Notizie » Politica Umbertide Cambia propone una campagna di informazione sulle vaccinazioni

Riceviamo e pubblichiamo  UMBERTIDE CAMBIA PROPONE UNA CAMPAGNA DI INFORMAZIONE SULLE VACCINAZIONI   Umbertide cambia propone una sistematica campagna di informazione ed educazione alla salute sulla vaccinazione in generale e, in particolare, sulla vaccinazione anti-HPV, che coinvolga Regione, Asl, medici di base e insegnanti. A tal fine la lista civica chiede, attraverso una interrogazione consiliare, una ricognizione statistica della situazione riguardante le vaccinazioni. “Le vaccinazioni – spiega Claudio Faloci, capogruppo di Umbertide cambia - sono da sempre uno degli strumenti più efficaci a disposizione della sanità pubblica, per il contribuito insostituibile che hanno dato nel contrastare, in tutto il mondo, malattie infettive come la poliomielite, il tetano e la difterite, o, addirittura per eliminarle, come nel caso del vaiolo. La Regione Umbria – aggiunge Faloci - in linea con le indicazioni nazionali dedica da sempre una particolare attenzione alle vaccinazioni raccomandate, obbligatorie e non, che sono offerte attivamente e gratuitamente, raggiungendo risultati molto apprezzabili nella lotta alle malattie prevenibili con le vaccinazioni, tanto che gli elevati livelli di copertura vaccinale conseguiti sull’intero territorio regionale collocano la nostra Regione al di sopra della media nazionale. Visto che il trend nazionale delle vaccinazione obbligatorie per tutti i nuovi nati (antidifterica,antitetanica,antipoliomielitica,antiepatite virale B) va diminuendo – conclude il capogruppo di Umbertide cambia -  e, contestualmente, si va da più parti evidenziando un pericoloso approccio antiscientifico, foriero di disinformazione e falsa metodologia, che rischia di sfociare in un vero allarme sociale, mettendo in dubbio una seria educazione alla salute, riteniamo opportuno lanciare una sistematica campagna di informazione ed educazione alla salute sulla vaccinazione in generale e, in particolare, sulla vaccinazione anti-HPV, coinvolgendo appunto Regione, Asl, medici di base e insegnanti”.   Umbertide cambia   Di seguito il testo dell’interrogazione Al Presidente del Consiglio Comunale di Umbertide Al Sindaco del Comune di Umbertide Umbertide li 07.10.2016   UMBERTIDE CAMBIA - INTERROGAZIONE su “Educazione alla salute” Si richiede cortesemente risposta orale e scritta PREMESSA Le vaccinazioni sono da sempre uno degli strumenti più efficaci a disposizione della sanità pubblica, per il contribuito insostituibile che hanno dato nel contrastare, in tutto il mondo, malattie infettive come la poliomielite, il tetano e la difterite, o, addirittura per eliminarle, come nel caso del vaiolo. La Regione Umbria, in linea con le indicazioni nazionali, dedica da sempre una particolare attenzione alle vaccinazioni raccomandate, obbligatorie e non, che sono offerte attivamente e gratuitamente, raggiungendo risultati molto apprezzabili nella lotta alle malattie prevenibili con le vaccinazioni, tanto che gli elevati livelli di copertura vaccinale conseguiti sull’intero territorio regionale collocano la nostra Regione al di sopra della media nazionale. CONTESTO Visto che il trend nazionale delle vaccinazione obbligatorie per tutti i nuovi nati (antidifterica,antitetanica,antipoliomielitica,antiepatite virale B) va diminuendo e, contestualmente, si va da più parti evidenziando un pericoloso approccio antiscientifico, foriero di disinformazione e falsa metodologia, che rischia di sfociare in un vero allarme sociale, mettendo in dubbio una seria educazione alla salute. CHIEDIAMO Attraverso i dati in possesso della Usl 1 Umbria e del Distretto Alto Tevere, salvaguardando la privacy in tutte le sue forme, una ricognizione statistica della situazione riguardante le vaccinazioni. In particolare, chiediamo di conoscere il numero di bambini e bambine residenti ad Umbertide ai quali non sono state somministrate le vaccinazioni obbligatorie dall’anno 2011 al 2016, avendo riguardo ad una statistica comparata, circoscritta al Distretto Alto Tevere; di conoscere il numero di bambini e bambine residenti ad Umbertide ai quali non sono state somministrate, dall’anno 2011 al 2016, le vaccinazioni raccomandate nell’infanzia e successivi richiami (contro pertosse, infezioni da haemophilus influenzae b-Hib, morbillo-parotite-rosolia); di conoscere il numero delle ragazze, nel loro dodicesimo anno di vita, alle quali non è stata somministrata la vaccinazione anti-HPV dal 2011 al 2016 nel Distretto Alto Tevere e nell’intera Usl 1 Umbria;  PROPONIAMO una sistematica campagna di informazione ed educazione alla salute sulla vaccinazione in generale e, in particolare, sulla vaccinazione anti-HPV, che coinvolga Regione, Asl, medici di base e insegnanti.   Il Gruppo Consiliare Umbertide Cambia Claudio Faloci Luigino Orazi Stefano Conti

24/11/2016 17:13:11

Notizie » Politica Tessere ''sospette''nel PD di Montone, non si placano le polemiche

Non si placano le polemiche riguardo il caso delle  tessere “sospette”. Il caso in questione ha portato alla sospensione di 6 mesi dal Pd del vicepresidente del Consiglio regionale dell’Umbria Marco Vinicio Guasticchi e di 8 mesi per il vicesindaco di Montone Roberto Persico. Per la commissione provinciale di Garanzia del Partito Democratico di Perugia, entrambi sarebbero colpevoli di aver portato nuovi iscritti nel circolo PD di Montone con modalità non consone alla prassi. La commissione provinciale di Garanzia di Perugia ha precisato che il provvedimento di sospensione è stato “deliberato all’unanimità dai suoi componenti, è immediatamente esecutivo e non può essere sospeso e non è mai pervenuta alcuna comunicazione con le controdeduzioni di Guasticchi e Persico, preannunciate nell’audizione del 17 ottobre” inoltre le modalità di iscrizione sono “disciplinate da appositi Regolamenti nei quali non è prevista la modalità posta in essere da Guasticchi e Persico, che si sono procurati tessere in bianco per vie traverse, all’insaputa del segretario del circolo competente, versandone il ricavato al tesoriere provinciale e non già a quello del circolo”. Guasticchi ha poi dichiarato: “Sono stanco di questa strumentalizzazione. Continuo a leggere su stampa e siti online vaghe giustificazioni da parte dei saputelli di turno e di alcuni membri della commissione provinciale di garanzia sui fatti e le modalità che hanno portato alla sospensione mia e di Persico dal PD. Mi auguro che tanta solerzia e tanta rigidità vengano applicate anche alle decine di gravi casi di incompatibilità passate e presenti. L’accusa di aver procurato moduli di iscrizione per far aderire al partito persone mai iscritte nel comune di Montone se fosse vera, mi renderebbe orgoglioso di aver seguito la politica del mio segretario nazionale Matteo Renzi, peraltro sempre inclusiva e restia a ‘caminetti’ vari. Per quello che invece riguarda la pubblicità scorretta che a tale ingiusto ed iniquo provvedimento è stata data, essa denota una chiara volontà di ‘punire’ coloro i quali della battaglia di rinnovamento hanno fatto un impegno prioritario. Sono stato messo alla ‘gogna’ mediatica  dalla stessa commissione e da organi di stampa vicino ad un area ben definita del PD che spera da sempre di mettermi fuori gioco con tutti i mezzi disponibili. Non ci sono riusciti, forse domani ne inventeranno altre. Mi rammarico soltanto  che tale impegno ed energia i miei compagni di partito dovrebbero profonderli per tutti quegli importanti appuntamenti politico-istituzionali che ci attendono e che richiederebbero ben altri comportamenti”.  

23/11/2016 13:29:48

Notizie » Politica Lega Nord su abusivi alle fiere di San Florido

Riceviamo e pubblichiamo  FIERE DI S.FLORIDO: FLOP PER L’ANNUNCIATA CAMPAGNA CONTRO GLI ABUSIVI. L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE VIVE UN’ALTRA REALTA’  “Prima l’annuncio di un task force serrato contro l’abusivismo alle Fiere di S.Florido, poi la soddisfazione per i risultati raggiunti durante la manifestazione in termini di legalità e sicurezza: l’amministrazione comunale di Città di Castello continua a raccontare una realtà diversa da quella vissuta dai suoi cittadini,ha una visione fin troppo positiva in cui si rispettano le regole e ci sono presidi costanti sul territorio. Peccato che fotografie e videofatti durante un nostro sopralluogo alle Fiere, documentino il contrario”. E’ una presa di posizione dura quella della Lega Nord che insorge se si prende in giro l’intelligenza dei tifernati. “L’amministrazione comunale non può distorcere la realtà per coprire l’ennesimo flop – affermano i consiglieri comunali Marchetti e Mancini – perché è palese che i protagonisti delle Fiere di S.Florido non erano gli ambulanti ma i venditori abusivi. Ci chiediamo che credibilità possa avere un’amministrazione comunale che annuncia una serrata campagna contro l’abusivismo se poi fotografie e video testimoniano l’evidente flop? Il fenomeno dei venditori abusivi va contrastato e non lo si fa con dei volantini, ma con un’azione concreta, volta all’incremento del numero di forze dell’ordine e ad un controllo più selettivo sulla concessione e il rinnovo dei permessi di soggiorno. Occorre intervenire in tema di sicurezza e decoro urbano perché è palese – continuano Marchetti e Mancini – che la presenza copiosa e asfissiante di certi soggetti oltre a rappresentare una forma dimicrocriminalità, a ledere le attività commerciali del territorio, è pure un danno di immagine notevole per la nostra città. Non c'è più rispetto per chi lavora onestamente, i commercianti hanno versato nelle casse comunali centinaia di euro per occupare il suolo pubblico, quando a più di un centinaio di abusivi è stato concesso di vendere, indisturbati, la loro merce contraffatta: dove sono i controlli? Chi tutela i legittimi interessi della categoria?L'autorità di Pubblica Sicurezza e il personale di Polizia Municipale debbano essere lasciati liberi di agire e non sottostare alla politica dell'invasione voluta dal Governo Centrale e a quanto pare, visti i risultati, anche da quello locale”.

21/11/2016 18:54:39

Notizie » Politica Tessere ''sospette'' PD Montone, Guasticchi:''Stanco di essere sempre attaccato e diffamato''

Il vicepresidente del Consiglio regionale ed ex Presidente della Provincia di Perugia, Marco Vinicio Guasticchi, ha affermato, in merito alla vicenda delle tessere "sospette" del PD di Montone, sul suo profilo Facebook quanto segue:"Cari amici vengo a sapere da un sito sul web che la commissione di garanzia provinciale mi avrebbe sospeso per 6 mesi dal pd in quanto colpevole di aver agevolato l'iscrizione a pd di montone di 12 neo iscritti, con la macchia di non essere graditi alla segreteria montonese per motivi meramente correntizi. Approfondendo il caso vengo a scoprire che il sito pubblica integralmente il verbale della commissione suffragata dalle email intercorse che dovevano rimanere riservate come il verbale cosa questa che verra' approfondita nelle prossime ore. Questa accusa che farebbe inorridire Renzi stigmatizza il fatto che uno degli iscritti provenga da esperienze politiche diverse rispetto alla sinistra, ovvero come Alfano ed altri alleati di governo. La cosa piu' grave pero' riguarda il fatto che due dei tre membri del collegio giudicante abbiano sottoscritto il documento per sostenere il No ......cosa questa che li mette in uno stato di palese incompatibilita' giudicante in quanto loro stessi passibili di sanzioni disciplinari. Cari amici, sono stanco di essere sempre attaccato e diffamato da chi usa la politica per obbiettivi non meglio identificati. Con renzi e con la vittoria del Si tutto questo possa cambiare. P.s. E per i gufi , state sereni io ed i miei amici non molleremo mai..  Ringrazio inoltre per la vicinanza l'on.Bocci, il segretario Prov. pd Rossi e quello regionale Leonelli......e pochi altri".

19/11/2016 14:56:53

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy