Attualità » Primo piano Il Campus “Leonardo da Vinci” primo in graduatoria nel bando nazionale per la promozione della lettura e del patrimonio librario

Ancora una buonissima notizia e un riconoscimento nazionale d'eccellenza per il Campus "Leonardo da Vinci" che è primo nella graduatoria nazionale delle 40 scuole italiane vincitrici del recente bando del ministero dell'Istruzione e del Centro per il libro e la lettura che finanzia con 25mila euro le scuole capofila di poli di biblioteche scolastiche di riferimento a livello interprovinciale e regionale per la promozione della lettura e del patrimonio librario. Il progetto presentato dall'istituto superiore di Umbertide, che ha ottenuto il punteggio massimo in Italia (98/100), intende organizzare una rete collaborativa di scuole, biblioteche, associazioni, centri culturali, librerie intorno ad attività, con carattere di forte innovatività, di promozione della lettura, oltre che di incremento, valorizzazione, tutela e digitalizzazione del patrimonio librario già in dotazione, grazie anche alle sue importanti esperienze pregresse.    L'istituto di Umbertide, a seguito di una ricca progettazione su vari bandi afferenti alla promozione della lettura e alle biblioteche innovative, che hanno avuto esito positivo e conseguente finanziamento, ha valorizzato la propria biblioteca attivando anche ulteriori e importanti legami con il Sistema bibliotecario regionale, con teatri, musei, con altri Comuni umbri e associazioni che operano a livello internazionale. Ne è un esempio il secondo posto nazionale del Campus al bando ministeriale "Biblioteche innovative", da cui ha ottenuto 10mila euro nel 2016. Con l'ancor più lusinghiero risultato di questi giorni e i 25mila euro di finanziamento si vuole compiere un ulteriore passo verso la costituzione di un polo territoriale teso allo sviluppo e realizzazione di ambienti didattici innovativi con l’utilizzo di tecnologie digitali per la diffusione capillare della "lettura" dentro e fuori la scuola. Per raggiungere l'obiettivo il Campus potrà contare sulla rete di scuole che ha inserito in partenariato: il 1' e 2' Circolo didattico di Umbertide, la scuola media "Umbertide-Montone-Pietralunga", il 2' Circolo di Città di Castello, la scuola media "Alighieri-Pascoli " di Città di Castello", l'istituto comprensivo 12 di Perugia e il "Salvatorelli-Moneta" di Marsciano.   Gli istituti della rete sono caratterizzati da una forte attenzione al tema della lettura, alla cura delle loro biblioteche scolastiche, alla promozione di eventi ed attività extrascolastiche che hanno coinvolto molti altri soggetti pubblici e privati a livello locale, regionale e anche nazionale. La preside Franca Burzigotti ringrazia le docenti che hanno redatto il progetto: Stefania Brunacci, Elisa Vannocchi e Clarissa Sirci, impegnate anche in precedenti bandi e progetti relativi all’idea della biblioteca diffusa e digitale a scuola lanciata dalla preside. “Una bella soddisfazione – commenta la preside Burzigotti - vedersi al primo posto della graduatoria nazionale e ottenere 25mila euro per uno dei filoni di innovazione più importanti e sul quale abbiamo investito molto in questi ultimi anni. Mi complimento con le docenti che hanno interpretato al meglio le solide basi gettate da precedenti colleghi che hanno fatto “storia” in tema di biblioteca, libera lettura, incontri con l’autore, scrittura creativa, concorsi letterari. Ringrazio i colleghi di tutte le scuole in rete per la preziosa collaborazione che le loro scuole offriranno nel partenariato”.   Il risultato si aggiunge ad altri e prestigiosi riconoscimenti che giungono sempre più frequenti al “Leonardo da Vinci” di Umbertide. Per rendersi conto dei passi più significativi realizzati dal Campus per lo sviluppo della Biblioteca e la promozione della lettura tra i suoi studenti e nel territorio si citano i progetti già conclusi o in essere: "La scuola biblioteca: liberi di leggere" (2013/14); fondi del bando Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, con cui si sono realizzati i primi BiblioPoint dislocati in ogni piano dell'edificio scolastico, il rinnovamento della biblioteca vera e propria e l'allestimento di uno spazio Debate; "Liberi di leggere digitale: una sfida inclusiva" (2016), fondi del bando “Biblioteche scolastiche innovative, dedicati al consolidamento e ampliamento delle risorse libraie digitali in chiave inclusiva. L'istituto ha poi proseguito il suo impegno per la biblioteca e i suoi spazi, con il progetto "BiblioSchool-oltre il libro" grazie al quale si è costituito un nuovo gruppo di lavoro composto da docenti e alunni che hanno curato la gestione e riorganizzazione dell'intero patrimonio librario e la promozione di eventi collaterali a livello locale, regionale e nazionale: incontri con l'autore, caffè culturali e l'iniziativa “#ioleggoperché”.  

17/01/2019 17:17:46 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano Tecnici del futuro al Campus 'Leonardo da Vinci' di Umbertide

  Grazie al FabLab e tre laboratori innovativi altamente professionalizzanti, l'ultimo di prototipazione avanzata, l'indirizzo "Meccanica, meccatronica ed energia" dell'istituto superiore risponde appieno alla formazione dei tecnici del futuro e consente l'immediato inserimento lavorativo nelle aziende del territorio. E' l'indirizzo tecnico-tecnologico del Campus "Da Vinci" di Umbertide a recepire in pieno e con le più moderne ed innovative tecnologie le esigenze di formazione tecnica che emergono dal territorio locale, nazionale ed europeo. Stime di settore indicano elevatissimo il numero di tecnici che mancano al sistema lavoro del nostro Paese, la maggior parte dei quali nel settore della Meccanica e in quello emergente dell'Energia, proprio i due settori che caratterizzano fortemente il contesto produttivo umbertidese dal quale proviene una forte richiesta di giovani diplomati da inserire immediatamente nel mondo del lavoro. E, infatti, a distanza di 7 anni dall'attivazione dell'indirizzo presso il Campus "Da Vinci", tutti gli studenti diplomati risultano assunti a tempo indeterminato immediatamente dopo il diploma presso aziende del territorio, esclusi ovviamente coloro che hanno scelto di proseguire gli studi universitari, per lo più in discipline ingegneristiche. Ma quello che cercano le aziende, che per restare competitive devono costantemente modernizzarsi, sono tecnici "di nuova generazione", delineati nel Piano Azienda 4.0 e formati con didattiche laboratoristi innovative; giovani capaci di acquisire e trasmettere, all’interno dell'impresa, le più moderne tecnologie, operando il trasferimento tecnologico, sia nelle grandi aziende che nelle aziende più piccole, che rappresentano il polmone ed il cuore del sistema produttivo locale e italiano. E' questo nuovo profilo di tecnico della Meccanica, Meccatronica e dell'Energia che si sta formando al Campus di Umbertide, grazie agli eccellenti percorsi di scuola-lavoro, coprogettati con le imprese di riferimento e grazie ai notevoli investimenti che ha dedicato anche di recente per l'allestimento di laboratori dotati delle più moderne macchine tecnologiche, stampanti 3D d'avanguardia e strumentazioni altamente professionalizzanti per la prototipazione avanzata. Il nuovo laboratorio in allestimento, infatti avrà un costo di 75mila euro ed ospiterà dispositivi di cui ancora poche scuole sono dotate: in pratica, puntando sulla potenzialità di tali strumenti e della tecnologia della stampa 3D si vogliono trasformare gli studenti da "consumatori" a "produttori" a "generazioni del fare" capaci di rivoluzionare i processi industriali attuali. Quest'ultimo Laboratorio si aggiungerà a quelli completamente rinnovati di recente queste tecnologie e già funzionanti, arredati in modalità 3.0 per rendere flessibile e aperto lo spazio didattico. Tutti fanno capo al FabLab, un progetto d'innovazione che ha avuto risonanza nazionale per essere uno dei primi ed ancora oggi uno dei pochi allestito in una scuola pubblica. Ancora unico nella nostra regione, il progetto prevede un laboratorio territoriale per fare formazione, innovazione, sostegno alle start up e alla creatività giovanile. Nuove e sempre più qualificate opportunità di formazione tecnica ad Umbertide, quindi, per i ragazzi di terza media che si accingono a scegliere la scuola superiore e c'è da star sicuri che le opportunità di lavoro nel territorio per loro saranno certe: per ora la "domanda" di giovani tecnici diplomati con metodologie così innovative è maggiore dell'offerta.  

08/01/2019 12:40:13 Scritto da: Eva Giacchè

Attualità » Primo piano A San Francesco la mostra '1938- Leggi razziali fasciste'

Giovedì 10 gennaio, alle ore 10:30, presso il Centro Socio Culturale San Francesco (Sala d’onore) verrà inaugurata la Mostra (durata dal 10 al 17 gennaio) dedicata a: “ 1938- Leggi razziali  fasciste.”  La mostra è stata programmata in concomitanza con  l’ ottantesimo anniversario della promulgazione delle famigerate leggi razziali.   Saluti istituzionali dell’assessore alla cultura del Comune di Umbertide, Sara Pierucci. Introdurrà Sergio Bargelli (Presidente del Centro socio culturale San Francesco.   Interverrà Mari Franceschini, Presidente Anpi provinciale di Perugia.   Orari apertura mostra (dal 10 al 17 gennaio)  mattino dalle 10:00 alle 12:30 - pomeriggio dalle 16: alle 18:00 (solo nei giorni sabato e domenica).   La mostra  itinerante, fa parte di un progetto  quadriennale, rivolto alle scuole ed alla cittadinanza, sul quale l’ANPI (provinciale e regionale) ha con la Regione Umbria una importante convenzione che riconosce il ruolo dell’ ANPI nell’ impegno  costante  per la tutela e la diffusione della  conoscenza  della storia, della memoria della Resistenza  e dei valori ad essa connessi. La mostra, realizzata in  in collaborazione con il Museo Diffuso della Resistenza di Torino, con la Fondazione Villa Emma, e con l’autore della mostra prof. Mauro Remondini sarà esposta in seguito, in altri luoghi istituzionali di 15 comuni dell’Umbria che hanno dato il loro patrocinio e sarà arricchita  dalla collaborazione con le scuole del territorio.  

08/01/2019 12:24:09 Scritto da: Eva Giacchè

Ass.ne Informazione Locale
via Roma 99 06019 Umbertide (PG)
P.IVA 03031120540
Privacy Policy