Notizie » Politica M5S Umbertide su degrado nel Parco lungo il torrente Reggia

Riceviamo e pubblichiamo Il M5S ha depositato un'interpellanza riguardante il parco pubblico che si estende lungo il torrente Reggia, parallelo a via Roma, il quale è stato oggetto alcuni anni fa di riqualificazione attraverso la realizzazione di un percorso dotato di panchine e cestini. Già nel giugno scorso il M5S denunciò lo stato di degrado del parco e il fatto che il ponte al suo interno, lesionato, fosse ancora chiuso al transito. Nel giugno 2015 venne approvato in Consiglio comunale un ordine del giorno del Pd che prevedeva la realizzazione all'interno del parco di un'area di sgambatura per cani, che ancora oggi non è stata realizzata; non riescono ad attuare nemmeno quanto proposto ed approvato dalla maggioranza. Il M5S interpella la giunta per sapere quali sono le intenzioni di questa Amministrazione nei confronti dell'area e quando verrà riaperto al pubblico il ponte per permettere così una regolare fruizione del parco da parte dei cittadini. Inoltre si chiedono chiarimenti in merito a quanto è uscito poco tempo fa sulla stampa circa l'acquisto tramite asta di una rata di terreno del parco da parte di un privato cittadino. Stando a quanto sostiene l'acquirente, egli ha acquistato tramite asta, per il fallimento di un'impresa umbertidese, una porzione di terreno del parco scoprendo poi che il terreno dove insiste il lotto di circa 1000 mq non sarebbe mai stato espropriato dal Comune. Si ritrova pertanto proprietario di un terreno munito di lampioni e panchine che sta all'interno di un parco pubblico. A seguito di questa vicenda il M5S pretende di sapere se vi siano altre rate di terreno del parco che sono proprietà di privati e nel caso quali provvedimenti intenda adottare l'Amministrazione comunale. Se ciò fosse vero, sarebbe gravissimo, non solo perché farebbe dubitare anche di altre aree verdi e zone del nostro Comune, ma anche perché l'intero parco è stato negli anni precedenti oggetto di riqualificazione. Si sono dunque usati soldi nostri per abbellire aree private?

27/02/2017 11:11:33 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: TOGLIERE LA COMMISSIONE SUI TICKET SANITARI

Riceviamo e pubblichiamo Con una interrogazione consiliare il gruppo Umbertide cambia, in sintonia con altri gruppi consiliari del Comune di Città di Castello, sollecita l'Amministrazione comunale ad una risposta, ma soprattutto ad un intervento, in merito alla presunta applicazione da parte della USL di un sovrapprezzo, definito “commissione”, pari al 2%, applicato sui pagamenti effettuati con strumenti quali carte di credito, “Poste Pay” e “Banco Posta” appartenenti a vari circuiti. La lista civica, sulla base di norme nazionali ed europee, ma anche di una giurisprudenza consolidata, ritiene questa prassi illegittima chiedendo appunto l'eliminazione del sovrapprezzo sul costo di prestazioni sanitarie che purtroppo spesso già rappresentano un costo significativo nell'economia familiare.                                                                                                                                                 Umbertide cambia     Di seguito l'interrogazione presentata Al Presidente del Consiglio Comunale Al Signor Sindaco di Umbertide                                                               LORO SEDI     Oggetto: interrogazione Umbertide cambia sul sovrapprezzo dei pagamenti presso la USL tramite Carte Credito e Banco Posta     I sottoscritti Consiglieri comunali, PREMESSO che presso lo sportello CUP della Usl Umbria risulta essere affissa una comunicazione della Direzione inerente un sovrapprezzo per coloro che effettuano il pagamento con strumenti quali carte di credito, “Poste Pay” e “Banco Posta” appartenenti a vari circuiti che questo sovrapprezzo viene definita dalla Direzione della Usl Umbria 1 come “commissione” e risulta pari al 2% dell'importo transato CONSIDERATO che il Dlgs 11/2010 recepisce la direttiva 2007/64/CE sui servizi di pagamento nel mercato interno che questo tipo di pratiche sono state vietate dall'art. 3 comma 4 del Dlgs 11/2010: “Il beneficiario non può applicare spese al pagatore per l’utilizzo di un determinato strumento di pagamento“ che in questa materia l'autorità Antitrust italiana si è più volte espressa in vari ambiti sanzionando questa pratica illegittima, recentemente: istruttoria PS 9458 sull'illegittima riscossione di una commissione da parte dell'ACI per il rinnovo del bollo auto che il pagamento delle prestazioni sanitarie già oggi rappresenta un costo significativo della spesa delle famiglie   APPURATO che la Usl Umbria 1 sembra non ottemperare ai doveri normativi indicati     con la presente interrogazione chiedono:   di sapere perché il sovrapprezzo in questione è ancora in essere di sapere se e quali iniziative intende prendere l'Amministrazione Comunale per far cessare questa pratica da parte della Usl Umbria 1 Umbertide 23.02.2017 Il Gruppo consiliare Umbertide cambia                   Claudio Faloci                 Luigino Orazi

24/02/2017 15:23:17 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica EX FCU: SITUAZIONE PARADOSSALE PER I CITTADINI UTENTI. L'ON. GIULIETTI INTERROGA IL MINISTRO DEL RIO

Riceviamo e pubblichiamo L'on. Giampiero Giulietti, deputato del partito Democratico, ha presentato un'interrogazione in commissione al Ministro delle Infrastrutture e trasporti, Graziano Del Rio, in relazione alla vicenda della situazione della Rete ferroviaria regionale dell'Umbria (ex FCU) che ha assunto una veste paradossale. "Prima è stato chiuso il tratto Umbertide-Città di Castello, ora si viene a chiudere il tratto Ponte San Giovanni - Perugia, e siamo in attesa di ulteriori spiacevoli sorprese, - afferma l'on. Giulietti - tali chiusure avvengono sempre per motivazioni legate alla sicurezza della tratta ed appare evidente che la normale manutenzione della rete non è stata di certo effettuata e magari sono state privilegiate altre scelte che nulla hanno a che fare con la ferrovia, con i pendolari, con gli studenti ed i lavoratori che sono costretti ad odissee assurde (due ore per percorrere la tratta Città Di Castello - Perugia tra autobus e treno)". Secondo il deputato del Partito Democratico, la vicenda rende plastica l'inadeguatezza della gestione del trasposto su ferro, mentre ancora si è in attesa di comprendere la tempistica del passaggio ad RFI della rete ferroviaria regionale e di come garantire un servizio temporaneo più agevole per gli utenti e una tempistica certa nell'effettiare i lavori necessari alla linea (onde evitare disservizi e soprattutto depauperare il servizio ferroviario) L'on Giulietti torna ad interrogare quindi il Ministro per conoscere la volontà e di seguito la tempistica e le modalità del passaggio della Rete ferroviaria regionale (ex Fcu) a RFI e per sapere quali iniziative il Ministro (congiuntamente alla Regione) intenda mettere in campo per garantire il servizio ferroviario in Umbria a tutela di un patrimonio pubblico fondamentale per la regione e a tutela degli utenti del servizio oggi costretti ad una quotidiana via crucis.  

23/02/2017 14:37:10 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Società Civile UMBERTIDE: CONCORSO PER LE SCUOLE ''SAVE ENERGY'', C’E’ TEMPO FINO AL 15 MARZO PER ISCRIVERSI

Riceviamo e pubblichiamo Gli studenti dovranno realizzare una campagna di comunicazione sui temi del risparmio energetico e dello sviluppo sostenibile Umbertide (Pg), 23 febbraio 2017 – C’è tempo fino al prossimo 15 marzo per partecipare all’edizione 2017 del concorso per le scuole “Save Energy” che AIMET Srl - azienda che si occupa della fornitura di gas naturale ed energia elettrica a privati, enti ed imprese - anche quest’anno ha voluto promuovere con lo scopo di sensibilizzare le giovani generazioni sui temi del risparmio energetico e dello sviluppo sostenibile. Il Concorso, giunto alla quarta edizione, è rivolto agli istituti scolastici di ogni ordine e grado dei territori di Umbria e Marche in cui AIMET è presente con un proprio sportello e prevede la progettazione di una campagna di comunicazione sui temi dell'utilizzo consapevole e sostenibile dell'energia, da realizzare con i mezzi che ogni scuola riterrà più opportuni (disegni, video, testi, ipertesti, audio...). Prezzi chiari e trasparenti, assistenza e vicinanza al cliente attraverso sportelli territoriali in cui opera personale qualificato, convenienza e territorialità, sono i valori fondanti di AIMET, azienda che, oltre a soddisfare a 360 gradi il fabbisogno energetico di famiglie, imprese ed enti, intende sostenere anche il territorio in cui opera.  “La nostra mission è quella di offrire al cliente la tranquillità di un servizio senza sorprese, chiaro e trasparente, ma Aimet intende anche investire sulle comunità locali – ha spiegato l'ad di Aimet ing. Patrizio Nonnato – Per questo, per il quarto anno consecutivo, abbiamo promosso il concorso Save Energy che, oltre a sensibilizzare gli studenti e le loro famiglie su temi a noi cari come lo sviluppo sostenibile e il risparmio energetico, ci consente di sostenere le scuole, mettendo a disposizione contributi per un totale di 4.000 euro per l'acquisto di materiale didattico”. “In tre anni il concorso è cresciuto molto, arrivando a coinvolgere ben 19 scuole, provenienti dai comuni umbri di Umbertide, Città di Castello, San Giustino, Corciano e dai comuni marchigiani di San Benedetto del Tronto e Grottammare, per un totale di 46 classi e circa mille studenti – ha aggiunto il presidente di Aimet dott. Matteo Baldelli- Questo ci dimostra che la nostra iniziativa ha fatto centro e i brillanti risultati ottenuti ci spingono ad andare avanti e a promuovere di nuovo il concorso per le scuole che speriamo parteciperanno numerose con l'entusiasmo, la creatività e l'originalità che hanno contraddistinto le edizioni precedenti”.  Il regolamento e la scheda di iscrizione al concorso sono reperibili sul sito www.aimetonline.it. Le iscrizioni dovranno pervenire per mezzo di posta elettronica all’indirizzo comunicazione@aimetonline.it entro e non oltre il 15 marzo 2017. Per informazioni: 075 9413140.  

23/02/2017 12:01:59

Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: UN GRAZIE A MARCELLO BREGOLISSE, COMPETENZA E PROFESSIONALITA’ AL SERVIZIO DEI CITTADINI

Riceviamo e pubblichiamo ASSOCIAZIONE UMBERTIDE CAMBIA, GRUPPO CONSILIARE UMBERTIDE CAMBIA: UN GRAZIE A MARCELLO BREGOLISSE, COMPETENZA E PROFESSIONALITA’ AL SERVIZIO DEI CITTADINI Il nostro intervento vuol essere esclusivamente il riconoscimento ad un uomo delle istituzioni nei giorni in cui ha lasciato la sua funzione in esse, ricordando alla città un vero modello di comportamento. Marcello Bregolisse ha raggiunto infatti la meritata pensione, ma il contributo che ha dato all’Amministrazione comunale va oltre il suo lavoro. Entrato molto giovane, per soli meriti concorsuali, nel cuore pulsante della frontiera economico-finanziaria, si è subito distinto per solida competenza ma anche capacità di relazione. Sempre sensibile alle ragioni degli utenti-cittadini, in Marcello la pronta risposta tecnica è sempre stata accompagnata da disponibilità ed umanità, caratteri del resto della sua personalità. Se la macchina amministrativa comunale, dal punto di vista tecnico-amministrativo, ha mostrato efficienza, lo si deve anche al lavoro di chi, come Marcello, con rigore, razionalità e generosità, ha svolto diversi incarichi, badando alla crescita dell’istituzione, con grande professionalità ma sempre in punta di piedi, non rincorrendo mai carrierismi. Questo ci sentivamo di dire, spontaneamente, perché il modello di Marcello diventi un esempio. A Marcello rivolgiamo un abbraccio, augurandogli di ascoltare la sua amata musica finalmente libero da numeri e tributi.  Associazione Umbertide cambia (Gianni Codovini) Gruppo consiliare Umbertide cambia (Claudio Faloci, Luigino Orazi, Stefano Conti)

22/02/2017 20:07:19 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy