Categorie

Attualità » Primo piano Il rigonfiamento insospettisce una cassiera, arrestato un pregiudicato

E’ entrato in un esercizio commerciale di Ponte San Giovanni, alla periferia di Perugia e dopo essersi aggirato tra gli scaffali, si è recato verso l’uscita senza presentare alcun articolo in pagamento. Ma alla cassiera del supermercato non è sfuggito l’atteggiamento dell’uomo, un 24enne rumeno ed il fatto che la giacca che indossava appariva stranamente rigonfia all’altezza dell’addome. Insospettita, si è subito alzata dalla propria postazione dirigendosi verso il rumeno per tentare di fermarlo ma questi, vistosi scoperto, l’ha spintonata per guadagnare l’uscita. Ma la fuga ha avuto breve durata poiché l’uomo è stato visto dall’equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine in servizio di controllo del territorio mentre usciva di corsa dal supermercato.  Bloccato e perquisito, la Polizia gli ha trovato sotto la giacca generi alimentari alcuni appena asportati dal supermercato ed altri verosimilmente asportati da altri esercizi e la cui provenienza è in corso di verifica. Oltre alla refurtiva, in tasca teneva un coltello a serramanico con lama di 7 cm. Accompagnato in Questura, dagli accertamenti l’uomo è risultato gravato da pregiudizi per reati contro il patrimonio. Arrestato per rapina impropria e denunciato a piede libero per il possesso dell’arma, su disposizione dell’autorità Giudiziaria è stato collocato ai domiciliari presso la sua residenza in attesa del rito direttissimo.

30/10/2017 12:34:52 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Rinvenuta un'auto utilizzata per furto di rame

Proseguono i controlli straordinari del territorio disposti dal Questore Francesco Messina anche nell’area di Assisi. Nella serata del 28 ottobre, la Squadra Volante del Commissariato assisano, unitamente a personale del Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche e della Polizia Municipale del Comune di Bastia Umbra, hanno fermato ed identificato 150 persone, delle quali 20 sono risultate gravate da pregiudizi di polizia. Sono stati passati al setaccio i centri di aggregazione maggiormente in voga, i vicoli del centro storico, le aree verdi più frequentate specie nelle ore serali e notturne dai giovanissimi della zona. Sono stati effettuati controlli anche agli avventori dei locali etnici e dei circoli ricreativi della periferia. Durante il pattugliamento del territorio, la Squadra Volante ha controllato un’autovettura parcheggiata in modo sospetto nei pressi del cimitero di Santa Maria, nei pressi della linea ferroviaria. Dalle verifiche l’auto è risultata compendio di furto perpetrato poche ore prima nel territorio di Spello. All’interno dell’auto, trovata in buone condizioni ma ormai senza benzina, sono stati rinvenuti dei cavi elettrici parzialmente composti di rame. Verosimilmente i ladri avevano sottratto l’auto e l’avevano utilizzata per commettere furti del prezioso materiale finché la vettura non era rimasta senza carburante. La macchina è stata riconsegnata al suo legittimo proprietario e sono in corso gli accertamenti per l’identificazione dei responsabili.

30/10/2017 12:22:22 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Due arresti per droga a Foligno e Gualdo Cattaneo da parte dei Carabinieri

Continua senza sosta l’impegno dei Carabinieri della Compagnia di Foligno nell’attività di contrasto agli stupefacenti. A finire nella rete degli investigatori nello scorso fine settimana due ragazzi, tratti in arresto in due distinte operazioni. Il primo a Gualdo Cattaneo dove i Carabinieri della Stazione di Bevagna, con l’ausilio di quelli della locale stazione, hanno arrestato un giovane studente universitario in esecuzione di un'ordinanza che dispone la misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Spoleto. I fatti hanno origine la scorsa estate quando i Carabinieri di Bevagna, coordinati dalla Compagnia Carabinieri di Foligno, hanno dato corso ad una serie di controlli finalizzati al contrasto nell’uso di stupefacenti e l’abuso di alcool fra i giovani del territorio. I militari, sulla base delle informazioni acquisite nel corso dei servizi, hanno focalizzato la loro attenzione verso un 27enne di Gualdo Cattaneo, considerato punto di riferimento per i giovani assuntori di marijuana della zona. Seguendo quindi l’ipotesi investigativa dello spaccio, i Carabinieri hanno acquisito numerosi riscontri riuscendo a documentare altrettanto numerose ed abituali cessioni di stupefacente da parte dello studente in favore di decine di ragazzi, anche minori, soprattutto nei fine settimana quando l’indagato, che vive fuori regione per motivi di studio, rientrava a casa. Tutti gli elementi raccolti dai Carabinieri sono risultati idonei per ritenere la sussistenza dei gravi indizi di colpevolezza in capo al giovane gualdese, permettendo così al GIP di Spoleto di emettere il provvedimento restrittivo. L’arrestato è stato quindi sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione di Gualdo Cattaneo, interrompendo così la sua consolidata attività di spaccio, rivolta soprattutto a ragazzi molto giovani. Il secondo arresto invece a Foligno, dove i militari del NORM, nel corso di un controllo di prevenzione presso la stazione ferroviaria, hanno intercettato due giovani che alla vista dei militari hanno cercato velocemente di allontanarsi dallo scalo ferroviario dividendosi. Il loro comportamento ha fatto quindi insospettire i Carabinieri che li hanno bloccati sottoponendoli a controlli più approfonditi. Nel corso della perquisizione personale a carico di uno dei due infatti sono stati trovati due involucri in cellophane, uno contenente 6,5 grammi di marijuana e l’altro 25 grammi di hashish. Dato l’esito positivo del controllo, l’attività di ricerca è stata estesa anche al domicilio del giovane dove gli operanti hanno rinvenuto altri residui di hashish e materiale vario per il confezionamento. Il ragazzo, un 32enne del posto, nullafacente e con precedenti di polizia, è stato quindi dichiarato in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida nel corso della quale il Giudice ha disposto per lui l’obbligo di dimora nel comune di Foligno, l’obbligo di permanenza notturna presso la propria abitazione e l’obbligo di presentazione presso gli Uffici di Polizia per due volte al giorno.          

26/10/2017 12:06:43 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy