Categorie

Sport Il Volley Umbertide cede 3 – 1 a San Feliciano

Nella partita di esordio della seconda fase del campionato, le umbertidesi cedono per la prima volta l’intera posta, ma si mantengono comunque al secondo posto San Feliciano – La pausa di un turno tra la prima e la seconda fase del campionato, ha purtroppo interrotto l’ottimo ritmo gara raggiunto dalla squadra allenata da Maddalena Rosi. Certo, le biancorosse sapevano di trovare una compagine coriacea, contro la quale nel match disputato sullo stesso campo un paio di mesi or sono, nonostante il vantaggio di due set, avevano subito la rimonta delle avversarie, che alla fine si erano aggiudicate la sfida al tie break. E anche in questa partita le padrone di casa, difendendo praticamente tutto e trovando buoni colpi dai nove metri, hanno resistito fino in fondo e si sono aggiudicate l’intera posta. Una partita comunque molto combattuta, nel corso della quale, tra l’altro, le ospiti hanno piazzato ottime rimonte sia nel terzo che nel quarto parziale, ma hanno mancato la zampata finale che avrebbe consentito se non la vittoria piena, quanto meno di andare al gioco decisivo. La partita San Feliciano spinge molto al servizio in avvio, creando qualche problema alla ricezione delle biancorosse e portandosi sopra il break (12 – 5). Umbertide rimonta e con alcuni buoni attacchi di Leonelli accorcia (16 – 11), portandosi poi a – 1 (21 – 20). Ma poi si ferma lì, perché alcuni attacchi fuori misura consegnano il parziale alle lacustri (25 – 20). La musica cambia radicalmente nel secondo set, quando coach Rosi mischia le carte con alcuni cambi delle proprie schiacciatrici: l’ace di Sarnari vale il 5 – 10 e l’attacco vincente di Palazzetti il 6 – 12. Il solco rimane, anzi aumenta, perché l’attacco di Umbertide fa la voce grossa e le padrone di casa non riescono a difendere e tantomeno a toccare a muro. Finisce con in significativo 13 – 25 che fa ben sperare per il prosieguo della gara. Il terzo parziale resta in bilico, almeno fino al 10 pari, ottenuto con un ottimo muro di Moretti, che ferma l’attacco delle padrone di casa. Ma poi San Feliciano allunga, e nonostante il tentativo di rimonta di Umbertide, si aggiudica il frangente con il punteggio di 25 a 22. Alla ripresa del gioco San Feliciano difende all’inverosimile, mentre l’attacco di Umbertide stenta a  trovare la misura giusta. Nonostante non ci siano strappi decisivi, le padrone di casa si mantengono sempre in vantaggio di 2/3 punti, per poi piazzare l’allungo che le porta sul 20 – 12. A quel punto la partita sembrerebbe finita, ma Umbertide non ci sta e con Giorgi che suona la carica in attacco, il servizio di capitan Ubaldi e il muro di Moretti, si riporta a contatto. Ma sul 23 – 22 è fatale un errore al servizio di Umbertide e alla prima occasione San Feliciano fa suo il set (25 – 22) e il match. Una battuta d’arresto? Che San Feliciano abbia dato l’anima in campo, soprattutto in difesa, non è in discussione. Come non è in discussione il fatto che nel secondo set il gioco sfoderato da Umbertide sia quello che effettivamente può esprimere questa squadra. Ma anche quando la situazione di punteggio è sembrata nettamente a vantaggio delle avversarie, Umbertide non si è persa d’animo, ma è mancato qualcosa nei momenti decisivi del finale del terzo e quarto set. Anche perché, senza nulla togliere alle avversarie di turno, quando le umbertidesi giocano come sanno, anche un avversario coriaceo e volitivo come San Feliciano è alla loro portata. Certo, la vetta della classifica, con gli incroci della seconda fase, vede Libertas Perugia marciare a 42 punti, contro i 33 del Volley Umbertide. E dunque è proprio il caso di dire che in questa seconda fase le ambizioni di arrivare più in alto di tutte passeranno per le sfide dirette. Sfide che a questo punto saranno come quelle dei play off veri e propri, anzi forse più da dentro o fuori. Ma siamo ancora alla prima partita di questa fase; e di tempo perché i meccanismi trovino la loro migliore possibilità di funzionamento ce n’è ancora.   ESSEPI SAN FELICIANO AVIS MAGIONE – VOLLEY UMBDERTIDE  3 – 1 (25-20, 13-25, 25-22, 25-22)   VOLLEY UMBERTIDE: Ubaldi (C), Bianconi, Leonelli, Giorgi, Busti, Moretti, Sarnari, Palazzetti, Leveque, Fiorucci, Morbidoni, Girelli (L1), Giulietti (L2). N.e.: Beacci. Allenatore: Maddalena Rosi.   SAN FELICIANO VOLLEY: Marinelli, Baldoni, Costantini, Bonucci, Giunti, Angeletti, Andreini (L1), Bigi, Migni, Marchesini, Cosci, Belardoni, Dentini (L2). Allenatore: Matteo Cacciamani.      

11/02/2020 11:31:21 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Basket A2/F: Sconfitta di misura a San Giovanni Valdarno per La Bottega del Tartufo Umbertide

  La Bottega del Tartufo Umbertide subisce la seconda sconfitta consecutiva e rimane così a quota 20 punti in classifica. Le ragazze di coach Contu non riescono a violare il parquet valdarnese e cedono di misura 59-53. Avvio di partita con la PFU che stenta a trovare la via del canestro, tant’è vero che i primi punti da parte della formazione bianco-azzurra arrivano nella seconda metà del primo quarto. Primo periodo che si chiude 10-4 per le toscane. Nel secondo quarto le umbertidesi rimontano e si portano addirittura avanti, 19-15 a 2 minuti dall’intervallo lungo, ma nel finale arriva il pareggio delle sangiovannesi e si va al riposo sul 19-19. L’allungo delle padrone di casa arriva nel terzo quarto, che termina 40-29. Nell’ultimo periodo Giudice e compagne tentano la rimonta, ma la RR Retail riesce a controllare per il 59-53 finale. Doppia cifra tra le umbertidesi per Pompei con 13 punti e Prosperi con 12. Ottima prova di De Cassan, che produce 8 punti ed 8 rimbalzi. La PFU deve ora ritrovare la serenità e la mentalità utili a centrare il secondo obiettivo stagionale, il raggiungimento dei playoff, traguardo che Giudice e compagne, nonostante le difficoltà, non si lasceranno sfuggire. Prossimo impegno domenica 16 febbraio sul parquet di La Spezia. Domenica 23turno di riposo, nella giornata in cui si sarebbe dovuta disputare la partita contro Athena Roma, esclusa dal campionato. Si tornerà al Pala Morandi domenica 1 marzo, per la sfida contro Viterbo. Venerdì 6 marzo alle 20:30, quarti di finale playoff delle final-eight di Coppa Italia, con La Bottega del tartufo Umbertide che se la vedrà contro le padrone di casa di Moncalieri. RR RETAIL SAN GIOVANNI VALDARNO – LA BOTTEGA DEL TARTUFO UMBERTIDE 59-53 (10-4, 19-19, 40-29) S.G. VALDARNO: De Pasquale 11, Calamai 2, Bona 19, Rosellini 4, Missanelli 10, Parolai ne, Cecili, Egwho 2, Pieropan 7, Costa 4. All: Franchini UMBERTIDE: Pompei 13, G

09/02/2020 18:37:54 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Ad Umbertide successo per il 1° corso di difesa personale per non vedenti

Matt Murdock, giovane non vedente, combatte l'ingiustizia di giorno come avvocato e di notte nei panni del supereroe Daredevil.   È la storia fantastica prima di un fumetto e poi di un film di grande successo ma è anche la vita quotidiana di tanti ragazzi colpiti da disabilità costretti a battersi ogni giorno contro le ingiustizie di una società ipocrita che in troppi casi li considera come persone di serie b.   Domenica 26 gennaio a Umbertide, presso la palestra del Kodokan Fratta, si è svolto il primo corso nazionale di Difesa Personale per non vedenti. Sei coraggiosi pionieri con disabilità visive sono saliti sul tappeto per dimostrare a sé stessi e soprattutto a tutti quei ragazzi che non si sentono all'altezza che la difesa personale può essere praticata anche dai non vedenti.   “I ragazzi che hanno partecipato a questo progetto pilota – ha spiegato Mirco Diarena, direttore tecnico dell'Asd Kodokan Fratta – non sono supereroi ma semplicemente più determinati di tanti loro coetanei. Non gli piacciono le etichette che la società superficiale di oggi gli attacca e sono pronti a dimostrare, ogni giorno, che le vere barriere sono quelle della mente e che tutto o quasi è possibile se affrontato con la tenacia. In una sola giornata i ragazzi hanno appreso i movimenti fondamentali in grado da permettergli di difendersi da alcune tipologie di aggressione. Non ho utilizzato nessun metodo didattico innovativo ma il programma base che viene insegnato a qualsiasi praticante che mette piede in palestra. Il metodo di difesa judo è basato infatti sul contatto diretto con l'aggressore e a distanza ravvicinata la vista diventa un senso non fondamentale. In più i ragazzi non vedenti hanno una percezione dello spazio e degli altri talmente elevata che ha reso velocissima la fase di apprendimento dei primi movimenti rudimentali”.   Alla giornata di sport ha preso parte anche l'Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Umbertide Annalisa Mierla che ha portato i saluti della città ai partecipanti e che ha sottolineato l'importanza di fare rete tra le associazioni che propongono questi progetti, le amministrazioni e le Federazioni che si battono per i diritti dei disabili per permettere a tanti ragazzi e ragazze di vivere senza barriere la propria esistenza e realizzarsi in tutti campi, sportivo, sociale e lavorativo.   L'iniziativa pilota ha permesso in un solo giorno di sgretolare la falsa supposizione che un ragazzo/a non vedente sia un facile bersaglio. Adesso gli organizzatori si stanno adoperando per riuscire a diffondere questo messaggio e far capire a tanti ragazzi con disabilità visive che i limiti esistono solo per essere superati, soprattutto se fondati sull'ignoranza e il pregiudizio.    

29/01/2020 15:02:20 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Il Volley Umbertide non fa sconti e supera CLT con un netto 3 a 0

Nonostante una situazione di classifica più che tranquilla, le ragazze di Maddalena Rosi non fanno sconti e nemmeno calcoli, aggiudicandosi il match senza concedere nulla alle ternane   Umbertide – L’ultima fatica di questa prima fase di campionato, secondo le valutazioni di alcuni, avrebbe potuto essere la partita dei calcoli. Già perché i “matematici” in questione avevano avanzato l’ipotesi in virtù della quale, siccome la sfida diretta tra Narni e Colleluna era andata a favore della prima, che quindi si era portata a quota 33 e che, anche se raggiunta, sarebbe stata comunque prima in virtù di una migliore classifica avulsa, la terza piazza sarebbe stata migliore. Questo perché piazzarsi al terzo posto, sulla base degli incroci della seconda fase, avrebbe garantito di evitare il girone nel quale sarà presente Libertas Perugia, forte di 39 punti in classifica, con un ruolino di 13 vittorie su 14 partite e un quoziente set di ben 7,4. Dunque, sempre secondo i calcolatori di cui sopra, sarebbe stato meglio piazzarsi al terzo posto. Ma per fare ciò le ragazze di Maddalena Rosi avrebbero dovuto addirittura cedere l’intera posta in gioco nella sfida contro CLT. Cosa non improbabile e nemmeno impossibile, ma solo giocando sul campo. E siccome non si scende mai in campo per fare calcoli, le umbertidesi non ne hanno fatti, regolando le ternane del CLT con un sostanzioso 3 a 0. Segno che questa squadra non teme nessuno, tanto meno le avversarie che a causa degli incroci previsti dalla formula hanno accumulato punti e risultati da rullo compressore.   La partita Che coach Rosi avrebbe fatto di tutto per fare bottino pieno e per non cedere nulla, si era intuito fin dall’ingresso in campo dello starting six: diagonale Ubaldi Leonelli, schiacciatrici Bianconi e Busti, centrali Giorgi e Moretti, liberi Girelli e Giulietti. E si visto anche quando la partita è cominciata, con perentori parziali di 5 – 1 e 8 – 3. Leonelli spinge in attacco (9 – 4), Giorgi mura come sa (10 – 4) e Busti è superprecisa sull’attacco in parallela (11 – 4). Solo qualche distrazione consente alle avversarie di riavvicinarsi (13 – 10), ma dopo il time out le padrone di casa ricomiciano a macinare gioco: il primo tempo di Moretti conferma il + 7 (18 – 11) e Leonelli allunga ancora da zona 2 (21 – 12). Cambio di diagonale per le padrone di casa con l’ingresso in campo di Fiorucci in regia e Leveque e poco dopo è Giorgi che chiude il parziale con l’attacco di palla basa a terra (24 – 14) e con un altro muro vincente (24 – 18). Alla ripresa del gioco c’è abbastanza equilibrio, ma rompono gli indugi Busti (10 – 8) e Leonelli, che mette a referto tre attacchi vincenti (16 – 11) e due ace sul suo turno dai nove metri (20 -11). Allunga ancora Beacci appena entrata al posto di Moretti (23 – 13) e sull’errore in attacco di Terni scorrono i titoli di coda anche sul secondo frangente (25 – 15). Le ospiti rientrano in campo molto determinate e si portano a + 4 (6 – 10). Ma dura poco, perché le padrone di casa incidono molto al servizio ed è su una loro ricezione abbondante che Moretti piazza lo slash vincente del pareggio (10 – 10). Umbertide mette la freccia con il mani out di Sarnari (13 – 12) e le ragazze di coach Gargagli si vedono costrette a forzare molto, ma sbagliano altrettanto e consentono alle biancorosse di allungare ancora (19 – 13, 22 – 13). Tutto fila liscio per le umbertidesi, che chiudono il set (25 – 16) e il match con il primo tempo vincente di Moretti.   Un eccellente secondo posto La vittoria conquistata consente di raggiungere Narni a quota 33, che tuttavia, grazie al maggior numero di vittorie, è prima in classifica. Ma quei 33 punti valgono un secondo posto di tutto rispetto, anzi l’eccellenza. Una piazza d’onore conquistata con diverse indisponibilità, soprattutto negli ultimi tempi; e con la necessità di trovare l’amalgama giusta con quattro elementi nuovi rispetto alla passata stagione. I valori individuali e quelli di squadra alla fine sono emersi. E poco conta se nel girone che si andrà a comporre la prima della classe ha già 6 punti di vantaggio, perché la squadra guidata da Maddalena Rosi ha certamente acquisito la consapevolezza di potersela giocare con chiunque. E tanto che ci siamo, non sarà superfluo ribadirlo, di non fare calcoli né sconti. D’altra parte nella pallavolo non si pareggia e per dirla con Boniperti, se vincere non è importante, vincere è però l’unica cosa che conta. E queste ragazze hanno certo dimostrato che per loro l’unica cosa che conta è vincere.   VOLLEY UMBDERTIDE  - CLT TERNI  3 – 0 (25 – 18 , 25 – 15 , 25 – 16)   VOLLEY UMBERTIDE: Ubaldi (C), Bianconi, Leonelli, Giorgi, Busti, Moretti, Sarnari, Palazzetti, Leveque, Fiorucci, Beacci, Girelli (L1), Giulietti (L2). Allenatore: Maddalena Rosi.   CLT TERNI: Porcu (C), Bobbi, Petrozzi, Paciucchi, Bighi, Faedi, Manciucca, Bogdan, Zeduari, Laudizi, Troiani (L1), Gigli (L2). Allenatore: Cristina Gargagli   Arbitro: Stefano Fiorucci

28/01/2020 15:48:56 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy