Cultura » Mostre Tornano gli eventi speciali e il cinema di qualità al Metropolis di Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo   Con gli “Zeus” parte la rassegna “Un concerto al mese” L'associazione Effetto Cinema ha voluto recuperare una serie di titoli importanti della presente stagione che hanno trovato poco spazio nella normale programmazione o semplicemente dimenticati dai grandi circuiti cinematografici. Titoli che pescano a piene mani dall'ultima cinematografia europea e americana e verranno proiettati anche in lingua originale con sottotitoli in italiano oltre che nella consueta versione doppiata: lunedì 16 e martedì 17 è la volta di ANIMALI NOTTURNI, del regista e stilista Tom Ford, presentato alla scorsa Mostra del Cinema di Venezia: un racconto immerso nella cultura americana più decadente degli ultimi anni, quella dei super ricchi e dei super poveri. Thriller ironico quanto crudele sul tema della vendetta diretto da uno degli uomini più creativi del mondo. Pubblicato anche il programma dei concerti al Cinema Metropolis, denominato "1 concerto al mese"; si parte a gennaio con l'esibizione degli ZEUS! mercoledì 18 dalle ore 21,30: il duo formato da Luca Cavina al basso elettrico e voce (CALIBRO 35, Craxi, Incident on South Street) e Paolo Mongardi alla batteria (FUZZ ORCHESTRA, LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA, Fulkanelli, ex Jennifer Gentle e Rönin). Terzo album e nessun compromesso, ancora: ricerca spasmodica e continua della formula per massimizzare il minimo, moltiplicando esponenzialmente la tensione sonora di due soli strumenti, trasformandoli in una mitragliatrice che non s’inceppa mai, in una montagna russa impazzita. Il costo biglietto per il singolo spettacolo (rassegna o concerto) è di 5 euro.  

11/01/2017 14:37:55

Cultura » Mostre Umbertide: inaugurata ''LIBERARTE'' al cinema Metropolis

Riceviamo e pubblichiamo LIBERARTE – Un percorso artistico di comunità I lavori si possono ammirare nello spazio espositivo del cinema Metropolis Sabato 17 dicembre al cinema Metropolis di Umbertide la Comunità Terapeutica Torre Certalda e l’Unità di Convivenza Via Gagarin, strutture del Complesso Residenziale della Cooperativa Sociale ASAD, hanno inaugurato “LIBERARTE – Un percorso artistico di comunità”. Liberarte, scrive Luca Cerrao arte terapeuta, è una iniziativa che nasce con il proposito di condividere i frutti del laboratorio artistico che negli ultimi mesi ha visto coinvolti gli ospiti della comunità terapeutica e dell’unità di convivenza. I lavori, esposti nello spazio espositivo del cinema Metropolis sono appunti, segni, colori che nella loro spontaneità offrono uno spaccato dell’intenso vissuto degli artisti. L’allestimento propone opere su supporti cartacei, applicati su pannelli sottili che nelle loro linee fluttuanti rimandano all’idea di pagine; pagine strappate ad un libro che racconta storie talvolta sorprendenti. Protagonista dell’esposizione è il valore della libertà, come suggerito dal titolo, fortemente voluto dai partecipanti. Anna Maria Farabbi ha invece curato la parte letteraria esponendo un prezioso lavoro relazionale centrato sulla e nella poesia, che è tessitura ritmata, intima e intensa, tra silenzio e parola. Sono stati mostrati due lavori corali degli ospiti delle due strutture: l’installazione a terra de “La nostra marcia della pace da una riflessione sui passi di Aldo Capitini”, e un canto a tre voci scandito dal tamburo dell’oceano e dal bastone della pioggia sul testo inedito, “alfabeto biografico”, di Carmela ospite lei stessa della comunità di Torre Certalda, che ci ha lasciato alcuni mesi fa. “La nostra marcia della pace” è posta volutamente a terra e si tratta di un vero e proprio tappeto di identità, di impronte di mani e di piedi apparentemente ferme, ma significativamente in viaggio come una carovana di sale, verso il futuro. Questa povera e, al tempo stesso, ricchissima espressione artistica e esistenziale, insegna la bellezza del fare insieme attorno e dentro la parola, quando ogni segno è significativo della propria interiorità. L’opera è stata composta in un fare pensante e dialogante. Il tempo della sua lavorazione è stato di due mesi circa in appuntamenti quindicinali con gli ospiti della Comunità, tra settembre e ottobre 2016. Questo canto della pace è stato creato da creature non pacificate, come lo sono quasi tutte le creature del mondo, ma esprimere un passo corale costruttore di pace come questo, con lentezza, con pazienza e con fiducia, è offrire al mondo già la pratica concreta di una cultura della speranza. La bellezza significativa e emozionante di questi due lavori, due tra i molti già creati, permette di credere alla potenza efficace della poesia nell’orientare, recuperando armonie solidali e energie espressive. L’arte non concepisce barriere architettoniche, scaturisce pozzi malgrado le nostre carestie, coniuga gli esseri e le essenze degli esseri.

27/12/2016 11:07:11

Cultura MICHAEL ZURINO: ''Ripartiamo da valori e Cultura: i miei programmi per il 2017''

Riceviamo e pubblichiamo MICHAEL ZURINO: "Ripartiamo da valori e Cultura: i miei programmi per il 2017" Comunicato stampa: Come dichiarato nell'intervista di ieri sera, ho deciso di riconfermare la mia direzione e conduzione di due realtà formative.   "ARTIST ACADEMY Campus", che si svolgerà nel mese di Luglio 2017, si proporrà come luogo ideale per la formazione del cantante moderno. Non lo chiamerò "Talent" ne tantomeno "Reality" . Preferisco il termine "Accademia" ed i social saranno la sua unica vetrina. Nessuna vera competizione, solo studio ed un premio importante agli studenti più meritevoli.   Nessuna vera competizione, solo studio ed un premio importante agli studenti più meritevoli. Dall'altro lato, ad anno nuovo, lavorerò alla creazione di un Corso culturale nazionale aperto a tutti, che da tempo avevo a cuore di far partire. Anche questo verrà promosso via social e tratterà tematiche inerenti al religioso e al soprannaturale, in una società in cui temi simili vengono continuamente relativizzati e difficilmente compresi. Continuerà il mio impegno sociale con i miei brani (ne mancano 3 al termine dell'album), con i loro contenuti ed i loro messaggi. Anche se provenienti da un minuscolo esserino di appena 55 kg, la società ha bisogno di riconsiderare che esiste una "morale", esistono cose "giuste" e cose "sbagliate". Esistono dei valori, valori che vanno recuperati. Se mi sarà possibile dare il mio contributo, amerò spendere così il mio Tempo. Ripartiamo dunque da Cultura e valori.   Un felice 2017 a tutti. Con il cuore.

21/12/2016 13:31:55

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy