Notizie » Politica UMBERTIDE CAMBIA: ''SUI CONTROLLI INTERNI DEL COMUNE LA VERITA’ E’ SCRITTA''

Riceviamo e pubblichiamo Nella sua risposta l’Amministrazione comunale, pur con una sua versione “soft”, di fatto conferma l’esistenza dei rilievi elevati dalla Corte dei Conti in materia di controlli interni, aggiungendo che “si è immediatamente adeguata”. Bene. Tutto serve per migliorare. Resta però un problema di metodo e di merito. Nel metodo. L’Amministrazione comunale si è ben guardata dal notificare l’atto almeno ai capi gruppo, attraverso il Presidente del Consiglio Comunale, come sarebbe stato opportuno, riponendolo nascostamente in “Amministrazione Trasparente”: sfidiamo un normale cittadino a trovarlo. Nel merito, restano i rilievi. Il sistema dei controlli interni riguarda aspetti diversi della attività dell’Ente. Nello specifico la Corte ha “promosso” l’Amministrazione per quelli relativi agli equilibri finanziari, l’ha “rimandata” per le attività inerenti il controllo strategico e quello di regolarità amministrativo-contabile, l’ha “bocciata” sul controllo delle società partecipate, inesistente, sul controllo inerente la qualità dei servizi, non effettuato, sul controllo di gestione. Per i primi due casi la Sezione regionale di controllo ha disposto la segnalazione alla Procura regionale della Corte dei Conti. In merito al controllo di gestione, che riguarda il grado di raggiungimento degli obiettivi nonché il rapporto tra le risorse impiegate ed i risultati ottenuti, la Corte raccomanda l’Ente ad una più corretta e trasparente compilazione della relazione. Alla luce di ciò, affermare che Umbertide cambia “ancora una volta, (quali sono le altre?) riporta notizie non corrette” ci sembra dimostri una strategia difensiva debole e puerile dell’Amministrazione comunale, volutamente diffamatoria. Peccato. Il nostro obiettivo è quello di alzare al massimo il livello del confronto politico e dell’azione amministrativa, guardando agli interessi della Comunità. Lo stiamo facendo in modo costruttivo e collaborativo. Ma se le risposte sono di questo tenore …. sarà dura!!   Umbertide cambia

25/05/2017 12:03:18 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica Ferri scoperti sul cavalcavia di Selci-Lama: Sopralluogo del consigliere regionale Lega Nord Valerio Mancini che allerta la polizia municipale

Riceviamo e pubblichiamo Pronto intervento della polizia municipale che invia ad Anas un dossier Ferri scoperti sul cavalcavia di Selci Lama in prossimità dell’ingresso sulla E 45. Sollecitato da alcuni cittadini, il Consigliere Regionale, Lega Nord, Valerio Mancini ha fatto un sopralluogo e ritenuto indispensabile allertare la polizia municipale di San Giustino, la quale è prontamente intervenuta. “La situazione è particolarmente grave – ha precisato Mancini – il cavalcavia in questione si trova realmente in pessime condizioni per questo ho ritenuto necessario allertare la polizia municipale che ringrazio caldamente per il pronto intervento. I vigili urbani hanno effettuato i rilievi necessari documentando il ferro arrugginito che esce dal cavalcavia e che indebolisce la struttura stessa. Tali fotografie andranno ad integrare una relazione tecnica che la stessa Polizia Municipale invierà alle autorità competenti e ad Anas per chiedere un intervento immediato”. Dopo la chiusura del viadotto di Canili, ciò che preoccupa il consigliere regionale Lega Nord, Valerio Mancini e gli altri consiglieri comunali alto tiberini: Riccardo Augusto Marchetti a Città di Castello e Corrado Belloni a San Giustino, è proprio l’assenza di manutenzione lungo tutta la E 45. “Oltre al manto stradale in pessime condizioni e rattoppato a tratti – spiega Mancini – l’emergenza si amplia anche su strutture la cui manutenzione dovrebbe essere all’ordine del giorno: è evidente che pezzi di ferro arrugginiti che escono dal cemento di cavalcavia o viadotti ne mettono a rischio la tenuta. Che fine hanno fatto i soldi per la manutenzione di queste strutture, perché non si fa programmazione e soprattutto quali sono le intenzioni di Anas circa gli interventi sui cavalcavia, domande che necessitano di una risposta esaustiva e che porrò all’assessore regionale Giuseppe Chianella quanto prima, perché chiunque in casa sua se si accorge di ferri che escono dalle fondamenta chiama un manutentore, non capisco perché se si parla di situazioni pubbliche e di sicurezza cittadina questo non avviene. O meglio, una risposta ce l’ho – conclude Mancini – e va ricercata nella politica fallimentare della sinistra per cui l’ Fcu è chiusa, la E 78 un miraggio e la Giunza un’utopia”

24/05/2017 08:56:07 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Società Civile Venerdì 26 maggio torna l’iniziativa ''Le scuole di Umbertide insieme per…l’Unicef''

Riceviamo e pubblichiamo Torna venerdì 26 maggio l'iniziativa “Le scuole di Umbertide insieme per...l'Unicef” che si terrà alle ore 20,15 in piazza del Mercato. L’iniziativa è promossa da Cooperativa Asad, Unicef e Gruppo volontari Umbertide con il patrocinio del Comune di Umbertide ed è a cura delle direzioni didattiche 1° Circolo e 2° Circolo, della scuola secondaria di 1° grado “Mavarelli-Pascoli”, dell’Istituto di Istruzione Superiore Campus “Leonardo da Vinci” e del Centro Lucignolo. Lo scopo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica e contribuire alla raccolta fondi a favore dell'organizzazione internazionale a tutela dell’infanzia. La manifestazione si aprirà con i saluti dell'Amministrazione Comunale, dei rappresentanti dell'Unicef e dei dirigenti scolastici, dopodiché saranno gli studenti ad animare la serata tra musica, cori e video. Questo il programma: Scuola dell'infanzia "Monini": "Questa è la mia scuola", coro presentato dai bambini della sez. 5 anni Campus "Da Vinci": Ballo "Freedom" Scuola dell'infanzia Garibaldi: "L'amicizia è", coro presentato dai bambini sez. 5 anni Scuole dell'infanzia, primaria e secondaria di Pierantonio: "Armonie di voci", video presentato dal progetto continuità Scuola primaria "Garibaldi": "La rivoluzione dei bambini: io come tu", "A modo tuo", coro presentato dal "Grillo cantante" Scuola primaria "Anna Frank": "Le sagome delle emozioni", video presentato dalla classe V Scuola primaria "Di Vittorio": "Amici per la pelle", "Bambu balla", coro presentato dalle classi IV Scuola secondaria di primo grado Mavarelli- Pascoli: "M.A.B.A.S.T.A. Stop al bullismo", "Il guerriero", video e coro presentato dalle classi III A e III B "Lucignolo": "Tutto molto interessante", ballo e canto.  

23/05/2017 14:18:19 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica M5S Umbertide su moschea: ''Ottenere delucidazioni in merito all’origine dei finanzianti è un atto dovuto nei confronti della cittadinanza umbertidese''

Riceviamo e pubblichiamo Da oltre un anno stiamo cercando di ottenere risposte sulla questione dell’origine dei finanziamenti che stanno consentendo la nascita nella nostra città di un centro islamico imponente e decisamente sovradimensionato rispetto alla realtà umbertidese. Nonostante le promesse dell'Imam di mostrare la lista dei finanziatori, di fronte alla nostra richiesta egli ha dimostrato un atteggiamento di totale chiusura. Ottenere delucidazioni in merito all’origine dei finanzianti è un atto dovuto nei confronti della cittadinanza umbertidese e se da un lato non comprendiamo le ragioni di tale chiusura da parte dell'associazione islamica, dall’altro comprendiamo ancora meno la totale assenza di preoccupazione a riguardo da parte di chi ha amministrato e amministra tuttora la nostra città. L’amministrazione passata ed attuale hanno trattato il problema con eccessiva superficialità e leggerezza, senza una minima presa di coscienza di quelle che sarebbero state le conseguenze e senza coinvolgere né sentire in alcun modo la cittadinanza, che è stata semplicemente messa davanti al fatto compiuto. A tal proposito vogliamo ricordare come sia il Testo Unico degli Enti Locali sia il nostro Statuto comunale prevedano importanti forme di consultazione e partecipazione popolare, ma che tali disposizioni non siano state messe in atto dalla nostra Amministrazione, ad esempio si sarebbe potuta interpellare, nel momento opportuno, la cittadinanza attraverso lo strumento del referendum consultivo. Una simile leggerezza di gestione persiste ancora oggi: non è concepibile che con il centro islamico già in costruzione non sia stata ancora stilata una convenzione con l'associazione. Non è concepibile che l’amministrazione non abbia richiesto (ed ottenuto) la lista dei finanziatori. Non è concepibile ed ammissibile che dopo aver posto le basi per la realizzazione del centro culturale ora, chi amministra, si disinteressi totalmente delle problematiche ad essa legate e che debba essere una delle forze di opposizione a doversi impegnare per ottenere le risposte necessarie a far chiarezza su una tematica così importante. L’amministrazione ed il Sindaco richiedano, anzi pretendano, la lista dei finanziatori e si impegnino affinché venga redatta al più presto una convenzione che regolamenti l’attività del centro islamico. Non è possibile attendere oltre. Siamo già in preoccupante ritardo.

22/05/2017 12:24:02 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Politica LEGA NORD CITTA’ DI CASTELLO: ''Mettere in discussione la Presidenza della Commissione Controllo e Garanzia per un post su Facebook è un atto vile di chi non ha altri mezzi per evitare le verifiche di un’opposizione libera''

Riceviamo e pubblichiamo “Il Pd dovrebbe avvicinarsi di più alle ideologie leghiste, forse eviterebbe di perdere consensi. Alle ultime amministrative la Lega ha triplicato i voti, qualcun’ altro li ha persi”     La Lega Nord di Città di Castello esprime soddisfazione per l’ottimo lavoro svolto dai propri consiglieri comunali, Riccardo Augusto Marchetti e Valerio Mancini, i quali, stando ai continui attacchi ricevuti dal nostro capogruppo, stanno facendo davvero un’opposizione seria e quindi “scomoda”. Nello specifico l’intero direttivo tifernate, Lega Nord, ringrazia il consigliere Marchetti per aver difeso e sostenuto, pubblicamente, i principi in cui crede e si fonda il nostro partito. Ad oggi non ci risultano esserci stati attacchi terroristici ad opera di cristiani, buddisti o induisti verso Occidente, ovvero dove noi viviamo, per tanto quanto affermato in sede consiliare dal capogruppo Marchetti, non solo è un pensiero politico condivisibile, ma appartiene a verità. Il Pd anziché attaccare gratuitamente il nostro capogruppo su post di Facebook pubblicati per giunta, nella propria pagina personale, farebbe bene ad affrontare il problema “sicurezza” visto che a breve, grazie alle menti eccelse di colleghi di partito, ad Umbertide, verrà costruita la terza moschea più grande d’Italia. Concordi con quanto dichiarato da Marchetti riteniamo che l’unico modo per arginare l’integralismo islamico sia controllare a tappeto tutte le realtà islamiche presenti in Italia, bloccare partenze e sbarchi, espulsioni diretta per chi commette reati e un NO tassativo allo ius soli, perché, dati alla mano, quasi tutti i terroristi attivi sono figli o nipoti di musulmani trapiantati. Non possiamo più fare finta di niente e credere che i problemi siano sempre e solo altrove, se viviamo in un costante allarmismo la colpa è di chi difende l’immigrazione incontrollata e regala cittadinanze spazzando via i valori e la storia dei popoli. Al Pd consigliamo di occuparsi di Città di Castello anziché del consigliere Marchetti: mettere in discussione la Presidenza della Commissione Controllo e Garanzia per un post su Facebook è un atto vile di chi  non ha altri mezzi per evitare le verifiche di un’opposizione LIBERA. Più che perdere tempo sui social, fossimo il Pd ci preoccuperemmo di spiegare come mai presidenti di partecipate diventano consiglieri o ex consiglieri ne diventano presidenti.  E non solo. Al partito renziano, che alle ultime amministrative se non avesse appoggiato il Psi oggi sedeva tra i banchi dell’opposizione, consigliamo di abbandonare questo inutile buonismo e avvicinarsi un po’ più  alle idee politiche della Lega Nord così, forse, come è accaduto al nostro Movimento, alla prossima tornata anziché perdere consensi, li aumenterà. Al capogruppo Marchetti massimo sostegno affinchè perseveri con la sua ferrea opposizione, perché il Pd, contestandoci, conferma che siamo sulla strada giusta”

20/05/2017 15:42:55 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Notizie » Società Civile Edizione record per ''Slow foot - camminata lenta''

Riceviamo e pubblichiamo Oltre 200 partecipanti per una giornata insieme tra storia e natura I prossimi appuntamenti di Altotevere senza frontiere Edizione record per Slow foot, l’iniziativa promossa da Altotevere senza frontiere lo scorso fine settimana. Il percorso storico-naturalistico “Da Uviano a Castiglione di Bocca Serriola” fra architetture romaniche, chiese, mulini e siti fortificati ha visto la presenza di oltre 200 partecipanti.  Una “camminata lenta” che ha coinvolto giovani, bambini, famiglie: Slow foot si è dimostrata un’iniziativa capace di appassionare davvero tutti all’insegna del gusto di stare insieme, per trascorrere una domenica diversa assaporando a ogni passo la bellezza che ci circonda. Guidati da Giovanni Cangi, esperto di storia e architettura del nostro territorio, i partecipanti hanno percorso un itinerario alla scoperta del medioevo altotiberino, lungo le antiche vie di valico dell’Appennino umbro-marchigiano, che ha toccato il borgo di Uviano, con la piccola chiesa che custodisce un antico affresco, il mulino di Sessa, i borghi fortificati di Coacri e di Caifirenze. Dopo il pranzo fra gli alberi di Bocca Serriola, il rientro alle auto per la panoramicissima strada sterrata che unisce La Cima e Il Grillo. Le offerte raccolte durante l’iniziativa saranno destinate ai progetti di volontariato dell’associazione, fortemente impegnata negli ultimi mesi nell’emergenza terremoto di Norcia-Amatrice. Sabato 20 maggio un gruppo di volontari di Altotevere senza frontiere sarà ad Amatrice, dove sarà consegnato alla popolazione un nuovo carico di beni di prima necessità raccolti nelle scorse settimane. Slow foot è uno degli eventi di avvicinamento al Festival della solidarietà, che tornerà nei giorni 14-15-16 luglio al parco Langer (Ansa del Tevere) di Città di Castello con il tema “Abitare i confini”. Tre giorni di eventi, concerti, mostre fotografiche, conferenze interamente dedicati alla promozione delle tematiche del volontariato e dell’impegno sociale che quest’anno taglierà il traguardo della settima edizione. Per informazioni si può contattare la mail info@altoteveresenzafrontiere.it o visitare la pagina Facebook “Altotevere senza frontiere” e il sito www.altoteveresenzafrontiere.it.  

19/05/2017 16:50:58 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy