Notizie » Politica Festa de "L'Unità", il Pd di Umbertide traccia il bilancio dell'edizione 2018

Riceviamo e pubblichiamo dal Partito Democratico di Umbertide Si è conclusa la Festa de l’Unità del Partito Democratico di Umbertide che anche quest’anno ha riscosso uno straordinario successo di pubblico. Migliaia di persone, sfidando qualche volta anche la pioggia e il freddo, nei dieci giorni di durata della festa hanno frequentato il Parco, potendo gustare buona cucina, ascoltare musica di qualità, giocare al bingo, partecipare ai dibattiti o acquistare libri.   All’inizio eravamo indecisi se fare o meno la festa, dopo il risultato elettorale negativo, ma ci siamo convinti che sarebbe stato un errore doppiamente grave non rimarcare la presenza del PD, della Festa de l’Unità che è oramai divenuta un appuntamento fisso della nostra città e soprattutto non provare a riannodare da subito un contatto reale con la comunità umbertidese.   Non poche sono state le difficoltà, alcune create artatamente, ma il risultato è davvero positivo sotto ogni punto di vista. Il PD ha il dovere di riannodare i fili di un dialogo spezzato con la nostra comunità, sapendo ascoltare di più le esigenze dei cittadini con umiltà e attenzione. Dall'opposizione ma anche dai ruoli istituzionali ai livelli provinciali e regionali ci dobbiamo impegnare per far crescere Umbertide e per costruire un futuro migliore per gli umbertidesi.   Ringraziamo tutti quelli che hanno partecipato ai dibattiti. Dalla Presidente Marini, agli assessori regionali Barberini e Cecchini, dal vice-presidente del Consiglio regionale Marco Vinicio Guasticchi, alla Presidente del PD di Umbertide Paola Avorio; dai membri della direzione nazionale Giuseppe Berretta e Giampiero Giulietti al giornalista Pierpaolo Burattini, al Vicepresidente del Consiglio comunale Giovanni Codovini (e capogruppo di UC) fino alla capolista di Progetto Umbertide Barbara Mischianti e ai consiglieri comunali del PD Filippo Corbucci (capogruppo) e Matteo Ventanni. Ma un ringraziamento vero e sentito va agli oltre cento volontari che hanno animato la festa e a tutti quanti vi hanno partecipato. Grazie davvero a tutti. Arrivederci, al prossimo anno per l'edizione della Festa de l'Unità 2019.

29/08/2018 14:51:46

Notizie » Politica Politiche scolastiche, le dichiarazioni di Umbertide Cambia

Riceviamo e pubblichiamo da Umbertide Cambia  “Sulla gestione delle politiche scolastiche c’è da parte della Giunta Carizia-Locchi ambiguità, continuità netta col passato e scarsa progettazione” - ricorda Gianni Codovini, consigliere di Umbertide cambia. “Entriamo nel merito delle cose: incominciamo con la questione del trasporto scolastico. La Giunta è dovuta ricorrere alla proroga del servizio fino al 31.12.2018 perché non è riuscita a fare il dovuto bando di gara d’appalto, violando il contratto che prevedeva una proroga fino ai tre anni, già però esercitata e non aderendo al bando di gara regionale che contiene i costi. Dunque anche questa Giunta incomincia a fare le proroghe, così come per i rifiuti ha fatto la Giunta passata. Nel nuovo bando, comunque, l’Amministrazione dovrà valorizzare, nel rispetto della legge, l'esperienza pluriennale finora sperimentata attraverso il consorzio degli artigiani locali”.  Umbertide cambia, inoltre, individua altre incoerenze riguardo il servizio mensa: “la delibera di Giunta, fotocopia di quella dell'amministrazione Locchi, continua a fare una netta discriminazione per le tariffe applicate della quota mensile del nido di Infanzia tra nuclei familiari con lavoro dipendente e con lavoro autonomo, penalizzando quest'ultimi. Una famiglia con reddito da lavoro autonomo di 7.747 euro paga la stessa cifra di 380 euro mensili di una famiglia con reddito da lavoro dipendente di 36.152 euro!”. Da ultimo Umbertide cambia mette in evidenza “la totale mancanza di una politica scolastica. Non c’è nelle linee programmatiche della Giunta e altrove una parola sull’offerta formativa, sul sostegno alla disabilità, sulla gestione dell’integrazione, sulle reti territoriali, sull’alternanza scuola lavoro e sulle politiche di avviamento al lavoro giovanile. Mancanza di idee o continuità col passato?  Nell’uno e altro caso non si vede cambiamento. E il 1 settembre si torna a scuola”.  

29/08/2018 14:23:22

Notizie » Società Civile Lettera di un cittadino residente nella frazione di Pierantonio

Riceviamo e integralmente pubblichiamo la lettera inviata alla nostra redazione da un cittadino residente nella frazione di Pierantonio   Egregio Dott. Luca Carizia Sindaco di Umbertide,   dobbiamo considerare Pierantonio come un lontano paese? Lontano da che? Dalla civiltà. Bastano poche gocce di pioggia e siamo al buio. È un normalissimo fine Agosto. I temporali si stanno sostituendo al grande caldo e piove. Piove come tutti gli anni. Come in tutti i cambi di stagione. Sarebbe normale se non fossimo costretti ad ascoltare la pioggia al buio. Già perché ogni volta che piove, a Pierantonio salta la luce. Oggi (25 agosto 2018, 2018 e non 1918) è iniziato a piovere alle 16:51 e la corrente elettrica è saltata alle 16:52. In realtà non è solo saltata ha continuato per almeno un’ora a interrompersi e tornare. Tutto questo crea danni e disagi. Danni perché le apparecchiature elettroniche di cui tutti noi siamo dotati si danneggiano con questo sbalzi di tensione. A me si è rotto il frigorifero e ora sarò costretto a chiedere i danni, danni che, come è normale, non mi saranno mai risarciti perché in questo paese la colpa non mai di nessuno. Disagi perché, per esempio, ormai tutti noi abbiamo caldaie a gas che senza corrente non funzionano e cosi siamo senza acqua calda.   Eppure noi il servizio elettrico lo paghiamo regolarmente. Anche perché se non pagassimo ci staccherebbero tutto. Ma loro il servizio non lo forniscono con regolarità. Lo forniscono solo quando non piove. Sia ben chiaro che non si tratta di un caso, ma di una cosa che avviene con regolarità. Abbiamo provato a segnalare il guasto al servizio nazionale e ci siamo sentiti rispondere “è stato segnalato un guasto generale su Umbertide ci stanno lavorando i tecnici”. A me non sembra credibile. Giusto 3 giorni fa è successa la stessa cosa durante un temporale (alcuni organi di stampa ne hanno dato notizia, www.informazionelocale.it).   Anche in quel caso si trattava di un guasto generale? E se cosi fosse, perché non lo hanno risolto impedendo che riaccadesse a distanza di 3 giorni? La verità purtroppo è che probabilmente la rete elettrica di Pierantonio è rimasta quella del 1918. Ma in un paese in cui non si fanno le manutenzioni e i ponti crollano sterminando intere famiglie tutto questo è considerato normale. La mia lettera è per chiedere a Lei, Sindaco di Umbertide, un interessamento su un problema che riguarda i cittadini. Non possiamo affrontare il prossimo inverno con il rischio che ad ogni minimo acquazzone la corrente venga interrotta, con il rischio che si creino problemi ben più seri di un semplice frigorifero rotto. Comprendo che non sia di diretta competenza del Sindaco ma credo che un interessamento del Primo Cittadino possa almeno accendere i riflettori su un vergognoso disservizio che riporta il “paesello” ai primi anni del secolo scorso.   In attesa di un Suo cortese riscontro La saluto cordialmente (anche se non la posso vedere con questo buio).   Cesare Aragno

26/08/2018 16:23:24

Notizie » Società Civile Umbertide, grande festa in piazza Michelangelo con "Il Piazzarello"

La Cooperativa Asad e il Centro estivo Ciccibù organizzano l’iniziativa “Piazzarello: il mercato dei bambini”, che si terrà il giorno venerdì 24 agosto presso piazza Michelangelo di Umbertide a partire dalle 20.00 fino alle 22,30. All’iniziativa parteciperanno circa 30 bambini che sono iscritti al centro estivo.  Programma dell’iniziativa: Dalle ore 20,00 sarà allestito “il mercato” dei bambini,ogni partecipante avrà a disposizione uno scatolone e una sedia a misura di bambini per allestire il proprio banchetto. Il mercatino Piazzarello è riservato ai  bambini che hanno riconsegnato la propria scheda d’iscrizione al centro estivo Ciccibù e a coloro che si iscrivono in serata fino ad esaurimento delle 30 piazzole. L’iscrizione come partecipante del mercatino deve essere effettuata  da un genitore del bambino interessato o da chi ne fa le veci. La partecipazione è completamente gratuita. È consentita la vendita di oggetti legati all’infanzia o comunque usati (del tipo: giocattoli, fumetti, libri, figurine, peluche, oggettistica per la casa, abbigliamento per bambini, anche realizzati artigianalmente). La cifra richiesta nella vendita non deve superare 25 monete piazzarello (equivalenti a 5,00 euro), oppure effettuare la stessa con un’offerta libera. L’organizzazione si riserva di vietare l’esposizione e la vendita di oggetti ritenuti non idonei e non conformi allo spirito della manifestazione. Lo spirito di questa manifestazione è basato essenzialmente sull’amicizia,  sul gioco e sulla socializzazione. È incoraggiata ogni forma di contrattazione, scambio e baratto, che devono essere insindacabilmente eseguite dai ragazzi partecipanti (i genitori o chi ne fa le veci possono assistere alla contrattazione ma non possono intervenire); gli educatori in servizio vigileranno ed interverranno solo nei casi in cui si viola il rispetto del Regolamento che viene sottoscritto da tutti i genitori dei bambini partecipanti. È vietata la vendita di generi alimentari. Dalle ore 20,30 alle ore 21,30 sarà attivo il mercato dei bambini. Dalle ore 21,30 alle 22,30 saranno organizzati giochi di gruppo per bambini e attività di animazione rallegreranno la serata. La manifestazione è organizzata con il patrocinio del Comune di Umbertide ,con la collaborazione dell’Associazione Gruppo Volontari Umbertide e i commercianti di Piazza Michelangelo che, per l’occasione, saranno aperti fino alle 23.

23/08/2018 11:54:01

Notizie » Società Civile Umbertide, Calici sotto la Rocca riuscito alla perfezione: i ringraziamenti degli organizzatori

Riceviamo e pubblichiamo  Lo scorso venerdì 10 Agosto la nuova, ma già collaudata sinergia tra Slow Food Alta Umbria e Pro-Loco Umbertide è riuscita a riportare in vita, dopo qualche anno di assenza, un evento come ‘’Calici sotto la Rocca’’. Una serata all’insegna della promozione della città a tutto tondo, partendo dal suo centro storico, passando per le ricchezze offerte dall’enogastronomia del suo territorio, fino ad arrivare agli artisti locali. Una comunità d’intenti connaturata alla storia di queste due realtà associative che le porterà a collaborare con continuità. Un doveroso ringraziamento va fatto innanzitutto al Comune di Umbertide, patrocinatore dell’iniziativa, insieme alla fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, che ha stanziato un contributo per realizzare la serata. Un enorme plauso va rivolto anche agli amici dell’associazione astrofili Mizar Umbertide, che hanno curato la splendida osservazione direttamente dal suggestivo torrione della Rocca. Come non citare poi tutti i ristoratori aderenti, in accoppiata con le cantine, che grazie anche all’apporto dei nostri ragazzi del gruppo di lavoro, hanno rappresentato il vero e proprio motore dell’intera serata, deliziando i tantissimi presenti con i loro prodotti: Il Bistrot-Poggio Maiolo, Ristorante la Rocca-I Girasoli di Sant’Andrea, Ristorante Pizzeria Underground-Cantine Polidori, Blasi-Cantine Blasi, Zibù 2.0-Vini Donini.  Una serata di successo, con un’affluenza super. Di certo non sono mancate alcune sbavature e piccole criticità, che saremo pronti a tenere in considerazione per migliorare nelle edizioni a venire. L’auspicio è quello di continuare su questa linea e con questo successo i nostri progetti di valorizzazione del territorio e delle ricchezze che ha da offrire, vera fortuna della nostra zona, sempre con saldi i principi del buono, giusto e sostenibile.

21/08/2018 14:18:37

Notizie » Politica Scuole, le dichiarazioni di Umbertide Partecipa

Riceviamo e pubblichiamo Riguardo al tema delle strutture scolastiche riteniamo doveroso rinfrescare un po' la memoria ad un PD che ultimamente sembra un po' volutamente smemorato soprattutto in considerazione del fatto che nell'ultima legislatura la delega all'istruzione era stata assegnata alla Montanucci, la quale prendendo atto delle necessità emerse nel corso degli anni ( alle quali non era stata data ancora risposta)  ha portato avanti insieme al Sindaco e alla giunta un percorso che ha visto a gennaio 2017 presentare alla Regione  num. 7 richieste di  finanziamento  per il miglioramento sismico (per oltre € 3.500.000 - DGR n.1001 del 6/9/2016 – OCDPC 293 del 26/10/2015)  delle scuole di Calzolaro, Montecastelli, Niccone scuola e palestra,Infanzia Pierantonio più magazzino comunale e Santa Croce . A questi si sono aggiunte a giugno 2017 altre richieste di finanziamento alla Regione (DD. N. 2917 del 27/3/2017) per progetti di efficientamento energetico  per la scuola  di infanzia Garibaldi, scuola primaria e palestra di Pierantonio,  palestra scuole  Mavarelli-Pascoli. Il comune ha inoltre stanziato la somma di € 150.000 per  il 2018 da destinare  all'adeguamento normativo ai fini della agibilità per le scuole: Primaria G. di Vittorio, primaria di Pierantonio e Anna Frank di Verna. La pianificazione prevedeva di allocare ulteriori € 150.000 per il 2019 da destinare alla altre scuole. A tutto questo si aggiunge la realizzazione nel 2014 del miglioramento sismico della primaria di Pierantonio e l'efficientamento energetico delle medie nel 2015. Rispetto allo stato dell'edilizia scolastica si ricorda anche che il comune di Umbertide al pari di tutti gli altri comuni dell'Umbria, al fine di garantire un sereno avvio dell' anno scolastico 2017/18, aveva sottoscritto,  a settembre 2017 , un accordo con l' assessore all'istruzione della Regione Umbria e l' Ufficio Scolastico Regionale che prevedeva l'invio di una lettera ai vari dirigenti scolastici  con la quale  si comunicava che " in base alle verifiche effettuate  e delle certificazioni disponibili per gli edifici scolastici, non risultano condizioni ostative all'utilizzo degli immobili. Tutte le certificazioni sono state trasmesse ai dirigenti scolastici". L' Assessore Bartolini assicurò in quella sede  che negli anni successivi sarebbe stata messa a disposizione  una mole cospicua di risorse finanziarie da destinare alla sicurezza degli edifici scolastici. Questa è la storia reale  suffragata, come sempre, da atti deliberativi  e/o progetti degli uffici comunali. PS: A quanto sopra si aggiunge  ovviamente il finanziamento richiesto ed ottenuto per la demolizione e la ricostruzione della nuova Scuola Monini.

20/08/2018 17:06:27

Notizie » Politica Umbertide Cambia: "Le scuole sono agibili"

«Non si giustifica né con l’incompetenza amministrativa, né con i pochi mesi di Giunta. Scrivere, irresponsabilmente, da parte della Giunta che alcuni edifici scolastici sono inagibili, fa solo allarmare famiglie e ragazzi, mette i dirigenti scolastici in una posizione impropria, perché quel dato è scorretto e comunque va spiegato bene. Soprattutto dopo la tragedia di Genova e prima della vicina apertura delle scuole».  Umbertide cambia e il consigliere Gianni Codovini aggiungono che «paradossalmente è l’opposizione  costretta a spiegare un’affermazione che si presta a mille interpretazioni e allarmismi che non ci sono. In questo caso, come anche gli efficienti uffici comunali hanno ribadito, non si tratta di agibilità strutturale, vale a dire quella che riguarda gli indici di adeguamento e gli indici di vulnerabilità, che sono perfettamente nella norma, ma di adeguamento di alcuni impianti, i quali, tuttavia, non impediscono la normale e sicura attività scolastica. L’agibilità è un concetto dinamico, soprattutto per le strutture scolastiche, che si evolve a seconda delle normative che cambiano e le situazioni che emergono (nuovi laboratori, scale antincendio, impianti energetici, spazi comuni, aperti,ecc.). Dunque; calma e gesso: le scuole ad Umbertide sono strutturalmente efficienti e dunque agibili. A parte la scuola Monini che, tra poco, avrà una bella e nuovissima sede. Certo ci sono dei lavori da realizzare che la passata amministrazione Locchi, oggi ancora in Giunta, non ha fatto ma che ha spacciato, come d’uso, per realizzati. Vedi la scuola di Niccone». Umbertide cambia conclude il comunicato ricordando che «quando si governa non si può essere sciatti e superficiali e alzare un muro di silenzio, soprattutto in Consiglio comunale dove abbiamo fatto notare l’imprudenza delle affermazioni presenti purtroppo nelle Linee programmatiche e chiesto nel dettaglio di quali scuole e di quali agibilità si trattasse. La risposta? Silenzio del Sindaco e niente della Giunta. Per questo vogliamo ricordare, per informazione generale e per assicurare la popolazione, che anche l’Istituto Istruzione Campus Da Vinci, di proprietà della Provincia e non del Comune, è perfettamente agibile e adeguato alle norme. Come si sa, lì ci passano mille persone al giorno. Ma è possibile che sia l’opposizione e non il Sindaco a rassicurare e chiarire? A meno che esso abbia informazioni più approfondite sull’inagibilità delle scuole. Ma lo dica, per responsabilità».

19/08/2018 09:17:03

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy