Notizie » Politica Umbertide Partecipa tira le somme del 2019: “è stato un anno ‘perso’ per Umbertide

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma di Umbertide Partecipa In chiusura d’anno è doveroso tirare un po' le somme di questo 2019. Per quanto riguarda Umbertide Partecipa non possiamo che ritenerci soddisfatti: nonostante le traversie interne UP sta tenendo bene mantenendo il suo radicamento sul territorio a dimostrazione che è una Associazione non nata per caso o per sostenere una persona bensì una causa: la politica quella con la Pmaiuscola. Sul piano amministrativo si può solo dire che il 2019 è stato un anno “perso” per Umbertide, con una amministrazione in “stallo” continuo e quindi puntiamo sul 2020 sognando finalmente la nuova scuola Monini, la riapertura del Comune, un ospedale che grazie anche alla riconferma al vertice di Silvio Pasqui, al quale vanno i nostri migliori auguri, possa continuare quel percorso di miglioramento iniziato anni fa e che adesso dovrebbe concretizzarsi con l’imbiancatura del reparto di medicina ridotto in condizioni pietose, il potenziamento della chirurgia, la sistemazione del pronto soccorso. Altro progetto che era nel cassetto e che non dovrebbe essere gettato alle ortiche è la costruzione di una SCUOLA NUOVA  nella vallata del Niccone e quindi demolire la vecchia che per essere sistemata e miglioratasismicamente (??) richiederebbe un mare di soldi. Serve una SCUOLA  NUOVA  che comprenda anche la materna di Molino Vitelli e che, tenuto conto del calo demografico, possa rappresentare per  i prossimi 50 anni il fiore all’occhiello della vallata più bella del nostro comune fino  a comprendere anche  Lisciano Nicccone. Una struttura moderna ad un solo piano TOTALMENTE  ANTISISMICA, con una efficienza termica che nel corso degli anni farebbe risparmiare decine e decine di  migliaia di euro. E allora non guardiamo solo alla punta del naso; i finanziamenti ci sono, vanno solo cercati come si è fatto negli anni passati per la Monini e per la serra disabili. E allora augurando buon anno invitiamo insegnanti, operatori, genitori ecittadini a sostenere con determinazione tale progetto  nei confronti dell’ Amministrazione.

30/12/2019 19:32:27 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide cambia: nel 2019 aumento delle tasse, immobilismo e partitocrazia

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa a firma di Umbertide cambia Il 2019 ha caratterizzato la Giunta Carizia per aumento delle tasse, immobilismo e partitocrazia. Nessuna promessa realizzata, nessun investimento produttivo e pessima gestione politica del bilancio.  «Aumento delle tasse, immobilismo e partitocrazia. Questi i caratteri di un anno di Giunta - sostiene il consigliere comunale di  Umbertide cambia, Gianni Codovini». Il bilancio di Giunta del 2019, secondo Umbertide cambia, è completante negativo. «I fatti sono chiari: le imposte comunali sono arrivate al massimo consentito (vero che l’Imu già lo era), soprattutto dopo la manovra di macelleria sociale del Sindaco e della Giunta sull’addizionale IRPEF. Questa ha colpito in modo lineare tutti i cittadini, tartassandoli. Carta canta. Dallo 0,50% si è passati allo 0,75%  per i redditi fino a 15000 euro, con una esenzione per i redditi fino a 13000 euro. Dai redditi 15001 a 28000 l’aliquota vola a 0,77% e quelli a 55000 euro a 0,78%. Infine, i redditi da 75000 euro pagano la massima aliquota di 0,80. Sulla diseguaglianza della manovra lasciamo la parola ai cittadini: basta che controllino la loro busta paga e le loro tasche.» Sempre sul bilancio c’è da aggiungere, secondo Gianni Codovini, «i mancati investimenti nel sistema produttivo, nell’economia ambientale, nelle fasce deboli del lavoro, nonché l’ennesima richiesta dell’anticipazione di cassa per il 2019, ed anche nel 2020, per oltre 4 milioni con 30mila euro di interessi. In ciò in piena continuità con tutte le amministrazioni precedenti: del resto, ricordiamo, che a governare vi sono due ex assessori al bilancio del Pd». Giudizio senza appello viene anche dal Vice presidente di Umbertide cambia, Martina Ciocchetti. «Da punto di vista politico questa Giunta ha dimostrato di rappresentare la vecchia partitocrazia: nessun taglio ai costi della politica e ennesimo tradimento elettorale. Per i costi della politica assessori e presidente del consiglio continuano a non tagliare i loro lauti compensi, mentre la maggioranza che ha vinto le elezioni adesso non c’è più, visto il cambio di casacca di due consiglieri (Caracchini e Pino) e due assessori (Tosti e Pierucci) eletti con la lista di Locchi. Una vera crisi di Giunta passata in cavalleria! Sulla partitocrazia, poi, la nomina di due politici di lungo corso alla Multiservice (Giovanna Monni) e alla Prosperius (Giuseppe Barberi), invece di due manager la dice lunga sul cambiamento di governo nel merito e nel metodo. Quanto alle promesse mancate ricordiamo le contraddizioni sulla moschea, sulla sicurezza e il degrado urbano». Il Consigliere Gianni Codovini Martina Ciocchetti, vice presidente Associazione Umbertide cambia  

28/12/2019 21:25:49 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica M5 Stelle Umbertide al Capogruppo della Lega: 'tutti i punti ignorati sulla scuola di Niccone'

Riceviamo e pubblichiamo comunicato stampa sulle esternazioni del capogruppo della Lega del consiglio comunale di Umbertide a  firma del portavoce del Movimento 5 stelle Umbertide, Giampaolo Conti Nella giornata di ieri (16 dicembre) è stato consegnato al protocollo del Comune di Umbertide l’interrogazione per il prossimo question time sulla ristrutturazione della scuola di Niccone. E’ ormai colma la misura della tolleranza in ordine alla mala informazione, frutto presumibilmente dell’ignoranza, delle pseudo notizie che intende diffondere il capogruppo della Lega. Infatti si ignora completamente che per la scuola di Niccone • Si è ancora in fase progettuale, • che devono trascorrere almeno 35 giorni dall’invio della comunicazione di aggiudicazione alla ditta aggiudicataria per la sottoscrizione del contratto per la progettazione definitiva ed esecutiva dell’opera; • che dalla data di sottoscrizione del contratto sono previsti da capitolato 90 giorni per la progettazione definitiva e 30 giorni per la progettazione esecutiva; • che successivamente dovrà essere istruita la gara per l’esecuzione dei lavori e che questa fase richiede tempi non valutabili al momento (due tre …sei mesi?); • che terminata l’istruzione dovrà essere pubblicato il bando di gara, i cui tempi di pubblicità sono di minimo 35 giorni; • di seguito dovrà essere esperita la procedura di gara, i cui tempi di svolgimento sono indeterminabili, ma che mediamente sono di sei/otto mesi; • il mutuo per il finanziamento dell’opera di cui trattasi oggi 17/12/2019,deve ancora essere ancora acceso; Posto quanto sopra, il capogruppo della Lega, ci dica e dica ai cittadini quando l’opera sarà definitivamente compiuta.  

18/12/2019 10:50:51 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Quattro medici di famiglia in pensione in Alto Tevere, la Usl Umbria 1 potenzia gli orari degli sportelli dell’anagrafe sanitaria

Dal 14 al 31 dicembre tra Città di Castello e Umbertide cessano l’attività ben quattro medici di medicina generale per pensionamento. Sono il dottor Antonio Coacri (ultimo giorno lavorativo 14 dicembre), il dottor Franco Magini (ultimo giorno lavorativo 31 dicembre), il dottor Sergio Giombini (ultimo giorno lavorativo 31 dicembre), la dottoressa Giovannina Chessa (ultimo giorno lavorativo 31 dicembre). Così, per far fronte al grande afflusso di utenti previsto presso gli sportelli Cup e anagrafe sanitaria per la scelta del nuovo medico, il Distretto Alto Tevere ha potenziato, dal 16 al 31 dicembre, l’attività degli sportelli dell’anagrafe sanitaria di Trestina e di Città di Castello.  I nuovi orari di apertura degli sportelli di anagrafe sanitaria fino a fine anno saranno i seguenti: il punto d’erogazione di Trestina sarà aperto martedì e giovedì come sempre dalle ore 08.30 alle 12.30 e in più anche il pomeriggio dalle ore 14 alle ore 19; il Centro di Salute di Città di Castello (via Vasari) aprirà come sempre lunedì, martedì, giovedì  e sabato dalle ore 08.30 alle 12.30 e in più  anche lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 14 alle ore 19. Ad Umbertide, invece, i cittadini potranno recarsi sia allo sportello del Centro di salute in Largo Cimabue lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8 alle 13.30 sia agli sportelli Cup dell’ospedale di Umbertide aperti dal lunedì al venerdì con orario continuato dalle ore 7 alle 17.30 e sabato dalle ore 7 alle 12.

16/12/2019 15:25:11 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Al Campus 'Leonardo da Vinci' di Umbertide sabato 14 dicembre si inaugura il 'Future lab'

Sarà inaugurato sabato 14 dicembre, alle ore 9.30, al Campus "Leonardo da Vinci" di Umbertide il “Future lab”, un Laboratorio territoriale d'innovazione molto avanzata, in tecnologia e architettura degli spazi, finanziato dal ministero dell'Istruzione per sostenere e potenziare la formazione di docenti e studenti umbri sui temi del Piano nazionale scuola digitale (Pnsd).A sottolineare la rilevanza dell’evento, sarà presente il Viceministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Anna Ascani, che interverrà in apertura del programma, alle ore 10, dopo i saluti della preside Franca Burzigotti. A seguire gli interventi di altre importanti autorità istituzionali: Antonella Iunti, Direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Luca Carizia, Sindaco di Umbertide e Luciano Bacchetta, presidente della Provincia di Perugia. Prima della visita al laboratorio, relazionerà sulle innovazioni nei processi di insegnamento/apprendimento la docente universitaria Floriana Falcinelli e le docenti Clarissa Sirci, Silvana Fioravanti e Marta Ciancabilla del gruppo di progetto che ha ideato e realizzato il Future lab, mentre la docente Chiara Brecchia presenterà il piano di formazione docenti. Coordinerà i lavori Stefano del Furia, animatore digitale del Campus Da Vinci. Il laboratorio, che occupa uno spazio riqualificato del seminterrato dell’edificio di più di 200 metri quadrati, è stato progettato da un gruppo di docenti dell’area ingegneristica, artistica ed informatica che hanno supportato la preside Franca Burzigotti nel complesso lavoro di ideare ed organizzare, in un unico spazio aperto, ambienti flessibili e stimolanti, dotati delle più avanzate strumentazioni tecnologiche e digitali funzionali alle metodologie didattiche della Scuola del futuro. Nell’ampio open space del Future Lab, dotato di arredi e strumentazioni che superano l'attuale logica di aule o laboratori statici e replicati, si potranno sviluppare le sei azioni ritenute oggi caratterizzanti l'innovazione didattica: ricercare, creare, presentare, interagire, scambiare, sviluppare, utilizzando nuovi strumenti e lo spazio stesso come luogo da vivere e usare in modo dinamico ed integrato, mai uguale e canonico. Questa la “filosofia” e la linea d’indirizzo. Il Ministero in ogni regione ha finanziato con 100mila euro almeno un Future Lab (uno solo in Umbria) per un totale di 28 progetti in Italia collocati in scuole che si sono distinte negli ultimi anni per innovazione su più filoni. L’istituto umbertidese è stato individuato come sede proprio per il suo impegno pluriennale in innovazione.Il Future Lab di Umbertide fungerà, quindi, da polo formativo sul territorio e curerà la formazione di docenti e studenti della regione sulle aree di maggior interesse in tema d'innovazione, offrendo opportunità di utilizzare strumentazioni tecnologicamente molto avanzate,realtà virtuale, registrazione di video professionali, servizi fotografici, trasmissioni per la web radio, oltre che di vivere spazi e situazioni didattiche creative e sfidanti. I Future Labs si collocano all'interno di un più ampio progetto di ricerca (“European Schoolnet”) che vede coinvolte numerose nazioni europee, pertanto il Campus “da Vinci” di Umbertide andrà anche a contribuire al lavoro di ricerca del gruppo europeo.

13/12/2019 13:20:04 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica M5S Umbertide: “Bando 'Facciamo Ecoscuola' consegnato alle scuole di Umbertide”

  Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma del Movimento 5 Stelle Umbertide Nella giornata di ieri è stato consegnato dal nostro portavoce in Consiglio comunale alle scuole di Umbertide il bando “Facciamo Ecoscuola” rivolto alle scuole dell’intero territorio nazionale il cui importo complessivo di 3 milioni di euro andrà destinato a progetti ambientali ed ecosostenibili delle scuole del territorio. All’Umbria sono destinati circa sessantamila euro, in quanto la ripartizione su base regionale prevede una quota fissa di euro 30.000 più una quota variabile attribuita in base alla popolazione scolastica Le somme messe a disposizione, dovranno essere impegnate per finanziare idee progetto che promuovano la sostenibilità e l’educazione ambientale, secondo le modalità di trasparenza ed equità descritte nel bando. In questo modo saranno finanziati progetti che riguardano un tema importante per tutti noi, ma soprattutto per le future generazioni: l'ambiente e la salvaguardia del pianeta. I fondi a disposizione derivano dalle restituzioni volontarie degli stipendi dei nostri portavoce nazionali, Deputati e Senatori, destinati, ancora una volta, alle scuole pubbliche statali del Paese. Auspichiamo che i nostri istituti di scolastici ricchi di progettualità e di idee innovative, non si faranno scappare questa ghiotta occasione.

06/12/2019 12:51:27 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide cambia: “si al controllo di vicinato ma è troppo poco”

Umbertide Cambia su regolamento del controllo di vicinato: "Il regolamento del controllo di vicinato, che abbiamo votato e contribuito a migliorare, è però esclusivamente una premessa verso la sicurezza urbana. Creare uno  whatsapp solo per segnalazioni serve a poco per la sicurezza: ci sono già altri strumenti" «Nell’ultimo consiglio del 28 novembre abbiamo sostenuto il Regolamento del controllo di vicinato presentato dalla Giunta perché esso è un pezzo del nostro programma - afferma il capogruppo Gianni Codovini di Umbertide cambia -, anche se lo intendiamo in maniera totalmente diversa e molto più larga». «Il Regolamento di vicinato che è stato approvato riguarda, infatti, solo le regole per costituire specifici gruppi sulla piattaforma WhatsApp, gestiti attraverso appositi  amministratori, che possono segnalare alla Polizia locale, la quale poi li trasmetterà alle Forze dell’ordine, casi di insicurezza urbana oppure la presenza di persone e veicoli sospetti nel quartiere» - ribadisce la vice presidente di Umbertide cambia Martina Ciocchetti. Si tratta – aggiunge Martina Ciocchetti – di un intento lodevole, ma molto limitato e si sovrappone ad altri strumenti di ordine pubblico che già efficacemente esistono. Per noi il controllo vicinato è certamente una forma aggregativa meritevole di promozione su tutto il territorio urbano; vuol dire però il rafforzamento del rapporto di collaborazione tra i cittadini e le istituzioni, promovendo il rispetto della legalità, il dialogo tra le persone, lo sviluppo del senso civico di appartenenza alla comunità. Bisogna inserirlo dentro un Piano organico della sicurezza urbana, oggi inesistente, che persegua la lotta al lavoro nero, fonte di illegalità, coinvolga le comunità straniere nelle attività di segnalazione e controllo, spinga l’autorganizzazione tra vicini e quartieri per renderli più vivibili, evitando il degrado urbano».  

03/12/2019 11:43:32 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy