Notizie » SLIDER “PER SEMPRE NOI” : UNA GIORNATA DEDICATA ALLA PREVENZIONE DEL MELANOMA

L’Associazione “Per sempre noi” si conferma realtà concreta e presente del nostro territorio: nata 3 anni fa in ricordo di Riccardo Bianchi scomparso prematuramente, si è contraddistinta fin dall’inizio nell’organizzazione di eventi  che puntano a diventare elemento costante nel corso degli anni. Mentre fervono, infatti, i preparativi dell’ormai terza edizione del  Torneo “Per sempre noi” in programma quest’anno per il 28 maggio, l’associazione è impegnata ad organizzare per la prima volta un evento mirato alla prevenzione medica gratuita  del melanoma. Grazie all’aiuto e alla collaborazione di un’equipe di dermatologi, membri dell’associazione umbra “No al melanoma Onlus”, fondata qualche anno fa da alcuni medici e professionisti perugini con lo scopo di promuovere la ricerca e la prevenzione del melanoma, i ragazzi umbertidesi  sono stati in grado di mettere in piedi una giornata che li rende particolarmente orgogliosi: sabato 7 maggio sarà possibile eseguire una valutazione dermatologica per nevi GRATUITA presso gli ambulatori della Fisiomedical di Umbertide, che ha gentilmente concesso gli spazi. Circa 90 i posti a disposizione. Sarà possibile accedere alle visite SOLTANTO  effettuando la prenotazione al numero 3392267131, contattabile da giovedì  28 aprile a giovedì  5 maggio dalle 18.00 alle 20.00.

29/04/2016 15:37:41 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide Cambia: il rendiconto 2015 si regge sulle stampelle

Riceviamo e pubblichiamo “E’ un bilancio che si regge sulle stampelle”. Stefano Conti, Umbertide cambia, ha rappresentato così il rendiconto 2015, approvato in Consiglio Comunale con i soli voti del PD. “Le stampelle sono: una gestione tecnica competente che surroga l’assenza di scelte politiche coraggiose, il costante ricorso alla anticipazione di tesoreria, improprio e costoso per i cittadini dato che si pagano interessi, la contabilizzazione di residui ancora ingenti e per una parte “anziani”, cioè troppo vecchi per essere credibili. Dall’altra parte il consuntivo rivela una spesa in aumento e mal distribuita, aliquote tributarie applicate al massimo, un conto economico negativo ed un valore del patrimonio netto minore rispetto all’esercizio precedente. Dunque mancanza di liquidità, vendite del patrimonio immobiliare che servono a coprire le esigenze di cassa, alle quali si fa fronte anche con anticipazioni dei pagamenti richiesti ai cittadini, come nel caso della tariffa sui rifiuti il cui saldo è anticipato al mese di novembre. La mancanza di liquidità condiziona inoltre la gestione delle manutenzioni ordinarie, per le quali gli uffici debbono fare salti mortali pur di garantire il servizio indispensabile”. Da cui la necessità evidenziata dal consigliere di Umbertide cambia di “mettere in campo misure finalizzate al contenimento ed alla modifica strutturale della spesa e ad una maggiore velocità di riscossione delle entrate”. Quali i motivi di queste difficoltà. Conti ne individua alcuni: “Il pesante fardello lasciato dalle amministrazioni precedenti, l’aumento della morosità nei pagamenti, il taglio dei trasferimenti statali, ma anche l’incapacità di questa amministrazione di introdurre soluzioni efficaci, in grado di recuperare una condizione finanziaria migliore e dare risposte concrete alle esigenze di una società che cambia”. “Una amministrazione – aggiunge il consigliere di Umbertide cambia – che troppo spesso ricorre ad una informazione distorta, come nel caso dei pagamenti dei fornitori, che rivelano una tempestività in miglioramento, ma ancora lontana dai 30 giorni previsti dalla legge”.  “Ciò nonostante – ha concluso Conti – se l’amministrazione intende partire da una base di chiarezza noi siamo pronti ad affrontare con responsabilità istituzionale la situazione. Anche per questo abbiamo chiesto un confronto nella competente commissione con i revisori dei conti ed il responsabile dei servizi finanziari”. Umbertide Cambia

29/04/2016 15:29:41 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Comunicato dei ''renziani'' alla dirigenza PD Umbertide

Noi " renziani" prendiamo atto della gre­ttezza politico e culturale di coloro ch­e oggi " comandano" nel PD umbertidese. ­ Di fronte a contestazioni di natura poli­tico amministrativo che noi da tempo abb­iamo segnalato senza avere risposta alcu­na, oggi ci ritroviamo denigrati da colo­ro che dovrebbero preoccuparsi di questa­ profonda spaccatura. Si irride sul nost­ro ruolo ed impegno , fino a minacciare ­di far dimettere il presidente del consi­glio e l'assessore Leonardi e i consiglieri eletti dal popolo. Di questo pas­so il segretario ed i suoi fedelissimi p­otrebbero chiederci anche di uscire dal ­partito e forse di abbandonare Umbertide­. Siamo allibiti, ma fermi nella nostra ­decisione. Avete ragione, non esistono ­i renziani. Oggi esistono innovatori che­ sono quelli che l'8 dicembre 2013 soste­nnero Renzi, ed i conservatori stalinist­i che in quella data fecero di tutto pe­r sostenere Cuperlo. Voi siete quelli, ­che evitano il confronto , che fate mina­cce politiche e che volete portare a compimento le scelte fatte dalla precedente amministrazione e cioè la  grande  e imponente mos­chea sulla quale visto l'impatto che avrà   a livello sociale sul nostro territorio era necessario intraprendere con i cittadini che ricordiamo non essere vostri schiavi, un importante percorso di condivisione. Inoltre siamo turbati dall'uso improprio e illegittimo  che viene fatto del sito istituzionale dell'amministrazione per attaccare gli avversari politic­i del PD che contestano le vostre scelte amministrative. Forse bisognerebbe­ fare più chiarezza sui ruoli della poli­tica e quella dell'amministrazione che è chiamata a gestire al meglio la cosa pubblica negli interessi generali.  Comun­que nonostante la rottura con il Pd umbertidese, sia in consiglio che in giunta continuerem­o a sostenere con forza il sindaco MARCO Locchi e la sua azione di governo, sia per il nostro senso di responsabilità  mantenendo fermi i nostri impegni verso il sindaco stesso, sia quelli con i nostri elettori del Pd che ci hanno dato fiducia, auspicando un azione forte e di rinnovamento. Tuttavia al segretario del PD umbertidese chiediamo­ di prendere coscienza che chi è chiamato a   svolgere un ruolo di coordinamento lo deve fare in totale autonomia e non deve essere teleguidato da soggetti che hanno altre cariche istituzionali, ad ognuno il proprio ruolo.  Di fatto, oggi il segretario rappresenta solo un pezzetto del Pd quel Pd legato ai vecchi schemi e pregiudizi del passato che oggi non trovano più nessun riscontro e non più in linea con i bisogni dei cittadini....quindi noi crediamo che sia inevitabile che il segretario del partito o cambia passo, oppure faccia un passo indietro al più presto e presenti le sue dimissioni. Cari amici state seren­i, a noi non interessa comandare nel vos­tro partito umbertidese, vogliamo dare i­l nostro contributo ad un progetto più i­mportante, legato alla politica di forte­ innovazione che il nostro premier nonché Segretario di partito Matteo Renzi sta at­tuando... Continueremo da­ iscritti ad esercitare un ruolo critico­ e  costruttivo incuranti delle vostre of­fese e minacce politiche. State sereni d­irebbe Matteo i cittadini ci chiedono questo.

27/04/2016 20:09:38

Notizie » Politica Umbertide Cambia: «pronti per governare la città»

Riceviamo e Pubblichiamo   "La politica, per noi, è l’arte della chiarezza e del bene comune. Se vengono meno queste due condizioni si deve cambiare mestiere. Oggi, ad Umbertide, purtroppo non c’è chiarezza e nemmeno rispetto per il bene comune.  La chiarezza. La Giunta e il suo Sindaco sono stati sfiduciati dal loro stesso partito, il cui stato interno è un caos: tutti vivono in un continuo sproloquio. Non vogliamo entrare nelle questioni interne del Pd, ma se queste riguardano il governo della città essere rientrano nella difesa del bene comune, che appunto manco è considerato. Con una situazione di bilancio e finanziaria precaria (per oltre 300 giorni in anticipazione di cassa) e la bocciatura continua da parte della magistratura delle scelte amministrative (gestione rifiuti bocciata dal Consiglio di Stato; ex Fornace in fallimento e politica ambientale bloccata dal Tar) non c’è un’idea di presente e nemmeno a dirlo di futuro.  Di fronte alla gravità della situazione, Pd e Sindaco, con una  maggioranza uscita dalle elezioni che è un fantasma, quali provvedimenti assumono? Il rimpasto delle deleghe: siamo alla parodia della politica! Non c’è chiarezza e bene comune. Dunque: meglio che si cambi mestiere. Per questo ci candidiamo a governare la città, noi che rappresentiamo la società civile fuori dai giochi di potere partitici e delle lobby. Lo vogliamo fare ora, non solo nel 2019, con tutte le forze responsabili che oggi siedono in Consiglio comunale e vogliono una rinascita di Umbertide. I numeri ci sono: possiamo fargli cambiare mestiere." Gruppo consiliare e Associazione Umbertide cambia  

26/04/2016 16:42:06

Notizie » Società Civile Lions Club e Polizia Municipale insieme per la sicurezza stradale

Il Lions Club di Umbertide, in collaborazione con la Polizia municipale di Umbertide, ha incontrato gli studenti delle quarti classi dell'Istituto d'istruzione superiore “Leonardo da Vinci” per sensibilizzarli al tema sempre attuale della sicurezza stradale, in vista del prossimo conseguimento della patente di guida. “I Giovani e la sicurezza stradale” è il titolo dell’iniziativa che ha visto la presenza del presidente del Lions club Anna Paola Giacché, che ha sottolineato il forte impegno del sodalizio al fianco dei giovani, il maresciallo della Polizia Municipale di Umbertide Giuliano Sabbiniani, che ha illustrato i comportamenti da tenere sulla strada, e il giovane umbertidese Francesco Caracchini che ha portato la sua testimonianza. Ogni anno sono 13.500 i giovani tra i 15 e i 24 anni che perdono la vita o restano gravemente invalidi a causa di incidenti stradali; di fronte a questi numeri, che evidenziano un vero e proprio problema sociale, il Lions Club International ha sentito l’esigenza di attivarsi in prima persona, con l’obiettivo di cercare di contenere questa tragedia e di fornire strumenti semplici e allo stesso tempo incisivi per combatterla. Il progetto è quindi diventato un service e lo scopo della campagna è quello di promuovere la cultura della sicurezza stradale e di ridurre, di conseguenza, il numero di morti e feriti da incidente stradale. E' per questo che con gli studenti dell'Istituto “Leonardo Da Vinci” si è parlato di corretto uso dei sistemi di protezione individuale (cinture e seggiolini per bambini), moderazione della velocità, informazione sul consumo di alcool e droghe e sulle loro conseguenze, rispetto dei pedoni. Il tutto sostanziato da numeri e statistiche che danno la dimensione di quanto è concretamente possibile fare. Soddisfatte la dirigente scolastica dell'Istituto Franca Burzigotti e le professoresse Sonia Venturi e Giuliana Contadini che hanno coordinato lo svolgimento dell’iniziativa.

22/04/2016 21:29:16

Notizie » Politica Il PD umbertidese è pronto per una nuova fase

Riceviamo e pubblichiamo “a non sbagliare quasi mai. Ritardi e incertezze nell’azione di Governo verranno ancora tutti evidenziati e non bisogna mai dimenticarsi che ci troviamo in un quadro sociale ed economico difficile, il quale condiziona fortemente l’opinione pubblica. Nel già faticoso lavoro dei Consiglieri comunali e della Giunta, chi ha le responsabilità amministrative maggiori dovrà lavorare sempre più e sempre meglio“. “In un momento in cui le forze politiche a noi antagoniste si stanno preparando in anticipo alle elezioni del 2019,  abbiamo il dovere di cominciare a costruire un cantiere. Se vogliamo giocare la partita, se non vogliamo consegnare la città a quella variegata coalizione che abbiamo visto lavorare insieme sul tema del centro culturale islamico (rancorosi ex PD, grillini, umbertidesi che cambiano con la Lega Nord e la destra) non possiamo vivere di rendita. E non possiamo neanche arrivare al giorno prima delle prossime elezioni amministrative senza le idee chiare e con improvvisazione”. “Il Partito Democratico si rimbocca dunque le maniche per ricostruire, da subito, un clima positivo e di fiducia, consapevole, rispetto alle altre forze politiche, che non esistono formule magiche per risolvere in un batter di ciglio problemi molto complessi”. “D’ora in poi, tutti dovremo cercare con entusiasmo di investire nella crescita di un gruppo di persone che, nei prossimi anni, sia attivo e protagonista della vita politica umbertidese. Dobbiamo stimolare la crescita di questo gruppo attraverso valori come il senso di appartenenza a una storia e a una comunità, lo spirito di servizio nei confronti degli altri (in particolare i più soli e deboli) e il rispetto nei confronti dei compagni di strada: tutte cose in netta discontinuità con quanto abbiamo visto negli ultimi tempi, anche dentro il nostro partito, anche ad Umbertide”.  

21/04/2016 20:04:08

Notizie » Politica PD Umbertide su fuga renziani

Riceviamo e pubblichiamo “I dimissionari facevano parte del gruppo di 15 persone che nel 2014 era stato chiamato ad entrare nell’unione comunale del PD di Umbertide, anche nel giusto tentativo di ricomporre le diverse ‘correnti’ nell’anno delle elezioni amministrative; quindi i dimissionari non sono stati eletti nei congressi di circolo ma erano lo stesso membri a pieno titolo di questa assemblea”. “Nella sostanza questa scelta non determinerà grandi cambiamenti nel lavoro che siamo chiamati a svolgere in quanto, purtroppo, quasi nessuno degli 11 dimissionari ha in questi anni partecipato all’attività ordinaria del nostro partito. Tornando sui presunti “nodi irrisolti” (il centro culturale islamico tanto criticato da Guasticchi, l’ex fornace e l’impianto a biomasse), che sarebbero stati alla base della decisione dei dimissionari, e sull’ “abusata” autoqualifica di “renziani”, il Partito Democratico sottolinea nuovamente il concetto espresso nell’ultima occasione, ribadendo Come PD di Umbertide, stante il lamentato disaccordo sulle ‘grandi scelte politico-amministrative’, riterremmo coerenti e politicamente consequenziali le dimissioni di chi, tra coloro che sono usciti dalla nostra unione comunale, ricopre cariche istituzionali con retribuzione (tra cui il presidente del Consiglio Comunale e l’assessore al Commercio)". La segreteria, infine, ha rinnovato il proprio apprezzamento per l’impegno dei tre assessori del PD, membri del coordinamento comunale (Montanucci, Tosti e Violini), chiamati a continuare con dedizione il  lavoro svolto almeno fino a quando le condizioni lo renderanno possibile. “Anzi, – conclude il Pd – sarebbe opportuno che i tre assessori sopracitati fossero messi dal Sindaco nelle condizioni di fornire un contributo ancora più utile, assumendo, come già da tempo auspicato da molti di noi, alcune deleghe (servizi sociali, lavori pubblici e sanità) sulle quali è necessario che l’amministrazione dimostri maggiore cura e spirito di iniziativa”.    

20/04/2016 19:36:09

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy