Notizie » Politica MANCINI (LN) SUL FUTURO DEL VECCHIO OSPEDALE A CITTA’ DI CASTELLO

Riceviamo e pubblichiamo “LA CITTA’ DELLA SALUTE E’ UN’OPPORTUNITA’ PER IL COMUNE. PORTA OCCUPAZIONE, RIVITALIZZAZIONE DEL CENTRO STORICO ED INCREMENTA L’ECONOMIA” “Impiegare il Lascito Mariani per riqualificare il vecchio ospedale e trasformare l’immobile nella Città della salute, è un’opportunità per Città di Castello: crea occupazione e rivitalizza il centro storico alleviando le “sofferenze” dei cittadini”. Esordisce così il consigliere regionale Lega Nord, Valerio Mancini, firmatario della proposta di risoluzione discussa ed approvata recentemente a Palazzo Cesaroni. “Se i consiglieri Lignani e Sassolini hanno delle proposte migliori ben vengano, ma rinunciare a priori a certe opportunità non porta vantaggio ai tifernati. Per volere delle sorelle Mariani, quel lascito deve essere investito per alleviare le sofferenze dei cittadini, ma queste possono non essere solo fisiche. Le sofferenze sono anche quelle che i tifernati vivono quotidianamente dovute ad una difficoltà economica e al degrado urbano, quindi la Lega Nord esprime soddisfazione per la direzione che la vicenda sta prendendo”. Facendo poi un excursus storico Mancini ricorda che “negli anni ci sono state tante proposte per quell’immobile, sicuramente appetibile per attività commerciali o poli studenteschi, ma un’incapacità gestionale in capo alle varie amministrazioni di sinistra che si sono succedute a Città di Castello o in Regione, hanno ostruito la rinascita dello stabile e con esso, dell’ economia di gran parte del centro storico. Per la Lega Nord, restituire un’anima al vecchio ospedale è una battaglia ben nota, lì abbiamo voluto presentare la lista elettorale alle amministrative tifernati, abbiamo affrontatola questione in Comune a fianco del capogruppo Marchetti, in Regione con il collega Fiorini, tanto che lo stesso sindaco Bacchetta ha riconosciuto pubblicamente il nostro operato attribuendoci la paternità dell’azione politica a Palazzo Cesaroni. Non è, infatti, un caso che la nostra proposta di risoluzione abbia svegliato le amministrazioni, rispolverando un tema addormentato da oltre 17 anni. La Regione aveva previsto finanziamenti per ristrutturare vecchi presidi di Gualdo e Gubbio, ma, guarda caso non aveva incluso Città di Castello. Basta amministrazioni addormentate e opposizioni poco costruttive, sul piatto ci sono i soldi del lascito Mariani e il finanziamento della Regione, occorre mettere in rete alcuni imprenditori e regalare alla città un nuovo inizio fatto di occupazione, rivitalizzazione del centro storico in termini urbani e di valore immobiliare. Se entro la fine dell’anno non vedremo il progetto terminato, sarà sicuramente l’ennesima prova dell’incapacità di governo e di mancanza di programmazione di questa Regione, come Lega Nord vigileremo affinchè il futuro del vecchio ospedale non abbia lo stesso ed increscioso epilogo dell’FCU, della piastra logistica, della E 78 e della Guinza”  

27/05/2017 15:23:04 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: ''IL RENDICONTO 2016 CONFERMA LE DIFFICOLTA’ FINANZIARIE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE''

Riceviamo e pubblichiamo Il voto contrario espresso da Umbertide cambia sul rendiconto 2016 del Comune di Umbertide deriva da una lettura dei documenti contabili non ragionieristica, come quella dell’Amministrazione, ma politica, ed ha tre motivazioni di fondo. Innanzitutto la mancanza di una strategia e di una informazione chiara utile ad affrontare la fondamentale criticità di un “credito” consolidato pari ad oltre 6.000.000 di euro derivante dal mancato pagamento di tributi e tariffe. “La posta – affermano i consiglieri di Umbertide cambia – rappresenta in realtà un debito di cittadini ed aziende nei confronti del Comune del quale vorremmo conoscere la natura sia quantitativa che qualitativa e le ragioni che portano al mancato pagamento, tenendo conto delle oggettive difficoltà, ma evitando che chi fa il furbo la faccia franca”. Quindi il costante ricorso ad una anticipazione di tesoreria che ha prodotto solo nel 2016 un costo pari a 39.245 euro. Terza motivazione, il mancato raggiungimento degli obiettivi posti. “Sono aspetti - aggiungono Faloci, Conti ed Orazi – che pur collocandosi in una gestione tecnicamente corretta e prudenziale rivelano la necessità di applicare scelte utili a garantire una maggiore solidità finanziaria ed a ricostruire una situazione un po’ meno fragile che consenta veramente di effettuare qualche investimento”. Proprio su questo punto Umbertide cambia certifica il fallimento politico dell’Amministrazione. “Ci dicano quali sono gli obiettivi raggiunti nel 2016 visto che nessuno degli interventi previsti nel piano triennale delle opere pubbliche è stato realizzato. Alcuni esempi? La nuova rotatoria prevista a Calzolaro, la scuola d’infanzia e asilo nido di Via Morandi, la ex serra per persone con disabilità”. Proprio su quest’ultima Umbertide cambia puntualizza. “I soldi per la struttura sono stati da tempo incassati con la vendita del terreno dove sorge la nuova Moschea. Perché questo colpevole ritardo?”   Umbertide cambia

26/05/2017 15:54:00 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica Lega Nord Citta’ di Castello avverte i Carabineri: ‘’Il Tevere ha un colore preoccupante’’

Riceviamo e pubblichiamo Marchetti e Mancini: “Pronta un’interrogazione urgente. Vogliamo chiarezza” “Il Tevere questa mattina presenta un colore insolito e molto preoccupante”. La Lega Nord Città di Castello, con il suo militante Marcello Rigucci, avverte il locale comando dei Carabinieri i quali a loro volta, sollecitano l’intervento degli enti preposti come da protocollo. I consiglieri comunali Riccardo Augusto Marchetti e Valerio Mancini annunciano un’interrogazione urgente per chiedere spiegazioni. “ Non è la prima volta che il Tevere presenta colori strani e allarmanti – precisano i due consiglieri leghisti - anche lo scorso Agosto alcuni cittadini sollevarono la questione alle autorità competenti, le quali rassicurarono sulla situazione. Nel 2014 alcune associazioni di pescatori tifernati proposero delle ronde lungo il fiume, al fine di salvaguardare la flora e la fauna. Anni di inquinamento altalenante, ma mai nessuno che abbia affrontato il problema in maniera concreta. A tal proposito annunciamo un’interrogazione urgente al prossimo consiglio comunale, con il preciso intento di capire quale sia la reale entità del danno, di far luce sulle cause dell’evento inquinante e conoscere quale azioni verranno promosse per la tutela del fiume stesso. Se l’Assessore competente non ci risponderà in maniera esaustiva, chiameremo i vertici Arpa in commissione consiliare, vogliamo andare fino in fondo, non ci accontentiamo più delle solite sterili rassicurazioni, se poi ogni volta il problema si ripresenta”. Per Marchetti e Mancini “Quanto verificatosi questa mattina è un episodio di enorme gravità considerando che le acque del Tevere vengono utilizzate anche per l’irrigazione di appezzamenti agricoli e che, in alcuni tratti, si svolgono pure competizioni di pesca sportiva, senza considerare l’enorme danno alla fauna ittica. Se, dati alla mano, l’inquinamento risulta essere di origine dolosa, frutto di un non curante rispetto delle regole – concludono i due consiglieri – riteniamo che i responsabili debbano necessariamente pagare affinchè eventi del genere non si ripetano”

26/05/2017 08:45:47 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: ''SUI CONTROLLI INTERNI DEL COMUNE LA VERITA’ E’ SCRITTA''

Riceviamo e pubblichiamo Nella sua risposta l’Amministrazione comunale, pur con una sua versione “soft”, di fatto conferma l’esistenza dei rilievi elevati dalla Corte dei Conti in materia di controlli interni, aggiungendo che “si è immediatamente adeguata”. Bene. Tutto serve per migliorare. Resta però un problema di metodo e di merito. Nel metodo. L’Amministrazione comunale si è ben guardata dal notificare l’atto almeno ai capi gruppo, attraverso il Presidente del Consiglio Comunale, come sarebbe stato opportuno, riponendolo nascostamente in “Amministrazione Trasparente”: sfidiamo un normale cittadino a trovarlo. Nel merito, restano i rilievi. Il sistema dei controlli interni riguarda aspetti diversi della attività dell’Ente. Nello specifico la Corte ha “promosso” l’Amministrazione per quelli relativi agli equilibri finanziari, l’ha “rimandata” per le attività inerenti il controllo strategico e quello di regolarità amministrativo-contabile, l’ha “bocciata” sul controllo delle società partecipate, inesistente, sul controllo inerente la qualità dei servizi, non effettuato, sul controllo di gestione. Per i primi due casi la Sezione regionale di controllo ha disposto la segnalazione alla Procura regionale della Corte dei Conti. In merito al controllo di gestione, che riguarda il grado di raggiungimento degli obiettivi nonché il rapporto tra le risorse impiegate ed i risultati ottenuti, la Corte raccomanda l’Ente ad una più corretta e trasparente compilazione della relazione. Alla luce di ciò, affermare che Umbertide cambia “ancora una volta, (quali sono le altre?) riporta notizie non corrette” ci sembra dimostri una strategia difensiva debole e puerile dell’Amministrazione comunale, volutamente diffamatoria. Peccato. Il nostro obiettivo è quello di alzare al massimo il livello del confronto politico e dell’azione amministrativa, guardando agli interessi della Comunità. Lo stiamo facendo in modo costruttivo e collaborativo. Ma se le risposte sono di questo tenore …. sarà dura!!   Umbertide cambia

25/05/2017 12:03:18 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica Ferri scoperti sul cavalcavia di Selci-Lama: Sopralluogo del consigliere regionale Lega Nord Valerio Mancini che allerta la polizia municipale

Riceviamo e pubblichiamo Pronto intervento della polizia municipale che invia ad Anas un dossier Ferri scoperti sul cavalcavia di Selci Lama in prossimità dell’ingresso sulla E 45. Sollecitato da alcuni cittadini, il Consigliere Regionale, Lega Nord, Valerio Mancini ha fatto un sopralluogo e ritenuto indispensabile allertare la polizia municipale di San Giustino, la quale è prontamente intervenuta. “La situazione è particolarmente grave – ha precisato Mancini – il cavalcavia in questione si trova realmente in pessime condizioni per questo ho ritenuto necessario allertare la polizia municipale che ringrazio caldamente per il pronto intervento. I vigili urbani hanno effettuato i rilievi necessari documentando il ferro arrugginito che esce dal cavalcavia e che indebolisce la struttura stessa. Tali fotografie andranno ad integrare una relazione tecnica che la stessa Polizia Municipale invierà alle autorità competenti e ad Anas per chiedere un intervento immediato”. Dopo la chiusura del viadotto di Canili, ciò che preoccupa il consigliere regionale Lega Nord, Valerio Mancini e gli altri consiglieri comunali alto tiberini: Riccardo Augusto Marchetti a Città di Castello e Corrado Belloni a San Giustino, è proprio l’assenza di manutenzione lungo tutta la E 45. “Oltre al manto stradale in pessime condizioni e rattoppato a tratti – spiega Mancini – l’emergenza si amplia anche su strutture la cui manutenzione dovrebbe essere all’ordine del giorno: è evidente che pezzi di ferro arrugginiti che escono dal cemento di cavalcavia o viadotti ne mettono a rischio la tenuta. Che fine hanno fatto i soldi per la manutenzione di queste strutture, perché non si fa programmazione e soprattutto quali sono le intenzioni di Anas circa gli interventi sui cavalcavia, domande che necessitano di una risposta esaustiva e che porrò all’assessore regionale Giuseppe Chianella quanto prima, perché chiunque in casa sua se si accorge di ferri che escono dalle fondamenta chiama un manutentore, non capisco perché se si parla di situazioni pubbliche e di sicurezza cittadina questo non avviene. O meglio, una risposta ce l’ho – conclude Mancini – e va ricercata nella politica fallimentare della sinistra per cui l’ Fcu è chiusa, la E 78 un miraggio e la Giunza un’utopia”

24/05/2017 08:56:07 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Società Civile Venerdì 26 maggio torna l’iniziativa ''Le scuole di Umbertide insieme per…l’Unicef''

Riceviamo e pubblichiamo Torna venerdì 26 maggio l'iniziativa “Le scuole di Umbertide insieme per...l'Unicef” che si terrà alle ore 20,15 in piazza del Mercato. L’iniziativa è promossa da Cooperativa Asad, Unicef e Gruppo volontari Umbertide con il patrocinio del Comune di Umbertide ed è a cura delle direzioni didattiche 1° Circolo e 2° Circolo, della scuola secondaria di 1° grado “Mavarelli-Pascoli”, dell’Istituto di Istruzione Superiore Campus “Leonardo da Vinci” e del Centro Lucignolo. Lo scopo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica e contribuire alla raccolta fondi a favore dell'organizzazione internazionale a tutela dell’infanzia. La manifestazione si aprirà con i saluti dell'Amministrazione Comunale, dei rappresentanti dell'Unicef e dei dirigenti scolastici, dopodiché saranno gli studenti ad animare la serata tra musica, cori e video. Questo il programma: Scuola dell'infanzia "Monini": "Questa è la mia scuola", coro presentato dai bambini della sez. 5 anni Campus "Da Vinci": Ballo "Freedom" Scuola dell'infanzia Garibaldi: "L'amicizia è", coro presentato dai bambini sez. 5 anni Scuole dell'infanzia, primaria e secondaria di Pierantonio: "Armonie di voci", video presentato dal progetto continuità Scuola primaria "Garibaldi": "La rivoluzione dei bambini: io come tu", "A modo tuo", coro presentato dal "Grillo cantante" Scuola primaria "Anna Frank": "Le sagome delle emozioni", video presentato dalla classe V Scuola primaria "Di Vittorio": "Amici per la pelle", "Bambu balla", coro presentato dalle classi IV Scuola secondaria di primo grado Mavarelli- Pascoli: "M.A.B.A.S.T.A. Stop al bullismo", "Il guerriero", video e coro presentato dalle classi III A e III B "Lucignolo": "Tutto molto interessante", ballo e canto.  

23/05/2017 14:18:19 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy