Notizie » Politica Cavedon (Lega): “Il Pd chiede il referendum su otto parcheggi per tre mesi, perché non lo fece per la moschea?”

“Arriva novembre e il Pd umbertidese, in piena crisi di identità, con tanti suoi sostenitori pronti con la valigia in mano in direzione di Italia Viva, reduce dalla batosta alle elezioni regionali del 27 ottobre, scatena il finimondo per una manciata di parcheggi in piazza Matteotti”: non ci va leggero il capogruppo della Lega al Consiglio comunale di Umbertide, Lorenzo Cavedon che prosegue: “Una cosa deve essere presa subito in considerazione: la decisione, fin dallo scorso anno ha ricevuto il pieno appoggio della maggioranza dei commercianti di piazza Matteotti. Si tratta di una apertura di soli tre mesi, ovvero novembre, gennaio e febbraio per otto posti auto con disco orario. Quindi, il Pd di Umbertide, come al solito non ascolta le esigenze di chi ogni giorno alza la saracinesca del proprio negozio per far campare la propria famiglia ma pensa solo ai propri capricci”.    “Una seconda osservazione”, rimarca il capogruppo della Lega: “Il Pd si infervora e chiede a gran voce un referendum contro la decisione presa dalla giunta. Qui viene il bello. Come mai loro, che sono i più bravi, i più competenti, i migliori in assoluto, che ora si sono calati (malissimo e con scarsa credibilità) nei panni dei giustizieri, non hanno voluto sentire a suo tempo la voce dei cittadini sulla costruzione della moschea o su altre decisioni prese in passato che si sono rivelate fallimentari e dannose per la cittadinanza?”.   “Quella che può sembrare una banale domanda – conclude Cavedon - racchiude invece tutta l'arroganza e la totale mancanza di onestà intellettuale di un gruppo dirigente sonoramente bocciato a più riprese dai cittadini del Comune di Umbertide”.    

06/11/2019 17:46:19 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Sabato 9 novembre: Mobilitazione nazionale contro tutti i muri

Riceviamo e  pubblichiamo il comunicato stampa a firma del Coordinamento per la Pace – Umbertide – Montone - Lisciano Niccone.      Il 9 novembre 1989 cadeva il Muro di Berlino. E fu una grande festa. Era la fine della Guerra Fredda, della divisione dell’Europa e del mondo in due blocchi contrapposti. E l’inizio di una nuova storia.   Trent’anni dopo, molti altri muri minacciano i nostri diritti, i beni comuni, la nostra voglia di libertà e di giustizia. Molti sono stati innalzati negli ultimi anni. Altri sono ancora in costruzione nei nostri Paesi, in Europa e nel mondo. Non servono per proteggere ma per respingere, chiudere, rinchiudere, oscurare, dividere.   Contro tutti questi muri, che stanno chiudendo il nostro futuro, stanno distruggendo la nostra umanità, la pace e il sogno di una vita e di un mondo migliori, il 9 novembre 2019 in occasione della giornata di mobilitazione nazionale contro i muri della vergogna, ad Umbertide, insieme alle scuole del territorio, daremo vita ad un Flash mob all'ingresso di piazza Matteotti e con degli scatoloni costruiremo un muro. Ogni alunno, studente o persona potrà posizionare uno scatolone, questi potranno essere dipinti, arricchiti di frasi, foto e disegni contro i muri della vergogna.   Oltre ai lavori dei ragazzi ogni partecipante al Flash mob potrà utilizzare il muro per mandare un messaggio. Da un lato metteremo tutte le vergogne da abbattere. Dall’altro saranno illustrati i nostri muri maestri: la Costituzione, la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani,... Tutti i partecipanti abbatteranno insieme il muro.     Il Flash Mob inizierà dalle ore 10,00 e terminerà alle ore 16,00.     Con l’occasione raccoglieremo fondi per sostenere i programmi di educazione ai diritti umani.     Scuole partecipanti:   Primo e secondo circolo scuola primaria,   Istituto comprensivo Umbertide Montone Pietralunga,   IIS Campus Leonardo da Vinci.          

06/11/2019 10:34:08 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Nuovo laboratorio di prototipazione avanzata al Campus Da Vinci di Umbertide

Giovedì 07 novembre, alle ore 10.30, presso l'Aula Magna dell'Istituto, sarà presentato il nuovo Laboratorio di Prototipazione Avanzata del Campus "L. da Vinci" di Umbertide. Il Laboratorio è stato realizzato grazie al finanziamento di 75.000 euro dal Bando PON "Laboratori Innovativi", ha carattere altamente professionalizzante ed è orientato alla formazione tecnica, in particolare alla Meccanica, Meccatronica ed Energia. E' stato progettato dal gruppo dei Docenti Ingegneri dell'Istituto che hanno spinto molto sull'innovazione sia del setting che della strumentazione molto specialistica, altamente professionalizzante e capace di avvicinare le competenze acquisite dagli studenti a quelle richieste dalle imprese del settore meccatronico ed energetico ed anche di arricchire il know-how delle realtà aziendali o universitarie dove gli studenti opereranno. Il Progetto va ad arricchire l'interessante percorso di Laboratori specialistici del FABLAB dell'Istituto che occupa una vasta area del piano seminterrato dell'edificio e consta di un ampio spazio di coworking e di tre laboratori per la Robotica, la stampa 3D e la Domotica. Il nuovo Laboratorio di Prototipazione Avanzata rappresenta una spinta verso l'alta formazione tecnica degli studenti e, pertanto, si è scelto di acquistare strumentazioni con tecnologie molto avanzate come la stampante 3D a resina, la macchina a taglio laser, il banco prove per il calcolo dell'efficenza energetica degli impianti termici, la macchina per la prova Jominy che studia il comportamento degli acciai sottoposti a trattamenti termici e il durometro motorizzato che permette di poter eseguire, a scuola, prove professionale che trovano immediato riscontro nelle aziende metalmeccaniche nell’ambito del controllo dei materiali e del controllo qualità. La possibilità di utilizzare strumentazioni così avanzate costituisce un arricchimento notevole delle competenze specifiche degli studenti che frequentano il Campus di Umbertide. La numerosa e e innovative dotazione strumentale è stata allestita in uno spazio didattico, dinamico e flessibile, organizzato in due aree modulari di lavoro, la Modellazione e Prototipazione 3D e lo Spazio Test con l' obiettivo di migliorare l’efficacia dell’insegnamento delle discipline di indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia attraverso la metodologia “hand on”, esercitazioni pratiche ed esperimenti di laboratorio che coinvolgano di più gli allievi nel loro processo di formazione, appassionandoli alle discipline, mixando fare e conoscenza esperita anche in attività esterne alla scuola. L'area "Modellazione e Prototipazione 3D" è un percorso laboratoriale  integrato che va dalla progettazione alla realizzazione di componenti attraverso l’uso di tecnologie avanzate: stampante 3D a resine, macchina taglio laser, scanner 3D, workstation, pc performanti, schermi interattivi touch, mentre lo "Spazio Test" sospita varie isole con strumentazioni per testare le caratteristiche tecnologiche e meccaniche dei materiali e lo studio di sistemi energetici. Il Laboratorio è dotato di connettività in fibra ottica ed è arredato con tavoli modulari e seggiole impilabili, in modo da assemblare il tutto in varie composizioni per favorire la realizzazione di setting didattici molteplici e flessibili dove utilizzare anche schermi mobili interattivi touch per la condivisione e l’utilizzo con le varie strumentazioni presenti.  "Il Progetto ha la finalità di integrare e potenziare l’esperienza di apprendimento interattiva e coinvolgente intrapresa da anni nel nostro istituto che consenta di realizzare ambienti di apprendimento adatti ad un utilizzo costante e diffuso delle tecnologie nella quotidianità scolastica. Ciò consente anche  di verificare come e quanto l’impatto possa intervenire nei processi formativi degli studenti rendendoli più coerenti e spendibili nel mondo del lavoro, delle professioni e dell'Università, in un’epoca di trasformazioni dei linguaggi della comunicazione e della diffusione dei saperi", commenta la Preside Franca Burzigotti che ringrazia i numerosi docenti  che hanno progettato, realizzato e allestito il Laboratorio di Prototipazione Avanzata.

05/11/2019 17:07:43 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Il Lions Club Umbertide promuove anche quest'anno il concorso internazionale “Un Poster per la Pace”

Anche quest’anno i ragazzi delle scuole di Umbertide saranno gli autori degli elaborati che parteciperanno al concorso internazionale “Un Poster per la Pace” promosso localmente dal LIONS Club di Umbertide. Il concorso internazionale Un Poster per la Pace è aperto agli studenti che al 15 novembre hanno compiuto 11, 12 o 13 anni. La dirigente Prof.ssa Bartocci Gabriella e il Presidente dei LC di Umbertide Arch. Michele Farabbi hanno proseguito la collaborazione che ormai da anni suggella la cooperazione tra il Lions Club e gli Istituti Scolastici. Il Concorso Un Poster per la Pace è stato creato nel 1988 per dare ai giovani l’opportunità di esprimere il loro ideale di pace e la loro visione del mondo tramite le opere artistiche. Ogni anno, approssimativamente 350.000 giovani di oltre 75 paesi partecipano al concorso. Le idee e le realizzazioni dei ragazzi di Umbertide si sono fatte apprezzare a livello nazionale ed internazionale e anche quest’anno certamente non saranno da meno. Il vincitore sarà designato entro il giorno 15 di novembre a seguito di una selezione da parte di una Giuria di membri del Lions Club e di docenti e sarà sostenuto dal Lions Club di Umbertide a Livello Nazionale. I vincitori delle precedenti edizioni sono disponibili sul sito www.lionsclubs.org. Lions Clubs International è l'organizzazione di club di assistenza più grande al mondo, con 1,35 milioni di soci in oltre 210 paesi e aree geografiche.

04/11/2019 18:20:08 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Italia Viva, anche ad Umbertide nasce il partito di Renzi: Gabriele Tacchi il referente

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa del referente umbertidese del nuovo partito guidato da Renzi "Una nuova casa – afferma subito Gabriele Tacchi, referente ad Umbertide per Italia Viva - per tutti coloro che vorranno confrontarsi su come costruire un futuro migliore per la nostra città”.  “Seguo Matteo Renzi ormai da tempo, – ha spiegato Tacchi nella nota – E sono stato presente all’ultima Leopolda perchè credo fortemente che vada posta l’attenzione sui contenuti tornando a parlare d’impresa e crescita anche dal punto di vista del nostro territorio. Bisogna incentivare le imprese abbassando la pressione fiscale, bisogna riportare le aziende e gli imprenditori a investire sul nostro paese. Bisogna dare l’opportunità ai giovani di poter fare impresa sia nel piccolo che nel grande, con incentivi concreti. Proprio noi giovani, noi dobbiamo tornare a fare politica, quella bella e non quella fatta di personaggi e di slogan ma quella fatta di opinioni e contenuti e non quella che butta fango contro l’avversario solo perché si è sempre in campagna elettorale.” “Siamo ancora in una fase embrionale – conclude - Ma qualcosa si muove. E ora si cercheranno il maggior numero possibile di adesioni per far partire l’iniziativa a tutti gli effetti, guardando in particolare agli ambienti di centro e centrosinistra, ma non solo”.  

04/11/2019 18:00:29 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica FDI Umbertide analizza il voto delle regionali

Ad una settimana dalle elezioni regionali umbre Fratelli d'Italia Umbertide analizza i risultati del voto: "A una settimana dal voto è tempo di bilanci anche per Fratelli d’Italia e non mancano le soddisfazioni.  Il partito di Giorgia Meloni guadagna, per la prima volta nel cuore verde d’Italia, un consenso a doppia cifra con 43.433 voti al suo simbolo e una percentuale del 10,40; un risultato che neppure AN riuscì a conquistare, fermandosi nel 2005 a 21.931 voti (6,24 %). Oltre il doppio del consenso a cui si è arrivati attraverso anni difficili, segnati dalla confluenza nel Popolo delle Libertà all’ombra di una prosperosa FI, attraverso l’uscita di scena di Fini e, finalmente, la decisione della Meloni di ripartire con tenacia e riprendere la guida di una comunità letteralmente smarrita. Evidentemente, la leader di FDI in questi anni ha fatto un ottimo di lavoro e lo conferma un ulteriore dato: questo 10,40 % di consenso è stato costruito a ridosso della potente macchina da guerra della Lega che in Umbria ha inghiottito PD e M5S ma non FDI, terzo partito in Umbria e costantemente in crescita, alleato ma non subalterno. Guardando a Umbertide la soddisfazione è maggiore. FDI è in costante crescita, passa da 294 voti (4,19%) delle elezioni del 2015 a 508 voti (6,44 %),  di cui la metà circa assegnati con preferenza, a dimostrazione del forte legame del territorio con i candidati in lista. Tre i candidati maggiormente votati: Manuel Maraghelli (Città di Castello), Eleonora Pace (Narni) e Marco Squarta (Perugia). Singolare l’incursione della narnese Pace, seconda degli eletti dopo il record man delle preferenze Squarta, siederà per la prima volta in consiglio regionale e conta di far presto visita al sindaco Carizia. Anche a Umbertide il 2% di consenso guadagnato si presta a molteplici operazioni di confronto: una crescita locale era impensabile alla presenza di una amministrazione leghista in assenza di consiglieri di FDI, in consiglio comunale e in giunta, eppure FDI Umbertide cresce e lo fa nonostante lo sbalorditivo risultato della Lega umbertidese che si porta sopra la media regionale ma non lo fagocita. FDI -  lungi da arretrare -  torna a confermarsi seconda forza di coalizione, per il terzo spoglio consecutivo si porta davanti a FI, nonostante questa esprima anche il vicesindaco di Umbertide, peraltro in corsa per le recenti regionali. Il modello di coalizione a cinque punte del centro destra torna a ricevere la soddisfazione dell’elettorato umbertidese, ulteriore motivo per proseguire uniti e lavorare al risanamento della città".    

04/11/2019 17:49:08 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Pd Umbertide: “ancora parcheggi in piazza e meno servizi”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma del PD Umbertide riguardante la reintroduzione del parcheggio in Piazza Matteotti "Apprendiamo come la Giunta comunale abbia recentemente confermato la reintroduzione dell’area di sosta in Piazza Matteotti, un provvedimento che noi stessi avevamo definito come inutile, dannoso e antistorico visto il contesto in cui tutti i Comuni si stanno responsabilmente muovendo. E che tale si è rilevato lo scorso anno, creando soltanto i disagi previsti e immaginabili alla quotidiana frequentazione della piazza. Il tanto sbandierato buon senso avrebbe dovuto portare l’Amministrazione a ragionare con lungimiranza su un progetto concreto per la valorizzazione del nostro centro storico, portando la discussione in Consiglio e nelle Commissioni preposte affinché si potesse condividere anche con tutti i diretti interessati. Il Gruppo PD si era infatti subito mosso chiedendo al Comune di regolamentare lo strumento referendario per procedere alla consultazione dei cittadini, la maggior parte dei quali si è dimostrata contraria alla scelta insieme a tanti esercizi commerciali della zona centrale. Possiamo oggi constatare soltanto mesi di risposte disattese, contrariamente a quanto lo Statuto comunale prevede, e di superficialità in merito ad un provvedimento che disallinea Umbertide dal trend nazionale ed europeo in merito alla chiusura dei centri storici al traffico veicolare. I risultati del passato esperimento? Soltanto qualche auto e l’evidente compromissione della pavimentazione in più punti rovinata. Il monito che lanciamo è quello di pensare più a lungo a tutte le scelte amministrative, soprattutto quelle di interesse rilevante per la Città dove invece si denota la chiusura di importanti servizi, come lo sportello di Umbra Acque, e l’impoverimento di altri". 

04/11/2019 17:32:44 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy