Cultura » Mostre Giornalisti di tutto il mondo ad Umbertide, alle Ceramiche Rometti per il lancio in anteprima mondiale dei nuovi prodotti cosmetici Fresh

Riceviamo e pubblichiamo Una grande vetrina per la prestigiosa manifattura umbertidese e per la nostra città e il suo territorio Giovedì 16 marzo ad Umbertide è stata presentata ufficialmente la nuova linea di cosmetici Fresh (Gruppo Guerlain) a base di argilla proveniente da Nocera Umbra con packaging ideato e realizzato dalle Ceramiche Rometti. Nato come piccolo negozio di cosmetici nel 1991 a Boston, Fresh è oggi una Maison di fama internazionale, espressione della bellezza pura. Un marchio che seleziona ingredienti naturali, texture ricche e frangranze irresistibili per offrire ai consumatori un’esperienza sensoriale senza pari. Questo dimostra l’eccezionalità dell’evento che ha coinvolto la nostra città grazie all’intraprendenza di Massimo Monini, titolare delle Ceramiche Rometti, che è riuscito a centrare una prestigiosa collaborazione che porterà l'arte ceramica umbertidese in oltre 300 profumerie di tutto il mondo. Durante la presentazione, alla quale hanno partecipato anche il sindaco di Umbertide Marco Locchi e l'assessore alla cultura Raffaela Violini, ha fatto gli onori di casa proprio il titolare dell’azienda Marcello Monini che ha salutato gli oltre 40 giornalisti di tutto il mondo presenti ad Umbertide. Monini ha ricordato di essere entrato nelle Rometti circa dieci anni fa essendo molto legato al territorio e alla terra umbra, cercando di riportare la manifattura umbertidese ai fasti degli anni ’30 del secolo scorso quando al suo interno collaboravano alcuni dei più famosi artisti nazionali. Ha poi evidenziato che la Rometti, come la Fresh, lavora con prodotti naturali, con la terra che ancora oggi viene presa in una cava etrusca. Il sindaco Locchi e l’assessore alla cultura Violini hanno voluto ringraziare Massimo Monini e la Rometti per aver portato ad Umbertide questo evento prestigioso che rappresenta un motivo di orgoglio ed è molto importante per far conoscere in tutto il mondo la nostra città, il suo territorio e l’Umbria intera. Hanno voluto poi ringraziare anche la Fresh, presente a questo evento ai massimi livelli, per aver scelto Umbertide e l’Umbria per lanciare questa nuova linea di prodotti. Hanno fatto presente infine che l’amministrazione comunale ha pensato ad un piccolo omaggio per i tanti ospiti in modo da invogliarli a tornare nel nostro territorio e nella verde Umbria, terra di eccellenze e di mani laboriose. Subito dopo i giornalisti sono stati accompagnati dal direttore artistico dell’azienda Jean Christophe Clair in un tour illustrativo delle varie tappe con cui vengono realizzati i contenitori in ceramica dei prodotti Fresh, fino al prodotto finale che esce dal forno. I giornalisti hanno potuto poi toccare con mano, nel vero senso della parola, come si realizza il manufatto in ceramica, dalla creazione e modellazione al tornio alla fase finale di pitturazione. Un’esperienza un’unica, in una delle manifatture artigiane più prestigiose dell’Umbria, che riporteranno nel loro Paese e che servirà loro per parlare di Umbertide, dell’Umbria e delle sue eccellenze.        

17/03/2017 14:51:45 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Umbertide: tutto esaurito per il ritorno sulle scene di ''Balera''

Riceviamo e pubblichiamo Si è conclusa con un altro tutto esaurito la serie di repliche di “Balera” che l’Accademia dei Riuniti ha riproposto al pubblico a ventidue anni dal suo debutto, con spettacoli al Teatro dei Riuniti di Umbertide ed al Teatro degli Illuminati di Città di Castello. Un evento che va aldilà della giusta soddisfazione per aver riproposto lo spettacolo che ha riscosso maggior successo tra il cospicuo repertorio dell’Accademia dei Riuniti ed ha contribuito, nella sua complessità, alla crescita del gruppo. Non solo, ma la particolarità dell’opera, che si dipana in una serie di movimenti scenici sottolineati da musiche e coreografie che delineano le situazioni storiche dell’epoca che va dagli anni ’30 e ‘40 fino ai giorni nostri, consiste nel fatto che, a differenza delle rappresentazioni del teatro tradizionale, non esiste dialogo e di questo lo spettatore si accorge solo dopo qualche tempo. Raccontare una storia, quella della “Balera” che fa da sfondo alle vicende, attraverso la musica e le coreografie potrebbe sembrare azzardato, ma l’accurato lavoro del regista Achille Roselletti e l’impegno di tutti i componenti dello storico gruppo teatrale umbertidese, hanno fatto sì che questo avvenisse compiendo quel miracolo che solo in teatro può avverarsi e far sentire lo spettatore coinvolto e pienamente consapevole del fatto che ciò che accade sul palcoscenico appartiene ai suoi ricordi ed a momenti particolari della sua vita. Uno spettacolo tutt’altro che scontato ed in continua evoluzione e lo dimostra il fatto che a 22 anni dal suo debutto e grazie a provvidenziali interventi del regista, si rinnova di volta in volta continuando ad emozionare, come ha fatto già tante altre volte, gli spettatori dei teatri in Italia ed all’estero. L’Accademia dei Riuniti può vantare una frequentazione costante dei palcoscenici di varie nazioni europee dove il teatro rappresenta, forse più che nella nostra stessa Italia, la maggiore attrattiva culturale, tanto che non c’è città dove non si programmino Rassegne e Festival che propongono i lavori di compagnie teatrali provenienti da tutto il mondo. Francia, Spagna, Gran Bretagna, Belgio, Svizzera, Grecia, Cecoslovacchia, Romania, Ungheria, Russia sono state a più riprese le mete delle principali tournées dell’Accademia che è stata tra le prime compagnie teatrali italiane, incluse quelle professionistiche, a presentare con successo i suoi spettacoli nei paesi dell’Est e ad ospitare ad Umbertide troupes provenienti dalle stesse nazioni. Un apporto concreto allo scambio tra culture diverse ed una conferma di come il teatro sia il tramite ideale per avvicinare i popoli e l’Accademia dei Riuniti di Umbertide, da par suo, può vantarsi di aver contribuito a questa evoluzione anticipando i tempi e continuando a mantenere rapporti con l’estero, nonostante le difficoltà che si sono venute a creare a causa della crisi economica che ha colpito pesantemente il settore della cultura. A questo proposito val la pena ricordare che Achille Roselletti, regista dell’Accademia e Direttore Artistico del Teatro dei Riuniti sin dalla sua apertura, viene invitato frequentemente all’estero, per far parte delle Giurie di importanti Festival teatrali oltre ad occuparsi della regia di spettacoli di compagnie straniere. Un’attività in continuo fermento, quella dell’Accademia presieduta dal presidente storico Luciano Bettucci e la ripresa di “Balera” oltre ad aver creato l’occasione per una entusiasmante ripresa di contatto con quel pubblico che ha sempre sostenuto l’impegno della Compagnia, ha messo in evidenza lo stretto legame della cittadinanza umbertidese con il mondo del teatro. Un’ulteriore conferma di come l’Accademia dei Riuniti abbia ben seminato su un terreno fertile ed attenda, a buon diritto, di raccogliere i frutti del suo prolungato ed intenso impegno nel campo della cultura.

15/03/2017 11:30:53 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Ha riaperto i battenti la Rocca di Umbertide con la mostra ''Intreccio''

Riceviamo e pubblichiamo E' una collettiva interamente declinata al femminile la mostra che è stata inaugurata venerdì 3 marzo nelle sale della Rocca e che ha aperto ufficialmente la stagione 2017 del Centro espositivo per l'arte contemporanea di Umbertide. “Intreccio” il titolo dell'esposizione a cura di Francesco Candelori e Joseph Roveto e con la partecipazione di Manuela De Leonardis, promossa da Galleria Grefti e Rocca – Centro per l'arte contemporanea. All'inaugurazione ha preso parte anche l'assessore alla Cultura Raffaela Violini che ha accolto con entusiasmo la collaborazione tra il Comune di Umbertide e la Galleria Grefti, ed ha sottolineato che quest'anno, in via sperimentale, la Rocca è stata aperta con qualche settimana di anticipo e dal mese di marzo fino al prossimo novembre ospiterà ben sette mostre, tra personali e collettive, che abbracceranno le varie forme d'arte, dalla scultura alla pittura passando per la fotografia, rispondendo alle esigenze di un pubblico vasto ed eterogeneo. Con “Intreccio” la Rocca lascia spazio alla creatività e all'estro artistico femminile visto che la collettiva è opera di sedici artiste, donne italiane e straniere che in questa mostra di respiro internazionale danno vita ad un vero e proprio intreccio di forme d'arte, di stili, di visioni, emozioni e sensazioni. D'altronde il filamento intrecciato dalla mano dell'artista è la metafora della visione estetica e morale della Galleria Grefti che con questa mostra alla Rocca visitabile fino al prossimo 26 marzo, mira a costruire e ricostruire un nuovo tessuto sociale, fatto di interazioni e collaborazioni, avvicinando all'arte la comunità locale. Un obbiettivo che Galleria Grefti tenta di raggiungere attraverso gli intrecci delle opere d'arte esposte nelle sale della Rocca, dai colorati e vivaci tessuti africani ritratti su tela alle dodici opere del progetto artistico “Il sangue delle donne” per condannare, attraverso l'arte, qualsiasi forma di violenza contro le donne. La mostra, visitabile tutti i giorni, dal martedì alla domenica, racchiude le opere di Virginia Ryan, Sofia Rocchetti, Betsy Lahassoise, Maimuna Feroze-Nana e una selezione di lavori tratti dal progetto artistico “Il sangue delle Donne” curato da Manuela De Leonardis, e realizzate da Alessandra Baldoni, Giovanna Caimmi, Rupa Chordia-Samdaria, Sara Ciuffetta, Kristien De Neve, Maria Diana, Victoria Manganiello, Elly Nagaoka, Virginia Ryan, Judy Tuwaletstiwa, Laura VdB Facchini, Nicole Voltan. Per informazioni: 340 5287529.

06/03/2017 11:41:53 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Cultura » Mostre Venerdì 3 marzo con la mostra ''Intreccio'' riapre i battenti la Rocca di Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo Verrà inaugurata venerdì 3 marzo alle ore 18 nei locali della Rocca e sarà visitabile fino al 26 marzo la mostra “Intreccio”, a cura di Francesco Candelori e Joseph Roveto e con la partecipazione di Manuela De Leonardis, promossa da Galleria Grefti e Rocca – Centro per l'arte contemporanea. Il filamento intrecciato dalla mano dell'artista è la metafora della visione estetica e morale di Grefti e del progetto al quale la galleria sta lavorando; “Grefti” (“innesti”, in Iialiano) per definizione significa infatti “unire e creare qualcosa di nuovo”. Il concetto di interconnessioni, fin dagli esordi alla base delle nostre intenzioni, è presente nella mostra collettiva “Intreccio”, esposizione di artiste che usano il tessuto nel loro lavoro. Con questa mostra, in collaborazione con il Centro per l’Arte Contemporanea La Rocca di Umbertide, Galleria Grefti vuole parlare alla comunità e al pubblico locale, e non solo agli “addetti ai lavori” e a chi è già familiare alla scena dell’arte. Nonostante i moti artistici dei ferventi anni del ‘900 alludessero ad un avvicinamento tra arte e vita, il sistema dell’arte ha creato un divario di prospettive e purtroppo un senso di attuale inaccessibilità verso tale mondo; con questa mostra quindi Galleria Grefti intende portare avanti il suo impegno di inclusione sociale e di collaborazioni. Venerdì 3 marzo alle ore 18 verrà inaugurata alla Rocca la mostra collettiva di artiste attive nel territorio ed internazionali che utilizzano il tessuto nella loro pratica artistica. Saranno presenti i lavori di Virginia Ryan, Sofia Rocchetti, Betsy Lahassoise, Maimuna Feroze-Nana e una selezione di 12 opere dal progetto artistico “Il sangue delle Donne. Tracce di rosso sul panno banco” curato da Manuela De Leonardis, e realizzate da Alessandra Baldoni, Giovanna Caimmi, Rupa Chordia-Samdaria, Sara Ciuffetta, Kristien De Neve, Maria Diana, Victoria Manganiello, Elly Nagaoka, Virginia Ryan, Judy Tuwaletstiwa, Laura VdB Facchini, Nicole Voltan. La mostra “Intreccio” sarà visitabile fino al 26 marzo negli ambienti del museo di Arte Contemporanea La Rocca e presso la Galleria Grefti in via Cibo, 10. Per informazioni: 340 5287529.

02/03/2017 16:22:30 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy