Categorie

Attualità » Primo piano Assisi: ai domiciliari ‘’ospita’’ in casa un pregiudicato, arrestato

I Carabinieri della Compagnia di Assisi hanno arrestato un pregiudicato ventiduenne campano, in esecuzione di un provvedimento restrittivo emesso dall’ufficio di sorveglianza di Perugia. Il giovane che già si trovava agli arresti domiciliari ad Assisi, proveniente da Napoli, in quanto condannato in maniera definitiva a quattro anni di reclusione per associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, già in passato era stato sorpreso dai militari a violare le prescrizioni dell’Autorità Giudiziaria. Il giorno di ferragosto una pattuglia dell’Arma è intervenuta per un controllo di routine, ma all’interno dell’abitazione, oltre al detenuto, vi era anche un noto pregiudicato, tossicodipendente folignate che, per eludere i militari, ha dapprima tentato di uscire da una finestra retrostante, poi accortosi che sul retro stava giungendo un altro carabiniere, si è nascosto nell’armadio della camera da letto e successivamente, dietro la tenda della vasca da bagno, dove è stato scovato. L’arrestato durante il controllo, con il chiaro intento di impedire l’ispezione, ha più volte frapposto i suoi tre cani ai militari che erano entrati per il controllo. L’Autorità Giudiziaria recependo appieno l’informativa dell’Arma, ha immediatamente revocato la detenzione domiciliare disponendo per il giovane campano l’espiazione della pena in carcere, provvedimento notificato dai militari che l’hanno arrestato ed associato al carcere perugino di Capanne. I cani dell’arrestato hanno trovato un’idonea collocazione grazie all’interessamento dell’ASL locale.

29/08/2017 20:04:36 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Corciano: sequestrato mezzo kg di olio di hashish, arrestato diciottenne

Nel pomeriggio di venerdì, i Carabinieri di Corciano hanno arrestato un 18enne e deferito in stato di libertà un coetaneo e un 17 enne, tutti originari del posto e incensurati, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di un servizio perlustrativo, i militari hanno notato insoliti “movimenti” da parte dei tre, seduti nei pressi di un bar. É scattato quindi un controllo, a seguito del quale il minore è stato trovato in possesso di una busta in plastica contenente 12 ovuli di olio di hashish (occultati negli slip), per un peso complessivo di circa 114 grammi, poco prima cedutagli da uno dei due maggiorenni. A seguito di una perquisizione del minorenne, è stata quindi trovata la somma contante di 150 euro (occultata anch’essa negli slip), poco prima ricevuta a parziale pagamento della droga. Alla luce di quanto constatato, i Carabinieri hanno deciso di estendere la perquisizione all’abitazione del maggiorenne notato cedere l’involucro e sono stati rinvenuti ulteriori 35 ovuli di olio di hashish, per un peso complessivo pari a circa 350 grammi, occultati nell’armadio della sua camera da letto. Il narcotico e il denaro sono stati sequestrati. Per il maggiorenne sono subito scattate le manette e come disposto dall’Autorità Giudiziaria, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa dell’eventuale convalida prevista per oggi. L'olio di hashish è una matrice resinosa di cannabinoidi prodotta dall'estrazione con solvente della pianta di cannabis. È un prodotto concentrato a elevato contenuto di THC, che varia generalmente tra il 40% e il 90%.  

28/08/2017 14:37:35 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Resoconto della seduta del Consiglio comunale di Umbertide del 21 agosto 2017 , approvato all'unanimità odg sulla ex Fcu

Riceviamo e pubblichiamo E' stato approvato all'unanimità dal Consiglio comunale di Umbertide un ordine del giorno, presentato dal gruppo consiliare Umbertide Cambia, sulla ex Fcu che impegna la Giunta ad attivarsi presso la Regione per favorire l'arretramento dei treni Frecciarossa diretti a Milano da Arezzo a Perugia, al fine di garantire il collegamento veloce con il capoluogo lombardo anche per i pendolari umbri. Come affermato dall'assessore Paolo Leonardi, si tratta di un odg condivisibile, che prevede impegni in parte già assunti dalla Giunta; l'assessore ha poi ricordato che anche il Consiglio regionale ha approvato all'unanimità un odg sull'arretramento del Frecciarossa e recentemente è stato convocato ad Umbertide un incontro alla presenza anche della Regione Umbria, sul futuro della ex Fcu, a cui è seguito un vertice tra i sindaci dei Comuni altotiberini interessati. L'intera assise cittadina ha inoltre sottolineato il ruolo strategico che la ex Fcu riveste per Umbertide, l'Altotevere e l'intera Regione Umbria, in quanto arteria di primaria importanza, auspicando tempi celeri per i lavori di sistemazione e ripristino della tratta Umbertide – Città di Castello. Sempre Umbertide Cambia ha presentato un ordine del giorno, respinto dal Consiglio comunale, sul diritto al lavoro, chiedendo all'Amministrazione comunale di intervenire stanziando contributi per le imprese volti a favorire l'occupazione di persone considerate marginali rispetto al mercato del lavoro. L'Amministrazione comunale, negli interventi del sindaco Marco Locchi e dell'assessore Raffaela Violini, ha spiegato che con soddisfazione sono stati riproposti anche quest'anno i bandi per contributi alle imprese ed ha ribadito la propria contrarietà a qualsiasi forma di mero assistenzialismo, auspicando invece il sostegno ad altre tipologie di progetti, come il FabLab nato dalla collaborazione tra Istituzioni, scuola ed imprese del territorio, e promuovendo iniziative che facilitino l'accesso al credito da parte delle imprese. Nel corso della discussione si è parlato anche dei contratti di somministrazione che interessano le educatrici dell'asilo nido comunale, e a questo proposito l'Amministrazione comunale ha specificato che si sta lavorando per dare il via a procedure concorsuali, sottolineando che i contratti di somministrazione ad oggi in essere costituiscono una fase eccezionale, dettata da necessità impellenti, di durata determinata. Si è parlato anche di sanità con un ordine del giorno a firma di Umbertide Cambia riguardante la riorganizzazione delle cure palliative in Altotevere, attraverso la realizzazione di un hospice per i malati terminali. Il sindaco Locchi ha ricordato che è stato attivato all'interno della Seconda commissione consiliare un gruppo di lavoro sulla sanità proprio per affrontare tematiche di questo tipo; in merito alle cure palliative è stato precisato che l'equipe multidisciplinare del Centro salute e il servizio di continuità assistenziale già garantiscono un'assistenza h24, non ravvisando quindi, come confermato anche dalle linee guida della stessa azienda sanitaria, la necessità di un hospice, preferendo l'individuazione di posti letto nei reparti già esistenti. Il punto all'ordine del giorno è stato respinto.  

28/08/2017 14:26:02 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Foligno: coltivava marijuana in casa, arrestato

Prosegue la lotta al contrasto allo spaccio di droga da parte della Compagnia Carabinieri di Foligno che nella giornata di venerdì 25 agosto, ha arrestato un cinquantenne italiano, nullafacente e con precedenti di polizia, indagato di coltivazione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il blitz è stato compiuto dai militari del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Foligno che, a conclusione di una mirata attività investigativa, hanno perquisito il domicilio del cinquantenne. All’interno del giardino una vera e propria serra artigianale contenente undici piante di marijuana in fiore con altezza variabile fino a due metri, impianto d’irrigazione e materiale vario per la coltivazione. Le analisi delle piante presso i laboratori del Comando Provinciale (LASS) hanno confermato il brillante risultato conseguito dai Carabinieri. Il principio attivo della marijuana era rilevante ed il quantitativo di droga che poteva essere ricavato al termine del processo di essiccazione, sarebbe stato di circa 700 dosi. La vendita al dettaglio sulla piazza folignate avrebbe fruttato circa settemila euro. Tradotto in caserma, al termine delle formalità di rito il cinquantenne è stato posto in regime di arresti domiciliari. All’esito del giudizio presso il Tribunale di Spoleto, il GIP ha convalidato l’arresto e per il malfattore è stato disposto l’obbligo di presentazione in caserma tre volte al giorno e l’obbligo di permanenza notturna all’interno del proprio domicilio.  

27/08/2017 16:12:01 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Perugia: controlli interforze contro l'accattonaggio

Hanno nuovamente portato ottimi risultati i controlli anti-accattoni disposti dal Questore di Perugia e che, anche nella giornata di ieri, hanno visto impegnate 3 pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine, una della Guardia di Finanza, una dell’Arma carabinieri e due della Polizia Municipale. Sono 31 le persone identificate, delle quali 8 con pregiudizi per reati contro il patrimonio e 69 i veicoli controllati. Uno di questi è stato sottoposto a fermo dopo che il conducente veniva trovato in possesso unicamente di patente straniera e mai convertita. 3 cittadini stranieri, dei quali un marocchino dell’89 e due nigeriani dell’82 sono stati accompagnati in Questura perché privi di documenti. A carico di uno dei nigeriani, risultato irregolare sul territorio nazionale, è stato emesso l’ordine di espulsione del Questore. Due cittadini georgiani sono stati fermati e controllati a bordo di un furgone. A carico di entrambi sono emersi numerosi precedenti per reati contro il patrimonio. Esteso il controllo al veicolo, all’interno del mezzo i poliziotti hanno rinvenuto arnesi da scasso (un cacciavite, lastre per la forzatura delle porte, un martello, una lima) in merito ai quali i due non sapevano fornire spiegazioni plausibili sul perché li detenessero. Uno dei due stranieri a bordo, dichiaratosi detentore del mezzo, è stato denunciato per possesso di arnesi atti allo scasso.

24/08/2017 19:01:46 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy