Regala un battito: defibrillatori per Umbertide

Avere a cuore la propria città e i cittadini che la abitano a volte, anche se non così spesso come si dovrebbe, si traduce in progetti e iniziative benifiche che non possono passare inosservati. Informazione Locale, da sempre sensibile e attenta alle tematiche della sicurezza di tutti, ha deciso di unire la propria forza comunicatrice all'enorme ricchezza del Volontariato del Gruppo Comunale di Protezione Civile di Umbertide e dal Comitato Croce Rossa di Città di Castello e specificatamente il gruppo di soccorritori di Umbertide. Unione che ha portato alla nascita di "REGALA UN BATTITO", una raccolta fondi volta all'acquisto di più defibrillatori (DAE) possibili da destinare alla città di Umbertide. Un progetto, ad onor del vero, presentato, con un altro slogan, già due anni fa dalla stessa Croce Rossa di Umbertide. Queste le considerazioni del gruppo soccorritori di Umbertide CRI: «In relazione alla Strategia 2020 della Croce Rossa Italiana, dove si considera che la formazione capillare sul territorio delle manovre di rianimazione cardio-respiratorie siano di rilevanza molto importante; riteniamo che la acquisizione da parte di una comunità, moderna e al passo con i tempi, di dette manovre appunto, non può venire meno alla finalità che è quella di una azione immediata per tutelare la salute e la vita di una persona e anche per acquisire un bagaglio personale di conoscenze più specifiche e approfondite. La morte cardiaca improvvisa è una delle maggiori cause di mortalità fra la popolazione, (circa 1 persona su 1000 abitanti, in Italia 60.000 casi di arresto cardiaco in un anno) se non si è in grado di intervenire in pochissimi minuti con una scarica elettrica attraverso l’uso dei defibrillatori semiautomatici DAE. In attesa dell’arrivo dei soccorsi qualificati (118), persone addestrate e defibrillatori a disposizione sul territorio possono intervenire tempestivamente aumentando sensibilmente la percentuale di sopravvivenza delle vittime di arresto cardiaco e scongiurare un eventuale danno cerebrale se il cervello rimane troppo a lungo senza ossigeno. Conoscere e saper applicare piccole ma determinanti manovre salvavita, può voler dire la sopravvivenza di una persona e la consapevolezza di aver fatto qualcosa di buono per il prossimo in quel momento di difficoltà. Diffondere la cultura della prevenzione capillarmente è l’obiettivo principale della CRI. Per questo motivo, il Comitato Croce Rossa di Città di Castello e specificatamente il gruppo di soccorritori di Umbertide, insieme al Gruppo Protezione Civile e ad Informazione Locale si fanno promotori di “UMBERTIDE TERRITORIO CARDIO-PROTETTO” che grazie alla raccolta fondi "Regala un battito" consentirà di fornire al territorio umbertidese defibrillatori fondamentali nella gestione di arresti cardiaci.

Durante le fiere di Umbertide, nel pomeriggio dei giorni 5 e 6 settembre, i soccorritori CRI faranno una simulazione di rianimazione cardio-polmonare con l’ausilio del defibrillatore semi-automatico su manichino adulto, bambino e lattante; e a seguire anche le tecniche della disostruzione delle vie aeree.» Oltre alla sua grande utilità la campagna servirà a diffondere nella popolazione la cultura del primo soccorso in situazioni di emergenza.»

Chiunque volesse aderire, anche con un piccolo contributo, potrà recarsi presso i molti negozi ed attività di Umbertide che hanno già aderito all’iniziativa.

 


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy