Attualità » Primo piano Vaccinazioni anticovid-19: al via le prenotazioni per gli estremamente vulnerabili

Vaccinazioni anticovid-19: indicazioni per la prenotazione dei soggetti estremamente vulnerabili, loro caregiver e familiari conviventi, ex positivi aventi diritto Partiranno da mercoledì 31 marzo le prenotazioni per la vaccinazione anti Covid-19 per i soggetti estremamente vulnerabili. I cittadini compresi in tale categoria sono coloro che hanno una condizione patologica grave, tra quelle individuate dal Piano nazionale, e i disabili di cui alla Legge 104/1992 art. 3 comma 3. Lo comunica il commissario regionale per l’emergenza coronavirus, Massimo D’Angelo (in allegato le tabelle dettagliate, con le indicazioni sulle modalità di prenotazione per ogni condizione di patologia). Tutti i soggetti sono stati individuati tramite gli elenchi forniti dal Sistema sanitario nazionale e grazie alla collaborazione dei medici di medicina generale. Coloro che sono in cura presso un centro specialistico (ad esempio i dializzati o i trapiantati) saranno prenotati in accordo con i centri che li hanno in cura, al fine di armonizzare la data della vaccinazione con la terapia. Anche i caregiver, coloro che prestano assistenza ad un malato, e i familiari conviventi delle categorie di soggetti estremamente vulnerabili (evidenziate con asterisco nelle tabelle allegate), hanno diritto alla vaccinazione e potranno prenotarsi a partire da martedì 6 aprile, tramite portale web o in farmacia. Saranno abilitati alla prenotazione anche i caregiver e i familiari conviventi di minori estremamente vulnerabili. Anche gli ultraottantenni estremamente vulnerabili, che hanno già effettuato la vaccinazione, hanno diritto alla vaccinazione dei loro caregiver o dei familiari conviventi. Per prenotarsi, caregiver o familiari conviventi dovranno accedere al portale vaccinazioni https://emergenzacoronavirus.regione.umbria.it/ e abilitarsi inserendo il codice fiscale e il numero di tessera sanitaria del soggetto vulnerabile che assistono. Una volta effettuato questo passaggio, potranno scaricare il modello di autocertificazione e procedere alla prenotazione. L’autocertificazione compilata deve essere portata il giorno dell’appuntamento e consegnata agli operatori. Infine, a partire dal 6 aprile, sarà attiva la prenotazione tramite portale web o in farmacia, anche per i soggetti delle categorie attualmente vaccinabili, che sono risultati positivi al Covid-19 dopo il 1° settembre 2020. Il sistema di prenotazione provvederà ad assegnare un’unica dose di vaccino o entrambe le dosi, sulla base dei criteri previsti dalle linee guida nazionali.    

29/03/2021 16:43:16 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Controlli: sanzioni a Umbertide per assembramenti e divieto di spostamenti

Nella giornata di sabato 27 marzo, i Carabinieri della Stazione di Umbertide hanno contravvenzionato, per il divieto di spostamento tra comuni, una donna 34enne ed un uomo 26enne, entrambi di Gubbio, controllati insieme a bordo di un’autovettura in Località Badia di Monte Corona. Sempre i Carabinieri della Stazione di Umbertide, nello stesso pomeriggio, hanno poi contravvenzionato per assembramento quattro uomini, tra i 56 e  61 anni, residenti nel Comune di Umbertide che, in totale spregio delle attuali normative in vigore, si erano ritrovati nelle panchine antistanti un noto bar del centro per consumare alcolici tutti insieme.   Fine settimana impegnativo anche per i Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, attivi su più fronti nella prevenzione e repressione dei reati in genere, ma in particolare nei controlli in materia di rispetto delle prescrizioni conseguenti all’epidemia da coronavirus, complice un week-end di bel tempo con temperature più che primaverili.   I Carabinieri della Stazione di San Giustino, invece, sempre nel pomeriggio di sabato scorso, hanno contravvenzionato per assembramento quattro giovani, due uomini e due donne, tra i 40 e i 42 anni, tutti  residenti in quel centro, che avevano organizzato un aperitivo di gruppo a base di prosecco nel piazzale antistante l’abitazione di uno dei quattro, complice il pomeriggio di sole e temperature miti. Infine, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia, nella tarda serata di domenica 28 marzo, hanno proceduto a carico di otto ragazzi italiani, sei maschi e due femmine, tra i 15 e i 17 anni, quindi tutti minorenni e residenti in quel centro, che si erano riuniti nelle vicinanze di un piccolo laghetto esistente in quella località Montione, accendendo addirittura un piccolo fuoco, per passare una goliardica serata sotto le stelle. I ragazzi, dopo l’identificazione, sono stati invitati a tornare a casa e nei prossimi giorni, alla presenza dei rispettivi genitori, verranno contestate loro le dovute contravvenzioni per divieto di assembramento.       

29/03/2021 13:00:38 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano In più di 250 tra studenti, docenti ed ospiti al caffè filosofico del 'Da Vinci'

  Nel difficile momento che tutti stiamo vivendo ormai da più di un anno, la Scuola sicuramente per molti ragazzi è stata un punto di riferimento (a volte pubblicamente poco riconosciuto), contribuendo cognitivamente e relazionalmente a dare stabilità nello smarrimento che ha colto la nostra vita. Forte di questa consapevolezza , il Campus “Leonardo da Vinci” ha cercato anche questo anno di portare avanti tutte le innumerevoli esperienze progettuali ed innovative che lo contraddistinguono da tempo. In questa ottica, grazie al lavoro del Dipartimento di Filosofia, Storia e scienze umane, anche questo anno è stata riproposta l’attività del Caffè filosofico che ormai dal 2015 è presente con successo all’interno dell’istituto. I “Caffè filosofici”, sono incontri caratterizzati da libere discussioni su varie tematiche, che provocano il pensare attraverso uno stimolante confronto tra le diverse posizioni dei dialoganti, in un modo colloquiale. Già lo scorso anno, durante il periodo del primo lockdown ,questa esperienza che veniva fatta in presenza come è consuetudine dei caffè filosofici ,era stata riproposta on line ottenendo un grande riscontro di partecipazione . Questo ha spinto il Dipartimento di Filosofia a non arrendersi alla contingente situazione ed a riproporre ancora nelle stesse modalità l’attività. Il primo dei caffè filosofici preventivati si è tenuto Giovedì 18 marzo alle ore 17 sulla piattaforma digitale teams. Il relatore è stato il prof. Menichetti docente di religione , laureato in Filosofia che nel suo dottorato di ricerca si è interessato ai temi legati alla fenomenologia husserliana. Il titolo del caffè è stato “Abitare il mondo. Costruire e raccontare: la città.” All’incontro oltre ai docenti del Dipartimento di Filosofia e dell’Istituto ha partecipato il Dirigente, molti studenti ed ospiti esterni per circa più di 250 persone che sono rimaste collegate per tutta la durata dell’incontro. L’argomento complesso, reso agevole e fruibile dalla competenza indiscussa del prof. Menichetti, ha toccato il tema dell’abitare il mondo come luogo delle relazioni e dell’incontro tra uomini che nel loro vivere e costruire la città anche da un punto di vista architettonico testimoniano il loro pensiero, i loro ideali, la loro cultura. Toccando i temi della polis greca , passando per le suggestioni del pensiero di Heidegger, citando Calvino, Renzo Piano e Baumann , il discorso si è snodato nel riconoscere il nostro vivere l’ambiente come relazione vera, come rapporto di comunità, come visione personale e collettiva del mondo. Numerosi gli interventi dei partecipanti che hanno ognuno portato un contributo personale ed arricchente: dalla riflessione sul rispetto del nostro abitare il mondo anche in relazione alla responsabilità per le generazioni future, alla consapevolezza delle relazioni vive che esprime la città , all’ input alla politica per interventi che rendano belli e vivibili gli ambienti e le città stesse come testimonianza di un investimento sulle relazioni umane e sul benessere sociale. La grande partecipazione, come ha ricordato il Dirigente prof.ssa Burzigotti, ha sicuramente testimoniato il bisogno di trovare, specialmente in questo periodo di “solitudine” e mancanza di relazioni, momenti per confrontarsi e riflettere insieme ed ha ribadito l’importanza del ruolo che la scuola ha come luogo di riflessione critica. Lo stesso Dipartimento di Filosofia ha voluto fortemente mantenere questi appuntamenti nella consapevolezza mai sopita, forse in modo più cogente oggi rispetto al passato, dell’importante ruolo del pensiero filosofico inteso, come riflessione aperta e critica che possa quantomeno orientarci nella complessità. Aristotele diceva che la filosofia è” inutile”,nel senso che non ha una utilità se non quella di pensare, di insegnare a ragionare e per questo non è schiava di nessuno in quanto espressione del libero pensiero. E’ questo quello che la scuola dovrebbe fornire: lo sviluppo ed il potenziamento della capacità critica necessaria per la futura cittadinanza attiva dei giovani. E’ questo quello che il Campus “Da Vinci” cerca di proporre ai suoi studenti ed alla comunità intera. Appuntamento allora al prossimo caffè filosofico di Maggio per discutere insieme ancora come comunità dialogante .

29/03/2021 12:23:53 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Umbertide: ordine di carcerazione per detenzione di droga

Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Stazione di Umbertide hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Perugia, a carico di un soggetto di nazionalità albanese, già conosciuto dall’Arma. L’uomo, un 41enne, deve scontare un residuo pena di circa 1 anno e 8 mesi di reclusione. Nello specifico, i fatti per cui la persona è stata arrestata, risalgono al mese di maggio 2017 quando fu trovato in possesso di ben due chili e mezzo di sostanza stupefacente del tipo cocaina destinata al mercato dello spaccio. L’uomo, per il tramite del proprio legale di fiducia, a seguito del decreto di condanna ha chiesto di beneficiare di una misura alternativa alla detenzione in carcere, ottenendo dall’Autorità Giudiziaria di essere sottoposto alla detenzione domiciliare presso l’abitazione di residenza.   L’attività portata a termine dai Carabinieri della Stazione di Umbertide si inserisce nel contesto di un continuo e capillare monitoraggio del territorio che già nei giorni scorsi avevano portato, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, a fermare un 20enne trovato in possesso di una modica quantità di stupefacente con ritiro della patente di guida e segnalazione alla Prefettura quale assuntore di stupefacenti, oltreché di uno straniero di 28 anni irregolare sul territorio e noto ai Carabinieri, accompagnato in Questura per la notifica dell’ordine di abbandonare il territorio nazionale entro 10 giorni.

27/03/2021 16:00:03 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano A Umbertide banchetto per la raccolta firme per la proposta di legge antifascista

Sabato 27 marzo 2021 l’ANPI Sezione di Umbertide allestirà un banchetto di raccolta firme per la proposta di legge antifascista: appuntamento all’ingresso di Piazza Matteotti ad Umbertide dalle ore 9,30 alle ore 12,00 ed in Piazza Gramsci (Piazza della stazione ferroviaria di fronte alla scuola guida) dalle ore 15,00 alle ore 17,00. La Sezione ANPI di Umbertide aderisce così all'iniziativa del sindaco di Sant’Anna di Stazzema, Maurizio Verona, che ha proposto la presentazione al Parlamento di una Legge antifascista di iniziativa popolare, con lo scopo di "perseguire l’esposizione di simboli inneggianti al fascismo e al nazismo, anche sotto la veste apparentemente innocua di gadget e oggettistica". L’obiettivo è quello di raccogliere 50 mila firme entro il 31 marzo. “Da anni assistiamo impassibili, spesso come se fosse tutto normale, al proliferare dell’esposizione di simboli che richiamano a fascismo e nazismo. Credo sia giunto il momento di arrivare a una forte risposta legislativa a questo ignobile fenomeno dando piena attuazione alla disposizione transitoria della nostra Costituzione che vieta la ricostituzione sotto ogni forma del disciolto partito fascista”. Il testo della proposta di legge, di 2 articoli in tutto, è consultabile sul sito www.anagrafeantifascista.it. Ai fini della tutela contro il rischio di contagio da COVID-19, la raccolta firme si svolgerà con le seguenti modalità: verrà creato un corridoio che permetterà al firmatario di rispettare la distanza di almeno un metro dalle altre persone e che farà uscire il firmatario senza tornare indietro. Prima di firmare sarà necessario disinfettarsi le mani con il gel. Ogni firmatario dovrà essere in possesso della carta di identità, in corso di validità, anche scansionata o fotografata sul proprio cellulare.  Si ricorda che possono firmare i cittadini italiani con diritto di voto, iscritti nelle liste elettorali del Comune di Umbertide.    

26/03/2021 11:14:25 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Controlli e multe in Altotevere: recidivi a Pietralunga e guida in stato di ebrezza a Città di Castello

Settimana di controlli sul territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia di Città di Castello, che ha portato all’elevazione di sanzioni sia in materia di violazioni al codice della strada, che in materia di rispetto delle prescrizioni conseguenti all’epidemia da coronavirus. Negli ultimi giorni, otto sono le persone a cui è stata contestata la violazione amministrativa derivante dall’inosservanza delle prescrizioni in materia di contenimento del fenomeno pandemico da COVID-19. Di questi, sette, alcuni dei quali a Pietralunga recidivi, hanno ignorato il divieto di spostamento tra comuni, mentre uno ha violato il coprifuoco istituito dalle 22.00 alle 05.00 del giorno successivo. In materia di trasgressioni al codice della strada, tredici sono state le violazioni contestate nella settimana trascorsa. Due, entrambe a Città di Castello, per il comportamento particolarmente pericoloso di guidare facendo contemporaneamente uso del cellulare. Altre due, sempre a Città di Castello, per guida in stato di ebbrezza alcolica; nel primo caso un 46enne che si è posto alla guida del mezzo con un tasso alcolemico pari a 1.81 G/L; nel secondo caso un 49enne si è messo alla guida del proprio mezzo con un tasso alcolemico di 3.05 G/L provocando altresì un incidente.  In due casi, a Città di Castello e Citerna, sono stati sanzionati un 37enne e un 53enne, sorpresi alla guida con patente scaduta; in un caso è stato denunciato un albanese di 21 anni che aveva alterato il numero di targa. Le altre sanzioni, sono riconducibili a violazioni più generiche.  

25/03/2021 16:00:06 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy