Notizie » Società Civile Servizio civile, 29 i posti disponibili ad Umbertide

Servizio civile, 29 i posti disponibili ad Umbertide Sono 8 i progetti di Servizio Civile Nazionale che sono stati finanziati ad Umbertide, 4 promossi da Arci Servizio civile e 4 dalla Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue, per un totale di 29 posti disponibili. Il Servizio civile nazionale è un'esperienza di vita e di lavoro riservata ai giovani di età compresa tra 18 e 28 anni; le iscrizioni scadono il prossimo 30 giugno alle ore 14 ed è possibile presentare una sola domanda indirizzandola direttamente all'Ente che promuove il progetto. “Il Servizio civile è una risorsa preziosa per i ragazzi che lo svolgeranno ma anche per noi amministratori perché i volontari potranno valutare i servizi e segnalare cosa non va, permettendoci di ricalibrarli in base alle esigenze della popolazione. - ha dichiarato il sindaco Marco Locchi - Inoltre tale attività è in linea con l’attenzione dimostrata da sempre dell’Amministrazione Comunale di Umbertide nei confronti dei giovani; il servizio civile è un’importante, e spesso unica, occasione di crescita personale per i ragazzi e un prezioso strumento per aiutare le fasce più deboli della società contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del Paese. Grazie ad ARCI ed alla Cooperazione Sociale, anche quest’anno abbiamo a disposizione un elevato di posti che vuol dire anche dare un contributo importante in termini economici sia ai ragazzi che alle loro famiglie”. “Dal 2005 sono stati oltre 180 i giovani che hanno svolto quest'attività, senza contare coloro che entreranno in servizio quest’anno. - ha aggiunto Aldo Manuali, coordinatore dell’Informagiovani, progettista e membro del consiglio nazionale di Arci Servizio Civile – Questo significa offrire risorse alle famiglie ed ai ragazzi oltre che qualificare il loro saper fare e saper essere. Molti di coloro che hanno partecipato ai bandi precedenti si sono infatti inseriti nei servizi o hanno trovato un’occupazione grazie a questa esperienza. La partecipazione civica, attraverso il volontariato e l'associazionismo di promozione sociale, è uno dei tratti più significativi della storia del nostro Paese. Il servizio civile è quindi un altro modo con il quale il giovane può contribuire a questa grande causa oltre ad essere un’opportunità per conoscere le proprie capacità e i propri limiti “senza farsi troppo male”, per crescere e per diventare indipendenti”. Questi i progetti presentati da Arci servizio civile: “Diritti” per un totale di 4 posti finalizzati alla promozione dello sport nelle scuole primarie di Umbertide come strumento di integrazione, con particolare riferimento ai disabili, e al potenziamento dello strumento del Tavolo per lo Sport educativo; “Il futuro abita nel passato” con 4 posti per l'assistenza e l'integrazione degli anziani ospiti della Residenza Balducci; “Vi auguro di essere eretici” con 4 posti per il tutoraggio scolastico a favore di adolescenti portatori di handicap; “A scuola e nel territorio” con 8 posti per l'assistenza agli studenti disabili che frequentano le scuole del territorio. La Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue ha invece proposto i seguenti progetti: “Anziani amici della città” con 2 posti come volontari per l'assistenza agli anziani ospiti della Residenza Balducci; “Lucignolo e Iqbal Generazione Hasthag” con 3 posti per l'assistenza e l'animazione presso il centro di aggregazione per minori Lucignolo; “Merlino” con un posto finalizzato a favorire l'inclusione sociale dei disabili ospiti del Centro Arcobaleno; “Spazi di vita quotidiana” con 3 posti per l'assistenza agli adulti con disagio mentale presso la comunità terapeutica-riabilitativa Torre Certalda e le unità di convivenza di via Gagarin e via dei Patrioti. Presso l’ufficio Informagiovani di Umbertide, in via Magi Spinetti, nei giorni di lunedì, martedì, mercoledì e giovedì dalle 15 alle 18 e mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12,30, gli operatori offriranno consulenza ai vari progetti ed alla formulazione della domanda.      

24/06/2016 20:29:19

Notizie » Politica INCONTRO CON LA VICEPRESIDENTE DELLA COMMISSIONE AFFARI SOCIALI E SANITÀ DELLA CAMERA ON. SBROLLINI

Riceviamo e pubblichiamo Il mondo della sanità umbertidese ha partecipato ieri sera all’iniziativa pubblica promossa dal Partito Democratico di Umbertide a Corlo di Montone con la vicepresidente della Commissione Affari sociali e sanità della Camera on. Daniela Sbrollini, alla presenza dell’on. Giampiero Giulietti, del segretario del Pd umbertidese Giovanni Valdambrini e del presidente della Commissione Sanità della Regione Umbria Attilio Solinas. L’incontro è stato promosso per fare il punto sulla situazione dei servizi sanitari ad Umbertide ed è stata anche l’occasione per presentare il documento redatto dal Pd di Umbertide che ha avanzato proposte per il potenziamento dell’ospedale cittadino, sottolineando la necessità di consolidare la sua vocazione di nosocomio di comunità e la netta contrarietà ad un’eventuale riduzione di posti letto, e suggerito interventi per il miglioramento dei servizi ad oggi offerti. All’on. Sbrollini il compito di illustrare le misure adottate da Governo e Parlamento sul fronte sanità, a partire dalla Legge di stabilità 2016 con la quale per la prima volta si è tornati ad investire di nuovo sul welfare e sui servizi sanitari, come dimostrano le risorse stanziate per il fondo della non autosufficienza, la legge recentemente approvata sul “dopo di noi”, ma anche la riapertura dei concorsi per l’assunzione di personale medico e infermieristico e l’aggiornamento dell’elenco delle malattie rare con l’introduzione di cento patologie fino ad ora non riconosciute. L’on. Sbrollini ha inoltre sottolineato la necessità di rivedere il titolo V della Costituzione perché, ha detto , lo Stato deve tornare a dettare le linee guida nel campo della sanità e del welfare e le buone pratiche di molte delle nostre regioni vanno esportate anche nei territori che risultano meno virtuosi. Buone pratiche come quelle adottate dall’Istituto di riabilitazione Prosperius Tiberino dove l’on. Sbrollini ha fatto visita prima dell’iniziativa a Corlo, accompagnata dall’on. Giampiero Giulietti e dal direttore sanitario Marco Caserio. La vicepresidente della Commissione Affari sociali e sanità si è complimentata con l’amministrazione e il personale della struttura, sottolineandone il carattere di forte umanizzazione che la contraddistingue e l’ottimo connubio tra pubblico-privato che ad Umbertide ha dato vita ad un esempio di buona sanità da esportare anche altrove.

24/06/2016 12:39:53

Notizie » Politica Il Fronte Nazionale di Umbertide presente al consiglio comunale sul centro culturale islamico

Presente anche Gloria Volpi del Fronte Nazionale di Umbertide e Castelli per segreteria regionale presso il centro culturale San Francesco al consiglio comunale di Umbertide aperto su centro culturale islamico. Il Fronte dopo avere ascoltato gli interventi sia della maggioranza che dell'opposizione. Alla fine del consiglio comunale, il Fronte negli uffici della sede di Umbertide esprime la propria opinione sulla questione:   Premesso che il Fronte Nazionale dice Castelli,  noi usiamo  un linguaggio diverso dai compagni dell'accogliere tutti ma anche da ributtiamoli tutti in mare. Vogliamo solamente essere sicuri di continuare a fare quello che ci piace, non quello che deve piacere alla comunità religiosamente diversa dalla nostra. Vogliamo la certezza che il centro islamico non deve cercare di  cambiare il nostro stile di vita, i nostri usi e costumi. Il Fronte Nazionale dice sempre Castelli, ci sforzeremo nella  lotta per dire no ad un centro islamico che non vorrà dialogare con la cittadinanza soprattutto per le attività che svolgeranno,  prendere le distanze condannando i crimini che commettono gli integralisti in nome dell'islam, la trasparenza, possibilità di vigilare, ma soprattutto che segnalano alle autorità le mele marce lì dove ci fossero. Vogliamo la certezza di continuare a vivere bene così come abbiamo sempre fatto. Vogliamo continuare a vivere le ricchezze e la felicità che il presente ci regala, non vogliamo un futuro che potrebbe imporci di rinunciare a tutto. Integrazione significa anche convivere in un tessuto sociale fatto di culture diverse. Il Fronte Nazionale vigilerà affinché Umbertide non diventi una nuova Molenbeek.

23/06/2016 12:09:22

Notizie » Politica Il PD di Umbertide definisce le proposte per il futuro della sanità locale

COMUNICATO STAMPA  Il PD di Umbertide definisce le proposte per il futuro della sanità locale (e non si chiudono posti letto per mancanza di personale) La segreteria del Partito Democratico di Umbertide ha elaborato un documento di analisi e riflessione sulla sanità locale, che vuole essere un punto di partenza da cui prendere le mosse per costruire uno spazio nel quale elaborare proposte e linee guide per il futuro dei servizi medico assistenziali del territorio. L’Ospedale di Umbertide svolge un ruolo programmato nella rete e nell'organizzazione dei servizi della ASL n.1, tuttavia deve conservare e consolidare la sua vocazione di ospedale di comunità. Il Pronto Soccorso abbisogna di urgenti interventi nella struttura e nella riorganizzazione degli spazi; inoltre non è più rinviabile l’adeguamento di organici e mezzi tecnici a disposizione. Il reparto di Chirurgia svolge un ruolo a valenza aziendale con la specializzazione di Chirurgia Plastica e ricostruttiva, tuttavia deve essere tutelato il rapporto virtuoso con la comunità locale attraverso la riorganizzazione di una efficiente struttura ambulatoriale e di Day Surgery con organici e presenze specialistiche adeguate . La Medicina generale, a seguito della opportuna e positiva scelta di attivare la RSA , si è ritrovata in sofferenza di spazi ed organici (e non è accettabile che si chiudano camere di degenza per carenza di organico a scapito certamente dei cittadini). Importante in prospettiva sarebbe anche la creazione di posti letto di degenza legata al servizio dei disturbi alimentari presente da due anni ad Umbertide. Risulta inoltre fondamentale l’efficientamento dei servizi ambulatoriali che necessitano di un improrogabile adeguamento, sia in termini di spazi che di tecnologia, con particolare riferimento a cardiologia e gastroenterologia, mentre è necessario riconsiderare l’organizzazione del servizio di oncologia e terapia del dolore, in modo da poter garantire con un servizio continuativo e strutturato su almeno cinque giorni a settimana sia i cicli di terapia sia l’attività ambulatoriale di supporto. In stretta collaborazione con medici e pediatri di base e le associazioni del volontariato, il Centro Salute deve essere in grado di assicurare direttamente nel contesto familiare attività infermieristica, assistenza domestica, terapie del dolore e psicologiche e occorre riorganizzare totalmente l’attività riabilitativa e motoria a livello domiciliare. Infine,  è oramai necessario riflettere su un ulteriore sviluppo del Centro di Riabilitazione Prosperius Tiberino sull’Alta Specialità e sui livelli di integrazione con la struttura sanitaria.

22/06/2016 20:29:20

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy