Frase choc. Prefetto di Perugia verso la rimozione

"Se una madre non si accorge che il figlio si droga ha fallito, si deve solo suicidare". Questa la frase choc pronunciata dal Prefetto di Perugia Antonio Reppucci nel corso di una conferenza stampa e che ha fatto finire l'alto funzionario dello Stato nella bufera. Sia il Presidente del Consiglio Renzi che il Ministro dell'Interno Angelino Alfano, hanno espresso grande indignazione verso le parole del Prefetto, che sarebbe ad un passo dalla rimozione.

“Ho sentito le dichiarazioni del prefetto di Perugia. Sono gravi e inaccettabili. Non può restare lì né altrove. Assumerò immediati provvedimenti”. Questo il commento del ministro Alfano, mentre il premier Renzi, attraverso Twitter, ha dichiarato: "Le frasi del Prefetto di Perugia sono inaccettabili, specie per un servitore dello Stato. Sono grato al Ministro Alfano per l'intervento".

Reppucci non sta alle accuse e dichiara all'Ansa di essere stato frainteso. "E' stato un gigantesco fraintendimento del senso che volevo dare alle parole- ha dichiarato il Prefetto- Nessuno vuole il suicidio di nessuno volevo solo scuotere a fare gioco di squadra, famiglia compresa". "La mia- prosegue- è stata una provocazione. Volevo dire che la famiglia deve fare di più. Anche il Papa ha invitato a fare di più. Le mie frasi sono state estrapolate da un discorso più ampio, nel quale ho sottolineato l'ottimo lavoro delle forze di Polizia, ed erano un richiamo alle famiglie, al loro senso di responsabilità. Come tutta la società civile devono fare di più, creare un argine al fenomeno della droga, altrimenti la guerra non si vince mai. In quanto ho detto non c'era alcuna generalizzazione, ma un appello accorato, anche come genitore e nonno, a fare di più".


Commenti

Inserisci un nuovo commento

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy