Attualità » Primo piano Giovedì 20 maggio entra in funzione il nuovo punto vaccinale al Magazzino Ex-Tabacchi

  Entrerà in attività giovedì 20 maggio presso il Magazzino Ex-Tabacchi il nuovo centro per la vaccinazione di massa cittadino. La comunicazione ufficiale dell'apertura del nuovo punto vaccinale cittadino, che andrà a sostituire il centro temporaneo di largo Cimabue, è stata comunicata al sindaco di Umbertide, Luca Carizia dalla Usl Umbria 1 nella giornata odierna. A tutti i cittadini che nei giorni scorsi avevano prevista l'inoculazione della prima e della seconda dose del vaccino anti Covid arriverà la comunicazione del trasferimento della nuova sede vaccinale cittadina il cui ingresso è situato in via Spoletini. Il nuovo centro vaccinale cittadino è ospitato all'interno di un'area di circa 800 mq. E' composto da un'area per l'attesa pre vaccinale, locali per l'accettazione, per l'attesa post vaccinale e per l'osservazione dei pazienti, servizi igienici, spogliatoio per il personale e una zona per la preparazione dei sieri. La zona per la inoculazione dei vaccini sarà costituita da due linee: una riservata agli operatori della Usl Umbria 1 e una destinata ai medici di medicina generale del territorio. Per l'allestimento del nuovo punto vaccinale cittadino il Comune di Umbertide ha destinato risorse proprie, provenienti dal fondo di riserva (delibera di giunta n.64 del 22 aprile 2021), pari a 36mila euro. “Da giovedì la nostra città avrà un nuovo punto vaccinale situato all'interno di una struttura ancora più grande e accogliente – afferma il sindaco di Umbertide, Luca Carizia – All'interno dell'edificio si è cercato un allestimento che renderà più facile l'organizzazione della vaccinazione. Desidero ringraziare la Usl Umbria 1 per aver accolto le nostre richieste e per la proficua e sempre costruttiva collaborazione che si è instaurata”.

15/05/2021 12:57:10 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Ad Umbertide il Museo di Santa Croce riapre al pubblico in totale sicurezza da venerdì 14 maggio

Dal 6 novembre e per tutto il periodo invernale, i musei d’Italia sono rimasti chiusi ai visitatori causa Covid-19. Con l’approvazione dell’ultimo decreto e con il ritorno dell’Umbria in zona gialla,  il Museo di Santa Croce ad Umbertide potrà finalmente riaprire  le sue porte. La visita al museo sarà contingentata per garantire e rispettare al massimo tutte le norme di sicurezza. Il Museo di Umbertide aprirà le porte venerdì 14 maggio e avrà il seguente orario di apertura per tutto il mese di maggio fino a settembre: Venerdì, sabato, domenica e giorni festivi dalle 10:30 alle 13:00  e dalle 16:00 alle 18:30 Vi ricordiamo inoltre che, secondo il decreto ministeriale,  il sabato, la domenica e nei giorni festivi è necessario prenotare con almeno un giorno di anticipo. Per le prenotazioni La visita al Museo si può prenotare al seguente indirizzo di posta elettronica: umbertide@sistemamuseo.it Potete anche prenotare in orario di apertura del museo direttamente in biglietteria o tramite il numero fisso 075 9420147 o tramite i nostri canali social. Per informazioni aggiornate su orari di apertura, eventi e iniziative visita i siti www.sistemamuseo.it / www.umbriaterremusei.it   IL MUSEO DI SANTA CROCE AD UMBERTIDE Nella trecentesca chiesa di Santa Croce ha sede il Museo cittadino. La pala della Deposizione sull’altare maggiore, dipinta da Luca Signorelli nel 1516, è l’unica fra i tanti lavori su tavola del maestro cortonese a trovarsi ancora nel suo sito originale. La stessa caratteristica, alquanto insolita per un museo, si verifica anche per i dipinti posti sugli altari laterali. La Deposizione fu commissionata dalla confraternita di Santa Croce nei primi mesi del 1516 e terminata nel luglio dello stesso anno. La data compare in basso a destra sulla cornice originale, inglobata nel 1611-12 in una più grande mostra lignea intagliata. La scena della Deposizione è inserita in un’ampia illustrazione dei momenti salienti della Passione: in alto a sinistra le tre croci sul Golgota; al centro la Deposizione, cui assistono il gruppo delle Marie, la Vergine già svenuta e la Maddalena; a destra San Giovanni, al disopra del quale sono rappresentati il trasporto del corpo verso il sepolcro e il compianto del Cristo morto. Essendo la confraternita intitolata alla Santa Croce, i tre pannelli della predella sono dedicati alla leggenda del Ritrovamento della vera croce di Cristo nella versione tratta dalla Leggenda aurea di Iacopo da Varagine, testo assai diffuso nel Medioevo. Di grande importanza nel Museo di Umbertide anche altre opere provenienti dalla vicina chiesa di San Francesco, tra cui una tela di Niccolò Circignani detto il Pomarancio, raffigurante la Madonna con il Bambino in gloria. Il museo di Santa Croce presenta anche un’importante sezione archeologica: materiali ceramici dall’età protostorica al periodo ellenistico e romano, che attestano una frequentazione di lunga data della zona, monete databili al IV-V secolo d.C. da un insediamento sul Monte Acuto e una stipe votiva che ha restituito bronzetti di tipo italico del genere schematico a figura umana e animale, databili al VI-V secolo a.C. Fanno certamente riferimento ad una società pastorale, in cui gli ex voto di uomini e animali rappresentano la richiesta di protezione e il ringraziamento per l’intervento divino.        

13/05/2021 17:08:51 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Buongiorno ceramica 2021, Umbertide partecipa alla festa diffusa della ceramica italiana

Sabato 15 e domenica 16 maggio la città di Umbertide parteciperà per la prima volta all’evento nazionale Buongiorno Ceramica e aprirà a tutti le porte di showroom, laboratori e del Museo Rometti, proponendo dimostrazioni e visite guidate nel pieno rispetto delle normative anti contagio.   Si comincia sabato 15 con la visita allo showroom e al laboratorio delle Ceramiche Rometti, una delle principali manifatture italiane e una pagina importante della ceramica del ‘900. L’architetto Maurizio Pucci e lvana Giacché, vere memorie storiche dell’azienda guidata oggi da Massimo Monini, accompagneranno i visitatori in un luogo affascinante, dove si respira da quasi un secolo bellezza, innovazione e creatività. Domenica 16 si prosegue con le visite guidate del Museo Rometti, a cura del responsabile dello spazio David Menghini e con una dimostrazione di foggiatura e decorazione delle artigiane Claudia Andreani e Valeria Vestrelli, la cui bottega, Officina via Fratta è proprio adiacente al museo. Buongiorno Ceramica è un progetto promosso e organizzato dall'AiCC, Associazione italiana Città della Ceramica, che si tiene ogni anno nel terzo fine settimana di maggio. Due giorni alla scoperta della ceramica artistica e artigianale italiana, tra antiche tradizioni e nuove sensibilità, con lo scopo di contribuire allo sviluppo culturale e turistico dei luoghi dove questa antica arte è maggiormente radicata. D icono il sindaco Luca Carizia e l'assessore alla Cultura, Sara Pierucci: “In attesa che il consiglio direttivo nazionale dell'Associazione Italiana Città della Ceramica approvi la nostra richiesta di adesione a questa prestigiosa associazione, partecipiamo con piacere alle iniziative che da parte loro vengono proposte. L'auspicio è che eventi di questo tenore possano aiutare la ripresa dell'attività turistica nella nostra città, fortemente legata all'arte e alla tradizione delle ceramica”. Di seguito sono riportati i giorni e gli orari. Sabato 15 maggio Apertura straordinaria showroom Manifattura Rometti (via Canavelle 5), ore 15.30-18.30 Domenica 16 maggio: Apertura straordinaria Museo Rometti (c/o Fa.Mo, Piazza Carlo Marx) e “Officina Via Fratta” di Claudia Andreani e Valeria Vestrelli, (via Fratta 42) ore 16.00-18.30 Ingresso libero Per info: museorometti@gmail.com - David Menghini 3285512504

13/05/2021 17:02:55 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Ottimizzazione orari della ex Ferrovia Centrale Umbra, la soddisfazione del sindaco Luca Carizia

Ottimizzazione orari della ex Ferrovia Centrale Umbra, la soddisfazione del sindaco Luca Carizia per l'approvazione unanime della risoluzione da parte dell'Assemblea legislativa dell'Umbria "È un punto di partenza per il rilancio concreto e in tempi brevi della nostra ferrovia": esprime piena soddisfazione il sindaco di Umbertide Luca Carizia dopo l'approvazione all'unanimità da parte dell'Assemblea legislativa dell'Umbria della risoluzione presentata dalla Seconda Commissione permanente riguardante l'ottimizzazione degli orari della ex Ferrovia Centrale Umbra. "Quella approvata in maniera unanime dall'assemblea di Palazzo Cesaroni - continua il sindaco - è una proposta che parte dal basso che parte da una serie di idee costruttive elaborate dell'associazione 'Il Mosaico' alle quali avevamo dato un sostegno totale. È stato un lavoro di coinvolgimento dei territori e di sinergia importante che ha rimesso al centro la questione dei collegamenti tra Umbertide e tutto l'Altotevere con il resto dell'Umbria e le regioni limitrofe, come il Lazio e la Toscana. Per questo un ringraziamento va al presidente della Seconda Commissione dell'Assemblea legislativa, Valerio Mancini". “La nostra ferrovia - conclude il sindaco - ha bisogno di tornare a essere una realtà a portata dei cittadini e delle comunità, perché per troppo tempo non sono state date le risposte necessarie ai territori. Ascoltare i bisogni delle persone, dare risposte a pendolari e turisti, garantendo corse veloci, e collegamenti strategici nell’interscambio di Ponte San Giovanni può essere l’inizio di un nuovo rapporto di fiducia. Riteniamo fondamentale un servizio commerciale presso la Stazione che possa dare risposte ai cittadini. Senza dimenticare il ruolo fondamentale dell'officina ferroviaria presente nella nostra città. Si è quindi avviato un percorso che darà nuovamente lustro alla ex FCU”.   Sintesi della risoluzione approvata dall'Assemblea legislativa Il documento mira ad impegnare la Giunta regionale ad assumere ogni iniziativa, in considerazione che tale proposta proviene dal basso e risponde ai bisogni più volte manifestati dai cittadini, che consenta di rivedere l’attuale orario di servizio, con l’eliminazione delle corse veloci su gomma, che pur collegando Città di Castello alla stazione di Perugia S. Anna, bypassano i centri abitati di Umbertide e di Ponte S. Giovanni, nodi fondamentali per il trasporto ferroviario nella nostra regione. A tal fine occorre prevedere, in sostituzione delle corse veloci su gomma, l’istituzione di treni veloci con fermate su Trestina, Umbertide e Ponte S. Giovanni, con 3 corse veloci nel corso della mattinata, e 3 corse di rientro, senza ulteriori aggravi in termini di km/treno. Inoltre la risoluzione invita l’Esecutivo ad assumere ogni iniziativa che modifichi e ottimizzi gli attuali orari di partenza da Città di Castello verso Ponte San Giovanni e di ritorno, al fine di permettere l’interscambio con i servizi di Trenitalia verso Fontivegge-Università-Ospedale Silvestrini, sia verso Assisi-Foligno-Terni-Roma, mettendo in atto anche interventi di riqualificazione delle stazioni esistenti potenziando le biglietterie ed i servizi ai viaggiatori. Ma anche a porre in essere tutte le azioni utili affinché si ristabilisca il collegamento ferroviario Città di Castello–Sansepolcro, nella volontà politica che tutto l’intero tratto ferroviario diventi di interesse nazionale; porre in essere il ripristino della ferrovia Sansepolcro–Arezzo, supportando e qualificando come progetto interregionale la proposta della Regione Toscana e della Provincia di Arezzo, invitando la Regione Umbria a coordinate azioni comuni; assumere ogni iniziativa, in sintonia con l’attuale Piano regionale dei trasporti e che potrà trovare conferma ed ampliamento nei successivi atti di programmazione del settore, coinvolgendo anche i Sindaci dei comuni interessati, al fine di rendere effettivo il collegamento tra il fondovalle ed i comuni collinari dell’Alta Valle del Tevere, anche mediante l’integrazione, con bus di minore dimensione tra TPL e Trasporto Scolastico dedicato, in maniera tale da rendere effettivo lo sfruttamento della rete ferroviaria per finalità turistiche. Nel documento viene ricordato che “la società RFI SpA gestisce integralmente la linea ferroviaria ex Ferrovia Centrale Umbra e che il tratto nord non è considerato di interesse nazionale. La società Busitalia Sita Nord svolge in Umbria, oltre ai servizi di trasporto pubblico su gomma, navigazione e mobilità alternativa, anche i servizi ferroviari sulle infrastrutture ferroviarie di Umbria TPL e Mobilità spa e di RFI. Nonostante i lavori di rinnovamento che hanno fino ad ora interessato l’infrastruttura ferroviaria – è scritto nella Risoluzione -, permangono situazioni di disservizio per i cittadini residenti nei comuni dell’Alta Valle del Tevere che quotidianamente hanno la necessità di spostarsi verso il capoluogo regionale e verso la Toscana, seppure con le restrizioni dettate dall’attuale fase di emergenza sanitaria da Covid 19. Viene quindi ricordato che dalle audizioni tenute dalla Commissione è emerso che tali criticità nel servizio derivano anche dalle limitazioni di velocità imposte dall’assenza nell’infrastruttura ferroviaria dei moderni dispositivi di sicurezza previsti dalla legge a cui si aggiunge la presenza di passaggi a livello a raso privi di barriere che obbligano i treni ad un’ulteriore riduzione della velocità di transito. La ex Ferrovia Centrale Umbra rappresenta un’opportunità di sviluppo per tutto il territorio regionale anche dal punto di vista turistico, per la sua possibilità di collegamento alle molte ciclovie, che la stessa Regione sta realizzando, e ai cammini e sentieri che attraversano gli splendidi borghi umbri.              

13/05/2021 12:56:56 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Umbertide: giovedì importante intervento di Enel nel territorio comunale

E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione elettrica di media e bassa tensione, informa che giovedì 13 maggio effettuerà un importante intervento di potenziamento e manutenzione del sistema elettrico nel territorio comunale di Umbertide, con particolare riferimento alle cabine denominate Cavour e Fornace. I tecnici dell’azienda elettrica procederanno alla sostituzione della componentistica elettromeccanica degli impianti, che saranno rinnovati attraverso l’installazione di apparecchiature di ultima generazione e di interruttori motorizzati. In tal modo, sarà possibile rendere più resistente e automatizzata un’ampia porzione di sistema elettrico per garantire qualità e continuità del servizio elettrico. Inoltre, E-Distribuzione, eseguirà opere propedeutiche relative ad un progetto per una nuova congiunzione elettrica in cavo che consentirà di avere una richiusura in anello con la cabina Ospedale Civico, ovvero un sistema che collega trasversalmente più linee e che, in caso di disservizio a una di esse, isola automaticamente il tratto di rete danneggiato per erogare immediatamente elettricità dalle linee elettriche di riserva, cosiddette controalimentanti. Questo garantirà totale sicurezza per l’approvvigionamento elettrico della struttura ospedaliera e dell’area circostante. A tal proposito, vi sarà prossimamente un ulteriore intervento per il completamento della richiusura elettrica.   Le operazioni di giovedì 13 maggio devono svolgersi in orario giornaliero per ragioni di sicurezza e richiedono un’interruzione temporanea del servizio elettrico che E-Distribuzione ha programmato a partire dalle ore 8:30 con conclusione nel pomeriggio. Grazie a bypass da linee di riserva con circuiti di bassa tensione, l’area del “fuori servizio” sarà circoscritta a un gruppo molto ristretto di utenze tra via Cavour, via della Draga, via Latterini, voc. Lame, loc. Petrelle (pochissimi civici per ogni via). I clienti sono informati anche attraverso affissioni, con il dettaglio dei numeri civici coinvolti, nelle zone interessate. L’Azienda raccomanda di non utilizzare gli ascensori per la durata dei lavori e di non commettere imprudenze contando sull'assenza di elettricità: la corrente potrebbe essere riallacciata momentaneamente per prove tecniche. In caso di maltempo i lavori potrebbero essere rinviati. La società elettrica informa, inoltre, di aver provveduto per questo periodo particolare a circoscrivere i lavori, che richiedano un’interruzione del servizio elettrico, alle situazioni urgenti e non rinviabili. E-Distribuzione precisa che, per i lavori di stretta necessità, vengono effettuati tutti i bypass possibili per assicurare l’alimentazione elettrica alla maggior parte delle utenze durante le operazioni. Tuttavia, per ragioni di sicurezza determinati interventi devono essere eseguiti in assenza di tensione; questo tipo di attività è comunque ridotto alle sole circostanze illustrate sopra. L’Azienda ringrazia per la collaborazione l’Amministrazione Comunale di Umbertide. E-Distribuzione ricorda che per segnalazioni e guasti è utile contattare 803.500, indicando il codice POD (nel formato IT001E…) della propria utenza riportato nella bolletta elettrica. È possibile, inoltre, ricevere informazioni anche sui canali social Facebook e Twitter di E-Distribuzione nonché sul sito web www.e-distribuzione.it dove, nella sezione “interruzione di corrente”, è a disposizione la "mappa delle disalimentazioni" che fornisce dati in tempo reale sullo stato della rete elettrica. Infine, è utile registrarsi a e-Notify (https://www.e-distribuzione.it/servizi/Pratiche-e-comunicazioni/e-notify.html), il servizio che consente di ricevere ​comunicazioni tramite sms, email o telegram su eventuali interruzioni di corrente per lavori programmati di manutenzione previsti nell'area geografica in cui si trova la propria fornitura, sullo stato di avanzamento delle pratiche o su interventi di tecnici in loco.  

11/05/2021 19:05:59 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Trestina: una denuncia per lesioni e una per detenzione illegale di munizioni

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Trestina, hanno deferito in stato di libertà un 67enne del posto, per l’ipotesi di reato di detenzione illegale di munizioni. L’uomo, nei cui confronti i militari hanno eseguito una perquisizione domiciliare delegata dall’Autorità Giudiziaria, nel corso delle operazioni è stato trovato in possesso di ben oltre un migliaio di cartucce di vari calibri, che il medesimo non poteva detenere in virtù di un provvedimento emesso nel 2019 dalla Prefettura di Perugia che, imponendogli il divieto di detenere armi e munizioni, gli intimava di cedere quelle che possedeva a persone che ne avessero titolo. Provvedimento a cui lo stesso aveva solo in parte aderito, cedendo le armi, ma trattenendo evidentemente il notevole quantitativo di munizioni. Nell’abitazione sono state, peraltro, rivenute numerose armi bianche, una balestra, due sciabole ed alcuni machete, anch’essi sequestri cautelativamente dai Carabinieri. Per lui quindi è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica per l’ipotesi di reato anzidetta ed inottemperanza ad un ordine dell’autorità. Sempre nella giornata di ieri, i medesimi militari, hanno denunciato per lesioni un 32enne del posto che, all’esito di una scenata di gelosia, ha colpito la giovane fidanzata 22enne, cagionandole lesioni giudicate guaribili in 12 giorni. Risale invece a qualche giorno addietro, l’operazione effettuata dai Carabinieri della Stazione di San Giustino, intervenuti per una animata discussione tra ex coniugi, ove un 64enne del posto ha insultato la ex moglie affrontandola con un attrezzo da giardinaggio tra le mani. Subito rintracciato dai Carabinieri, l’uomo, cui è stato sequestrato l’attrezzo utilizzato, è stato deferito alla Procura della Repubblica per le ipotesi di reato di ingiurie e minacce.   

11/05/2021 12:56:52 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy