Categorie

Attualità » Primo piano Referendum 20 e 21 settembre, a Umbertide chiamati alle urne 11.812 elettori

Sono 11.812 (6.106 donne e 5.706 uomini) gli elettori residenti nel Comune di Umbertide che domenica 20 e lunedì 21 settembre saranno chiamati alle urne per il referendum costituzionale in materia di riduzione del numero dei parlamentari. Le operazioni di voto si svolgeranno nelle giornate di domenica 20 settembre dalle ore 07.00 alle ore 23.00 e di lunedì 21 settembre dalle 07.00 alle 15.00 presso le 19 sezioni elettorali (oltre al seggio speciale attivo presso l'ospedale) allestite sul territorio comunale.   Seggi In occasione della consultazione del 20 e 21 settembre, in ottemperanza delle indicazioni della Prefettura di Perugia, il seggio numero 1, quello più numeroso con 986 aventi diritto al voto (il più piccolo è Preggio con 163 iscritti), è stato trasferito dalla scuola primaria “Giuseppe Di Vittorio” al Centro socio-culturale San Francesco. Si ricorda che gli elettori dei seggi 6, 7 e 8 (che normalmente votavano alla scuola dell'Infanzia “Marcella Monini” in via Morandi), come avviene da alcune tornate elettorali a questa parte, dovranno recarsi a votare presso la scuola media “Pascoli”.   Regole di comportamento Vista l'emergenza sanitaria, al fine di garantire il regolare svolgimento del procedimento elettorale attraverso il protocollo sanitario e di sicurezza a firma congiunta dei Ministri dell’Interno e della Salute, sono state dettate regole di comportamento per gli elettori che si recheranno alle urne, riassunte di seguito: - evitare di uscire di casa e recarsi al seggio in caso di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore a 37.5° C; - non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni; - non essere stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni; - per l’accesso ai seggi elettorali è obbligatorio l'uso della mascherina; - evitare la formazione di assembramenti sia all’interno che all’estero dei seggi. Nei seggi sono stati previsti percorsi dedicati e distinti di ingresso ed uscita identificati con apposita segnaletica in modo da prevenire rischi di interferenza nei flussi di accesso da parte degli elettori. Al momento dell'accesso nel seggio l'elettore dovrà procedere alla igienizzazione delle mani con gel messo a disposizione in prossimità dell’ingresso del seggio medesimo, quindi, dopo essersi avvicinato ai componenti del seggio per l' identificazione e prima di ricevere la scheda e la matita, provvederà ad igienizzarsi nuovamente le mani con apposito dispenser opportunamente posizionato all’interno del seggio. Sarà inoltre disponibile gel igienizzante per le mani disposto negli spazi comuni all'entrata degli edifici sedi di seggio. L’elettore dovrà obbligatoriamente entrare al seggio indossando la mascherina che dovrà essere abbassata solo al momento dell’identificazione richiesta dai componenti del seggio. Si raccomanda lo scrupoloso e attento rispetto delle norme comportamentali sopra indicate al fine di contrastare efficacemente il diffondersi del virus Sars Cov 2 anche nell’esercizio del diritto di voto.   Aperture ufficio elettorale Per ulteriori informazioni si potrà contattare l’ufficio elettorale, sito in Piazza delle Erbe, che sarà aperto anche nei giorni di venerdì 18, sabato 19 settembre dalle ore 9.00 alle ore 18.00, domenica 20 settembre dalle ore 7.00 alle ore 23.00 e lunedì 21 settembre dalle ore 7.00 alle ore 15.00 anche per la stampa della tessera elettorale. Contatti: Ufficio elettorale 075/9419212 075/9419218 mail anagrafe@comune.umbertide.pg.it.   Seggi e votanti   Sezione Luogo Numero votanti 1 Umbertide – Centro socio-culturale San Francesco 986 2 Umbertide - Scuola materna Garibaldi 666 3 Umbertide - Scuola materna Garibaldi 697 4 Umbertide - Scuola materna Garibaldi 422 5 Umbertide - Scuola materna Garibaldi 668 6 Umbertide - Scuola media Pascoli 695 7 Umbertide - Scuola media Pascoli 569 8 Umbertide - Scuola media Pascoli 504 9 Scuola Niccone 670 10 Scuola Pierantonio 306 11 Scuola Pierantonio 524 12 Scuola materna Montecastelli 504 13 Scuola materna Calzolaro 336 14 Ex scuola elementare Preggio 163 15 Umbertide - Scuola media Mavarelli 850 16 Umbertide - Scuola media Mavarelli 921 17 Umbertide - Scuola media Mavarelli 856 18 Umbertide - Scuola media Mavarelli 841 19 Scuola Ranchi 634      

17/09/2020 16:47:44 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Città di Castello: una persona denunciata per la rapina alla Sala Slot

Importante operazione dei Carabinieri di Città di Castello che, dopo una lunga e complessa indagine, andata avanti per mesi, sarebbero risaliti all’identità dell’ignoto rapinatore che, pistola in pugno, lo scorso 30 ottobre 2019, aveva consumato una rapina presso sala giochi “Gold Faraone” di Città di Castello.  I Carabinieri dell’Aliquota Operativa del NORM della Compagnia Carabinieri di Città di Castello, infatti, nelle scorse settimane, hanno deferito in stato di libertà per rapina aggravata e detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, un 34enne incensurato del posto. Era il 30 ottobre 2019 quando un individuo di sesso maschile, con il volto coperto dal cappuccio di una felpa ed armato di pistola, faceva irruzione nella sala giochi “Gold Faraone”, minacciando la cassiera con l’arma, facendosi consegnare l’intero incasso pari ad oltre 6.000 euro e dileguandosi poi senza lasciare traccia.  La tipologia di reato, la determinazione e spregiudicatezza mostrate nella circostanza dal rapinatore, incurante del rischio di essere eventualmente individuato grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza presente nei locali, avevano immediatamente indotto gli inquirenti a percorrere tutte le piste, anche quelle non collegate a persone già note. I pochissimi elementi probatori raccolti nell’immediatezza, avevano costretto gli investigatori ad avviare una lunga e complessa attività di indagine a 360 gradi che, a seguito di una serie di incroci e riscontri, aveva consentito di focalizzare le attenzioni sul 34enne. Ne sono conseguiti ulteriori approfondimenti che nel mese di maggio 2020, nel corso dell’esecuzione di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati inerenti lo spaccio e il consumo di sostanze stupefacenti, avevano consentito di fermarlo in pieno centro storico, trovandolo in possesso di nove grammi di cocaina. La conseguente perquisizione domiciliare, condotta per la ricerca di altro stupefacente, ma soprattutto per la ricerca di ulteriori elementi che potessero confermare il collegamento del giovane alla rapina della sala giochi, aveva così dato i frutti sperati. I Militari dell’Aliquota Operativa del NORM infatti, nel corso delle operazioni, avevano  rinvenuto e riconosciuto i capi di abbigliamento utilizzati dal rapinatore, in particolare la felpa con cappuccio dalle caratteristiche inconfondibili. A ciò si era sommato il fatto che il 34enne, esperto nel maneggio delle armi, detenesse regolarmente, essendo incensurato, una pistola marca Glock calibro 9x21, dello stesso modello di quella usata per commettere la rapina. Tali ultimi elementi, fondamentali nella ricostruzione del complesso puzzle investigativo, avevano quindi permesso di contestare al giovane la particolare gravità degli indizi raccolti. Il quadro indiziario ha consentito, quindi, ai Magistrati della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Perugia, di emettere un avviso di conclusione indagini. A fronte della grave ipotesi di reato contestatagli, il 34enne, assistito dal legale di fiducia, ha reso interrogatorio davanti ai Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, fornendo una totale confessione ed assumendosi le responsabilità in ordine alla rapina consumata. Per l’uomo, a questo punto, sarà presto avviato un procedimento innanzi al Tribunale di Perugia, ove lo stesso si troverà nella veste di imputato per l’ipotesi di reato di rapina aggravata.  

16/09/2020 18:09:15 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Il Settembre Ottocentesco continua nel migliore dei modi, prossimi appuntamenti sabato 19 e domenica 20

Prosegue con grande slancio al Museo di Santa Croce il Settembre Ottocentesco, la manifestazione organizzata dal Comune di Umbertide e dall'Accademia dei Riuniti che sostituisce la rievocazione storica della Fratta dell'800 a causa dell'emergenza Covid-19.   Sabato è stata la volta del concerto “Serata con Rossini-La cucina del maestro in salsa musicale” interamente dedicato alle musiche del compositore pesarese. La serata è stata intramezzata dagli interventi degli attori dell'Accademia dei Riuniti e dalla musica del Rossini Wind Quintet, composto da Andrea Meucci (flauto), Alessio Bonciani (oboe), Ivano Rondoni (clarinetto), Filippo Zambelli (corno), Stefano Rocchi (fagotto).   Domenica sera con lo spettacolo “Il sabato del villaggio”, a cura della Asd Danza Nov'Art con coreografie a cura di Eleonora Forlucci, hanno preso il via la tre date dedicate alla danza. Si continua sabato 19 settembre con “Romantika”, esibizione della Scuola di Danza by Oplas con coreografia a cura di Luca Bruni. Gli spettacoli avranno luogo alle 21.00, 21.30, 22.00 e 22.30. Domenica 20 settembre (alle 19.00 e alle 21.15) sarà la volta di “AlmaViva, ossia l'inutile precauzione”, perfomance a cura del Centro Studi Danza con coreografie di Marta Benvenuti e Maria Paola Fiorucci sulle musiche di Gioacchino Rossini. Tutti gli appuntamenti del Settembre Ottocentesco sono ad ingresso gratuito e, per garantire la sicurezza e il rispetto della normativa anti Covid-19, prevedono la partecipazione di un numero limitato di spettatori. Per info e prenotazioni è possibile chiamare il numero 370.3515135 (tutti i giorni dalle 17.00 alle 19.00) o scrivere alla mail info@accademiadeiriuniti.com.            

16/09/2020 15:45:17 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Valorizzazione offerta turistica territoriale: dalla Regione 28mila euro per il Comune di Umbertide

  Rafforzare l’offerta turistica attraverso lo sviluppo del turismo esperienziale: questo è l’obiettivo del progetto  “Una Valle di Saperi” finanziato dalla Regione Umbria tramite il Fondo di cofinanziamento dell’offerta turistica e POR - FESR 2014-2020 (Azione 8.7.1, avviso volto al sostegno alla realizzazione di progetti di valorizzazione e sviluppo dell’offerta territoriale e dei servizi ad essi connessi).   Protagonisti sono il Comune di Umbertide in partenariato con i Comuni di Monte Santa Maria Tiberina e di Lisciano Niccone impegnati nella realizzazione di una strategia di destagionalizzazione del turismo umbro facendo emergere i saperi che l’Alta Valle del Tevere racchiude.   Per quanto riguarda il Comune di Umbertide la Regione Umbria ha erogato 28.069,91 euro, per Monte Santa Maria Tiberina 9.887,64 euro e per Lisciano Niccone 6.042,45 euro. Il progetto, infatti, rappresenta una vera e propria opportunità per condividere al di fuori dei confini regionali  lo storico legame che c’è tra la popolazione dell’Alta Valle del Tevere  e l’ambiente che da sempre la ospita.   “Arte e monumenti, produzioni artigianali, enogastronomia, cultura e tradizioni locali, risorse ambientali e naturalistiche: questi  sono i saperi che caratterizzano il nostro territorio, che lo rendono unico e che vogliamo  rendere fruibili per il turista tutto l’anno – affermano il sindaco Luca Carizia e l'assessore al Turismo e alla Cultura, Sara Pierucci - E’ un importante  segnale della volontà dell’amministrazione di lavorare per la ricerca di finanziamenti così preziosi  per il turismo e la cultura della nostra città. Nell’epoca in cui il turismo è diventato un mercato sempre più complesso e competitivo, per potenziare la propria visibilità una destinazione turistica deve costruire un sistema integrato di risorse, servizi ed offerte  e Umbertide, insieme ai comuni partner, vuole camminare in questa direzione”.

15/09/2020 10:48:37 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Controlli sulle strade nel week end in Altotevere

Fine settimana caratterizzato soprattutto da violenti sinistri stradali, quello appena trascorso nel tifernate. I Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, impegnati come al solito h24, in un’attenta vigilanza del territorio finalizzata prevalentemente alla prevenzione e repressione dei delitti contro il patrimonio, sono dovuti intervenire in due gravi incidenti che si sono verificati nel pomeriggio e nella serata di sabato.  Il primo, avvenuto nel territorio di Umbertide dove un 23enne di nazionalità marocchina, per cause in corso di accertamento, ha perso il controllo della propria autovettura, un’Audi A3, andando a colpire la scala di un’abitazione, terminando la propria corsa contro la ringhiera di un’altra casa. Sul posto sono immediatamente intervenuti i Carabinieri della Stazione di Umbertide, assieme ai Vigili del Fuoco di Città di Castello ed i sanitari del 118 di Umbertide. Trasportato presso l’ospedale di Città di Castello, il giovane è stato ricoverato con prognosi riservata a causa di numerosi traumi, fratture ed emorragie. Sarà quindi compito dei Carabinieri chiarire la dinamica di quanto avvenuto, sebbene dai primi accertamenti sembra che il giovane non avesse fatto uso di alcol o stupefacenti al momento del sinistro. Particolarmente violento anche l’incidente verificatosi nella serata a San Giustino, che ha viste coinvolte tre autovetture. Dalla prima ricostruzione dei Carabinieri della Stazione di San Giustino, intervenuti sul posto assieme a personale del 118,  pare che una Fiat Panda condotta da una 25enne del posto, per cause in corso di accertamento abbia dapprima colpito una Ford Focus nella quale viaggiava una coppia con un bambino, quindi abbia centrato una Fiat Punto sulla quale viaggiava una donna ed il marito. I primi accertamenti eseguiti dagli uomini dell’Arma, hanno consentito di appurare come la 25enne avesse abusato di alcol, avendo un tasso alcolemico di quasi 5 volte il minimo consentito. Ulteriori controlli sono tuttavia in corso. Sempre nel corso del fine settimana, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa del NORM della Compagnia di Città di Castello, nel corso dei servizi quotidianamente svolti per contrastare l’uso e lo spaccio delle sostanze stupefacenti, hanno segnalato quali assuntori alla Prefettura di Perugia, una coppia di 38 e 41 anni, abitanti nel centro tifernate. I due, già noti ai Militari dell’Arma, nel corso di un controllo effettuato nei presso dell’ansa del Tevere, sono stati trovati in possesso di qualche dose di cocaina, marijuana ed hashish.  Per loro, quindi, stupefacente sequestrato, e segnalazione alle autorità amministrative per detenzione per uso personale.  

14/09/2020 16:15:34 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy