Categorie

Attualità » Primo piano Il Settembre Ottocentesco continua nel migliore dei modi, prossimi appuntamenti sabato 19 e domenica 20

Prosegue con grande slancio al Museo di Santa Croce il Settembre Ottocentesco, la manifestazione organizzata dal Comune di Umbertide e dall'Accademia dei Riuniti che sostituisce la rievocazione storica della Fratta dell'800 a causa dell'emergenza Covid-19.   Sabato è stata la volta del concerto “Serata con Rossini-La cucina del maestro in salsa musicale” interamente dedicato alle musiche del compositore pesarese. La serata è stata intramezzata dagli interventi degli attori dell'Accademia dei Riuniti e dalla musica del Rossini Wind Quintet, composto da Andrea Meucci (flauto), Alessio Bonciani (oboe), Ivano Rondoni (clarinetto), Filippo Zambelli (corno), Stefano Rocchi (fagotto).   Domenica sera con lo spettacolo “Il sabato del villaggio”, a cura della Asd Danza Nov'Art con coreografie a cura di Eleonora Forlucci, hanno preso il via la tre date dedicate alla danza. Si continua sabato 19 settembre con “Romantika”, esibizione della Scuola di Danza by Oplas con coreografia a cura di Luca Bruni. Gli spettacoli avranno luogo alle 21.00, 21.30, 22.00 e 22.30. Domenica 20 settembre (alle 19.00 e alle 21.15) sarà la volta di “AlmaViva, ossia l'inutile precauzione”, perfomance a cura del Centro Studi Danza con coreografie di Marta Benvenuti e Maria Paola Fiorucci sulle musiche di Gioacchino Rossini. Tutti gli appuntamenti del Settembre Ottocentesco sono ad ingresso gratuito e, per garantire la sicurezza e il rispetto della normativa anti Covid-19, prevedono la partecipazione di un numero limitato di spettatori. Per info e prenotazioni è possibile chiamare il numero 370.3515135 (tutti i giorni dalle 17.00 alle 19.00) o scrivere alla mail info@accademiadeiriuniti.com.            

16/09/2020 15:45:17 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Valorizzazione offerta turistica territoriale: dalla Regione 28mila euro per il Comune di Umbertide

  Rafforzare l’offerta turistica attraverso lo sviluppo del turismo esperienziale: questo è l’obiettivo del progetto  “Una Valle di Saperi” finanziato dalla Regione Umbria tramite il Fondo di cofinanziamento dell’offerta turistica e POR - FESR 2014-2020 (Azione 8.7.1, avviso volto al sostegno alla realizzazione di progetti di valorizzazione e sviluppo dell’offerta territoriale e dei servizi ad essi connessi).   Protagonisti sono il Comune di Umbertide in partenariato con i Comuni di Monte Santa Maria Tiberina e di Lisciano Niccone impegnati nella realizzazione di una strategia di destagionalizzazione del turismo umbro facendo emergere i saperi che l’Alta Valle del Tevere racchiude.   Per quanto riguarda il Comune di Umbertide la Regione Umbria ha erogato 28.069,91 euro, per Monte Santa Maria Tiberina 9.887,64 euro e per Lisciano Niccone 6.042,45 euro. Il progetto, infatti, rappresenta una vera e propria opportunità per condividere al di fuori dei confini regionali  lo storico legame che c’è tra la popolazione dell’Alta Valle del Tevere  e l’ambiente che da sempre la ospita.   “Arte e monumenti, produzioni artigianali, enogastronomia, cultura e tradizioni locali, risorse ambientali e naturalistiche: questi  sono i saperi che caratterizzano il nostro territorio, che lo rendono unico e che vogliamo  rendere fruibili per il turista tutto l’anno – affermano il sindaco Luca Carizia e l'assessore al Turismo e alla Cultura, Sara Pierucci - E’ un importante  segnale della volontà dell’amministrazione di lavorare per la ricerca di finanziamenti così preziosi  per il turismo e la cultura della nostra città. Nell’epoca in cui il turismo è diventato un mercato sempre più complesso e competitivo, per potenziare la propria visibilità una destinazione turistica deve costruire un sistema integrato di risorse, servizi ed offerte  e Umbertide, insieme ai comuni partner, vuole camminare in questa direzione”.

15/09/2020 10:48:37 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Controlli sulle strade nel week end in Altotevere

Fine settimana caratterizzato soprattutto da violenti sinistri stradali, quello appena trascorso nel tifernate. I Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, impegnati come al solito h24, in un’attenta vigilanza del territorio finalizzata prevalentemente alla prevenzione e repressione dei delitti contro il patrimonio, sono dovuti intervenire in due gravi incidenti che si sono verificati nel pomeriggio e nella serata di sabato.  Il primo, avvenuto nel territorio di Umbertide dove un 23enne di nazionalità marocchina, per cause in corso di accertamento, ha perso il controllo della propria autovettura, un’Audi A3, andando a colpire la scala di un’abitazione, terminando la propria corsa contro la ringhiera di un’altra casa. Sul posto sono immediatamente intervenuti i Carabinieri della Stazione di Umbertide, assieme ai Vigili del Fuoco di Città di Castello ed i sanitari del 118 di Umbertide. Trasportato presso l’ospedale di Città di Castello, il giovane è stato ricoverato con prognosi riservata a causa di numerosi traumi, fratture ed emorragie. Sarà quindi compito dei Carabinieri chiarire la dinamica di quanto avvenuto, sebbene dai primi accertamenti sembra che il giovane non avesse fatto uso di alcol o stupefacenti al momento del sinistro. Particolarmente violento anche l’incidente verificatosi nella serata a San Giustino, che ha viste coinvolte tre autovetture. Dalla prima ricostruzione dei Carabinieri della Stazione di San Giustino, intervenuti sul posto assieme a personale del 118,  pare che una Fiat Panda condotta da una 25enne del posto, per cause in corso di accertamento abbia dapprima colpito una Ford Focus nella quale viaggiava una coppia con un bambino, quindi abbia centrato una Fiat Punto sulla quale viaggiava una donna ed il marito. I primi accertamenti eseguiti dagli uomini dell’Arma, hanno consentito di appurare come la 25enne avesse abusato di alcol, avendo un tasso alcolemico di quasi 5 volte il minimo consentito. Ulteriori controlli sono tuttavia in corso. Sempre nel corso del fine settimana, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa del NORM della Compagnia di Città di Castello, nel corso dei servizi quotidianamente svolti per contrastare l’uso e lo spaccio delle sostanze stupefacenti, hanno segnalato quali assuntori alla Prefettura di Perugia, una coppia di 38 e 41 anni, abitanti nel centro tifernate. I due, già noti ai Militari dell’Arma, nel corso di un controllo effettuato nei presso dell’ansa del Tevere, sono stati trovati in possesso di qualche dose di cocaina, marijuana ed hashish.  Per loro, quindi, stupefacente sequestrato, e segnalazione alle autorità amministrative per detenzione per uso personale.  

14/09/2020 16:15:34 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Abbattimento barriere architettoniche e mobilità sostenibile, presto i lavori nell'area tra via Vittorio Veneto e piazza Mazzini

E' in fase di aggiudicazione l'affidamento dei lavori per la realizzazione degli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche e di mobilità sostenibile nel capoluogo nell'area tra via Vittorio Veneto e piazza Mazzini.   Il progetto definitivo, già approvato con delibera della giunta comunale, prevede interventi da realizzate per un importo complessivo di 90mila euro erogati dal Ministero dell'Interno per l'annualità in corso, con i quali si provvederà oltre alla costruzione di una nuova passerella pedonale sul torrente Reggia tra via Vittorio Veneto e piazza Mazzini, anche alla realizzazione di un corrimano lungo la scalinata che da piazza del Mercato conduce in via Guidalotti (imbocco di Piazza Mazzini), all'adeguamento di due passaggi pedonali su via Vittorio Veneto (il primo di fronte all'edicola, l'altro su piazza Caduti del Lavoro) e alla prosecuzione del marciapiede fino a sotto le mura del Teatro dei Riuniti.   “Quello che verrà realizzato è un importante intervento funzionale in una zona molto frequentata del nostro centro storico – dichiarano il sindaco Luca Carizia e l'assessore ai Lavori pubblici, Alessandro Villarini - che va nella direzione di rendere ancora più sicuro e razionale l'accesso al cuore della città. L'abbattimento delle barriere architettoniche e la mobilità sostenibile sono tematiche alle quali l'Amministrazione è molto sensibile e verso cui si vuol rispondere con azioni concrete.  E' nostra intenzione lavorare per una Umbertide ancor più accogliente e inclusiva, a favore delle nostre famiglie,  bambini, anziani, che tenga conto delle fragilità e disabilità, per una piena vivibilità e integrazione sociale”.    

11/09/2020 16:56:55 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Inaugurata l'edizione 2020 delle Fiere di Settembre

Un momento di quotidianità e condivisione per gli umbertidesi, una opportunità per gli operatori di un settore che ha fortemente subito il lockdown. Tutto nel totale rispetto delle norme anti-contagio da Covid-19.   Si è svolta questa mattina l'apertura ufficiale dell'edizione 2020 delle Fiere di Settembre, in programma a Umbertide fino a domenica 13. Alla cerimonia hanno preso parte il sindaco Luca Carizia, la vicesindaco con delega al Commercio, Annalisa Mierla, il comandante della Polizia Locale, Gabriele Tacchia, le consigliere comunali Claudia Fagnucci e Tania Turchi, il presidente di Confcommercio Umbertide, Amedeo Fiorucci, il presidente del Gruppo Comunale di Protezione Civile, Gabriele Lisetti con una delegazione di membri dell'associazione e Neusa Dos Santos in rappresentanza del Comitato territoriale della Croce Rossa Italiana. A impartire la benedizione all'evento, rientrante nelle celebrazioni per la Madonna della Reggia, patrona della città, è stato il sacerdote missionario umbertidese don Vittorio Lucarelli, che nei tre giorni di Fiere sarà presente con uno stand informativo del Centro del Riuso (attivo dal giugno scorso nell'area del centro di raccolta in via Madonna del Moro) per spiegare il funzionamento del servizio insieme ai volontari che lo coadiuvano. E' elevato il numero degli operatori partecipanti. In totale sono 158, distribuiti in 95 banchi, 34 stand, quattro aree libere, sei aree per negozi e 19 gazebo di prodotti tipici regionali. Il tradizionale percorso fiera (che tocca viale Unità d'Italia, piazza Marx, via Tusicum e via Morandi) non ha subito alcuna variazione: come previsto dal piano sicurezza i banchi saranno distanziati e inseriti su una unica fila, in modo da limitare la concentrazione degli operatori e aumentare lo spazio per i visitatori. Come previsto dal piano, sarà messo in campo un sistema di sorveglianza diurna e notturna, nel quale gli agenti della Polizia Locale saranno coadiuvati nel monitoraggio dell’evento dai volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile, del Comitato della Croce Rossa Italiana e da una agenzia di vigilanza privata. A incrementare il contenimento del contagio è una ordinanza del sindaco Luca Carizia. L'atto fissa l'apertura delle attività degli operatori dalle ore 09.00 alle ore 21.30. Lungo il percorso, gli operatori e i visitatori dovranno rispettare l’obbligo dell’uso della mascherina, il mantenimento del distanziamento di sicurezza di almeno un metro e tutte le raccomandazioni di igiene pubblica, come la necessità di igienizzare spesso le mani. Tutte le misure e i dispositivi di sicurezza da rispettare saranno riportati in una cartellonistica informativa posta all’ingresso delle Fiere. Presso i loro banchi gli operatori metteranno a disposizione dei visitatori dei dispositivi igienizzanti. Dovranno quindi effettuare una accurata pulizia ed igiene ambientale di veicoli, attrezzature e strumenti da loro utilizzati, igienizzare i capi di abbigliamento e delle calzature prima che siano poste in vendita. Gli operatori saranno sottoposti alla misurazione della temperatura corporea da parte dei soggetti incaricati per ogni giorno della manifestazione ed è fatto loro obbligo di seguire le prescrizioni impartite in caso di temperatura elevata o sintomatologia riconducibile al possibile contagio. Per tutta la durata della fiera è sospeso di svolgimento di attività musicali, sportive e danzanti. Inoltre non potranno essere presenti tavoli per la somministrazione di cibi e bevande. Particolare attenzione è data alla sanificazione delle strade e alla raccolta dei rifiuti, con la predisposizione per la prima volta di un piano dedicato a questi ultimi: i contenitori da 1100 litri sono stati completamente eliminati. In tutto il percorso saranno dislocati piccoli contenitori per la raccolta differenziata di carta, plastica, organico e indifferenziato al fine di agevolare gli utenti. Gli operatori riceveranno ad inizio evento tre buste per ogni tipologia per effettuare la raccolta porta a porta che verranno ritirate ogni mattina a partire dalle 04.00. Grazie alla collaborazione con Gesenu, nei tre giorni delle Fiere e in quello successivo verranno effettuate sanificazioni straordinarie nell'intero percorso.        

11/09/2020 12:58:49 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy