Categorie

Sport Basket A1/F: Umbertide batte La Spezia e chiude la regular season a quota 20 punti

La Pallacanestro Femminile Umbertide batte La Spezia con il punteggio di 59-57 e conquista il ventesimo punto stagionale. Stagione regolare che termina con la salvezza raggiunta già da febbraio ed un settimo posto in classifica già confermato nel match contro Broni del 12 marzo scorso. Si può dire che anche quest’anno la PFU, sempre sotto la guida dell’insostituibile coach Serventi, è riuscita a vincere il suo ‘’scudetto’’.   Strepitosa Alessia Cabrini che mette a segno 20 punti, con un 100% da due, 57% da tre, 5 rimbalzi ed 1 assist per un totale di 19 di valutazione. In doppia-doppia il pivot Kierra Mallard con 12 punti e 10 rimbalzi.   Ora spazio ai playoff con Umbertide che sfiderà la decima in classifica, vale a dire Broni. Gara 1 verrà disputata al PalaBrera mercoledì 29 marzo alle 20:30. Gara 2 al PalaMorandi sabato 1 aprile sempre alle 20:30. Per accedere alla fase successiva contro Lucca (seconda in classifica) conterà la differenza punti tra le due gare.   Cronaca del match   Umbertide parte con un +5 con Mallard ed una bomba da tre di Cabrini. La Spezia però non sta a guardare e si porta addirittura in vantaggio ed è 10-7. Brown accorcia con 1/2 dalla lunetta ed il primo quarto si chiude sul 13-8 per le spezzine.  All’inizio del secondo periodo Premasunac cade dopo aver ricevuto una botta sullo sterno, la giocatrice croata uscirà in barella tra gli applausi di uno sportivo PalaMorandi. La PFU si rimette in marcia e con Brown, Cabrini da tre e Capitan Moroni agguanta le spezzine sul 16-16. Un contatto tra Brown e De Pretto, manda la guardia della PFU in panchina. La Spezia vuole scappare ma Clark ed una Cabrini in gran spolvero, riportano Umbertide a -1 e si v all’intervallo lungo sul 27-26 per La Spezia.  Si ritorna dalla pausa lunga con una straordinaria Cabrini che trascina Umbertide sul momentaneo 38-29, poi Mancinelli, Mallard e Dell’Olio, portano la squadra bianco-azzurra sul +15, massimo vantaggio punteggio di 46-31 e time-out chiesto da coach Barbiero della squadra ligure.  Le spezzine si rifanno sotto e chiudono il terzo periodo sul 46-39. L’ultimo quarto è vietato ai deboli di cuore. Ritmi altalenanti e Umbertide riesce a far sua la partita che termina con il punteggio di 59-57. Pallacanestro Femminile Umbertide – Carispezia La Spezia 59-57 (8-13, 26-27, 46-39) Pall. Femm. Umbertide: Giudice, Cabrini 20, Dell’Olio 2, Moroni 9, Clark 3, Pappalardo, Paolocci ne, Fusco, Brown 9, Bove, Mancinelli 4, Mallard 12. All. Lorenzo Serventi. Carispezia La Spezia: Striulli 9, Nori 5, Aldrighetti, Corradino 6, Premasunac 2, De Pretto 24, Brezinova 3, Bacchini 2, Linguaglossa 6, Carrara ne. All. Loris Barbiero  

26/03/2017 22:38:57 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Sport Basket A1/F : PF Umbertide, ultima di regular season al PalaMorandi contro La Spezia

Dopo la sconfitta rimediata sul parquet della capolista Gesam Gas Lucca, l’obiettivo della Pallacanestro Femminile Umbertide è quello di concludere in bellezza la regular season. Domenica 26 marzo al PalaMorandi arriva il fanalino di coda La Spezia. Le ragazze di coach Serventi dovranno andare a caccia del ventesimo punto stagionale dopo aver raggiunto la salvezza con grande merito ed in largo anticipo ed aver confermato la settima piazza della classifica.   Nonostante il divario in classifica tra le due formazioni, la partita sarà complicata per Moroni e compagne, ormai prive di Ilaria Milazzo fino al termine della stagione. La Spezia infatti vorrà fare bene in vista dei play-out e nella gara disputata al Palasprint il 19 marzo, ha dato filo da torcere alle avversarie del Fila San Martino di Lupari.   Tra le fila del roster allenato da coach Loris Barbiero troviamo il play Erika Striulli, con un passato in diverse realtà di A1 quali Lucca, Napoli, Cus Cagliari, Orvieto e La Spezia sponda Virtus. Inoltre in bianco-nero anche la nazionale Valeria De Pretto che sfiora i 15 punti di media a partita. Da gennaio le spezzine si sono rinforzate con l’arrivo del pivot Renata Brezinova.   Due ex di turno per l’occasione, Alessandra Markovic ed Elisabetta Linguaglossa.   La PF Umbertide risponde con la coppia a stelle e strisce Mallard e Brown. La prima è il pivot che sfiora 14 punti a partita, la guardia invece viaggia a 16,6 punti di media. Ottima prestazione nel match di Lucca per la guardia Elisa Mancinelli che ha sfiorato la doppia cifra totalizzando 9 punti, 4 rimbalzi ed 1 assist, ottenendo 13 di valutazione. Il play Chiara Fusco ha messo a segno, sempre nella partita disputata al PalaTagliate, i suoi primi punti in massima serie, una tripla sulla sirena.   All’andata al PalaSprint finì 79-56 per Umbertide, punteggio più alto ottenuto dalla squadra di coach Serventi in questa stagione.   Palla a due domenica 26 marzo alle 18 al PalaMorandi di Umbertide. 

24/03/2017 08:46:23 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Sport Basket A1/F: PF Umbertide, niente da fare contro la capolista Lucca

Non c’è partita per la PFU contro la capolista Lucca, al PalaTagliate finisce 87-46 per le toscane. Nonostante la pesante sconfitta arrivano segnali positivi, come il ritorno sul parquet di Emilia Bove che gioca per 7 minuti. Spazio anche alle giovani, Fusco (1998) mette a segno i suoi primi punti in A1 (una tripla allo scadere del match) e gioca fin dal primo quarto per un totale di 13 minuti di utilizzo, come nella gara contro Broni; Giudice (2000) gioca invece per 11 minuti e realizza un libero. Nell’ultimo quarto spazio anche a Paolocci, classe 1999. Ottima la prestazione di Elisa Mancinelli che sfiora la doppia cifra con i suoi 9 punti realizzati, inoltre la guardia bianco-azzurra cattura 4 rimbalzi e serve un assist, per un totale di 13 di valutazione. Da segnalare anche il 100% nei tiri da due di Veronica Dell’Olio che mette a segno 6 punti. La sconfitta non cancellerà di certo i grandi risultati che Moroni e compagne hanno ottenuto fino ad ora. La salvezza ed il settimo posto in classifica in un campionato con 12 squadre. Inoltre dobbiamo fare i conti con la sfortuna che ha colpito più di una volta la squadra bianco-azzurra, ai danni di Emilia Bove prima e di Ilaria Milazzo in seguito. Dobbiamo solo fare i complimenti ad un team dall’età media più bassa del campionato per essere andate oltre l’obiettivo stagionale.   Cronaca del match Harmon e Pedersen fanno subito 4-0 Lucca, Mallard sblocca il risultato per Umbertide ed è 4-2 dopo 50 secondi di gara. Lucca continua ad allungare e per Umbertide, Brown e Moroni piazzano due triple mentre Clark fa 1/2 dalla lunetta. Il primo quarto si chiude sul 28-11 per la Gesam Gas. Nel secondo periodo non cambia nulla. Lucca arriva a toccare quota 50 punti mentre la PFU si ferma a 17. Al ritorno dall’intervallo lungo è sempre Lucca a condurre la partita. Per le bianco-azzurre Moroni con una tripla, Mancinelli con 5 punti oltre a Brown e Mallard, portano la squadra umbertidese a quota 29. Nell’ultimo quarto le cose non cambiano, con coach Serventi che lascia spazio anche alle più giovani del gruppo ed allo scadere arriva la tripla di Fusco. Risultato finale 87-46 per Lucca.   Adesso rimane da giocare una partita nella stagione regoalre, in casa contro La Spezia domenica 26 marzo. Poi spazio ai playoff con la PFU che sfiderà la decima classificata in regular season. Le Mura Lucca- Pall. Femm. Umbertide: 87-46 (28-11, 50-17, 66-29) Le Mura Lucca: Battisodo 7, Landi 3, Tognalini 8, Pedersen 16, Dotto 9, Wojta 10, Harmon 17, Crippa 4, Miccoli 4, Salvestrini , Ndjock 8, Mandroni 1. Allenatore: Mirko Diamanti. Pall. Femm. Umbertide: Giudice 1, Cabrini 4, Dell’Olio 6, Moroni 6, Clark 3, Pappalardo, Paolocci, Fusco 3, Brown 12, Bove, Mancinelli 9, Mallard 4. Allenatore: Lorenzo Serventi. Arbitri: Maschietto di Treviso, Solfanelli di Livorno, Chersicla di Como.    

20/03/2017 12:49:31 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Sport BOLLA BLU: alla scoperta delle immersioni subacquee

Può sembrare strano parlare di immersioni subacquee in una regione come la nostra, priva di sbocchi sul mare. E  invece anche qui, in Umbria, è un'attività che sta prendendo sempre più piede. Ce lo dimostra l'associazione dilettantisitica Bolla Blu, che ha da poco festeggiato i suoi dieci anni di attività, e di cui fanno parte diversi cittadini umbertidesi. Un decennio ricco di soddisfazioni che il Presidente, Paolo Angioletti, insieme a Barbara Mischianti (Vicepresidente) ed Elisa Molinari (Consigliere) ci hanno voluto raccontare.  «Bolla blu è nata nel 2007 da un gruppo di amici con la passione per il mare e per le immersioni. Negli anni ha aumentato sempre di più il numero di iscritti organizzando corsi sub a tutti i livelli e vantando in un decennio più di 1000 brevetti. Per il momento i nostri corsi si volgono nella piscina di Ponte Felcino ma per il 2017 ci stiamo attivando anche per quella di Umbertide.» A chi sono rivolti i corsi  e chi si può avvicinare a questa attività? «La subacquea è aperta praticamente a tutti, dai 10 anni fino ai 100. Per iniziare i corsi serve semplicemente un normale certificato di idoneità sportiva. Non ci sono limitazioni fisiche, anzi, è addirittura praticata da disabili e portatori di handicap che sott'acqua trovano una libertà che invece non hanno in superficie.» Qual è l'aspetto più bello delle immersioni, secondo voi? «Il contatto con la natura sicuramente. Ci si ritrova a contatto con un mondo completamente diverso, con una flora e una fauna che di solito vediamo solo nei documentari. Le immersioni creano un rapporto speciale con il mare, facendo nascere la consapevolezza che è un bene enorme da tutelare. Ma anche il rapporto che si crea tra gli iscritti non è da tralasciare. È una forma di aggregazione, in cui si crea un bellissimo rapporto di gruppo.» Dove e ogni quanto vi ritrovate? «Lo Staff organizza immersioni domenicali e nei fine settimana all'Isola del Giglio, Giannutri, Isole Tremiti, Rapallo, Ventotene, Ponza, Isola d'Elba e in tutte le altre mete italiane di maggiore interesse subacqueo. C'è poi un appuntamento annuale con il viaggio invernale per esplorare i più bei paradisi subacquei del mondo, come ad esempio Maldive, Messico, Sudan ed Egitto. Quando il meteo non lo permette e in tutte le altre occasioni di festa non manca modo di riunirsi per simpatiche serate a tema, cene sociali, partite di calcetto, pic-nic e uscite fuori porta.» Un luogo comune legato alla subacquea è che sia un'attività pericolosa. «In realtà è molto sicura, più di sport comuni come il tennis ed il golf. La sicurezza è una parte importante delle immersioni, che va curata minuziosamente, controllando l'attrezzatura e rispettando le regole che i vengono insegnate durante i corsi.» A proposito di corsi, quali sono quelli organizzati da Bolla Blu? «Esistono vari brevetti, il primo livello è costituito dall'Open Water Diver PADI  che consente di conoscere tutte le nozioni di base della subacquea per poter poi effettuare immersioni in tutto il mondo in completa sicurezza, fino a 18 metri di profondità. Il livello successivo è il corso Advanced (fino a 39 metri). Esistono poi molti altri corsi speciali, dedicati ad esempio alle immersioni notturne, alla fotografia subacquea, relitti; ma soprattutto corsi salvamento e di primo soccorso.» Come si svolgono i corsi? «I corsi prevedono delle lezioni teoriche e pratiche in piscina, dove forniamo tutta l'attrezzatura necessaria, per poi terminare le ultime lezioni direttamente in mare.» E per quanto riguarda i costi? «I corsi hanno prezzi assolutamemente accessibili e anche durante le uscite è possibile noleggiare l'attrezzatura. Inoltre i brevetti non hanno scadenza e non hanno bisogno di alcun rinnovo.»  Per rimanere aggiornati su tutte le iniziative si può consultare il nostro sito internet www.bollablu.it o contattare i numeri: 3497857450 (Elisa), 3356775737 (Fabrizio - Istruttore).»

13/03/2017 17:40:19 Scritto da: Eva Giacchè

Sport Basket A1/F: Umbertide batte Broni e conferma il settimo posto, Serventi:''Dedichiamo la vittoria ad Ilaria Milazzo''

La Pallacanestro Femminile Umbertide batte la Techedge Broni, conquista il diciottesimo punto stagionale e conferma il settimo posto in classifica. Settimo posto che ha un grande valore, visto il difficile campionato con sole 12 squadre, ricordando che nei primi sei posti in classifica, ci sono solo le ‘’big’’, quelle squadre che ambiscono alla conquista del titolo.   Un’altra una vittoria per Umbertide, che torna a trionfare tra le mura amiche. Le ragazze di coach Serventi sono state autrici di un’altra impresa, visto che nella partita odierna e nelle successive fino al termine della stagione, non potranno contare sul talento di Ilaria Milazzo, play che ha contribuito in questa stagione con 10 punti di media a partita.   MVP del match il pivot Kierra Mallard con 23 punti e 26 di valutazione. In doppia cifra anche la guardia Antiesha Brown con 11 punti. Ella Clark ha messo a segno 9 punti, 7 rimbalzi e 4 assist con 19 di valutazione. Ottime prove anche per Veronica Dell’Olio con 8 punti e 13 di valutazione e per il play classe 1998 Chiara Fusco, sul parquet fin dal primo quarto e autrice di 2 assist.   A fine partita coach Serventi ha dichiarato: ‘’Dedichiamo la vittoria ad Ilaria Milazzo’’.   Encomiabile la coreografia realizzata dai Supporters Fratta, i quali hanno issato sul soffitto del PalaMorandi, una stella con scritto ‘’A1’’. La prossima infatti sarà la decima nella massima serie per la PF Umbertide ed aver partecipato per 10 anni al massimo campionato di basket femminile da una realtà di soli 16mila abitanti, avrebbe il valore di 10 scudetti. Uno striscione a bordo campo recita:’’E ora costruiamo insieme la decima stagione in A1’’.   Cronaca del match   Umbertide parte bene con Mallard a sbloccare subito il punteggio. Broni risponde con Ravelli e Stokes, ma Mallard, Cabrini e Clark fanno la voce grossa e la PFU termina il primo quarto in vantaggio 23-16. Nel secondo quarto le ragazze di coach Sacchi si riavvicinano minacciosamente. Proprio sulla sirena, Bonvecchio mette la tripla del -2. Si va all’intervallo lungo con Umbertide in vantaggio 31-29. Nel terzo periodo arriva il pareggio firmato Zampieri ed è 31-31. Umbertide però allunga, con Brown che si sblocca ed in poco tempo è in doppia cifra. 46-35 per la PFU al termine del terzo periodo. Nell’ultimo periodo Umbertide domina e con una tripla di Alessia Cabrini tocca il +24 sul punteggio di 65-41. Ormai resta solo di mantenere le distanze. Entrano le giovani Federica Giudice (2000), Francesca Conti (1998), Giorgia Paolocci (1999), oltre a Chiara Fusco (1998) in campo fin dal primo quarto e che ha sostituito egregiamente l’infortunata Milazzo. Finisce 65-46 e per Umbertide è una grande festa.   Pallacanestro Femminile Umbertide - Techedge Broni 65-46 (23-16, 31-29, 46-35) Pall. Femm. Umbertide: Giudice, Cabrini 6, Dell’Olio 8, Moroni 8, Conti, Clark 9, Pappalardo, Paolocci, Fusco, Brown 11, Mancinelli, Mallard 23. All. Lorenzo Serventi Techedge Broni: Stokes 10, Costa ne, Bratka 6, Strozzi ne, Ravelli 11, Zampieri 3, Bonvecchio 5, Soli 9, Baldan ne, Richter 2, Fusari. All. Roberto Sacchi  

12/03/2017 22:28:51 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy