Notizie » Società Civile Approvato all'unanimità il Regolamento per l'assegnazione di borse di studio agli studenti meritevoli in condizioni economiche svantaggiate

E' stato approvato questa mattina all'unanimità dal Consiglio Comunale il Regolamento per l'assegnazione delle borse di studio. Per facilitare ed incentivare l'accesso e il proseguimento degli studi universitari, l'Amministrazione comunale ha infatti istituito borse di studio a favore degli studenti residenti nel comune di Umbertide. Il regolamento, illustrato dall'assessore all'Istruzione Cinzia Montanucci, è stato condiviso da tutti i gruppi consiliari che hanno dato il loro contributo e apportato di comune accordo le necessarie modifiche, prima della votazione. Secondo quanto previsto dal regolamento, l’assegnazione delle borse di studio verrà effettuata stilando un’apposita graduatoria basata sia su una valutazione di merito, che tiene conto della votazione del diploma finale di Stato e dei crediti formativi acquisiti nel triennio precedente (per le borse di studio delle Scuole Secondaria di 2° Grado), della percentuale di crediti acquisiti e della media dei voti conseguiti negli esami previsti dal piano di studio annuale (per le borse di studio riservate agli studenti universitari), sia sulla situazione economica del nucleo familiare dello studente, individuata mediante ISEE. Agli studenti disabili con invalidità pari o superiore al 66% e agli studenti in condizioni di gravità ex art. 3 L. 104/92 sarà inoltre assegnato un ulteriore punteggio. Per quest'anno, per le borse di studio relative agli studenti della Scuola Secondaria di Secondo Grado è previsto un importo massimo di premi pari a 3.600 euro, corrispondenti a 6 borse del valore di 600 euro ciascuna e per le borse di studio relative agli studenti universitari un importo massimo di premi pari a 6.400 euro, corrispondenti a 8 borse del valore di 800 euro ciascuna.

28/09/2015 17:18:58

Notizie » Politica M5S: grande partecipazione al convegno “Quale presente e quale futuro per la FCU”

La grande partecipazione al convegno “Quale presente e quale futuro per la FCU” svoltosi questa mattina a Umbertide, mostra la voglia degli umbri di mantenere vivo e funzionante un patrimonio, quello della ferrovia umbra,  che a 100 anni dalla sua inaugurazione rischia di spegnersi. “Mancata attenzione,  scarsa manutenzione, assenza di strategia e integrazione con le altre forme di trasporto, hanno trasformato un patrimonio in una carcassa. Le responsabilità sono chiare e ci stupiamo che solo oggi chi governa la regione da sempre, se ne accorga”. Questo è quanto emerso dal dibattito al quale hanno contribuito, oltre ai rappresentanti del M5S, organizzatori della giornata, anche comitati dei pendolari, cittadini e altri rappresentanti delle istituzioni. Questo è il presente, e il futuro? “Investimenti per rinnovare il parco macchine e la linea, integrazione con altre tipologie di trasporto pubblico locale e con le linee di Trenitalia. Si è parlato anche della valenza sociale della ferrovia come luogo di aggregazione e del progetto tram-treno, di rinnovare l’elettrificazione e integrazione con i trasporti delle regioni limitrofe”. “Il trasporto di persone e merci su ferro – concludono gli esponenti del M5S –  è fondamentale, perché non vogliamo le “corriere” e la conseguente concentrazione del traffico su strada, danno non solo per l’ambiente ma anche per la sicurezza delle persone. I cittadini devono farsi sentire perché se non agiamo adesso, domani sarà troppo tardi. Noi ci siamo e ci saremo”.  

28/09/2015 09:11:16

Notizie » Politica MOVIMENTO 5 STELLE: IL BRUTTO RISVEGLIO DEL PD UMBERTIDESE

Riceviamo e pubblichiamo   Nello strano mondo delle favole può accadere di tutto. Per esempio può accadere che il PD umbertidese un bel giorno si sveglia e, riferendosi al problema FCU, dica pubblicamente: “Negli anni sono state spese risorse pubbliche per l'elettrificazione ma ad oggi viaggiano solo treni diesel e due soli "minuetti" visto che dagli altri vengono prelevati "pezzi" per garantire la manutenzione ed il funzionamento degli unici due rimasti in servizio”. Eppure ricordiamo che i treni Minuetto erano stati presentati proprio ad Umbertide con tanto di banda musicale e rinfresco a base di porchetta e vino il 18 aprile 2008. Nell’occasione, come riportato su Umbertide Cronache, l’allora Sindaco di Umbertide, Giampiero Giulietti, disse: “Siamo tutti molto soddisfatti perché questo investimento è una garanzia per il futuro dell'azienda”. Il PD umbertidese poi si ricorda che prima di addormentarsi “negli ultimi mesi la tratta ferroviaria Umbertide-Città Di Castello aveva una velocità ridotta a 50 km/h per problemi di sicurezza”. Una bella dormita visto che è da diverso tempo che c’è un rallentamento lungo la tratta. Infine, sempre dopo il risveglio, gli sembra di ricordare che la regione Umbria punta decisamente al trasporto su ferro. Qualcuno provi a ricordargli che la nostra regione è quella che ha fatto di tutto per convincere il Governo a trasformare la E45 in autostrada, che punta alla Grosseto – Fano (Due Mari) ed alla Perugia – Ancona. Una rete stradale che la dice lunga sul tipo di trasporto a cui punta la nostra regione. Dovrebbe essere stato un gran brutto incubo quello vissuto dal PD umbertidese prima del risveglio, infatti non si sono nemmeno accorti che tutti i problemi da loro citati sono stati creati da scelte del loro partito.

25/09/2015 09:22:12

Notizie » Politica Pd: interrogazione dei consiglieri Ranuncoli e Valdambrini su ambiente

Riceviamo e pubblichiamo I consiglieri comunali Lucia Ranuncoli e Giovanni Valdambrini hanno presentato un'interrogazione che invita l'Amministrazione Comunale a promuovere politiche di salvaguardia dell'ambiente e di sviluppo sostenibile del territorio comunale di Umbertide.  Perseguendo nelle politiche adottate finora, che hanno visto la riduzione della produzione dei rifiuti, il potenziamento della raccolta differenziata dei rifiuti, il ricorso a fonti di energia rinnovabili autentiche, la salvaguardia del paesaggio e la riconversione delle cave in ambiti di ricomposizione ambientale e paesaggistica, avviandole al loro definitivo esaurimento, i consiglieri Ranuncoli e Valdambrini chiedono all'Amministrazione Comunale di porre in essere tutte le misure opportune volte a contrastare l'aumento della quantità di rifiuti trattati su tutto il territorio comunale; redigere un nuovo Regolamento Igienico-Sanitario e predisporre le necessarie varianti al PRG a maggior ed ulteriore tutela e salvaguardia della comunità e delle aree abitate da attività che possano compromettere gravemente la qualità di vita degli abitanti; mantenere ferma la scelta della ricomposizione ambientale delle aree dedite all'escavazione (in via di esaurimento) evitando di compromettere ulteriori porzioni del territorio; monitorare costantemente il sistema di raccolta dei rifiuti così da poter migliorare il servizio e mantenere i risultati raggiunti.

24/09/2015 17:48:20

Notizie » Società Civile Scuola, tavolo territoriale per coordinare l'offerta formativa dell'Altotevere

Si è tenuto nei giorni scorsi un tavolo territoriale tra le Amministrazioni Comunali di Umbertide e Città di Castello e i dirigenti scolastici degli istituti altotiberini al fine di coordinare l'offerta formativa del territorio. Per l'Amministrazione Comunale di Umbertide erano presenti il sindaco Marco Locchi e l'assessore all'Istruzione Maria Cinzia Montanucci che hanno espresso la necessità di coordinare e valorizzare la rete scolastica oggi esistente sul territorio, al fine di offrire agli studenti una didattica di qualità. Nello specifico nel corso dell'incontro è stata ribadita la netta contrarietà alla duplicazione degl indirizzi di studio nei vari livelli territoriali e di area vasta, provinciale e regionale, anche in riferimento ai nuovi spazi di flessibilità curriculare per la scuola secondaria aperti dalla legge 107/2015 ed è stata avanzata richiesta di potenziamento della formazione ed educazione degli adulti con l’istituzione di un Centro provinciale di istruzione per adulti dotato di autonomia organizzativa e didattica a Città di Castello che copra l’utenza proveniente dal territorio dell'Alta Umbria. Amministratori e dirigenti scolastici altotiberini hanno inoltre deciso di attivare immediatamente, in vista delle iscrizioni per l’anno scolastico 2016-17, politiche di orientamento condivise ed integrate a livello comprensoriale nonché politiche di servizi comuni, a partire dalla risoluzione dal tema dei trasporti alla luce dell’attuale momento di criticità che penalizza l’Altotevere. Infine è stata proposta l'apertura, entro il mese di ottobre, di un tavolo delle istituzioni scolastiche e dei Comuni altotiberini finalizzato a cogliere le nuove opportunità di risorse economiche nazionali ed europee. “L'incontro è stata un'importante occasione per confrontarsi tutti insieme sull'offerta formativa del territorio e per ragionare in maniera costruttiva sullo sviluppo futuro della rete scolastica altotiberina, - hanno affermato il sindaco Locchi e l'assessore Montanucci - che non passa per la duplicazione di un'offerta di per sé già molto ricca bensì per il miglioramento e la specializzazione degli indirizzi di studio già esistenti”.

24/09/2015 16:12:26

Notizie » Politica I CONSIGLIERI PD PALAZZOLI E VALDAMBRINI INTERROGANO LA GIUNTA SULLA VICENDA DELLA EX FCU

Riceviamo e pubblichiamo I consiglieri comunali del PD di Umbertide Gianluca Palazzoli e Giovanni Valdambrini hanno presentato un'interrogazione al sindaco e alla Giunta comunale in merito alla situazione della ex Fcu che dal 10 settembre scorso ha visto sospendere, per motivi di sicurezza, il trasporto ferroviario sulla tratta Umbertide – Città di castello, causando notevoli disagi agli utenti. “La chiusura della tratta sta causando enormi disagi ai tanti studenti e lavoratori pendolari che usufruiscono del servizio ferroviario e che si sono acuiti con la chiusura del parcheggio della stazione, oggi adibito agli autobus sostitutivi– hanno affermato i consiglieri del Pd – La situazione è alquanto grave, visto che esiste la seria possibilità che anche la tratta Città di Castello – San Sepolcro possa rischiare a breve la chiusura per criticità analoghe, mettendo in discussione il futuro di un'infrastruttura di primaria importanza per il territorio regionale, che costituisce una dorsale strategica per l'Umbria. A tal proposito l'assessore regionale ai trasporti Chianella ha affermato che, per provvedere alle opere urgenti di manutenzione della ferrovia e consentirne la riapertura, occorrono 6 milioni di euro e un anno di lavori, per questo interroghiamo il sindaco e la Giunta di Umbertide per sollecitare l'Amministrazione Regionale e l'Ente gestore, Umbria Mobilità, a definire un piano di rilancio e di sviluppo della Ferrovia Centrale Umbra, in linea anche con quanto previsto dal nuovo Piano regionale del trasporti e a vigilare sul rispetto dei tempi indicati dall'assessore Chianella. Con questa interrogazione invitiamo inoltre l'Amministrazione Comunale a salvaguardare l'officina di Umbertide, ad istituire un tavolo permanente con le istituzioni ed i soggetti interessati al servizio di trasporto ferroviario regionale al fine di rilanciare la Fcu ed evitare in futuro il ripetersi di tali inaccettabili situazioni, ad individuare una soluzione alternativa per garantire il parcheggio delle auto presso la stazione di Umbertide e a verificare presso Umbria Mobilità la possibilità di ridurre i disagi degli utenti applicando agevolazioni sugli abbonamenti o sui biglietti giornalieri”.  

24/09/2015 11:22:45

Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: RISPOSTE CHIARE SUL PUC 2

Riceviamo e pubblichiamo Umbertide cambia è assolutamente favorevole alla riqualificazione del quartiere sottostante la ferrovia, chiede però chiarezza su alcuni passaggi fondamentali. “Bene il parco adiacente il campo sportivo – afferma Stefano Conti, consigliere comunale del movimento civico -  ma lo stesso impianto in erba sintetica, non certo di nuova generazione, è privo fin dall'origine della fondamentale dotazione di materiale ammortizzante. Ci chiediamo come abbia passato il collaudo visto che un terreno in simili condizioni riflette problemi importanti a livello di tendini e legamenti degli atleti (chiedere a chi lo usa). Si è dotato l'ex magazzino tabacchi di impianto fotovoltaico. Sarebbe stata inaccettabile una scelta diversa – continua Conti -  ma il problema è: per quale finalità e con quali criteri è stato realizzato il nuovo e necessario spazio? La questione avrebbe dovuto essere alla base delle scelte progettuali ed invece non è stata ancora affrontata. Nuovo sottopassaggio: utile, ma occorre risolvere il problema della visibilità. Riqualificare  - sottolinea il consigliere del movimento civico - significa anche affrontare situazioni di degrado. Allora occorre intervenire per il recupero dei vecchi opifici, risolvere il problema della moschea, la cui attività si sta svolgendo in uno spazio assolutamente fatiscente e capire se il centro islamico sia già in costruzione. Che dire poi di via Cesare Battisti: manca ancora una illuminazione efficace, i marciapiedi sono sconnessi a causa delle radici degli alberi, la caduta di foglie rende la strada insicura. Quando poniamo queste domande – conclude Conti -  l'Amministrazione ribatte indispettita, affermando che siamo contro tutto e che gli interventi sono stati finanziati dalla Regione. In realtà non risponde. Umbertide cambia non è contro tutto. Semplicemente vorremmo che i soldi pubblici siano spesi bene e quando avremo risposte chiare saremo i primi a sostenere soluzioni efficaci”.

24/09/2015 09:50:19

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy