Notizie » SLIDER Bilancio: nota dell'assessore Tosti

Riceviamo e pubblichiamo Qualcuno, più che dire la verità, continua a mistificare la realtà. Ci dispiace dover contraddire quanto affermato sulla stampa dall'opposizione ma, purtroppo per loro, il Comune di Umbertide gode di un bilancio sano e in salute, con un avanzo di amministrazione di 1.186.611,88 euro che l'Amministrazione utilizzerà per investimenti utili per il territorio. La nuova contabilità ci obbliga a costituire un fondo per i crediti difficilmente incassabili, tra i quali vogliamo ricordare i proventi dall'accertamento tributario, i crediti che il Comune vanta nei confronti di Umbra Acque e le imposte dovute ma non ancora pagate dai cittadini. É evidente che si procederà a far pagare quanto dovuto, anzi nei prossimi mesi l'Amministrazione metterà in campo tutte le misure necessarie per far fronte al mancato pagamento delle imposte, ma questo accantonamento ci consente di avere tempistiche più lunghe. D'altronde il fondo veniva già costituito nei bilanci ogni anno, semplicemente da quest'anno si aggiunge questo ulteriore accantonamento. Comprendiamo che a qualcuno possa dispiacere sentirsi dire come stanno veramente le cose, ma questa è la realtà: il Comune di Umbertide vanta una situazione contabile solida e tranquilla che ci fa guardare con fiducia al futuro. Quando saranno approvati, entro il mese di luglio, tutti i bilanci e le misure di riaccertamento, magari sarebbe utile per le opposizioni fare un raffronto con i Comuni della stessa nostra dimensione demografica, così scoprirebbero che il Comune di Umbertide è molto più virtuoso di quanto oggi, in maniera strumentale ed imprecisa, sostengono. 

16/06/2015 11:38:05

Notizie » SLIDER Bilancio: Umbertide Cambia risponde all'assessore Tosti

Riceviamo e pubblichiamo In merito al bilancio comunale Umbertide cambia risponde alle affermazione dell'Assessore Tosti con il seguente comunicato stampa: “La delibera approvata in Consiglio Comunale titola: disavanzo straordinario di amministrazione, approvazione modalità di ripiano. Noi l’abbiamo chiamata “operazione verità”, ma vediamo che fatica ad essere ammessa, pur tuttavia sappiamo che ci vuole tempo per elaborarla. Ed allora insistiamo ed aiutiamo l’assessore al Bilancio Tosti in questa elaborazione. Nel suo comunicato, Tosti sostiene che esiste un “avanzo di amministrazione di 1.186.611,88 euro” anche dopo il riaccertamento dei residui, che rimane però un gioco solo formale di poste spalmate negli esercizi di competenza (vedi tabelle inserite nella delibera). Dunque si tratta di un accertamento sulla carta. Fatto sta che il disavanzo di amministrazione, dopo l’accantonamento, in base ai nuovi principi contabili, consiste di €. 1.033.152,08 e sarà ripianato in 30 anni per un importo annuo pari a 34.000 euro circa. Questa somma, che per Tosti indica la prudenza dell’Amministrazione, ed in particolare la sua notevole consistenza, sottolinea  la difficoltà, o meglio l’impossibilità, di esigere i crediti pregressi. E conferma che i bilanci precedenti erano in qualche maniera certamente legittimi, ma fittizi. Se a questo aggiungiamo il fatto che il Comune avrebbe potuto, secondo legge, utilizzare quote di avanzo destinate ad investimenti non si capisce perché, con un avanzo di bilancio come si afferma, ciò non sia avvenuto.  Ribadiamo la nostra disponibilità a ragionare in termini costruttivi, ma al tempo stesso auspichiamo da parte dell'Amministrazione una informazione corretta, soprattutto per il rispetto che si deve ai cittadini”.                                                                                                                              Gruppo consiliare Umbertide Cambia                                                                                                                              Associazione Umbertide Cambia

16/06/2015 11:33:51

Notizie » Società Civile Saggio spettacolo del Centro Studi Danza

Lunedì 15 giugno, alle ore 21.15, presso l'Anfiteatro del Parco Ranieri si terrà il saggio spettacolo dell'Associazione Centro Studi Danza di Umbertide che da 30 anni ormai opera nella città svolgendo quotidianamente attività di formazione nel campo della danza. Il Centro Studi Danza nasce infatti nel 1985 per proporsi nella città di Umbertide come un luogo di formazione nell’ambito della danza e delle discipline ad essa complementari. La presenza dei diversi e qualificati insegnanti, che si sono susseguiti nel corso degli anni, e il continuo scambio di contatti e di esperienze, rendono il centro un luogo stimolante sia per chi vuole fare della danza un arricchimento culturale della propria vita quotidiana, sia per chi sceglie la danza come professione. Lo spettacolo di chiusura dell’anno scolastico 2014-2015, sotto la direzione artistica dell'insegnante Maria Paola Fiorucci (laureata all'Accademia Nazionale di Danza in Roma) e l'organizzazione del Centro Studi Danza in collaborazione con Tree Events di Barbara Cagnini, porterà più di cento ragazzi dai 4 ai 25 anni a ballare sotto le stelle. Quest’anno gli allievi dei corsi di educazione al movimento, propedeutica alla danza e tecnica accademica si esibiranno in una serie di estratti di balletti che ripercorrono i 30 anni di attività della scuola,  quali “La Bella Addormentata nel Bosco”,  “Alice nel Paese delle Meraviglie”, “Cenerentola”, “Tango” e “Pinocchio” con coreografie riadattate da Maria Paola Fiorucci, Marzia Magi, Daniela Pascolini e Marta Benvenuti.  Anche le altre discipline insegnate nella scuola saranno protagoniste della serata, ovvero il Modern Jazz con il pezzo “Naturae Elementa Hominum” coreografato da Francesco Mariottini e Giulia Lampredi,  la Danza Hip Hop e Break con la coreografia “Red Lines” di Mattia Maiotti e Jenny Mattaioli e la Danza Contemporanea con il pezzo “By the way” del maestro Roberto Costa Augusto.

14/06/2015 15:55:02

Notizie » Politica Umbertide Cambia su disavanzo di amministrazione

Riceviamo e pubblichiamo “Operazione verità sul bilancio comunale: riuscita”. Il gruppo consiliare e l'Associazione Umbertide cambia, presieduta da Gianni Codovini, entrano nel merito della azione di ripiano presentata in occasione dell'ultimo Consiglio Comunale. “L’Amministrazione comunale – spiega il movimento civico - ammette finalmente l'esistenza di un disavanzo, pari a 1.033.152 euro, come sempre Umbertide Cambia ha sostenuto ed evidenziato.  Anche se c’è voluta una nuova legge sulla contabilità degli Enti locali e le rilevazioni della Corte dei Conti, ora la consistenza del bilancio del Comune di Umbertide è più aderente alla realtà. Il risultato finanziario negativo è dato sostanzialmente dal riaccertamento straordinario dei residui, approvato dall’attuale Giunta e dalla maggioranza che la sostiene e con la nostra opposizione. Ciò era evidente da tempo (il sindaco Locchi e l’assessore al Bilancio facciano al riguardo un’altra operazione verità), ma l’ostinata volontà  delle Amministrazioni di questi ultimi anni di difendere una realtà costruita solo sulla carta ha portato da ultimo ad una paradossale situazione: il 29/4/2015 l’Amministrazione approva formalmente il rendiconto dell’esercizio 2014, accertando al 31.12.2014 un avanzo di amministrazione pari a 2.158.659, ma il giorno dopo è costretta a rideterminare il risultato reale, che va a meno 1.033.152 ! Si tenta di salvare la forma, ma non si può nascondere la sostanza delle cose. Ora questa cifra va ripianata e un costo c'è: correttamente la Giunta, secondo legge, ha approvato un piano di finanziamento che va dal 2015 al 2044, pagando ogni anno una quota di 34.438,40 euro, importo che deve essere garantito, come essa stessa sostiene, o da una “riduzione delle spese correnti” o da “una espansione delle entrate”. Fuori dai denti: o si tagliano i servizi o si aumentano le imposte. Un bel risultato per il Comune, comunque! Quello che rende ancor più grave la situazione è che l’Amministrazione arriva a questo disavanzo dopo aver venduto anche tanti gioielli di famiglia: Aimet, immobili comunali, palazzina dell’Asl.  A proposito: si vuole vendere adesso anche il cimitero? Ciò non è bastato a fare cassa dal momento che, come di nuovo la Corte dei Conti ha evidenziato (22 aprile) per il 2013 e l’organo dei Revisori dei Conti per il 2014, l’Amministrazione continua a fare “un massiccio ricorso” all’anticipazione di Tesoreria. Cioè, in mancanza di liquidità, essa va in banca si fa anticipare i soldi e ci paga salati interessi, che sono ammontati per il 2014 a circa 48.507 euro. La criticità della situazione finanziaria del Comune nonché il senso di responsabilità che ci contraddistingue ci inducono, comunque, a fare quadrato intorno a questo problema di (s)bilancio, che grava sui cittadini. Perciò, nella nostra autonomia e opposizione alla Giunta, contribuiremo con le nostre proposte a riformare una gestione che ha bisogno di idee nuove e metodi nuovi. Un’altra operazione di verità.                                                                                                                 Il Gruppo consiliare di Umbertide Cambia                                                                                                               Associazione Umbertide Cambia

13/06/2015 11:44:08

Notizie » Politica Umbertide Cambia: sullo sport il PD fa catenaccio

Riceviamo e pubblichiamo Tutti d’accordo, tranne il PD. Così “salta” la richiesta di anticipare la discussione in Consiglio Comunale sull’ordine del giorno in materia di politiche dello sport, presentato da Umbertide cambia. Documento che interviene anche sulle convenzioni per la gestione degli impianti sportivi, in scadenza al 30 giugno. “Avremmo voluto discutere l’ordine del giorno prima della scadenza delle convenzioni, che sono una parte significativa delle politiche sportive e rappresentano un importante impegno finanziario per l’Amministrazione”, spiega il Consigliere di Umbertide cambia Stefano Conti. “Per tutto questo – aggiunge - debbono essere portate in sede di Consiglio Comunale. C’è poi una questione di merito. Chiediamo infatti precise condizioni. Intanto che ci sia un bando e che questo sia approvato in Consiglio. Che lo stesso bando consenta di stipulare convenzioni pluriennali, per dare al gestore anche la possibilità di programmare investimenti sulle strutture. Che vengano inoltre previste precise condizioni che giustificano l’impegno di denaro pubblico: un bilancio sano e trasparente delle società assegnatarie, la presentazione di un progetto scritto, una dettagliata rendicontazione delle spese annualmente sostenute, l’impegno a partecipare al tavolo per lo sport educativo”. “La condizione principale che giustifica l’erogazione di contributi pubblici – afferma Conti -  è infatti l’attività sociale e formativa svolta dalle società sportive a livello di settore giovanile, e questa deve essere incardinata in un quadro operativo complessivo, condiviso e rispettato, coordinato appunto dal Tavolo, strumento di progettazione e partecipazione che può realmente contribuire a migliorare i contenuti educativi alla pratica sportiva”. Umbertide cambia

12/06/2015 22:03:26

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy