Notizie » SLIDER Ragazzi ripuliscono il sottopasso della stazione

E' grazie alla sinergia tra Comune di Umbertide e Umbria Mobilità e soprattutto al lavoro di alcuni giovanissimi umbertidesi se ben presto il sottopasso pedonale della stazione ferroviaria di Umbertide tornerà a nuova vita, ripulito dalla sporcizia e dai graffiti sui muri. Da ieri mattina infatti un gruppo di ragazzi e ragazze che partecipano al progetto dei lavori estivi è alle prese con la pulizia del sottopasso e, di buon'ora, si preoccupa di rimuovere polvere e sporcizia, spazzando le scale e scartavetrando i corrimano, per poi procedere, nei prossimi giorni, con la ritinteggiatura delle pareti. La pulizia del sottopasso pedonale rientra infatti tra le attività del progetto dei lavori estivi, che sta coinvolgendo nei mesi di luglio ed agosto 23 ragazzi e ragazze tra i 16 e i 20 anni. L'iniziativa, promossa dal Comune di Umbertide insieme alla Cooperativa Asad, ha lo scopo di favorire l'ingresso dei giovani nel mondo del lavoro in maniera protetta; così per tre settimane e dietro un rimborso spese di 150 euro i ragazzi si occupano della manutenzione e pulizia del parco Ranieri, del centro estivo Lucignolo e, da quest'anno, anche del sottopasso pedonale della stazione ferroviaria. La ripulitura del sottopasso è stata possibile grazie alla sinergia tra il Comune, che ha messo a disposizione la manodopera attraverso i ragazzi del progetto dei lavori estivi, e Umbria Mobilità che ha provveduto ad acquistare il materiale occorrente e soprattutto la vernice necessaria per ripulire le pareti da scritte e graffiti. Questa mattina i ragazzi- lavoratori, coordinati dall'educatore Silvio Bartolini, hanno ricevuto anche la visita del sindaco Marco Locchi, accompagnato dal responsabile dei Lavori pubblici ing. Fabrizio Bonucci, e dell'ing. Mauro Fagioli, direttore del servizio ferroviario di Umbria Mobilità Esercizio, che si sono complimentati con i giovani e li hanno ringraziati per l'importante servizio che stanno svolgendo per la collettività.

14/07/2015 19:23:11

Notizie » SLIDER Festa Anni '60 a Umbertide coi Dik Dik

Saranno i Dik Dik gli ospiti della terza edizione della Festa anni Sessanta che si terrà venerdì 17 luglio in piazza Matteotti. Il gruppo che ha segnato la storia della musica italiana degli anni '60 e '70, reinterpretando le più belle canzoni in lingua inglese dell'epoca, da “Sognando la California” a “Senza luce”, e lanciando successi come “L'isola di Wight” e “Io mi fermo qui”, sarà il protagonista di quello che è diventato oramai un appuntamento fisso dell'estate umbertidese e che ha visto salire sul palco grandi nomi della musica anni Sessanta, da Dino a Michele fino ai mitici Dik Dik. La festa inizierà già dal mattino in piazza del Mercato con le bancarelle della mostra mercato degli hobbisti e gli stand dello Street Food; sarà presente anche un punto ristoro con la porchetta di Didi.  Dal tardo pomeriggio poi il centro storico si calerà nella magica atmosfera degli anni Sessanta con l'arrivo in piazza di moto, auto e vespe d'epoca mentre chi si vestirà a tema potrà completare l'abbigliamento usufruendo del servizio gratuito di trucco e parrucco. Ma alla Festa anni Sessanta la vera protagonista non potrà che essere la musica; ad aprire le danze ci penseranno Alessio ed Elisa che divertiranno e soprattutto faranno ballare il pubblico per poi lasciare il palco agli ospiti della serata i Dik Dik che fino a notte fonda proporranno le loro canzoni più belle, entrate a pieno titolo nella storia della musica italiana.

14/07/2015 10:37:09

Notizie » SLIDER Umbertide ancora una volta Comune riciclone

Nuovo riconoscimento per il Comune di Umbertide che per il secondo anno consecutivo è stato inserito da Legambiente nella classifica dei Comuni più ricicloni d'Italia. Sono stati in tutto dieci i comuni dell'Umbria che hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento e tra questi spicca Umbertide che, ancora una volta, si conferma il comune sopra i 10.000 abitanti con la più alta percentuale di raccolta differenziata della regione. Le classifiche dei Comuni Ricicloni comprendono tutti i Comuni che hanno raggiunto o superato il 65% di raccolta differenziata e la graduatoria viene stilata sulla base dell'indice di buona gestione, che tiene conto di numerosi parametri oltre alla percentuale di raccolta differenziata, quali la produzione di rifiuti pro-capite, la tipologia di raccolta, la presenza di una piattaforma ecologica e altri ancora. E, per quanto riguarda la percentuale di differenziata, ancora una volta Umbertide si conferma al primo posto in Umbria, tra i comuni sopra i 10.000 abitanti, con il 72,07% raggiunto nel 2014. “E' un traguardo importante, per l'Amministrazione Comunale che crede molto nella salvaguardia dell'ambiente e nel riutilizzo e recupero dei rifiuti, per Gesenu spa, che gestisce il servizio di igiene urbana nella nostra città ma soprattutto per gli umbertidesi che, grazie al loro quotidiano impegno nel differenziare i rifiuti, ci hanno permesso ancora una volta di essere inseriti a pieno titolo nella classifica dei Comuni più ricicloni d'Italia – hanno affermato il sindaco Marco Locchi e il vicesindaco con delega all'Ambiente Maria Chiara Ferrazzano – Nel 2014 abbiamo raggiunto il 72% di raccolta differenziata e questo positivo trend si conferma anche per i primi mesi del 2015, a dimostrazione di quanto sia ormai radicata nei cittadini umbertidesi la buona pratica di differenziare i rifiuti, contribuendo a salvaguardare l'ambiente in cui viviamo”. 

09/07/2015 14:02:37

Notizie » Politica Il consigliere Monni su profughi e accoglienza

Riceviamo e pubblichiamo Il centrodestra non abbassa la guardia in tema di migrazione e sicurezza locale. E così nell’ultima seduta comunale il consigliere Giovanna Monni torna sulla questione profughi e sistema di accoglienza sul quale, a suo dire, occorre  intervenire. La rissa violenta scoppiata tra due profughi qualche settimana fa descrive una situazione che non può essere tollerata oltre. Non è facile accettare che lo Stato Italiano si fa carico dell’accoglienza dei migranti ma è miope di fronte alle condizioni di povertà nella quale vivono troppe famiglie italiane. Ma se così deve essere, così non può funzionare. Dare accoglienza non significa parcheggiare degli individui dentro un’abitazione, saziarli e vestirli ogni giorno! Piuttosto, è necessario dare loro obbiettivi da perseguire affinché contribuiscano, loro per primi, ad integrarsi nella nostra comunità. Per questo ho chiesto alla nostra Amministrazione di coinvolgerli in attività di volontariato che li impegni in modo dignitoso e che, allo stesso tempo, dia loro la possibilità di impiegare e investire quel tempo che oggi passano nella solitudine e nell’ozio forzato ai margini della società. L’esperienza di Assisi, che ha stipulato apposita convenzione con l’associazione che gestisce i profughi residenti nella città serafica, ci insegna che non è impossibile e non ha ulteriori costi coinvolgere i profughi collocati a Umbertide in attività di manutenzione in ausilio ai tecnici comunali. Impegno volontario che può andare dal taglio dell’erba alla spazzatura dei luoghi pubblici. Per questo motivo ho chiesto al Sindaco se volesse valutare l’opportunità di stipulare una convenzione con l’associazione CIDIS affinché fornisca ai migranti, che si rendano disponibili a dare un contributo alla nostra comunità, le necessarie forme di tutela assicurativa. Rapida è arrivata la risposta dell’Amministrazione. Il Sindaco  ha dichiarato di aver dato incarico agli uffici comunali di studiare la questione dal punto di vista tecnico proprio per poter prendere accordi con l’associazione di accoglienza e dare il via al progetto di volontariato per i profughi. La 2° Commissione qualche giorno fa ha valutato i primi dettagli della Convenzione ove è previsto che i migranti saranno dotati di assicurazione Inail e per la responsabilità civile verso terzi, di adeguato vestiario e della necessario supporto di mediazione culturale per l’inserimento nelle attività che andranno a svolgere in ausilio al personale del Comune. Gli oneri, ha precisato il Sindaco Locchi, saranno interamente a carico della ONLUS. 

09/07/2015 11:08:19

Notizie » Politica M5S Umbertide su bilancio 2015

Riceviamo e pubblichiamo dal Movimento 5 Stelle Umbertide In questi giorni alcuni Assessori del Comune di Umbertide si sono affannati a decantare bilancio e tariffe per l’anno 2015. Tralasciamo, per ora, ciò che riguarda il bilancio a livello più tecnico per tornarci dopo il Consiglio comunale, ma non possiamo rimanere silenti di fronte ad alcune dichiarazioni. In primo luogo tutti si lamentano dei tagli che il governo centrale ha applicato ai trasferimenti al nostro Comune. Ma questo non è il “loro” governo? A comandare e decidere questi tagli non sono le stesse persone che loro hanno appoggiato e appoggiano? Andando invece al cuore delle dichiarazioni rimaniamo basiti: in pratica ci viene detto che nonostante il Governo dia ad Umbertide 757.000 euro in meno, la nostra Amministrazione riuscirà a dare gli stessi servizi dello scorso anno agli stessi prezzi.  Questo significa che nello scorso anno sono stati “buttati via” 757.000 euro? Rimaniamo addirittura sbigottiti nel leggere che i nostri Assessori si preoccupano più del pensiero dei consiglieri dell'opposizione che di quello degli stessi cittadini e si rivolgono alle opposizioni come se loro fossero causa della precarietà finanziaria di questo Comune. Siamo interessati a studiare questo nuovo bilancio di previsione, non certo per spaventare o strumentalizzare, ma evidentemente la loro idea di politica è legata ai modi della tifoseria calcistica piuttosto che puntare ad una interazione tra le parti, visto che il bilancio rispecchia quello che sarà l'agire della nostra Amministrazione con immediate ricadute sui cittadini. Ecco perché sarebbe gradita una maggiore considerazione di tutte le forze politiche nella stesura di questo atto, come anche il fatto che le possibili proposte fatte dalle opposizioni vengano almeno tenute in considerazione di approfondimento e non semplicemente bocciate, trincerandosi dietro un “non si può fare”. A quando dunque l'introduzione della tariffazione puntuale che garantisce premialità nel pagamento della tariffa dei rifiuti, infatti è con la riduzione dei rifiuti che si diminuiscono le spese di gestione. A quando invece una riduzione dei tributi? Vogliamo far notare che una tassazione invariata non equivale ad una tassazione bassa, considerando che le aliquote di Tasi e Imu sono già quelle massime, poi a fronte di quale ottimizzazione dei servizi?

08/07/2015 19:09:37

Notizie » Politica Umbertide Cambia su bilancio di previsione 2015

Riceviamo e pubblichiamo da Umbertide Cambia Il gruppo consiliare e l’Associazione Umbertide cambia intervengono sulla questione relativa al bilancio di previsione 2015 con il seguente comunicato stampa. “Fatta la debita distinzione tra documento di previsione e rendiconto consuntivo, formalmente chiuso dopo il riaccertamento dei residui con un disavanzo di amministrazione, vorremmo avanzare alcune proposte per il bilancio 2015 ed alcune precisazioni per l’Assessore Tosti. Primo. Le Commissioni non hanno mai discusso lo schema di bilancio approvato dalla Giunta. Avremmo potuto in quella sede presentare le nostre proposte: 200.000 euro per favorire l’occupazione di fasce marginali, come ad esempio lavoratori sopra i 50 anni e persone con disabilità; 50.000 euro per il diritto allo studio universitario di giovani meritevoli in difficoltà economica. Chiediamo inoltre che non si sprechino ulteriori denari pubblici per realizzare a Pierantonio una inutile bretella ferroviaria e che si limitino al massimo i costi della politica nella gestione amministrativa del Comune. Ricordiamo che i consiglieri di Umbertide cambia hanno già rinunciato alle indennità. Secondo. IMU e TASI non possono essere aumentate perché sono già al massimo. Magari possiamo pensare di abbassarle, se gli equilibri di bilancio lo consentono. In particolare, IMU e TASI sulle seconde case coprono di fatto le detrazioni applicate sulle prime. Ribadiamo la necessità di prevedere una esenzione per chi stipula un comodato d’uso di seconde case in favore dei figli residenti coniugati, come previsto anche in altri comuni. Sarebbe inoltre opportuno limitare il peso tributario sulle attività economiche, produttive e commerciali. In merito alla TARI, in attesa di capire dove è finito il bando territoriale che dovrebbe limitare i costi del servizio di nettezza urbana ed applicare i premi per la differenziata, oggi molto ridotti e limitati alla raccolta in discarica, riproponiamo la richiesta di prevedere almeno la pulizia dei contenitori condominiali. Terzo. I tagli agli enti locali sono applicati dal Governo del suo stesso partito, il PD: siamo curiosi di sapere come hanno votato i parlamentari locali!! Quarto. La sua affermazione, che suona più o meno così: “stiamo spendendo il disavanzo di amministrazione”, se non fosse offensiva verso i cittadini sarebbe veramente comica. Quinto. Invece di riferirsi sempre a “qualcuno”, faccia nomi e cognomi. La democrazia prevede il confronto e presuppone la verità, che spesso l’Amministrazione comunale di Umbertide ha cercato di nascondere sotto il tappeto. Dal nuovo sindaco ci aspettiamo trasparenza, ed un cambio di rotta”.                                                                                               

08/07/2015 19:00:37

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy