I dati della crisi a Umbertide

Ancora disoccupati e cassaintegrati. Dati non confortanti a Umbertide

La crisi non sembra passare in Alto Tevere e lo sciopero di venerdì prossimo rischia di togliere ancor più ossigeno a chi ne ha bisogno.

I numeri della crisi non barano: sono 8381 le persone che, nel secondo semestre dell’anno,  sono iscritte al Centro per l’impiego. 2191 a Umbertide, 4986 a Città di Castello e 1204 a San Giustino. Salgono, inoltre, del 40% i rapporti di lavoro “cassati” o per licenziamento o per non rinnovo dei contratti, anche di brevi periodi. A soffrire sono i lavoratori dipendenti, ma anche le aziende.

Problema ulteriore, in Alto Tevere, riguarda la cassa integrazione ordinaria: 51 sono le aziende che la utilizzano, coinvolgendo 646 dipendenti ad orario ridotto. Diminuisce quella in deroga.

Umbertide conta 52 aziende in cassa integrazione in deroga per 229 lavoratori; Città di Castello sconta un peso rilevante con 155 aziende in cassa integrazione in deroga e 700 dipendenti coinvolti; San Giustino 29 con 122 dipendenti.

Rimane la cassa integrazione straordinaria che tiene per 287 lavoratori.

Mancano politiche locali di welfare? Una proposta: perché non ridurre l’Irpef comunale?


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy