Categorie

Attualità » Primo piano Bimbo rischia di soffocare all'asilo ad Umbertide, l'Amministrazione:''Sulla stampa affermazioni fuori luogo''

Riceviamo e pubblichiamo In merito a quanto accaduto ieri mattina in un asilo nido di Umbertide dove un bimbo ha rischiato di soffocare durante il pranzo, l'Amministrazione Comunale intende dichiarare quanto segue:   L’ asilo nido è un servizio educativo e sociale che accoglie i bambini da 3 mesi a tre anni di età, integrando l’opera della famiglia, in modo da favorire un equilibrato sviluppo psico-fisico, e aiutando il piccolo a superare le difficoltà proprie dell’età e ad acquisire le abilità, le conoscenze nonché le dotazioni affettive e relazionali utili per costruire un’esperienza di vita ricca ed armonica. Episodi come quello accaduto ieri mattina attengono alle fatalità e alle imprevedibilità della vita; tale fatto sarebbe potuto accadere anche a casa o in qualsiasi altro luogo, con conseguenze imprevedibili, ma fortunatamente la professionalità delle educatrici e il tempestivo intervento dei sanitari ha scongiurato il peggio. Questi sono i fatti, pertanto non sono comprensibili certe affermazioni assolutamente fuori luogo apparse sulla stampa: paragonare la frequenza degli asili nido di Umbertide ad un fatto drammatico come la guerra è veramente allucinante.  La stampa dovrebbe riportare in maniera oggettiva i fatti, come richiederebbe la professionalità di un giornalista, senza tentare di screditare il lavoro che, con estrema professionalità e dedizione, svolge il personale operante negli asili nido pubblico e privati della città. Ogni giorno l'asilo nido comunale (aperto nel 1981) e gli asili nido privati (che funzionano dal 2002) accolgono complessivamente 125 bambini, per la quasi totalità della giornata, dalle ore 7,15 alle ore 19, praticamente tutti i giorni dell'anno escluse le festività e qualche brevissima chiusura. Si tratta di strutture in cui operano figure altamente qualificate, sotto la supervisione di un coordinatore pedagogico, e continuamente formate attraverso corsi di aggiornamento finalizzati ad offrire al bambino un ambiente sano e stimolante per la sua crescita, psicofisica ed emotiva. Anche quando si parla di sicurezza, si dovrebbe considerare che, dal punto di vista pedagogico, la delicate fasi di sviluppo nel bambino di competenze, abilità e autonomie hanno insito il rischio, la non “sicurezza”, legata a dimensioni di incertezza e imprevedibilità dell’esperienza educativa e al desiderio da parte del piccolo di mettersi alla prova, imparando così a scoprire, indagare e problematizzare il mondo, “entrando nella vita”, attraverso eventi e situazioni che sollecitano curiosità, domande e mettono in gioco mente e corpo.   Un ringraziamento particolare al personale sanitario che a vari livelli è intervenuto, con rapidità e professionalità, anche attraverso il supporto determinante di equipe specializzate della Toscana che hanno permesso di portare a buon fine l'intervento.   Infine cogliamo l'occasione per rivolgere al bambino i più sentiti auguri per una pronta guarigione e un felice ritorno all'asilo nido. ​

28/11/2017 17:02:54

Attualità » Primo piano Sicurezza ad Umbertide, l'Amministrazione:''Nessuno spot ma impegno concreto nel tutelare i cittadini''

Riceviamo e pubblichiamo Dopo l'installazione delle telecamere di sorveglianza, si attende il finanziamento di un nuovo progetto  Visti i recenti numerosi episodi di furti, considerati dall'Amministrazione comunale “fatti gravi che turbano la tranquillità dei cittadini di Umbertide", è stato chiesto di convocare il Comitato di ordine provinciale di sicurezza al fine di garantire una maggior presenza sul territorio e ulteriori pattugliamenti per contrastare il fenomeno.Per quanto concerne il servizio di videosorveglianza, non è stato fatto alcuno spot: l'Amministrazione ha avviato un progetto che nel 2015 ha visto l'installazione del primo sistema di videosorveglianza con numerose telecamere, e ultimamente ne sono state istallate delle altre, di tipo ambientale e a lettura targa che permettono di vedere in diretta le immagini e di interrogare il sistema operativo per individuare in tempo reale i veicoli rubati.Nei primi mesi di novembre di questo anno, l’Amministrazione comunale ha inoltre presentato alla Regione un progetto per richiedere ulteriori risorse al fine di installare nuove telecamere e un sistema di ultima generazione che automaticamente segnala mediante sms alle forze dell’ordine il passaggio nei varchi di veicoli rubati, sistema innovativo che fino ad ora è stato installato in pochissimi comuni italiani. Attualmente, l'Amministrazione è in attesa di una risposta da parte della Regione per il finanziamento del progetto presentato.

27/11/2017 09:55:40

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy