La banda del buco in Altotevere

Ora si tratta di vera emergenza sociale. L’Altotevere è ormai letteralmente vessato da una striscia interminabile di furti quotidiani. Cresce di conseguenza la paura e aumenta anche la rabbia, per una situazione che non accenna a rallentare ma peggiorare di giorno in giorno.

Anche nel weekend appena trascorso sono stati tre i colpi messi a segno, due di questi nel quartiere periferico della Madonna del Latte, dove i ladri sono entrati in azione quando nessuno era in casa, rubando preziosi e altri oggetti, oltre ovviamente a racimolare tutti i soldi trovati. Al rientro i proprietari hanno ritrovato i rispettivi appartamenti sottosopra.

A quanto pare, per entrare nelle abitazioni, verrebbe spesso messa in pratica la tecnica del “foro”, che consiste nel fare un semplice buco su porte o finestre dal quale far passare un filo di ferro per forzare le medesime. Lo stesso metodo è stato usato anche per la recente razzia di bici avvenuta a Umbertide, dove numerosi garage sono stati ritrovati “bucati”.

Il terzo colpo, infine, è stato effettuato a Promano, sempre con gli inquilini assenti. Qui alcuni testimoni dicono di aver visto alcuni fuggitivi scappare a piedi e poi a bordo di una vettura.

Appena qualche giorno fa anche la frazione di Lerchi è stta vittima di 5 colpi. Nel bersagliatissimo quartiere di La Tina, infine, tra giovedì e venerdì, sono stati svaligiati altri due appartamenti, di cui uno, in via Bracco, depredato per la seconda volta in 4 mesi. Un ultimo caso è stato registrato anche nel comune di Monte Santa Maria Tiberina.


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy