Giovanni Ravelli di ARTI-Italia si esprime sui rifiuti abbandonati in mezzo alla natura

Ha destato non poco scalpore l'atto di inciviltà che ha visto abbandonare in alcune zone naturali del nostro territorio sacchi pieni di toner e cartucce di stampa esauste. Ad esprimersi sul fatto anche Giovanni Ravelli, Presidente di ARTI-Italia, Associazione Rigeneratori Toner Inkjet Italia.

 

"Alla Regione più Verde d’Italia è toccato l’imbrattamento più offensivo che si possa immaginare: sono stati ritrovati consumabili di stampa dismessi e abbandonati sul suolo pubblico in una delle Terre più belle del nostro Paese. 
E' quasi paradossale che nella Regione degli Stampatori, Città di Castello è sede del Museo delle Arti Grafiche, siano stati lasciati nei prati e in strade secondarie, alcuni big bag contenenti toner e cartucce di stampa esausti anziché conferirli nei centri di smaltimento e recupero. Gli autori di questo ignobile e incivile atto saranno, si spera presto, individuati dalle forze dell’ordine e giudicati dalla Legge. 
Nella regione che ha dato i natali a uno dei più grandi autori televisivi, Enrico Vaime recentemente mancato, scrittore di testi per Valter Chiari e Paolo Villaggio tra gli altri. Dove si svolge il grande appuntamento estivo Umbria Jazz e nell’ambito artistico e cinematografico il Festival dei Due Mondi. Nella terra delle cascate delle Marmore e dei paesaggi naturali più belli al mondo. Nei luoghi del lago Trasimeno e del Parco del Sole uno dei più grandi d’Europa. Nei posti dove è vissuto San Francesco che lodava le bellezze e i doni del Creato oggi imbruttito e inquinato da persone che non sanno averne cura per se e neppure per i loro figli.
Proprio in questi giorni si sta discutendo dell’Accordo Volontario che vede impegnati gli stati membri e le associazioni come ETIRA per definire le regole che si dovranno rispettare per la riduzione dei rifiuti da toner e cartucce esauste e per consentirne liberamente e incrementarne il loro riutilizzo. Ed è solo di qualche mese fa una sanzione esemplare dell’AGCM che ha punito con il massimo della sanzione una grande produttore di stampanti e cartucce con 10 milioni di euro, per aver indotto i consumatori senza informarli che aggiornando il firmware sarebbero stati limitati nell’uso di prodotti non originali e registrato i dati di funzionamento e rifiutato di prestare garanzia se avessero usato cartucce rigenerate.
La nostra Associazione ARTI-Italia - continua Ravelli - esprime solidarietà ai cittadini che hanno dovuto subire lo scarico abusivo di toner e cartucce sul loro Verde territorio. Ci auguriamo che non risultino anche essere cloni d’importazione; la qual cosa sarebbe oltretutto pericolosa per via delle plastiche e le polveri nocive usate nella fabbricazione di prodotti “compatibili”, come purtroppo spesso ormai accade quando si tratta di prodotti d’importazione da Estremo Oriente.
Invitiamo tutti a visitare questa Regione in segno di vicinanza e di interesse per una terra ricca di storia e preziosa per tutti; fatelo appena sarà possibile riprendere una vita normale e un turismo sostenibile nel rispetto civile di un’umanità che ritrova le ragioni dello stare Insieme".


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy