Attualità » Primo piano Emozioni e tanti applausi virtuali per il concerto in live streaming dedicato a Umbertide

Emozioni e tanti applausi virtuali per il concerto in live streaming dedicato a Umbertide dell'orchestra da camera della scuola di musica “I Concertisti” E' stato un vero e proprio successo "Concerto per Umbertide", la performance musicale dedicata alla città patrocinata dal Comune di Umbertide ed eseguita dall'orchestra da camera della scuola di musica "I Concertisti", diretta dal maestro Gianfranco Contadini e convenzionata col conservatorio "Luigi Cherubini" di Firenze. L'evento, trasmesso in live streaming dalla Chiesa di Cristo Risorto sulla pagina Facebook del Comune di Umbertide e sulle frequenze di Radio RCC-InBlu, ha visto al momento della messa in onda 700 visualizzazioni che hanno raggiunto quasi quota 2000 nelle ore successive. Numerosi sono stati gli apprezzamenti proventi da Umbertide e da altre parti dell'Umbria e d'Italia nei confronti dei talentuosi musicisti protagonisti del concerto. A esibirsi sono stati Gianfranco Contadini, Sara Bonucci, Matilde Giorgis, Ylenia Marcucci, Tania Tavernelli (violini), Irene Mambrini e Gabriella Brancato (viole), Tommaso Bruschi (violoncello), Camilla Badessi (contrabbasso), Moreno Piccioloni (chitarra), Clarissa Poleri Alunno (percussioni). Per la parte tecnica riguardante il live streaming ha collaborato Riccardo Bartolini. Tre i brani proposti nel corso di "Concerto per Umbertide":  “Divertimento per archi in re maggiore” di Wolfgang Amadeus Mozart, "Ritirata di Madrid" di Luigi Boccherini e “Serenata per archi” di Edward Elgar. Prima del concerto, dopo la presentazione da programma da parte del maestro Gianfranco Contadini hanno portato il loro saluto il sindaco di Umbertide Luca Carizia e l'assessore alla Cultura, Sara Pierucci. "Grazie per aver dedicato alla nostra città un concerto in un momento così particolare - da detto il sindaco rivolgendosi al maestro Contadini e ai musicisti - Dietro questo momento, oltre a studio e dedizione, ci sono coraggio ed entusiasmo che servono moltissimo in questo periodo che stiamo vivendo".         

25/04/2021 19:15:03 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Celebrato e commemorato il 25 Aprile ad Umbertide

Nella mattinata di domenica 25 aprile Umbertide ha celebrato il 76esimo anniversario dalla Liberazione dell'Italia dal nazifascismo e commemorato il 77esimo anniversario dal bombardamento di Borgo San Giovanni.   Nel pieno rispetto delle misure per il contenimento del contagio da Covid-19, alle ore 11, in piazza XXV Aprile il sindaco Luca Carizia, accompagnato dal gonfalone del Comune di Umbertide, nel corso di una cerimonia simbolica ha deposto una corona di alloro in ricordo degli oltre 70 umbertidesi che persero la vita la mattina del 25 Aprile 1944 e per onorare tutti coloro che col proprio sacrificio contribuirono 76 anni fa a liberare l'Italia dal nazifascismo. La cerimonia è stata accompagnata dalla musica della tromba del direttore dalla Banda “Città di Umbertide”, maestro Galliano Cerrini e dal clarinetto del maestro Silvia Procacci. Alle 11.30, nella Chiesa Collegiata, è stata celebrata la Santa Messa presieduta da monsignor Pietro Vispi. Altre corone di alloro sono state deposte davanti al monumento alla Resistenza di piazza Marx, in Piattaforma, nella frazione di Montecastelli davanti alla casa di Giuseppe Bernardini e a Pierantonio dinanzi al monumento di piazza XXV Aprile. Nel pomeriggio, a partire dalle ore 15.00, alla presenza dell'assessore alla Cultura, Sara Pierucci si svolgerà la cerimonia di premiazione dei vincitori del Premio di poesia Umbertide XXV Aprile, giunto quest'anno alla sua 39esima edizione. La Giuria, composta da Anna Maria Farabbi (presidente), Marco Bellini, Stefano Guglielmin, Costanza Lindi, Rita Pacilio, Elena Zuccaccia ha redatto la seguente graduatoria: per la sezione “Poesia edita” il primo classificato è Antonio Bux (“La diga ombra”, Nottetempo, 2020), secondo classificato Marco Bini (“New Jersey”, Interno poesia, 2020), terzo classificato Lucia Brandoli (“Anello di prova”, Raffaelli Editore, 2020). Per la sezione “Poesia inedita” primo classificato è Marco Senesi, secondo classificato Giuseppe Todisco, terzo classificato Fernando Della Posta.

25/04/2021 18:58:07 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Inaugurata la nuova aula polifunzionale della scuola Garibaldi

  “Chi semina innovazione e conoscenza coglie il futuro”: è questo il motto con cui è stata inaugurata nella giornata odierna la nuova aula polifunzionale del I Circolo didattico di Umbertide presso la sede centrale situata presso la scuola primaria "Giuseppe Garibaldi".   All'inaugurazione dell'avvenieristico spazio hanno preso parte la dirigente scolastica del I Circolo, Silvia Reali, il sindaco di Umbertide, Luca Carizia e il dirigente del Servizio Istruzione, Università, Diritto allo studio e Ricerca della Regione Umbria, Giuseppe Merli. Si tratta di un progetto all’avanguardia che stravolge totalmente il vecchio concetto di aula, per diventare un ambiente al passo col futuro e colorato, attrezzato con risorse tecnologiche, capaci di integrare nella didattica l’utilizzo delle innovazioni. L’aula è stata realizzata grazie ad un Progetto del Piano Nazionale Scuola Digitale (Pnsd). È uno spazio che caratterizza il Primo Circolo, una scuola dinamica e volta al cambiamento. In questa prospettiva il digitale crea un ponte tra la tradizione del territorio e l’innovazione. Da qui l’idea di decorare le pareti con simboli ed immagini capaci di evocare momenti significativi della storia e dell’arte. Dall'opera di Corrado Cagli del 1930, esposta al Museo delle Ceramiche Rometti di Umbertide, prende vita sulle pareti della nuova aula polifunzionale il “Seminatore”: un personaggio speciale che, con la sua presenza, trasmette ai “piccoli innovatori” messaggi profondi come l’inclusione, l’importanza di “seminare” e coltivare buoni sentimenti, affinché possano germogliare e manifestarsi nella propria vita. Dall'estro di Dante Baldelli spiccano il volo le sue “Rondini” che rappresentano le idee dei bambini che sono liberi di esprimere a scuola. Numerose sono le attività istruttive e costruttive presenti nell'aula e che comprendono la tecnologia e i giochi più tradizionali. Sono presenti piccoli robot che facendo nuovi percorsi aiutano gli alunni ad approfondire di più il coding. L'aula possiede alcuni visori che consentono di captare cosa viene proiettato in realtà virtuale aumentata, pc, tablet e una stampante 3D. E' presente anche un “Kamishibai” che aiuta ad animare la lettura. La nuova aula polifunzionale possiede una postazione dedicata al “Debate” che permetterà agli studenti di discutere a squadre e di sviluppare le proprie idee. Infine sono presenti spazi dedicati agli scacchi e alla dama. Queste le parole della dirigente scolastica del I Circolo, Silvia Reali: “Siamo orgogliosi di inaugurare questa aula e sono orgogliosa che questo evento avvenga adesso, in questa situazione difficile, perché si evidenzia la capacità della scuola di andare avanti, di saper guardare sempre oltre questo periodo per aprirci ad un futuro migliore che sappia sempre meglio costruire il successo dei nostri alunni. Un ringraziamento va ai tanti amici che ci hanno sostenuto in questo ambizioso progetto. Un ringraziamento particolare va all'architetto Diego Zurli che ha sostenuto tutte la fasi, da quella progettuale alle varie tappe della realizzazione”. Ha proseguito la dirigente: “Ai bambini che animano ogni giorno la scuola, dando senso a tutti i progetti e i lavori che vengono realizzati voglio dedicare questa inaugurazione. I piccoli innovatori del I Circolo hanno guidato le scelte progettuali di questo spazio, sono stati preziosi consiglieri e anche voci critiche nelle scelte. Ringrazio per questo le maestre e i maestri per aver intercettato le esigenze e per il contributo nella scelta delle strumentazioni più rispondenti alla didattica attuata”. La dirigente Reali ha quindi spiegato il progetto vinto con il Pnsd: “Prevedeva la necessità di costruire percorsi formativi identitari che avessero una specifica corrispondenza con il territorio, le sue prerogative e le sue memorie ma che allo stesso tempo fossero canale formativo per gli allievi che utilizzano l'ambiente di apprendimento. La nostra scuola ha festeggiato nel 2019 i suoi 100 anni di storia e da questo siamo stati ispirati per trovare a Umbertide un'esperienza di quel periodo significativa. L'attenzione si è subito concentrata sul fenomeno più importante che ha visto Umbertide assurgere alla ribalta nazionale: quella delle Ceramiche Rometti tra gli anni '20 e '30 del '900, grazie anche al lavoro di eccellenti artisti come Corrado Cagli, da cui abbiamo ripreso la figura del seminatore e Dante Baldelli, autore delle “Rondini”, figure che adesso animano il nostro spazio polifunzionale. Sempre dal genio aristico abbiamo trovato ispirazione per l'idea delle righe che rappresentano il paesaggio essenzializzato di linee e colori puri , in cui si muovono i personaggi. La figura del “Seminatore” e delle “Rondini” sono diventati quindi i protagonisti del nostro spazio e hanno ispirato progetti importanti portati avanti dai nostri alunni che hanno virtualmente visitato il Museo Rometti di Umbertide e si sono lasciati ispirare da queste figure altamente simboliche”. “Perchè il “Seminatore” e le “Rondini” a scuola? - ha concluso la dirigente - Vi rispondo con l'interpretazione d un bambino: il seminatore è la scuola che semina il sapere e tutte le cose che noi impariamo; le rondini sono le nostre idee che volano libere e che siamo liberi di esprimere a scuola. Unione tra passato e futuro è ciò che caratterizza questo spazio, come il saper coniugare la migliore tradizione pedagogica con l'innovazione didattica e metodologica è ciò che caratterizza il nostro modo di fare scuola. Lo spazio è stato pensato per essere flessibile alle diverse esigenze. Stravolge, infatti, il completamente vecchio concetto di aula per diventare un ambiente dinamico e colorato e attrezzato per ospitare molteplici esperienze. Con poco movimento di arredi si passa da un'aula debate a un'aula coding, da uno spazio strutturato per pc a un teatro animato per i più piccoli”. “I complimenti miei e di tutta l'Amministrazione Comunale vanno alla dirigente Reali e a tutto il corpo docente per il bellissimo progetto portato a termine – ha affermato il sindaco Luca Carizia - Ogni volta che mi reco all'interno della scuola Garibaldi è sempre una grande emozione. Questa scuola rappresenta per noi umbertidesi un baluardo dell'istruzione, della conoscenza e dell'educazione. Anche il motto usato per questa inaugurazione ha il suo importante messaggio perché di futuro tutti noi ne abbiamo bisogno, visto che il recente passato ci ha costretto a scelte difficili. Buona scuola a tutti”. “E' un grande piacere essere qui stamattina – ha detto il dirigente della Regione Umbria, Giuseppe Merli che ha portato il saluto della presidente Donatella Tesei e dell'assessore regionale all'Istruzione, Paola Agabiti – Questa inaugurazione è un momento importantissimo e bisogna guardare al futuro costruendo e seminando. L'innovazione deve essere a misura d'uomo sotto tutti i punti di vista”.      

24/04/2021 14:56:05 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano ANPI Umbertide si prepara a commemorare il 25 aprile

La Sezione ANPI di Umbertide si prepara a commemorare il 25 Aprile.  Sabato 24 aprile i soci ANPI porteranno un fiore sulle targhe delle strade e delle piazze così da tracciare lo stradario dell’Antifascismo Umbertidese che verrà digitalizzato e reso pubblico per domenica 25 aprile. Domenica 25 aprile si terrà l'iniziativa “Amplifichiamo Bella Ciao” con la collaborazione di Radio Comunità Cristiana che alle ore 10 la trasmetterà la canzone "Bella Ciao" in diretta e dedicherà la programmazione al giorno alla Festa di Liberazione. L'Anpi invita quindi tutti i cittadini a collegarsi alla radio ed aprire le finestre amplificando la canzone così da diffonderla per le vie della città. Alla stessa ora una delegazione della Sezione ANPI di Umbertide si recherà a deporre un fiore nei monumenti dedicati alla Resistenza e alla Lotta di Liberazione, osservando un minuto di silenzio in onore dei caduti per la liberazione dell’Italia dal nazi-fascismo, rivolgendo loro un breve ringraziamento. Alle ore 11 l'Anpi parteciperà in Piazza XXV Aprile alle celebrazioni ufficiali della Festa di Liberazione così come organizzate dall’Amministrazione Comunale. Alle ore 16 si terrà l'iniziativa nazionale Anpi “ Strade di Liberazione”: l'Anpi invita le cittadine e i cittadini a deporre un fiore, alle ore 16 del 25 aprile, sotto le targhe delle vie e delle piazze dedicate ad antifasciste/i e partigiane/i. Il tutto dovrà avvenire nel pieno rispetto delle normative anti-covid, per cui non dovranno essere più di due le persone a compiere il gesto simbolico, possibilmente un giovane ed un adulto. In questo modo il Paese si ritroverà riunito per il 25 Aprile intorno a quella straordinaria stagione di lotta per la libertà e la democrazia. Un fiore che diverrà una luce accesa sul sacrificio di tante donne e uomini da cui sono nate la Repubblica e la Costituzione. Si chiede di fotografare il gesto e di inviare la foto al numero 3333216266 o all’indirizzo mail anpiumbertide@gmail.com. Alle ore 16:30 poi presso i Giardini Cremona l'Anpi renderà omaggio al gruppo di combattimento Cremona, allestendo un banchetto davanti alla stele posta nei giardini omonimi (presso il Club Cremona – Piattaforma), dalle ore 16:30 alle ore 19:30 sempre nel rispetto delle norme vigenti. Con l’occasione sarà possibile rinnovare la tessera ANPI o chiedere di aderire, inoltre si potrà acquistare il libro “ANTIFASCISMO QUOTIDIANO” (Strumenti istituzionali per il contrasto a neofascismi e razzismi) a cura di Carlo Smuraglia.

24/04/2021 11:12:17 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Dal Lions Club di Montone un aiuto per le famiglie in difficoltà

Sono dodici i nuclei familiari del territorio comunale di Montone che hanno ricevuto in questi giorni una prima fornitura di generi alimentari. L’iniziativa è del Lions Club Montone Aries che ha aderito al Service “Supporto Alimentare Lions”, con il coinvolgimento del banco alimentare dell'Umbria e ha come obiettivo quello di aiutare le famiglie in difficoltà per quanto attiene il reperimento di generi alimentari di prima necessità. L’iniziativa, coordinata dal presidente del club Mauro Mariotti e dall’assessore ai Servizi sociali del comune di Montone Sara Volpi, in pieno accordo con il sindaco Mirco Rinaldi, ha individuato le famiglie destinatarie del contributo in base anche a specifiche esigenze come, ad esempio, la presenza al loro interno di bambini o persone anziane. Infatti nei pacchi sono contenuti oltre a pasta, pomodori in scatola, olio, farina, legumi e altro, anche latte, omogeneizzati e biscotti per bambini.  Il presidente del Lions club Montone Aries ha sottolineato come “service” di questo tipo, in un momento così particolare per tante famiglie, siano sicuramente molto apprezzati e ha posto l’accento sulla stretta collaborazione con l’ente locale. L’iniziativa verrà riproposta con cadenza quindicinale, con la possibilità di ampliare il numero di famiglie raggiunte, non solo nel comune di Montone ma molto probabilmente anche in altre località del nostro comprensorio.

22/04/2021 19:40:33 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy