Notizie » Società Civile Giovani giornalisti al Campus da Vinci di Umbertide: 5 video dedicati a progetti del territorio

Un progetto regionale di notevole rilievo, è quello a cui hanno partecipato gli studenti del Campus Leonardo da Vinci di Umbertide. Nello specifico la classe 3A dell’indirizzo Economico – Sociale che, insieme ad altre 5 scuole dell’Umbria, ha aderito al Progetto Giovani Giornalisti per l’Europa, promosso dalla Regione Umbria e realizzato da Centro Per il Giornalismo di Perugia. Gli studenti dopo un periodo  di formazione con esperti del settore radiotelevisivo, coordinati dal Dott. Luca Garosi, hanno prodotto 5 video che presentano come sono stati utilizzati i Fondi Sociali Europei nel nostro territorio. Dal progetto "Baskin", alla "Casa Paradiso" di Città di Castello passando epr il Made in Italy dellì'azienda Renzini. Questi i titoli dei video prodotti dagli studenti umbertidesi, che possono essere votati da tutta la comunità per un sostegno al lavoro svolto con tanto impegno ed entusiasmo da ragazzi del territorio   1) Baskin: il Basket come momento integrativo per ragazzi con disabilità coordinati dal Prof, Silvio Bartolini https://youtu.be/AY3UyOKAMl0   2 )Progetto di vita indipendente: appartamento Casa Paradiso a Città di Castello per favorire l’autonomia di persone disabili https://youtu.be/WPA8qeqoUc4   3) Family Help: assistenza per le famiglie che hanno necessità attraverso l’aiuto di una persona attivata dal comune di Umbertide https://youtu.be/0oPJBpk_d9E   4) Il Campus Leonardo Da Vinci vola in Svezia per l’esperienza di alternanza scuola lavoro con la Prof.ssa Fioravanti Silvana, Prof.ssa Marta Ciancabilla https://youtu.be/Y_Cf1vGlT2I   5) Renzini , il Made in Italy che fa la differenza ditta di eccellenza nella Norcineria del nostro territorio che attraverso i Fondi Sociali Europei punta all’ecosostenibilità https://youtu.be/MXZhLtVmoN8   Ringraziamo per la collaborazione l’Assessore Luciana Bassini, l’Assessore Sara Pierucci e il Dott. Renzini, la Dirigente scolastica Prof,ssa Franca Burzigotti e tutti i ragazzi del Baskin e di Casa Paradiso.  

18/06/2020 11:56:59 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica L'Amministrazione Comunale: “La Rsa riapre, opposizioni smentite un'altra volta”

"Avevamo detto che avremmo fatto di tutto per far ripartire la Rsa all'interno dell'ospedale cittadino e che questo sarebbe avvenuto non appena si fosse placata l'emergenza sanitaria in corso". Inizia così la nota stampa a firma dell'Amministrazione comunale di Umbertide, dopo la comunicazione della riapertura dell'Rsa. "Eccoci qua a mantenere quello che avevamo annunciato. Infatti dal 22 giugno ci saranno dei posti letto per la Rsa di Umbertide. Le opposizioni avevano strumentalizzato la temporanea chiusura della Rsa, tanto da presentare un ordine del giorno (protocollo n. 7961/2020) firmato da tutti i consiglieri di Partito Democratico, Umbertide Cambia e Movimento 5 Stelle nel Consiglio Comunale del 23 aprile nel quale si chiedeva la riapertura immediata del servizio proprio nel momento di maggiore criticità dell'emergenza Covid-19. Per tutelare i nostri malati, l'atto è stato prontamente bocciato dai consiglieri di maggioranza. Noi abbiamo sempre sostenuto che la chiusura momentanea della Rsa era una scelta giusta e doverosa per proteggere i nostri malati più anziani e che passata la fase emergenziale dell'epidemia avremmo fatto di tutto per riattivare il servizio. L'analisi che avevamo fatto, condividendo la scelta sanitaria dell'Usl Umbria 1, era semplicemente basata sul fatto che il virus stava colpendo le persone più anziane che andavano curate o in medicina o a domicilio e non in una struttura potenzialmente a rischio. Non ci sembrava un ragionamento tanto difficile da comprendere, ma si vede che la contrapposizione politica della minoranza non può fare a meno di andare sempre e comunque contro. Alla faccia della collaborazione e della responsabilità annunciate all'inizio della pandemia".   

18/06/2020 09:28:10 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Altotevere La pizza del “Ternano” più forte del Covid-19. Torna nel centro storico di Città di Castello l'attività che da 53 anni accoglie generazioni di tifernati

La pizza de “Lu ternano” ha resistito anche al Covid-19. Dopo 53 anni di attività ha riaperto stamattina a Città di Castello la storica “Pizzeria Express” della famiglia Manni, con Vincenzo e Stefania Febino, rispettivamente 83 e 77 anni di età, protagonisti di una delle più belle storie di resilienza ai tempi della pandemia da Coronavirus.  “Vincenzo e Stefania riaprono per amore del loro lavoro e per amore di Città di Castello”, hanno sottolineato stamattina il sindaco Luciano Bacchetta e l’assessore al Commercio e Turismo Riccardo Carletti nel far visita ai proprietari dell’attività di corso Vittorio Emanuele. “Questa pizzeria rappresenta la storia della nostra città, perché per mezzo secolo tutte le generazioni di tifernati l’hanno frequentata da giovani e poi da adulti”, hanno detto Bacchetta e Carletti, che hanno rimarcato come “la ripartenza di questi professionisti, che sono una eccellenza della nostra comunità da decenni, sia un bellissimo segnale, perché dimostra come il desiderio tornare alla normalità sia davvero forte”. “Professionalità come quelle di Vincenzo e Stefania sono d’esempio in momenti come questi, in cui bisogna tirare fuori tutte le energie e le qualità, ma anche la passione e l’attaccamento al lavoro”, hanno detto Bacchetta e Carletti, che hanno portato il simbolico saluto dell’amministrazione comunale, insieme al ringraziamento per il messaggio di fiducia che è venuto dalla loro iniziativa.   “Noi non ce la facciamo a stare in casa, sono settant’anni che stiamo al pubblico”, hanno raccontato Vincenzo e Stefania, che fin da bambini sono stati abituati a dare il proprio supporto al sostentamento delle famiglie. “Questa pizzeria è la nostra vita, da quando ci siamo trasferiti a Città di Castello non ci siamo più spostati, abbiamo riaperto anche per dare un contributo alla vitalità del centro storico e un messaggio di fiducia, soprattutto ai giovani, nel riprendere il cammino e andare avanti”, hanno spiegato i coniugi Manni, nel ricordare le generazioni di tifernati che sono passate davanti al bancone e che da oggi sono tornati a servire. “Chi adesso è nonno da bambino veniva a prendere la pizza qui” è l’aneddoto di Vincenzo e Stefania che più di tutti ha testimoniato l’affetto dei tifernati nell’incontro con il sindaco e l’assessore, che nel 2017 li avevano omaggiati con una targa ricordo per il traguardo dei 50 anni di lavoro in città. La storia della famiglia Manni affonda le radici nel lontano 1962, a Roma, a due passi dalla Basilica di San Paolo, quando Vincenzo, originario di Terni, e Stefania, nata nella Capitale, iniziarono a impastare lievito e farina per poi trasferirsi a Città di Castello e aprire la “Pizzeria Express” il 15 ottobre del 1967. Grande appassionato di calcio e tifoso della Ternana, Vincenzo ha sempre esibito in negozio bandiera e foto ricordo della mitica promozione in serie A dei rossoverdi di Corrado Viciani nel 1972, ma nel cuore ha sempre avuto anche i colori biancorossi del Città di Castello, grazie all’amicizia con il compianto storico del calcio tifernate, Siviero Sensini, che veniva in pizzeria con la squadra dopo ogni vittoria casalinga. “Oggi riapriamo nel rispetto di tutte le norme di sicurezza e delle distanze, anche se qui tutte le raccomandazioni sull’igiene sono sempre state di casa, perché abbiamo sempre avuto il massimo scrupolo nel servire la nostra pizza, insieme al piacere di prepararla con ingredienti di prima qualità”, hanno sottolineato Vincenzo e Stefania.

17/06/2020 18:42:26 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Il sindaco Carizia ai volontari della Croce Rossa Italiana: “Dietro le vostre divise ci sono persone con un grande cuore”

  “Nel corso dell'emergenza il volontariato ha avuto un ruolo importantissimo nel gioco di squadra con le Amministrazioni per rispondere quotidianamente ai bisogni della cittadinanza”: queste le parole di riconoscenza che il sindaco Luca Carizia ha espresso alla delegazione ricevuta in Comune del Comitato locale di Città di Castello della Croce Rossa Italiana, formata dal presidente Francesco Serafini e dai volontari umbertidesi Neusa Dos Santos e Giorgio Bistoni.   Nel corso dell'incontro il presidente Serafini ha elencato tutte le attività svolte dal Comitato nel periodo dell'emergenza Coronavirus con tutte le realtà territoriali in cui ha operato, che hanno compreso oltre al Comune di Umbertide anche i territori comunali di Città di Castello, Montone, Monte Santa Maria Tiberina e Lisciano Niccone.   In 85 giorni di servizio presso l'ospedale cittadino sono stati svolti 170 turni per un totale di 340 volontari impiegati. Gli 883 uomini e donne impiegati nei servizi di pronto spesa e farmaco hanno effettuato 575 interventi, raggiungendo 1.975 persone. Per quanto riguarda la Spesa Sospesa, sono stati raccolti 3.465 kg di generi alimentari e ammontano a 1.340 kg quelli attualmente distribuiti. La locale Cri, dal Comitato Nazionale ha ricevuto circa 8mila buoni spesa (dal valore complessivo di 32mila euro) e a Umbertide ne sono stati consegnati 40.   In 343 uscite i mezzi del Comitato hanno percorso in totale 22.255 km. Nello specifico le ambulanze ne hanno percorsi 2.818, le autovetture 16.757, l'autocarro in dotazione 690 e l'ambulatorio per il prelievo sierologico 1.990. Nel corso dell'iniziativa “Save the trucker”, organizzata in collaborazione con Anas nelle aree di servizio della E45, i 54 volontari del Comitato hanno assistito 780 automobilisti e 410 autotrasportatori. Nei 18 giorni di servizio sono state distribuite circa 3mila mascherine, consegnati 730 flaconi di gel igienizzante e 410 confezioni di guanti in nitrile. In totale, dal 1º marzo al 12 giugno, 2.250 i volontari impiegati. “Dietro le divise che indossate – ha proseguito il sindaco - ci sono persone con un grande cuore e con una grande anima che hanno supportato in tutto e per tutto tanti nostri concittadini. A nome di tutta la nostra comunità vi diciamo un sentito grazie per l'opera messa in atto”.           -------- Messaggio Inoltrato --------   Oggetto: Il sindaco Carizia ai volontari della Croce Rossa Italiana: “Dietro le vostre divise ci sono persone con un grande cuore” Data: Wed, 17 Jun 2020 12:25:41 +0200 Mittente: comunicazione 

17/06/2020 13:01:30 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Leonella Zucchini riconfermata presidente Ass. Genitori “Insieme per...”

Dopo l’intesa attività svolta durante il lock down, volontari di nuovo al lavoro per organizzare iniziative dedicate alla lettura Umbertide, 15 giugno 2020 - L’Associazione Genitori “Insieme per…” di Umbertide ha rinnovato le proprie cariche sociali riconfermando alla guida la presidente Leonella Zucchini, coadiuvata dal vicepresidente Aldo Manuali. L’assemblea, che si è riunita virtualmente su piattaforma internet, ha nominato anche i componenti del Consiglio Direttivo: Laura Rossi, Mirella Luiz Vieira, Paola Landi, Paola Pambianco, Valentina Radicchi, Valentina Santucci e Carla Arcangeli nella funzione di segretaria.  L’Associazione Genitori “Insieme per…” è nata nel 2004 con l’obbiettivo di promuovere iniziative a sostegno della genitorialità, aprendosi ad una nuova dimensione sociale dove i figli sono percepiti non solo come figli propri ma soprattutto come figli dell’intera comunità, che quindi deve essere attenta ai bisogni e alle esigenze di bambini e ragazzi nelle varie fasce di età.  Tra i numerosi progetti a cui negli anni l’associazione ha aderito c’è anche “Nati per leggere”, iniziativa finalizzata a promuovere la lettura sin dalla tenera età, attraverso laboratori per genitori e letture animate per i più piccoli.    Un’attività che non si è interrotta nemmeno durante il lock down perché se l’emergenza Covid 19 ha costretto le biblioteche alla chiusura, l’Associazione ha continuato a proporre momenti di lettura rivolti ai bambini utilizzando modalità alternative, da internet al telefono. Nei mesi di marzo e aprile infatti l’Associazione Genitori “Insieme per…” ha aderito all’iniziativa “Favole al telefono” promossa da Medem in occasione del centenario della nascita di Gianni Rodari che ha visto bambini e ragazzi di tutta Italia ricevere una piacevole telefonata da parte di un volontario dell’associazione che ha letto loro una delle tantissime favole dello scrittore e pedagogista italiano, proprio come faceva il ragionier Bianchi con la sua bambina quando era lontano da casa, nella celeberrima storia da cui l’iniziativa trae il nome.  Inoltre l’Associazione ha sfruttato anche le nuove tecnologie proponendo sulla propria pagina Facebook una serie di videoletture pensate per i più piccoli e accessibili a tutti.  Ora con la fine del lock down i volontari sono già al lavoro per organizzare nuovi momenti di incontro dedicati alla lettura negli spazi aperti della città.   

16/06/2020 12:45:54 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Pd Umbertide: “Attrezzarsi per riaprire in sicurezza le scuole”. Presentata interrogazione urgente

Il Governo ha messo a disposizione 330 milioni per l'edilizia scolastica "leggera" in vista della riapertura a settembre. Sono fondi PON che il Ministero dell'Istruzione metterà a disposizione la prossima settimana attraverso un avviso pubblico. Già da subito gli Enti locali potranno accreditarsi sulla piattaforma amministrativa per ottenere le credenziali per poter accedere al bando che uscirà la prossima settimana, in modo tale che dalla fine di questo mese i fondi possano essere immediatamente utilizzabili. “Va considerato - dichiara il PD Umbertide - che questa Amministrazione non è riuscita ad aver finanziato sino ad oggi alcun intervento relativo all'edilizia scolastica a differenza degli altri comuni umbri (e quello relativo alla scuola materna di via Morandi è precedente al suo insediamento). A settembre è necessario riaprire le scuole in sicurezza e nel rispetto delle norme vigenti”.   “Tramite il nostro gruppo consiliare abbiamo presentato subito un’interrogazione urgente per sapere: 1) se questa amministrazione è a conoscenza delle risorse disponibili e se si sta attrezzando per la partecipazione al bando relativo, per consentire alle scuole del Comune di Umbertide di riaprire in assoluta sicurezza e rispettando le normative vigenti; 2) quali azioni ha messo in atto l'amministrazione comunale per rimodulare i servizi di trasporto e di mensa rispettando le normative e coniugando il tutto con le difficoltà delle famiglie; 3) se rispetto allo scorso anno per il servizio di asilo nido si prevedono riduzioni di accessi o, auspicabilmente, si sta pensando ad una organizzazione diversa degli spazi (in attesa finalmente di una struttura nuova e oramai indispensabile)."                

15/06/2020 12:18:30 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica PD Umbertide: “prende il via il centro di riuso pensato anni fa”

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa a firma del PD Umbertide sull'apertura del centro di riuso e l'Osservatorio Verso rifiuti zero «Sabato verrà inaugurata una delle componenti fondamentali di un progetto nato anni fa e che indiscutibilmente dovrà essere approfondito nuovamente riportando il dibattito in Consiglio e nelle sedi opportune. Ricordiamo infatti che tra pochi giorni Umbertide vedrà l’apertura del suo centro di riuso, localizzato nella zona Industriale Madonna del Moro e nato tempo fa dalle idee sorte in seno alla discussione condivisa tra Amministrazione e associazioni del campo energetico-ambientale, partita nel 2011 con la costituzione dell’Osservatorio Verso rifiuti Zero. Proprio quest’ultimo è il format partecipativo che è stato oggetto di un nostro ordine del giorno portato oramai un anno fa in Consiglio con il quale, accolto all’unanimità da tutta l’assemblea consiliare, avevamo riproposto di attualizzare e adattare ai nuovi standard le odierne questioni ambientali presenti sul nostro territorio locale. Tra le quali appunto quella delicatissima della gestione dei rifiuti per la quale Umbertide si è distinta con risultati promettenti in termini di raccolta differenziata, un traguardo importante ma da considerarsi non più sufficiente in un contesto globale di approccio integrato per la riduzione, il recupero e il riciclo dei prodotti di rifiuto. Per questo l’apertura del nuovo centro deve essere affiancata da un’attività ulteriore di sensibilizzazione alla pratica della ri-valorizzazione di quello che molto spesso siamo portati a considerare scarti, oggetti esauriti dei cicli di produzione. Il centro rappresenta quindi un solido tassello nello schema circolare dell’economia e del trattamento dei rifiuti stesso, il quale permette sostanzialmente un allungamento in termini di vita utile di oggetti e altro materiale recuperabile e non per forza spazzatura come forse spesso si è portati a considerare. Per questo abbiamo chiesto come Gruppo PD, insieme alle altre forze di opposizione, che si riporti al più presto il dossier in terza commissione per avvalorare l’iter al quale la nostra proposta ha dato il via; riattivare il sopracitato Osservatorio darà sicuramente una visione di ampio respiro alle problematiche ancora presenti a Umbertide e nelle frazioni, stringendo Istituzioni e cittadini attorno ad alcune considerazioni ineluttabili circa le prospettive future del tema e trovando quindi quella giusta sinergia per un percorso programmatico sulle risorse ambientali. Una strada indirizzata al riuso che dovrà essere percorsa insieme, a partire dai comportamenti rispettosi del singolo fino alla capacità di programmazione dell’amministrazione che più volte abbiamo incalzato. Insomma una sfida utile oggi e imprescindibil»

12/06/2020 14:10:56 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Tree Events, wedding & party planner di Umbertide ottiene un prestigioso premio del settore

Tree Events Wedding & Party Planner di Umbertide ha ricevuto il premio Wedding Awards 2020 della categoria Wedding Planner. Una grande gratificazione per questo professionista del settore dei matrimoni che lo riconosce come uno dei migliori fornitori del settore.   Anche quest’anno Matrimonio.com, parte del gruppo The Knot Worldwide, leader globale nel settore nuziale, rende noti i nomi dei professionisti e delle aziende che hanno ottenuto un Wedding Award 2020. Da 7 anni Matrimonio.com assegna questi premi con l’obiettivo di riconoscere l’eccellenza dei servizi offerti dalle aziende del settore nuziale in Italia. Inoltre, l’edizione del 2020 passerà alla storia perché implica il riconoscimento di migliaia di professionisti che hanno dovuto dimostrare il proprio amore per i matrimoni e l’impegno che va oltre la celebrazione di un matrimonio. Hanno dimostrato di essere in grado di adattarsi a improvvisi cambi di data, dare supporto alle coppie, affrontare mesi di inattività e gestire il proprio staff nei momenti di crisi.   Attualmente, questi premi si basano su oltre 7 milioni di recensioni di coppie registrate sul portale a livello globale. Una cifra importante e in continua crescita, motivo d’orgoglio e di motivazione per le aziende che ambiscono a vedersi rinnovato il riconoscimento anno dopo anno. Nel 2020 il premio assume un’importanza ancora maggiore, poiché in questo periodo difficile permette ai vincitori di dimostrare la qualità del loro lavoro.   I Wedding Awards vengono dati al 5% delle aziende con il maggior numero di recensioni positive di tutte le categorie tra più di 60.000  aziende, tenendo conto anche della qualità e della professionalità dei servizi offerti. Il protagonismo viene dato agli sposi che, con le loro recensioni scritte dopo aver usufruito dei servizi per il loro matrimonio, sono coloro che decretano i vincitori. Proprio per questo motivo, questo premio è diventato un punto di riferimento nel settore e un certificato di garanzia per le coppie di futuri sposi.   “Con questi premi, vogliamo arricchire il settore nuziale riconoscendo l’impegno e la professionalità e aiutare le coppie a trovare i servizi e i prodotti per le loro nozze. Inoltre, quest’anno vogliamo mettere in risalto l’ottimo lavoro svolto da tutti coloro che amano i matrimoni e danno un servizio di qualità nell’ambito di un settore che ha risentito fortemente di questa situazione inaspettata a causa del COVID-19” afferma Nina Pérez, CEO di Matrimonio.com. “Siamo consapevoli del momento complicato che stanno vivendo molti professionisti dei matrimoni e sappiamo che stanno lavorando sodo per gestire al meglio la situazione e per questo, ora più che mai, meritano che il loro impegno venga premiato.”   I premi Wedding Awards vengono assegnati alle aziende di queste 19 categorie: Banchetto, Catering, Fotografia, Video, Musica, Auto matrimonio, Trasporto invitati, Partecipazioni, Bomboniere, Fiori e decorazioni, Animazione, Wedding Planner, Torte nuziali, Sposa e accessori, Sposo e accessori, Bellezza e benessere, Gioielleria, Luna di miele e Altri servizi.        

11/06/2020 18:01:58 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy