Notizie » Politica Umbertide Cambia: nuovo ruolo per i Consigli di Quartiere

Riceviamo e pubblichiamo da Umbertide Cambia Non un voto contro le persone candidate, ma una astensione che ha un duplice significato: contestare le modalità di nomina dei consigli di quartiere e sollecitare una immediata modifica del regolamento che ne organizza il funzionamento, dando loro maggiore peso ed incisività. Umbertide cambia sintetizza così la posizione assunta in Consiglio Comunale rispetto alla nomina dei nuovi Consigli di Quartiere. “Occorre – ha detto Stefano Conti, consigliere comunale del movimento civico - uscire dall’idea dei consigli di quartiere intesi come proiezione dell’Amministrazione e dei partiti sul territorio, cioè come una sorta di rete di controllo, per farne invece un reale strumento di partecipazione, responsabilità sociale ed impegno civico. In questo senso abbiamo proposto di dotare questi organismi di maggiori funzioni e specifiche disponibilità finanziarie. Se dunque si intende veramente investire su questo strumento – ha aggiunto il consigliere di Umbertide cambia - è necessaria una modifica del regolamento, prevedendo anche la partecipazione di minori (16 anni), che avrebbero così la possibilità di fare una importante esperienza civica, e di cittadini stranieri, che potrebbero in tal modo dimostrare concretamente la loro intenzione di condividere una responsabilità nella organizzazione della comunità. Infine, è necessario consentire la partecipazione dei consiglieri comunali alle riunioni dei consigli nonchè prevedere un incontro periodico, almeno semestrale, tra i consigli di quartiere ed il consiglio comunale al fine di evidenziare le specifiche problematiche e le proposte operative”.

08/05/2015 14:07:42

Notizie » SLIDER Ospedale: attivata la nuova Rsa

Il 4 maggio è stata attivata la nuova RSA (Residenza Sanitaria Assistita) dell’ospedale di Umbertide con dieci posti letto, di cui tre già occupati, dedicati a quei pazienti per i quali non c’è la necessità di prolungare il ricovero ospedaliero ma che non sono ancora pronti per tornare al domicilio in quanto clinicamente complessi, con necessità di valutazioni multidisciplinari, di ulteriori cure o controlli clinici, di riabilitazione per il ripristino dei livelli di autosufficienza, di assistenza infermieristica estensiva non domiciliare o anche di riorganizzazione del contesto familiare. Venerdì 8 maggio il direttore generale della USL Umbria 1 ha visitato la nuova RSA insieme al sindaco di Umbertide, che ha sempre seguito attivamente ogni fase della sua realizzazione, dai lavori di manutenzione e strutturali fino all’arrivo degli arredi. Collocata al secondo piano nella parte antica dell’ospedale, la struttura si compone di 5 confortevoli camere con bagno e di un’ampia sala ristoro con televisore. Tutte le camere sono dotate di tv e di letti evoluti, con movimentazione elettrica a tre snodi. Nell’ambito della RSA l’azienda sanitaria si fa carico del comfort alberghiero e del personale infermieristico e socio-sanitario dedicato che è stato incrementato di 7 unità (4 OSS e 3 infermieri, mentre la coordinatrice è in comune con l’unità operativa di medicina), garantendo anche la consulenza dei medici ospedalieri specialisti e l’attività diagnostico-terapeutica che si avvale dei servizi esistenti nell’ospedale. La gestione clinica dei pazienti è invece affidata ai medici di medicina generale, che si sono già confrontati con la direttrice del Distretto Alto Tevere, Daniela Felicioni, apprezzando, anche sulla base delle prime esperienze di Città di Castello, questo tipo di offerta assistenziale intermedia e flessibile con accesso ai medici di famiglia e ai familiari. Questi nuovi 10 posti letto vanno ad ampliare l’offerta assistenziale intermedia della USL Umbria 1 che così comprende complessivamente 134 posti letto in tutta l’azienda: 44 posti letto a Perugia nella residenza Seppilli (ex Grocco), 20 nella Casa della Salute di Marsciano, 8 all’ospedale a Pantalla, 10 all’ospedale di Città della Pieve, 12 all’ospedale di Assisi, 16 all’ospedale di Città di Castello, 14 all’ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino e gli ultimi 10 all’ospedale di Umbertide. “La RSA – ricorda il direttore Giuseppe Legato - è un servizio di livello e intensità assistenziale intermedia, capace  di garantire l’integrazione e la continuità delle cure tra il livello ospedaliero, territoriale e domiciliare e al tempo stesso una maggiore appropriatezza del ricovero ospedaliero, con riduzione dei tempi di degenza e dei posti letto che devono restare riservati ai pazienti acuti”. Il ricovero in RSA ha come obiettivo finale il recupero dell’indipendenza del paziente e il rientro al proprio domicilio, ed ha una durata che va dai 30 ai 60 giorni.

08/05/2015 13:54:38

Notizie » Economia Montone: pubblicato il rendiconto finanziario 2014

Riceviamo e pubblichiamo Il Consiglio comunale di Montone in data 29/4/2015 con il voto favorevole della maggioranza ha approvato il Rendiconto dell’esercizio finanziario 2014, che nonostante i rilevanti tagli dei trasferimenti dello stato (per l’anno 2014 circa 70.000 euro) si è chiuso con un avanzo della gestione di competenza di circa 4.000 euro ed un avanzo di amministrazione di circa 44.000 euro. È stata quanto mai necessaria un’attenta valutazione, per poter reperire le risorse necessarie a compensazione del minor gettito; l’azione si è sviluppata e realizzata attraverso i tagli alla spesa (riduzione delle spese per l’acquisto di beni e servizi), l’introduzione della TASI, la revisione di alcune tariffe locali ed il recupero dell’evasione fiscale. In particolare sono state ridotte le spese per la telefonia mobile mediante revisione dei contratti in essere, i contributi sono stati assegnati alle sole associazioni che svolgono in maniera continuativa la loro attività per la comunità montonese ed  è stata ottimizzata la gestione della mensa e del trasporto scolastico. E’ stato inoltre rispettato il patto di stabilità evitando quindi le sanzioni conseguenti ad un eventuale sforamento dello stesso. Sono state adottate misure organizzative atte a garantire il tempestivo pagamento delle somme dovute per acquisti di beni servizi e forniture che hanno permesso  di realizzare un indicatore dei tempi medi di pagamento pari a -7,16 giorni (90 giorni limite massimo per l’anno 2014). Il limite di indebitamento per mutui o prestiti si è ridotto al 2,88%  contro un limite massimo previsto dalla normativa vigente pari all’8%. “In previsione di ulteriori tagli che saranno operati  dal governo centrale, abbiamo agito con particolare prudenza ed oculatezza, soprattutto riguardo alle spese di gestione” commenta Mirco Rinaldi, sindaco di Montone. “Abbiamo creduto necessario agire con estrema essenzialità e ciò ci ha  permesso di ottenere un avanzo di gestione di € 44.000,00” conclude.   Il Sindaco (Mirco Rinaldi)

07/05/2015 18:55:05

Notizie » SLIDER Il 24 maggio in marcia per dire no alla guerra

L'Anpi e il Coordinamento per la pace Umbertide- Montone -Lisciano Niccone hanno organizzato per domenica 24 maggio la seconda edizione della Marcia per la Pace “La memoria cammina con noi”. Dopo la marcia del 29 giugno 2014 con la quale sono state commemorate le vittime degli eccidi di Serra Partucci e Penetola, a cent'anni dallo scoppio della prima guerra mondiale e a 70 anni dalla liberazione dell'Italia dall'occupazione nazifascista, il 24 maggio prossimo, anniversario dell'entrata in guerra dell'Italia, si tornerà a marciare per dire “basta” ai conflitti e alle violenze che purtroppo interessano ancora gran parte del mondo. L'iniziativa, che gode del patrocinio di Regione Umbria, Provincia di Perugia e Comuni di Umbertide, Montone, Lisciano Niccone e Pietralunga, è stata accreditata dalla Presidenza del Consiglio del Ministri – Struttura di missione per gli anniversari di interesse nazionale ed è inserita nel programma ufficiale delle commemorazioni del Centenario della prima guerra mondiale. Domenica 24 maggio quindi la memoria della prima guerra mondiale e della lotta di liberazione si unirà alla memoria di tutte le guerre che si sono succedute in questi cent'anni; la marcia sarà l'occasione per riflettere sui tanti conflitti ancora in essere in molte parti del mondo, per denunciare il “silenzio complice” della comunità internazionale, per chiedere a gran voce il riconoscimento del diritto umano alla pace, per gettare le basi per una nuova cultura basata sul dialogo e sulla fraternità. Il percorso della seconda edizione della marcia “La Memoria cammina con noi” collegherà simboli importanti per Umbertide; si partirà alle ore 9 da San Faustino, scendendo per San Benedetto e percorrendo via dei Patrioti fino a raggiungere intorno alle ore 12 il Club Cremona, dove verranno inaugurati il Parco Cremona e il monumento eretto al centro dell'area verde in memoria dei caduti umbertidesi nella prima guerra mondiale. Si collegheranno quindi le storie dei partigiani della Brigata proletaria d'urto “San Faustino” e del gruppo di San Benedetto con la via che ad Umbertide ricorda i caduti della Grande Guerra e il Club Cremona, fondato dai volontari umbertidesi che combatterono nel Gruppo Cremona. Una marcia di 9,6 km, immersa nel verde delle campagne fino ad arrivare al cuore di Umbertide, per ricordare le vittime di quella che fu “un'inutile strage” e, attraverso loro, ribadire la necessità e il dovere di salvare le future generazioni dal flagello della guerra, nella consapevolezza che i conflitti non iniziano subito con le armi, ma camminano nell'indifferenza, nell'intolleranza, nella disuguaglianza e in tutte quelle azioni e parole che cancellano la dignità umana e i diritti fondamentali della persona e che minano la pace.

06/05/2015 17:48:34

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy