Notizie » Politica Galmacci e Spatoloni (Lega Umbertide)su sgravi al 45%: “Un aiuto tangibile, incomprensibile il no dell'opposizione”

    “Un aiuto concreto alle attività che hanno subito il lockdown e i suoi effetti arriva dall'Amministrazione Comunale di Umbertide”: il segretario cittadino della Lega, Vittorio Galmacci e dal capogruppo in Consiglio comunale, Ettore Spatoloni esprimono la loro soddisfazione dopo l'approvazione a maggioranza, nell'ultima seduta dell'assise, alla riduzione del 45% della Tari alle attività del Comune di Umbertide che sono rimaste chiuse nel corso della fase più acuta dell'emergenza Coronavirus, misura resa possibile grazie alla creazione da parte dell'Amministrazione Comunale di un fondo di 300mila euro.   “Ancora una volta – dicono Galmacci e Spatoloni – l'Amministrazione e la maggioranza hanno dimostrato senso di responsabilità e di vicinanza a tutte quelle realtà che sono dovute restare ferme a causa del Covid-19. Da parte nostra arriva un giudizio estremamente positivo sulla possibilità, per chi ha un Isee inferiore a 15mila euro, di richiedere la rateizzazione per Imu e Tari dei mancati pagamenti nelle passate annualità. Bene anche l'approvazione delle variazioni di bilancio di circa un milione e 200mila euro, che sono state necessarie in seguito all'emergenza sanitaria per mantenere i conti del Comune in ordine”.   “Ciò che ci rende amareggiati – proseguono Galmacci e Spatoloni – sono stati i voti contrari delle minoranze. Da loro è arrivato un no secco, senza motivazioni di nessun genere a tutte le proposte avanzate dall'Amministrazione. Anche in questo frangente le opposizioni hanno mostrato le loro volontà: quando arrivano misure essenziali per il bene della comunità l'unica cosa che riescono a fare è quella di dare esprimere voto contrario a priori senza pensare alla collettività, continuando il loro gioco di destabilizzazione della cosa pubblica. Se in passato fossero state accolte le dannose proposte da loro avanzate saremmo caduti nuovamente nell'oblio del commissariamento del Comune. Oggi invece possiamo dire che chi è stato penalizzato dalla serrata di primavera sarà sostenuto dall'Amministrazione e che il bilancio dell'ente non rischia nulla. Il sindaco Carizia e l'Amministrazione hanno dimostrato ancora una volta che, a distanza di secoli, è ancora valida la favola di Esopo della cicala e della formica: c'è chi, come l'opposizione, fa di tutto per provare a sperperare denaro pubblico e chi come l'Amministrazione mette da parte risorse per la comunità fondamentali per sopperire a momenti di difficoltà, dimostrando ancora una volta il buon senso di chi è al governo della nostra città”.

02/10/2020 12:54:25 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Umbertide cambia: “massima pressione fiscale e tariffaria di sempre”

  "Le minoranze (Umbertide cambia, Pd e M5S)  si sono compattamente e fieramente opposte in Consiglio Comunale ad una manovra di bilancio iniqua ed inopportuna che comprime la capacità di reddito e di consumo dei cittadini ed incide pesantemente sui costi delle attività produttive e commerciali". Inizia così la nota stampa a firma di Umbertide cambia che interviene sulla questione tassazione ad Umbertide. "Solo l’intervento finanziario del Governo ha in realtà concesso un po’ di ossigeno. Partiamo dai fatti ed evitiamo di taroccare la dura realtà con messaggi falsi e manipolati. Stiamo parlando della manovra che ha proposto l’Amministrazione Carizia su addizionale Irpef e IMU. In Consiglio Comunale la maggioranza leghista ha sostanzialmente confermato la  tariffe applicate, che restano quindi al massimo consentito. Basta leggere i dati: per le abitazioni IMU al 6 per mille e per i fabbricati D (industria) al 10, 6 per mille. Appunto il limite massimo. Stessa cosa per l’addizionale Irpef. La Tari aumenta leggermente, ma a fronte di un servizio che necessita di molti miglioramenti, da noi indicati. Una pressione fiscale e tributaria assolutamente inadeguata in un periodo di crisi economica, mitigata solo dall’intervento del Governo nazionale. Quello che infatti non può essere consentito è la “furbata” o meglio la solita “taroccata” comunicativa del Sindaco e della Giunta. Il Sindaco Carizia esce fuori con un comunicato nel quale dichiara che l’Amministrazione ha riconosciuto sgravi fino al 45% della Tari per le attività che hanno subito il lockdown. Vero? Niente affatto, è stato il Governo a stabilirlo e i Comuni si sono adeguati. Grazie al decreto Cura-Italia (n.18/2020) e alla delibera (5 maggio) dell’Autorità della Regolamentazione per l’Energia Reti e Ambiente (ARERA) il Comune ha proceduto al dovuto sgravio, ma con i soldi messi dal Governo per la rinegoziazione dei mutui e grazie ad un nuovo Fondo di 786.000 euro assegnato di nuovo al Comune di Umbertide. Insomma diamo a Cesare quello che è di Cesare. Il Comune non ha fatto niente e non ha messo un euro. Si è trattato, fortunatamente e positivamente, di trasferimenti governativi e statali".   

02/10/2020 12:43:37 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Dal 5 ottobre alla Biblioteca comunale riapre al pubblico la sala di consultazione e di studio

Dal 5 ottobre alla Biblioteca comunale sarà possibile svolgere individualmente le attività di consultazione e di studio. La disponibilità massima della postazioni fisse per lo studio da svolgersi in maniera individuale presenti all’interno della biblioteca, per un numero totale di 15 unità, è determinata nel seguente modo: 13 postazioni per lo studio al tavolo e 2 postazioni internet. In contemporanea all’attività di studio è ammesso l’ingresso di una persona alla volta (per un massimo di 30 minuti di tempo), previa prenotazione telefonica, per prestiti e restituzioni.   Si informa che per l'accesso allo Spazio Ragazzi (da 0 a 14 anni) può essere ammesso anche un genitore per accompagnare il minore. Per quanto riguarda lo studio e la consultazione individuale di materiale è obbligatoria la prenotazione telefonica che deve essere effettuata entro l'orario di apertura del turno precedente (la mattina per il pomeriggio e il pomeriggio per la mattina successiva). Il numero da contattare è lo 075 9414256. E' disponibile anche l'indirizzo mail biblioteca@comune.umbertide.pg.it. Si ricorda che obbligatorio indossare la mascherina all'interno dei locali per tutta la durata della permanenza all'interno della Biblioteca. Prima di accedere alla struttura si devono disinfettare la mani e compilare l'apposito modello di autodichiarazione. Deve essere mantenuta la distanza di sicurezza di almeno 1,50 metri.   La Biblioteca Comunale dal 5 ottobre rispetterà fino al 31 dicembre i seguenti orari: il lunedì, il martedì, il mercoledì, il giovedì e il venerdì la mattina dalle 9 alle 13 e il pomeriggio dalle 15.30 alle 18.30; il sabato dalle 9 alle 13. Questo il riepilogo delle attività che si possono svolgere presso la Biblioteca: prestito e restituzione libri e DVD; studio e consultazione individuale; uso postazioni internet; informazioni bibliografiche anche per telefono ed email; iscrizione ai servizi e a MediaLibraryOnLine; fotocopie esclusivamente per materiale della Biblioteca. Non è possibile svolgere studio di gruppo.      

01/10/2020 12:05:49 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Pd Umbertide: “dal bilancio del Comune neanche un euro per sostenere famiglie e imprese”

Riceviamo e pubblichiamo   “Ecco la verità: dal bilancio del Comune neanche un euro per sostenere famiglie e imprese”. Inizia così la nota stampa del Partito democratico, a firma del Segretario Filippo Corbucci e diffusa dopo il Consiglio comunale del 30 settembre scorso. “Quei pochi sgravi (Tari e Tosap) concessi alle imprese (o i buoni alimentari alle famiglie disagiate) – si continua - ci sono solo ed esclusivamente grazie ai benefici concessi dal Governo nazionale”. “Il tutto mentre Umbertide è sempre più in preda alla sporcizia, vie e piazze mancano di manutenzione, i parchi sono all'abbandono, la città è in preda al vandalismo. Carizia amministra già da oltre due anni e nel frattempo sono stati ridotti servizi (vedi asilo nido), o addirittura alcuni sono tagliati (sportello Umbra Acque, CUP a centro salute, ecc)”. “Un'amministrazione indisponibile al confronto, incapace perfino di votare un ordine del giorno a sostegno dell'ospedale o una mozione (con coperture finanziarie certe) per il nuovo asilo nido. Un'amministrazione che riesce a stento ed in grave ritardo a portare avanti opere di altri (il palazzo comunale non è ancora finito, la scuola di via Morandi come pure il progetto orti felici sono finanziamenti arrivati in precedenza). Come opposizioni – e si conclude - in Consiglio comunale unitariamente facciamo proposte (parchi, sanità, asilo nido, scuole, sicurezza, ecc.), presentiamo mozioni con pareri favorevoli degli uffici, proviamo a dare un contributo propositivo alla crescita cittadina. Faremo fino in fondo la nostra parte nell'interesse degli umbertidesi a prescindere dall'appartenenza politica. Continueremo a lavorare in questa direzione nonostante il comportamento di chiusura degli attuali amministratori”.                    

01/10/2020 11:47:11 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Altotevere Mostra Nazionale del Cavallo, slitta al prossimo anno ma il 18 ottobre evento speciale

“Non ci sarà una 52^ Mostra Nazionale del Cavallo nel 2020, con grande dispiacere a causa del Covid-19 dobbiamo rimandare l’appuntamento al 2021, ma per gli appassionati organizzeremo un evento speciale che ci permetterà di gettare le basi per la prossima edizione e di tenere viva la passione per questo meraviglioso animale che ha una lunga tradizione a Città di Castello e in Umbria”. Il presidente dell’Associazione Mostra Nazionale del Cavallo Marcello Euro Cavargini ufficializza lo slittamento al prossimo anno della rassegna equestre tifernate e annuncia che Città di Castello ospiterà un’iniziativa promozionale, con cui sarà anticipato il nuovo format cavallo-ambiente che caratterizzerà la manifestazione nei prossimi anni. Il 18 ottobre lungo il percorso naturalistico del fiume del Tevere, che unisce Città di Castello a Umbertide e Montone, sarà organizzata una passeggiata a cavallo aperta a tutti gli appassionati, con l’obiettivo di valorizzare le potenzialità del trekking equestre nel contesto di una risorsa ambientale unica. “L’iniziativa ha l’obiettivo di coinvolgere chi ama le escursioni in sella in una bella opportunità di scoprire il paesaggio di Città di Castello, ma anche di creare le relazioni e le sinergie che ci permettano di connotare la Mostra Nazionale del Cavallo con una forte identità ambientale già dalla prossima edizione”, spiega Cavargini, che evidenzia: “l’intenzione è di dare vita a un nuovo filone della manifestazione, che possa esaltare la ricchezza naturalistica del territorio, a cominciare dall’asta del fiume Tevere, e cogliere le importanti opportunità economiche offerte dall’equiturismo, che in Italia è un settore in forte crescita”. Per iscriversi all’evento c’è tempo fino a mercoledì 7 ottobre. Al costo di 100 euro a persona sarà possibile pernottare sabato 17 ottobre al Borgo di Celle, pranzare in centro storico e cenare al Borgo di Celle domenica 18 ottobre. Compresa nel prezzo anche la possibilità di usufruire di box per il ricovero dei cavalli. I partecipanti si ritroveranno presso il Borgo di Celle sabato 17 e nella mattinata di domenica 18 ottobre partiranno dal Centro Ippico Caldese, che sarà anche punto di arrivo finale della passeggiata, per raggiungere il percorso naturalistico del Tevere, con una tappa iniziale a Piosina per una colazione offerta dalla Pro Loco e una tappa finale al parco Alexander Langer, meta dalla quale cavalieri e amazzoni potranno visitare il centro storico tifernate e pranzare. “Ancora una volta, insieme al supporto del Comune di Città di Castello e al lavoro del consiglio direttivo con il vice presidente Domenico Duranti e il consigliere Lucio Ciarabelli, la disponibilità e la voglia di fare di Mirella Bianconi Ponti hanno fatto la differenza – sottolinea Cavargini - consentendoci di organizzare al meglio questa inedita opportunità, nel solco di una collaborazione con la Mostra Nazionale del Cavallo che nel ruolo di presidente della Fise, nel quale è stata appena riconfermata, ha assicurato in questi anni con straordinario impegno e affetto per Città di Castello e per il mondo del cavallo”. Per prenotazioni è possibile rivolgersi ai numeri di telefono 348.9000287 e 075.8510025 oppure all’indirizzo di posta elettronica info@borgodicelle.it.  

25/09/2020 15:48:03 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Strada della Ceramica: anche Umbertide ne farà parte. Soddisfazione di Ventanni, Pd Umbertide

“Grande soddisfazione nel leggere che si è deciso di far aderire Umbertide all’Associazione delle Città della Ceramica. Nel corso del 2018 era partito infatti un confronto tra i Comuni umbri storicamente riconosciuti per l’importanza del settore della ceramica all’interno del proprio tessuto artigianale e culturale, maturato poi con la scelta di far nascere l’associazione Strada della Ceramica – Umbria Ceramic Way. Lo stesso Commissario Dr. De Rosa aveva sollecitato all’Associazione Nazionale l’iscrizione di Umbertide tra le realtà comunali annoverate nella lista di quelle in cui la ceramica ha avuto un ruolo preminente in particolare nel secolo scorso. Alla luce della situazione venutasi a creare nel panorama regionale e nazionale, il nostro gruppo consiliare aveva depositato a luglio 2019 un ordine del giorno con il quale si chiedeva alla Giunta di procedere ad un confronto istituzionale con i Comuni umbri già facenti parte dell’Associazione al fine di avviare una valutazione economica sulla possibilità di adesione del nostro Comune ad essa. Umbertide può vantare, con le proprie peculiarità e implicazioni del tessuto socio-industriale locale, una tradizione in questo campo sviluppatasi particolarmente a partire dagli anni ’20 del Novecento e poi accresciuta nei decenni successivi fino a diventare una delle realtà più importanti nello scenario nazionale ed europeo con stili e design del tutto unici, con riconoscimenti importanti e premi significativi provenienti dal mondo dell’arte. La nostra proposta aveva trovato l’adesione di tutti i gruppi politici, i quali avevano votato all’unanimità l’ordine del giorno presentato in Consiglio. Leggere la delibera con la quale l’Amministrazione si è fatta carico della questione, proponendo al consiglio comunale l’iscrizione della nostra città all’Associazione Nazionale Città della Ceramica, ha dato modo di comprovare l’importanza della questione presentata. Come già ribadito infatti nell’ordine del giorno, questo patrimonio culturale e identitario della Città ha trovato seguito negli ultimi anni, con progetti di riqualificazione che hanno avuto e hanno tuttora la finalità di tramandare la nostra storia in questo settore. E quindi un’importante opportunità turistico-culturale ma anche professionale e lavorativa per Umbertide.>> Matteo Ventanni, Capogruppo - Gruppo Consiliare PD Umbertide                

21/09/2020 16:05:10 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Politica Dal Pd Umbertide una proposta per recuperare i farmaci inutilizzati ancora validi

“In tantissime nostre case ci sono confezioni di farmaci solo parzialmente utilizzate, e spessissimo questi medicinali ancora validi rimangono inutilizzati o vengono gettati via. Il danno è duplice: un costo assolutamente evitabile per lo smaltimento in sicurezza di farmaci ancora utilizzabili e, di contro, un potenziale impatto sull’ambiente nel caso lo smaltimento non sia effettuato nel modo corretto. Risulta, pertanto, inderogabile muoversi verso un consumo di farmaci più responsabile e recuperare quelli inutilizzati, ma ancora validi, considerando questa azione etica potrebbe completarsi con una ridistribuzione tra le fasce fragili della società, persone indigenti che non avrebbero altrimenti possibilità di accedere alle cure, e contribuire a contrastare la povertà sanitaria.” Così Massimo Moretti, Professore associato di Igiene Generale e Applicata del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università di Perugia e membro della Segreteria del Pd di Umbertide, presenta l’argomento del recupero farmaci che è l’oggetto di un ordine del giorno depositato dal medesimo Gruppo consiliare questa mattina in Comune a Umbertide.  “Da alcuni anni il recupero dei farmaci inutilizzati ha suscitato l’interesse della società e delle Istituzioni, le quali hanno provveduto a normare tale attività tenendo conto di tutti i delicati aspetti da essa derivanti.” continuano dal Gruppo Consiliare. “La Direttiva Europea 2001/83/CE e la successiva 2003/94/CE hanno aperto l’iter con la possibilità per le organizzazioni non lucrative impegnate nell’assistenza domiciliare di riutilizzare i farmaci per i propri assistiti. Prerogativa confermata poi da normative nazionali, in particolare dalla Legge Finanziaria del 2016 con la quale sono stati introdotti idonei sistemi di raccolta per i medicinali inutilizzati o scaduti. Tali sistemi possono basarsi anche su accordi, a livello nazionale o territoriale, fra le parti interessate alla raccolta. Oggi, con questo ordine del giorno, abbiamo calato la necessità di pensare a questa importante iniziativa nel nostro comune e proposto all’intero Consiglio Comunale e all’Amministrazione di avviare un progetto costruttivo finalizzato a promuovere il recupero di farmaci validi non scaduti insieme ai principali attori. Vale a dire professionisti in campo medico-sanitario e associazioni impegnate nell’assistenza che, assieme al ruolo cruciale delle farmacie sia comunali che private, potranno così lavorare in primis per sensibilizzare la cittadinanza su questa tematica importante e costruire così le basi per una successiva raccolta integrata dei farmaci. Tanti Comuni italiani hanno dato una spinta propulsiva all’argomento, promuovendo l’installazione dei contenitori per la raccolta di quei farmaci ritenuti ancora validi per l’utilizzo. Esortando quindi il cittadino che per qualsiasi motivo si ritrovi con scatole integre a conferire presso i punti individuati quel farmaco che in seguito, dopo una scrupolosa fase di disamina, potrà essere ridistribuito ai tanti che non dispongono purtroppo dei mezzi economici per il loro acquisto. Come ha sottolineato il Professor Moretti, parliamo di quantitativi impressionanti di farmaci sprecati, per un valore complessivo stimato di oltre 8 mld di euro solo in Italia. Una cifra economica che rischia di nascondere una questione dapprima etica che tramite l’agire politico può essere concretamente affrontata. Anche a Perugia, dove è stato approvato l’ordine del giorno dei Consiglieri Comunali PD Bori e Bistocchi, sono ormai due anni che si lavora con un partenariato al progetto di recuperare quanti più farmaci idonei possibili. Confidiamo nella comprensione di questo documento affinché, dopo la sua approvazione, permetta di costruire una solida rete locale impegnata su questo fronte con una battaglia etica e politica a fianco dei più deboli”

18/09/2020 12:43:44 Scritto da: Eva Giacchè

Notizie » Società Civile Montone tra i 20 paesi più belli d’Italia del 2020 scelti da Skyscanner

Non serve andare troppo lontano per visitare uno dei 20 paesi più belli d’Italia del 2020, selezionati dalla redazione di Skyscanner. Nella classifica delle città e dei paesi che ben rappresentano l’Italia delle meraviglie, spicca infatti il nome dell’incantevole borgo di Montone. Come ogni anno Skyscanner, il motore di ricerca viaggi che permette di confrontare in un unico sito tutte le offerte di voli, hotel e autonoleggio, ha fatto il giro delle regioni italiane per scoprire i tesori che meritano di essere svelati al mondo. In questa accurata selezione Montone viene presentato come “un borgo medievale fortificato ricco di scorci a dir poco suggestivi”. Nella descrizione si parla anche di uno dei suoi cittadini più illustri: “Andrea Fortebracci, chiamato ‘Braccio da Montone’, un celebre condottiero molto rispettato e temuto (persino dal papa), che creò nel ‘400 uno stato indipendente nell’Italia Centrale”. Non mancano poi riferimenti ai monumenti principali del borgo, tra cui “la Collegiata, che custodisce la Santa Spina e fu eretta alla stregua di una cattedrale con trono e cattedra vescovile”. Si prosegue consigliando al visitatore di “non perdere anche il rione detto di "Borgo Vecchio" con la chiesa e l’annesso Convento di San Francesco”. “Ma – conclude Skyscanner - è la bellezza del borgo in sé, i suoi vicoli, i suoi archi, le sue scalinate a regalare le emozioni più forti e i suoi ristorantini a deliziare il palato”.

16/09/2020 17:01:58 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy