Attualità » Primo piano Controlli della Polizia ad Assisi e Bastia Umbra, i risultati dell'operazione

E’ più che positivo il bilancio del piano di controlli straordinari del territorio disposti dal Questore di Perugia Francesco Messina, che hanno coinvolto anche i territori di Assisi e Bastia Umbra. Il personale del Commissariato unitamente agli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche, hanno effettuato posti di controllo nei punti nevralgici del territorio, con particolare attenzione agli svincoli delle principali arterie autostradali, alle aree circostanti i locali maggiormente frequentati dai giovani nonché lungo i percorsi cittadini più trafficati. Nel corso di questi servizi straordinari sono state fermate circa 450 autovetture e identificate più di 700 persone, di cui 70 sono risultati pregiudicati. Sono state elevate circa 20 contravvenzioni al Codice della Strada per varie irregolarità. Quattro autovetture risultate prive dei certificati assicurativi sono state sottoposte a sequestro amministrativo con il conseguente ritiro della patente per il conducente. Scattata anche una denuncia per un automobilista, un 40enne di Petrignano di nazionalità albanese, controllato a bordo della sua autovettura è stato trovato senza documenti al seguito, incluso il titolo di abilitazione alla guida. Dagli accertamenti è emerso che l’uomo era già stato sanzionato in passato per guida senza patente e in considerazione della recidiva, per l’albanese è scattata la responsabilità penale ed è stato indagato in stato di libertà. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro amministrativo.

19/10/2017 09:14:32 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Ad Umbertide meno giovani in fuga alla ricerca di lavoro, popolazione tra i 25 e i 40 anni al 20%

Riceviamo e pubblichiamo Mentre il numero dei giovani in fuga dalla propria terra d'origine alla disperata ricerca di lavoro e di migliori prospettive di vita risulta in continuo aumento, ad Umbertide tale fenomeno sembra essere in calo. Lo dimostra lo studio elaborato da Mediacom043 che ha analizzato i dati Istat relativi al numero di giovani tra 25 e 40 anni, suddivisi per Comune, che hanno deciso di lasciare la propria terra natale per trasferirsi altrove, all'estero o in un'altra regione italiana. Dai dati emerge che dal 2012 al 2017 ad Umbertide si è registrato un calo di giovani pari all'8,2%, percentuale migliore di quella della regione Umbria che si attesta invece al 10,4%. Se quindi negli ultimi 5 anni si è comunque registrato un calo di giovani di poco meno di 300 unità, gli umbertidesi tra i 25 e i 40 anni costituiscono oggi circa il 20% della popolazione totale, ponendo Umbertide tra i comuni dell'Umbria con la maggiore presenza di giovani, prima di città come Perugia, Città di Castello o Gubbio. E contenere l'emigrazione di donne e uomini tra i 25 e i 40 anni, che costituiscono senza dubbio la massima potenzialità produttiva di un territorio, significa favorire la crescita economica e sociale e la spinta verso l'innovazione. E mentre il calo dei giovani rappresenta un problema serio e diffuso in Umbria dove negli ultimi cinque anni si è registrato un buco di quasi 10.000 unità, ad Umbertide la situazione è più rosea, grazie anche alla numerosa presenza di aziende di rilievo nazionale ed internazionale, specie nel settore della metalmeccanica e dell'automotive, che oltre ad offrire buone possibilità di crescita professionale, costituiscono anche un approdo lavorativo sicuro per tanti giovani provenienti dai Comuni limitrofi. 

17/10/2017 10:25:53 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Attualità » Primo piano Rubano nei supermercati ad Umbertide e Arezzo, fermati dalla Polizia

Decine di confezioni di cioccolatini ripieni di caffè, di liquore e ciliegia e con la nocciola, ma anche decine di confezioni di adesivi per protesi dentarie, di testine per spazzolini da denti elettrici, di pastelli colorati e di chewing gum, confezioni di parmigiano, deodoranti e numerose lattine di tonno in scatola pregiato. E’ questa parte della refurtiva che gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico – Squadra Volanti della Questura della Polizia di Arezzo, diretto dal Commissario Capo Luigi Stanzione, hanno rinvenuto all’interno di un’auto di due giovani, un uomo di 36 anni e una donna 28enne, entrambi di nazionalità rumena e senza fissa dimora in Italia. I due sono stati fermati dai poliziotti presenti sul territorio nei pressi del supermercato PAM di via Marco Perennio ad Arezzo. A seguito di un controllo dell’autovettura in loro uso, è stata ritrovata, all’interno di due grosse buste adagiate sui sedili posteriori, della merce, della quale gli stessi non hanno saputo giustificare la provenienza. A quel punto, in considerazione della ingente quantità e del valore della merce,è stata effettuata una verifica nel supermercato per constatare l’ammanco della merce, accertamento che ha dato esito positivo. Ad incastrare i due ladri sono stati anche i loro smartphone. Professionisti del furto, gli stessi avevano in rete i punti vendita, localizzati tramite Google Maps. Tracce rimaste sulla cronologia del cellulare che hanno permesso agli investigatori di individuare quali fossero stati o quali potevano ancora essere gli obiettivi dei due. La refurtiva trovata in auto, dopo accertamenti, è stato chiarito che era stata trafugata da diversi supermercati del territorio aretino e in altri punti vendita insistenti nel comune di Umbertide. Il tempestivo intervento della Polizia di Stato ha consentito la restituzione della merce ai gestori delle diverse catene di supermercato (PAM, A&O, EUROSPIN), con grande riconoscimento da parte degli stessi. I due accusati di furto aggravato, grazie ad alcuni fotogrammi che li ritraevano nella perpetrazione di uno dei diversi furti messi a segno, sono stati processati per direttissima. 

16/10/2017 10:59:48 Scritto da: Francesco Cucchiarini

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy