Categorie

Attualità » Primo piano Montone: iniziati i lavori di restauro nel centro storico

Sono iniziati i lavori di Restauro e valorizzazione di percorsi, luoghi ed elementi  di interesse turistico e storico, all’interno delle mura del centro storico di Montone per un importo di € 87.392,23. Il progetto generale ammonta ad € 110.700,00 ed è finanziato per € 99.653,62 dal GAL Alta Umbria nell’ambito della valorizzazione itinerari tematici (PSR 2007-2013 ASSE IV APPROCCIO LEADER MIS.4.1.3 AZ.B - GAL ALTA UMBRIA) e per € 11.046,38 dal Comune di Montone. Nell’articolato intervento è previsto il restauro delle facciate esterne e nuova illuminazione esterna della Torre dell’Orologio sita in piazza Fortebraccio; la ristrutturazione delle “prigioni”, caratteristico locale al piano terra della medesima, con il restauro del portone storico che con l’installazione di una nuova illuminazione. Sono anche stati individuati, al fine della loro valorizzazione come percorsi, di due importanti e caratteristici elementi architettonici del nostro borgo, la volta di Via Bonelli che conduce a Via dell’Ospedale, e la volta a botte di Via dell’Ospedale. Il progetto ne prevede anche una nuova illuminazione. Si procederà anche al completamento della pavimentazione di Piazza Fortebraccio. Un intervento di restauro altamente “specialistico” sarà rivolto al portone ligneo, della chiesa di San Francesco. L’opera di Antonio Bencivenne da Mercatello datato 1519,  per l’alto valore artistico, necessita non solo di una semplice e superficiale manutenzione ma di trattamenti specifici contenuti nella relazione di restauro. Altri piccoli interventi interesseranno una migliore fruizione da parte dei turisti dei totem informativi sul nostro borgo.

04/06/2015 12:49:48

Attualità » Primo piano Umbria Rifiuti Zero su arresto ex direttore generale Gesenu

Riceviamo e pubblichiamo Frode in pubblica fornitura, falso e abuso d’ufficio. Con queste accuse sono state arrestate nove persone, tra cui Carlo Noto La Diega, per la gestione dei rifiuti a Viterbo. A prima vista niente a che fare con il nostro territorio ma guardando più a fondo si scopre che l’accusa riguarda Viterbo Ambiente, un’Associazione Temporanea di Imprese nata dall’unione di due società: Cosp Tecno Service e Gesenu SpA. Proprio la nostra Gesenu, il 45% delle azioni è di proprietà del comune di Perugia, che nel 2012 aveva ottenuto la gestione del servizio di igiene urbana tramite Viterbo Ambiente. Infatti Carlo Noto La Diega che dal 1983 al 2013 è stato Amministratore Delegato di Gesenu e possessore del 10% delle azioni. Attualmente ricopre la carica di Consigliere nel Consiglio di Amministrazione di Gesenu e,appunto, Presidente del CDA di Viterbo Ambiente. Nell’inchiesta è considerato il “vertice decisionale” dell’associazione a delinquere, in grado di intrattenere rapporti ai massimi livelli con la classe dirigente romana e perugina. Se le accuse risultassero vere sarebbe un bel colpo per il comune di Perugia che vedrebbe una sua partecipata coinvolta in una truffa ad un’altra amministrazione. A questo punto ci aspettiamo una chiara presa di posizione e provvedimenti esemplari da parte del comune di Perugia.                                                                                                                                              Umbria verso Rifiuti Zero                                                                                                                                              Marco Montanucci

03/06/2015 19:29:02

Attualità » Primo piano Energy Door: presentati i progetti degli studenti

Sono stati presentati questa mattina presso il Centro socio culturale San Francesco i progetti realizzati dagli studenti degli istituti superiori dell'Altotevere nell'ambito della seconda fase di “Energy Door”, il progetto promosso dal Centro di educazione ambientale Mola Casanova e finanziato dalla Regione Umbria con fondi Por- Fesr che invita studenti e cittadini a varcare la porta dell’energia per lasciarsi alle spalle abitudini errate e vecchie concezioni e farsi proprie tematiche quali il risparmio energetico e lo sviluppo sostenibile. Introdotti dalla responsabile del Centro Mola Casanova Tatiana Roscini e coordinati da Beatrice Castellani e Laura Di Giovanni del consorzio Ipass (Ingegneria per l'ambiente e lo sviluppo sostenibile) dell'Università di Ingegneria di Perugia, gli studenti altotiberini hanno illustrato ai loro coetanei i lavori realizzati durante il secondo e ultimo anno del progetto, che prevedeva la realizzazione di macchine per la produzione di energia da fonti rinnovabili e la pianificazione di interventi di risparmio energetico. Così i ragazzi dell'indirizzo Ipsia dell'Istituto Patrizi-Baldelli- Cavalotti hanno realizzato un sistema idraulico con microturbina, gli studenti di  Agraria del Patrizi-Baldelli-Cavallotti un mini-digestore a biomasse per la generazione di piccole quantità di biogas e i ragazzi dell'indirizzo Iti dell'Istituto Leonardo Da Vinci un mini generatore eolico. Altre scuole hanno invece realizzato pannelli riguardanti interventi di risparmio energetico, ed in particolare l'indirizzo Geometri dell'Istituto Franchetti-Salviani si è soffermato sul comportamento degli edifici ad uso residenziale attraverso un'analisi termografica, il liceo Leonardo Da Vinci ha analizzato l'efficienza energetica nei trasporti e il liceo Plinio il Giovane ha studiato l’ottimizzazione della gestione dell’illuminazione pubblica. Tutti i progetti hanno comunque contribuito al raggiungimento di un unico obbiettivo, quello di rendere i giovani più consapevoli dell'importanza del risparmio energetico e dell'uso razionale dell'energia. 

27/05/2015 18:54:57

Attualità » Primo piano Umbertide: il progetto Energy Door verso la conclusione

E' arrivato a conclusione il progetto didattico “Energy Door”, iniziativa promossa dal Centro di educazione ambientale Mola Casanova e finanziata dalla Regione Umbria con fondi Por- Fesr che invita studenti e cittadini a varcare la porta dell’energia, per lasciarsi alle spalle abitudini errate e vecchie concezioni e farsi proprie tematiche quali il risparmio energetico e lo sviluppo sostenibile. Mercoledì 27 maggio infatti alle ore 10 presso il Centro socio-culturale San Francesco si terrà l'evento finale del progetto, della durata biennale, che ha coinvolto gli istituti superiori dell'Alta Valle del Tevere. Una prima fase ha visto gli studenti realizzare degli spot sul risparmio energetico mentre la seconda parte del progetto, realizzata in collaborazione con il Consorzio IPASS della Facoltà di Ingegneria di Perugia, ha previsto la realizzazione di dimostratori e la pianificazione di interventi di risparmio energetico. In particolare l'Ipsia dell'Istituto Patrizi-Baldelli- Cavalotti ha realizzato un sistema idraulico con microturbina, l'indirizzo Agraria  del Patrizi-Baldelli-Cavallotti un mini-digestore a biomasse per la generazione di piccole quantità di biogas, l'indirizzo Iti dell'Istituto Leonardo Da Vinci un mini generatore eolico, l'indirizzo Geometri dell'Istituto Franchetti-Salviani dei pannelli sullo studio del comportamento di edifici ad uso residenziale con analisi termografica, il liceo Leonardo Da Vinci dei pannelli sullo studio dell’efficienza energetica nei trasporti e il liceo Plinio il Giovane dei pannelli sullo studio dell’ottimizzazione della gestione dell’illuminazione pubblica. 

26/05/2015 18:38:56

Attualità » Primo piano Umbertide: arrestato 25enne per detenzione di stupefacenti

Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi repressivi in materia di spaccio di stupefacenti disposti dal Comando Provinciale di Perugia, i Carabinieri della Stazione di Umbertide hanno ottenuto l’ennesimo significativo risultato, traendo in arresto un cittadino nordafricano di 25 anni con l’accusa di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari da un po' di tempo sospettavano che l’extracomunitario fosse coinvolto nell’attività di spaccio al dettaglio e, per tale motivo, lo tenevano d’occhio. L’attività informativa aveva inoltre consentito di scoprire che egli era solito recarsi in una zona semicentrale di Umbertide, verosimilmente per nascondere le dosi di stupefacente tra la vegetazione al fine di evitare, in caso di controlli, di essere trovato in possesso di un eccessivo quantitativo di hashish. Venerdì sera, a conclusione dell’attività d’indagine, i Carabinieri hanno effettuato un servizio di osservazione che ha consentito di sorprendere il 25enne mentre recuperava alcune dosi dal suo nascondiglio. Nel corso della perquisizione personale sono stati rinvenuti e sequestrati circa 5 grammi di hashish. Purtroppo per lui però, sul posto era già pronta anche un’unità del Nucleo Carabinieri Cinofili di Firenze. In pochi minuti il fiuto del cane ha consentito di individuare e sequestrare ulteriori 45 grammi di analoga sostanza. L’extracomunitario, con precedenti di Polizia e regolare permesso di soggiorno, è stato quindi arrestato in flagranza di reato per detenzione di stupefacenti. Sabato mattina il Tribunale di Perugia ha convalidato l’arresto e, in attesa del processo, ha disposto nei confronti del 25enne la traduzione agli arresti domiciliari presso la sua abitazione di Umbertide.

25/05/2015 13:57:29

Attualità » Primo piano Molini Popolari Riuniti: bilancio 2014 positivo

Riceviamo e pubblichiamo Si è svolta domenica 24 Maggio ad Ellera di Corciano l’annuale Assemblea dei Soci della MOLINI POPOLARI RIUNITI per la presentazione dei risultati di bilancio 2014.- Anche in questo esercizio abbiamo chiuso con un risultato positivo – ha affermato il presidente Dino Ricci - determinato da un miglioramento della gestione caratteristica, nonostante il contesto economico complessivo ancora molto difficile e gli andamenti climatici che ormai da alcuni anni condizionano negativamente le produzioni agricole.- L’esercizio 2014 è stato molto impegnativo per la cooperativa, la conclusione del primo stralcio del progetto di delocalizzazione (inaugurato il 10/05/2014), il trasferimento dell’attività iniziato nel mese di giugno e conclusosi alla fine  di settembre hanno determinato costi straordinari, non ripetibili sia sul versante gestionale che finanziario.- Nel mese di Dicembre si è perfezionato l’atto di fusione per incorporazione della cooperativa Terre del Carpine di Magione.- Il V.A. complessivo è stato di circa € 60 milioni con un calo rispetto all’esercizio precedente determinato dai minori quantitativi di cereali e da un calo dei prezzi.- Abbiamo avuto un incremento importante delle produzioni mangimistiche attestandoci ad oltre 620.000 ql.; le produzioni dei panifici sono state di oltre 50.000 ql.; i cereali complessivamente ritirati sono stati ql. 600.000.- Il Casch-Flow, cioè la ricchezza prodotta,  1,3 milioni di Euro circa superiore all’esercizio precedente .- Il bilancio conferma, nonostante i notevoli investimenti, un soddisfacente equilibrio patrimoniale e finanziario, il patrimonio netto ammonta ad € 14 Milioni.- Il personale occupato tra diretti ed indiretti è stato di 200 unità.- Riteniamo che il lavoro fatto in questi anni ci metta nelle condizioni di poter cogliere quelle opportunità di crescita che si rendono comunque necessarie per poter essere sempre più competitivi sul mercato e nel rapporto con la base sociale.- L’esigenza di una crescita delle attività della cooperativa passa necessariamente  per un ampliamento dell’attività di servizio all’agricoltura, vendita mezzi tecnici e ritiro cereali è una condizione necessaria per consolidare i processi di trasformazione, elemento indispensabile per valorizzare al meglio le produzioni dei nostri associati.- Stiamo definendo in questi mesi l’acquisizione di una struttura produttiva (molitoria) e di servizio all’agricoltura (stoccaggio e mezzi tecnici) nel comune di Amelia (Tr) sulla quale realizzare un progetto di sviluppo che rilanci la presenza della cooperazione agricola e agro-alimentare su quel territorio.- Gli obbiettivi di crescita e sviluppo che ci siano posti, implementazione impianto produttivo Pierantonio; processo di riorganizzazione produttiva, commerciale ed economica della Cantina di Magione; progetto di sviluppo sul territorio Narni/Amelia ed alto Lazio; sono sicuramente impegnativi, riteniamo tuttavia di avere le condizioni tutte per poterli portare a compimento.-   

25/05/2015 11:58:03

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy