Categorie

Attualità » Primo piano Pietralunga: il Comune incontra le famiglie con bambini da 0 a 3 anni per mantenere in vita il nido d’infanzia nel territorio

 Il Comune di Pietralunga, sulla scia di quanto anticipato nei giorni scorsi, incontrerà giovedì 3 settembre, alle ore 18.30, nell’Anfiteatro del Monumento al Partigiano Umbro le famiglie dei bambini di età compresa da 0 a 3 anni, per discutere insieme sulle possibili soluzioni per mantenere in vita il servizio di nido d’infanzia nel territorio. Lo spazio formativo gestito dalla cooperativa sociale “A Piccoli Passi”, a causa delle poche iscrizioni (solamente 4), rischia di non riaprire le porte, nonostante l’Amministrazione comunale, compatibilmente alle normative vigenti e alla propria situazione economica, si è resa disponibile a intervenire per sostenere finanziariamente il servizio, insieme al sostegno economico di un’importante azienda locale. “Questo incontro con le famiglie dei bambini nati nel triennio 2018–2020 – riferisce l’Amministrazione comunale – è stato organizzato per sensibilizzare le stesse ad iscrivere i propri figli al servizio. Il nido rappresenta la migliore scelta educativa e formativa rispetto ad altre possibilità ed è sicuramente la decisione più vantaggiosa a livello economico. In ogni caso, sarebbe un peccato perdere questo prezioso servizio per tutto il territorio. Ricordiamo infatti che il nido non può avere un futuro senza un raggiungimento minimo d’iscrizioni, fissato in numero 8/10 bambini”.  

01/09/2020 16:10:03 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano E' pronto ad alzarsi il sipario sul Settembre Ottocentesco ad Umbertide

Sabato 5 e domenica 6 settembre sono in calendario i primi due appuntamenti del Settembre Ottocentesco. Lo spazio che ospita l’intera rassegna è tra i più belli di Umbertide, il Museo di Santa Croce, per l’occasione allestito con suggestioni di luce a cura del light designer Maurizio Gianandrea e con una piccola esposizione di costumi storici della Fratta dell’800.   Sabato 5 settembre, alle 21.15 e alle 22.15, verrà presentato il concerto “L’Opera nel salotto dell’800”. Un concerto di famose arie d’opera, eseguito da affermati musicisti e cantanti lirici: il soprano Mariska Bordoni, il mezzosoprano Milena Josipovic, i tenori Emanuele Fagotti e Nicola Lucarelli, la pianista Sabina Belei. L’evento sarà sarà l’occasione per dedicare la serata a Rose Montmasson, figura coraggiosa e poco conosciuta di patriota garibaldina. La sua storia sarà raccontata da una voce recitante che si alternerà all’esibizione lirica.   Domenica 6 settembre, alle 19.00 e alle 21.15, in collaborazione con UNI 3 – Università della Terza Età di Umbertide, è prevista una conferenza-spettacolo dal titolo "Prima Persona Femminile Singolare". La professoressa Pina Bisogni, con la partecipazione di alcuni attori dell’Accademia dei Riuniti, condurrà il pubblico alla scoperta di quattro biografie femminili, personaggi carismatici del XIX secolo. Tutti gli appuntamenti del Settembre ottocentesco sono ad ingresso gratuito e, per garantire la sicurezza e il rispetto della normativa anti Covid-19, prevedono la partecipazione di un numero limitato di spettatori. Per info e prenotazioni è possibile chiamare il numero 370.3515135 (tutti i giorni dalle 17.00 alle 19.00) o scrivere alla mail info@accademiadeiriuniti.com.            

01/09/2020 15:45:31 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano In Umbria sei postazioni per tamponi in auto per chi arriva da Croazia, Grecia, Malta o Spagna

“La Regione Umbria ha attivato da oggi sei postazioni sul territorio regionale in cui effettuare tamponi per diagnosticare l’eventuale infezione da Covid-19 direttamente senza scendere dalla propria auto, obbligatori per chi arriva da Croazia, Grecia, Malta e Spagna. Una procedura rapida ed efficace, che abbiamo già sperimentato con successo per la prevenzione del diffondersi del contagio”. Lo ha comunicato l’assessore regionale alla Salute, Luca Coletto, durante la riunione del Centro operativo regionale.   “Per accelerare le operazioni di controllo a mezzo tampone – ha detto Coletto – sono state organizzate postazioni di esecuzione dei tamponi all’aperto a cui accedere con la propria auto, il cosiddetto ‘modello drive through’, a Perugia, Marsciano e Città di Castello per quanto riguarda la Usl Umbria 1, e a Terni, Foligno, e Orvieto nel territorio della Usl Umbria 2”.   “Quanti rientrano o intendono fare ingresso sul territorio nazionale e che nei quattordici giorni antecedenti hanno soggiornato o sono transitate in Croazia, Grecia, Malta o Spagna – ha proseguito – vengono informati sull’obbligo di sottoporsi ad un test molecolare o antigenico, da effettuarsi per mezzo di tampone, come previsto dall’ordinanza del Ministero della Salute del 12 Agosto, recepita dalla Regione Umbria con Ordinanza n. 48 del 17 Agosto 2020”.     Il tampone “può essere eseguito al momento dell’arrivo in aeroporto, porto o luogo di confine, dove possibile, ovvero entro 48 ore dall’ingresso nel territorio nazionale presso l’Azienda Sanitaria Locale di riferimento. Dal momento del rientro fino all’esito negativo del tampone, le persone sono sottoposte all’isolamento fiduciario presso la propria abitazione o dimora”.    “Ci si potrà recare in una delle sei postazioni – ha rilevato l’assessore Coletto – oggi fino alle 20 e domani 22 e domenica 23 dalle 8 alle 20. Effettuare il tampone – ha ricordato – è obbligatorio e la non osservanza delle indicazioni delle ordinanze comporta una sanzione da 400 a 3.000 euro”.

21/08/2020 18:17:47 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano A Montone la magia della “Donazione della Santa Spina” nella mostra di Paolo Ippoliti

C'è tutta la magia della Donazione della Santa Spina nella mostra fotografica di Paolo Ippoliti, che sarà visitabile da oggi, 20 agosto, fino al 6 settembre, presso il Museo San Francesco di Montone.   La rievocazione storica, quest'anno sotto una nuova veste, si svolgerà dal 20 al 23 agosto e la mostra di Ippoliti che ne cattura appieno l'essenza, rappresenta uno degli appuntamenti più rilevanti del programma.   "Questa è la mia terza mostra di fotografia - dichiara Paolo Ippoliti - che si tiene a Montone dedicata alla Festa della Donazione della S. Spina. Il titolo rimane fondamentalmente immutato: "Montone la magia di un borgo", che però quest'anno, visto il clima e la situazione generata dal Covid 19, si arricchisce del motto dei soldati bracceschi: quel "Non temo" che fu il loro grido di battaglia. Montone non teme il virus ma nonostante esso e nonostante tutto apre le porte - da qui la foto del portone del museo di San Francesco spalancato ed accogliente (a braccia aperte) - ai visitatori, agli appassionati di storia, ai turisti a chi cerca il bello in Umbria. Il senso della mostra sta nel voler restituire, per quanto le fotografie possano permetterlo, il clima e le seduzioni, le emozioni di una festa bellissima, storicamente fondata come poche altre, curata nei dettagli tra scenografia, recitazione, fede e tradizione. Un pezzo della storia dell'Umbria e dell'Italia del '400 che i montonesi portano in scena ogni anno". Giornalista de La Nazione Ippoliti, è un profondo conoscitore della manifestazione: ha iniziato a seguire la festa piu' di 20 anni fa, prima in veste di giurato, poi di cronista ed infine come fotografo ufficiale della manifestazione. "Sono testimone della grande crescita di questa festa negli anni, premiata dal pubblico, dalla critica e da una serie di eventi di contorno che la rendono, a mio avviso, una delle più curate, appassionanti e significative dell'Umbria. Le foto sono state scattate durante le rappresentazioni medievali ed i bandi di sfida, negli anni."   Soddisfatto della mostra anche il Sindaco Rinaldi: "Dobbiamo stringerci ancora di più attorno alle nostre radici per essere sempre più forti al grido di battaglia di Braccio, NON TEMO ! (anagramma di Montone)"

20/08/2020 17:53:04 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Città di Castello: “nessun tifernate positivo nella fase di rientro dalle vacanze, ma teniamo alta la guardia”

“In Umbria ci sono 91 positivi, a Città di Castello non ci sono tifernati positivi, abbiamo solo il caso di una signora rumena, residente a Pescara, che è stata ricoverata a Villa Muzi e alla quale auguriamo una prontissima guarigione”. Il sindaco ha aggiornato la situazione dell’emergenza da Covid, rimarcando il “fatto importante che al momento non ci siano segnalazioni di tifernati positivi nella fase di rientro dalle vacanze estive, dove si possono essere determinati momenti di rischio”. “Speriamo che nella nostra città il fenomeno delle positività causate dalle vacanze non si verifichi,  anche se non abbiamo certezze, perché le situazioni sono state diverse dalla quotidianità e si è entrati in contatto con altre persone che nemmeno si conoscono e provengono dai luoghi più disparati, per cui è chiaro che i margini di rischio, specie per i giovani sono aumentati”, ha osservato il primo cittadino, nel prendere atto che “il fenomeno dei contagi post-vacanze abbia determinato molti cluster in tutto il Paese e anche in Umbria, che hanno portato il Governo a prendere decisioni anche abbastanza drastiche”. In questo contesto il sindaco ha puntualizzato che “in tutto il territorio nazionale, e quindi anche a Città di Castello, dalle 6 del pomeriggio alle 6 di mattina c’è una nuova disposizione in base alla quale se non è garantito il distanziamento sociale c’è l’obbligo di indossare la mascherina e ci saranno controlli da parte delle forze dell’ordine per garantire il rispetto di quanto stabilito”. “Anche in vista degli appuntamenti in programma nella nostra città in questi giorni, Street Food &Music, le fiere di San Bartolomeo, che quest’anno saranno solo per le merci e non per gli animali a causa dei noti motivi, e il Festival delle Nazioni – ha dichiarato il sindaco - faccio un piccolo e modesto appello a tenere molto alta la guardia in questi momenti di socialità a cui parteciperanno molte persone, che  dovranno essere vissuti all’insegna della massima prudenza e del massimo senso di responsabilità”. “Queste iniziative si devono svolgere nella massima sicurezza, l’amministrazione comunale ritiene giusto e opportuno che ci siano momenti aggregativi, di divertimento e socialità, perché il Covid non può impedirci di tornare a vivere – ha spiegato il primo cittadino – ma è chiaro che in una fase molto delicata e complessa, nella quale il Covid è riemerso in maniera abbastanza preoccupante in tutto il territorio nazionale e in Umbria con casi abbastanza eclatanti in altre città, e in vista della riapertura delle scuole, che sarà il vero banco di prova, è opportuno rispettare rigorosamente le norme relative all’utilizzo delle mascherine e le norme relative al distanziamento sociale”.

20/08/2020 17:21:25 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy