambientalista. Con questo ordine del giorno presentato dal nostro consigliere Gianni Codovini proseguiamo l’azione volta a prevenire la produzione dei rifiuti stessi e consentire il loro riciclo secondo la logica dell’economia circolare. Dopo il regolamento sul glifosato lanciamo un progetto sperimentale per la raccolta dell’olio vegetale che è un potente inquinante e non recuperarlo, ma gettarlo nel lavandino, significa immetterlo nella rete fognaria permettendogli di raggiungere gli impianti di depurazione, con il concreto rischio di danneggiare l'apparato di chiarificazione delle acque ed è causa delle otturazioni delle condotte fognarie. Inoltre, anche se l’olio vegetale esausto viene disperso nel suolo, l'impatto è negativo sulla flora e per il rischio di percolazione in falda. In particolare, poi, l'olio di frittura contiene e veicola le sostanze inquinanti derivate dalla combustione». Che fare? Martina Ciocchetti e Gianni Codovini lo spiegano con chiarezza: «visto che nel nostro Comune le modalità di raccolta esistenti degli oli vegetali esausti appaiono insufficienti e tali da scoraggiare un corretto riciclo della sostanza inquinante, è necessario convenzionarsi con aziende che gratuitamente raccolgono l’olio vegetale ed anzi incentivano la raccolta, come è avvento in tanti Comuni, anche limitrofi. Prevediamo la distribuzione a tutte le utenze di un contenitore per la raccolta casalinga dell’olio esausto vegetale derivante da utenza domestica; la collocazione in diversi punti della città e delle frazioni di contenitori ove conferire l’olio esausto vegetale, senza alcun costo per l’Amministrazione e i cittadini. Con questa misura alziamo la qualità di vita delle persone, della città e dell’ambiente. Ed è una svolta culturale, civile e in linea con l’Agenda 2030 che vogliamo applicare anche localmente».  

16/10/2019 10:49:05 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy