Attualità » Primo piano Orari di lavoro alla Prosperius, è rottura fra sindacati e istituto

Riceviamo e pubblichiamo  Le scriventi OO.SS., FP CGIL e CISL FP insieme alla RSU Aziendale, con la presente evidenziano che si sono succedute legittime richieste di chiarimento e riesame, nei confronti dell’Istituto Prosperius Tiberino, per discutere la gestione dei Turni, dell’Orario e della Riorganizzazione del Lavoro già precedentemente concordate e sottoscritte tra le parti. Si è svolto, in data odierna, un incontro tardivo dove si è assistito all’ennesima farsa con il risultato di negare qualsiasi tipo di confronto sindacale, riscontriamo che non c’è stata alcuna disponibilità, da parte della delegazione dell’Istituto, a rispettare e risolvere le evidenti criticità presenti, ma soprattutto gli accordi precedentemente sottoscritti. Abbiamo invitato l’Istituto Prosperius Tiberino a cessare da tale illegittima ed unilaterale gestione ed impostazione dell’Orario di Lavoro e dei Turni Lavorativi, in contrasto con quanto concordato nel Contratto Integrativo e nei successivi accordi soggetti, oltretutto, a verifica. L’irremovibile diniego e il mancato rispetto delle relazioni sindacali circa gli obblighi contrattuali, da parte dell’Istituto, ha implicato, nostro malgrado, la Rottura delle Relazioni Sindacali, la conseguente mobilitazione e la disdetta di tutti gli accordi sin qui sottoscritti. Nella consapevolezza che questo conflitto porterà, inevitabilmente, ripercussioni sia dal punto di vista lavorativo che da quello occupazionale, le scriventi invitano le parti pubbliche ad adoperarsi per riportare nei corretti binari sia gli atteggiamenti che le corrette relazioni sindacali.

11/10/2018 12:09:16

Attualità » Primo piano Cuori protetti anche a Preggio, installato un defibrillatore nella piazza principale

Prosegue il progetto Umbertide Cardioprotetta fortemente voluto dal vicesindaco Annalisa Mierla e avviatosi con le convenzioni stipulate nel mese di luglio con le due Pro Loco di Umbertide e Pierantonio.   A oggi, una nuova convenzione è stata siglata, questa volta con la Pro Loco di Preggio, la quale contribuì all'acquisto del defibrillatore nel giugno 2016, dando seguito alla lodevole iniziativa “Regala un Battito”, nata tre anni fa dalla collaborazione tra Informazione locale e i comitati locali di Croce Rossa Italiana e Protezione Civile.     Il defibrillatore, già in possesso dunque della Pro Loco preggese, ha trovato finalmente una collocazione nella piazza centrale del paese, all'interno di una teca termoregolata la cui fornitura elettrica è fornita dal Comune di Umbertide con cui, sulla scia delle convenzioni avviate nel luglio scorso con le Pro Loco di Umbertide e Pierantonio, ha sottoscritto un accordo di attiva collaborazione che disciplina i rapporti tra l'Ente e l'associazione di volontariato in oggetto.   La cerimonia ha avuto luogo nel pomeriggio del 5 ottobre e sono intervenuti la vicesindaco Annalisa Mierla, il presidente della Pro Loco di Preggio Mauro Bovari, il presidente del Comitato locale della Croce Rossa Italiana, Francesco Serafini, e il responsabile della Protezione Civile di Umbertide, Claudio Stoppa.   “Parlare di Città Cardioprotetta è un cambiamento culturale enorme – dichiara la vicesindaco Mierla -. Tutti noi cittadini siamo parte attiva di un dovere civico e morale che è il primo soccorso. Importantissimo è avere una adeguata formazione per sapere come comportaci in caso di emergenza, come ci ricordano i formatori della Croce Rossa. Il Comune, primo responsabile della salute dei cittadini, sarà parte attiva nel cercare di divulgare ed estendere a tutto il territorio umbertidese questo progetto, rendendo Umbertide così una vera Città Cardioprotetta”.

06/10/2018 12:13:38

Attualità » Primo piano Case popolari, il sindaco Carizia: "Pronti a modificare il regolamento"

La rivoluzione delle graduatorie popolari nel mirino della Giunta Carizia che giovedì mattina, con l’assessore ai Servizi Sociali Sara Pierucci ha partecipato ad una conferenza stampa del Comune di Terni, nella persona dell’assessore Marco Cecconi, dove è stato illustrato proprio il nuovo Regolamento per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale sociale che verrà sottoposto a breve all’approvazione del Consiglio comunale ternano.   “Come annunciato in campagna elettorale - spiega il sindaco di Umbertide Luca Carizia - stiamo lavorando per redigere un nuovo regolamento sulle graduatorie delle case popolari che consenta di privilegiare nelle assegnazioni i cittadini che hanno un forte e concreto legame con il territorio umbertidese. Come il Comune di Terni anche il Comune di Umbertide è intenzionato a proporre alla Regione Umbria di prevedere l’obbligo di certificare l’assenza di alloggi adeguati nei paesi di origine dei cittadini stranieri e chiedere la collaborazione delle ambasciate e dei Consolati per verificarne la veridicità delle auto dichiarazioni come avviene in altre Regioni italiane”.   “All’origine della nostra operazione c’è il buon senso – prosegue il primo cittadino - riteniamo, infatti, inaccettabile che i cittadini italiani siano sottoposti alla verifica dei propri beni eventualmente posseduti in altre città rispetto ad Umbertide, e ciò non valga per tutti gli altri. Nel nuovo regolamento oltre a questa importante novità sarà richiesto anche un periodo di residenza consecutivo uguale o superiore ai 15 anni”.   “La nostra – conclude il sindaco - sarà una scelta che tenderà la mano alle famiglie realmente bisognose, a quei nuclei familiari che non possiedono beni nè ad Umbertide nè in qualsiasi altra parte del mondo. La Giunta, con questo regolamento in fase di elaborazione, vuol ridare dignità ad un territorio per troppi anni sottomesso ad un sistema che ne ha limitato le naturali potenzialità”.

06/10/2018 10:06:47

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy